Archive for the ‘Minipost’ Category

Legittima difesa, “modifica sgangherata”

«Bisogna partire dallo slogan “la difesa è sempre legittima”, in apparenza un’ovvietà, nella realtà un inganno. La pretesa d’introdurre presunzioni sulla “necessità” in caso di violazione del domicilio e sulla “proporzionalità” con la parola magica “sempre” è illusoria… In un contesto di demagogia e di messaggi illusori qui si tocca un problema reale, ma s’introduce […]

Condividi!

Tav, le insistenze cialtrone della Lega

«Se si riesce a realizzare la Tav e, nel frattempo, anche il raddoppio della Genova Ventimiglia, saremo tutti più contenti». Edoardo Rixi, viceministro alle Infrastrutture della Lega, a Sanremo, per sostenere alle elezioni comunali il candidato del centrodestra Sergio Tommasini.

Condividi!

Pd, i complimenti di Forza Italia

«Le primarie del Pd sono state un bello spettacolo di democrazia». Giovanni Toti, Forza Italia, governatore della Liguria.

Condividi!

Il candidato leghista etero-circondato

“Vengo da una famiglia normale, ho quattro nipoti e non ci sono gay”. Presentazione online di Giuseppe Brini, candidato sindaco per la Lega a Pontedera (Pisa).

Condividi!

Ecco il nuovo Pd che “avanza”

“Comunque coi 5 Stelle in quanto tali non ci può essere alcuna alleanza“. Nicola Zingaretti, governatore del Lazio e candidato alle primarie del partito democratico.

Condividi!

Cancelleri querela Miccichè per lo stipendio

«Alle critiche rispondo coi numeri: siamo da 6 anni nel Parlamento regionale e abbiamo restituito ben 5 milioni di euro di soldi nostri: soldi pubblici, certo, ma soldi dei nostri stipendi. Io in 6 anni ho rinunciato a quasi 300.000 euro della mia indennità. Alla faccia di chi mi viene a contestare che spendo mille […]

Condividi!

Airola: “Sì Tav? Mollo i 5 stelle”

Trattativa sulla Tav? «Me ne vado dal Movimento. E sono convinto che me ne vado col simbolo». Alberto Airola, senatore dei 5 stelle, già incappato nelle cronache per un tentato gesto insano.

Condividi!

Il candidato grillino sardo: “Salvini con gli spacciatori”

«Non mi interessa che al governo siamo insieme. Qui Salvini è un avversario. Fino a pochi anni fa ci chiamava “terroni”. E non ha niente a che vedere né con i 5 Stelle né con la Sardegna. Si è speso molto per quell’alleanza in cui lui, ministro dell’Interno, un membro dell’antimafia e un condannato per […]

Condividi!