Di settimana in settimana il quadro è sempre più chiaro sulla guerra in atto a Est.

La Nato e l’Unione europea hanno aizzato il matto russo sul terreno ucraino per fargli perdere le staffe con le bombe.

Ci sono riusciti. Ora ne pagano le conseguenze i civili e anche i soldati di entrambi i fronti.

In Italia ci narrano che Putin è il tiranno e che Zelensky è il santo. Solo per giustificare l’invio delle armi.
Zelensky è invece solo più psicopatico e più irresponsabile del suo omologo di Mosca. Ha atteso le bombe, i morti, gli stupri e le fughe in massa per dire NO dell’Ucraina alla Nato.

Insomma, solidali sì, fessi no.

Lascia un commento