Renzi, docenti, e gli aumenti “di merito”

«Diamo più soldi agli insegnanti e il merito non è una parolaccia: non si possono dare gli stessi aumenti a tutti». Matteo Renzi, premier non eletto, di fronte alla lavagna con gessetti in una sala di palazzo Chigi.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.