«La somma di chi ha votato Grillo e di chi non ha votato raggiunge quasi il 50% degli italiani. Certo, Grillo ha potuto godere del monopolio della novità e della disaffezione dalla politica. Trovo la sua proposta spesso populista e poco costruttiva». Corrado Passera, ex ministro del governo Monti, al Corriere, 4 maggio 2013.

2 pensiero su “Ragionamento “di passera””

Lascia un commento