«Io non sono un topo nel formaggio. Prendo solo la pensione, il vitalizio da parlamentare di 5 legislature lo do in beneficenza». «Sono andato in pensione dopo essere stato presidente dell’Antitrust, dove i compensi sono non per mia scelta parametrati alla Corte costituzionale. Alla fine, la mia pensione è di 22.000 euro lordi al mese, 11.500 netti». Giuliano Amato alla festa nazionale del Pd di Reggio Emilia.

Un pensiero su “Amato difende la sua pensione”

Lascia un commento