Consapevoli per essere liberi (e sazi)

Questa crisi economica e dell’euro, nell’epoca in cui le notizie fanno il giro del mondo con un click assieme alla consapevolezza globale, non potranno che sconvolgere il quadro geopolitico globale, a cominciare dalla disintegrazione dell’unione europea. Il mouse che ci rende tutti partecipi e consapevoli, oltre che liberi da confini e cortine di ferro, ci porterà a delegittimare e a disconoscere tutte quelle autorità che fino ad oggi ci hanno controllato e governato. La velocità di questo passaggio dipende dall’aumento del disagio sociale derivante dalla paralisi economica di massa, che a un certo punto dovrà indurre molti di noi a chiederci “ma chi e perché io devo continuare a vivere così? chi e perché vuole tutto ciò?“.

Siccome la consapevolezza globale crescente non potrà che portare a voglia di autonomia e indipendenza, è molto probabile che in questa fase di stallo dei vari Merkel-Monti-Hollande per la defunta e ingessata unione europea, ci sia dietro la sparuta cricca di banchieri timorosa della propria leadership e del proprio dominio di rendita. Siccome gli equilibri sociali dipendono dalla condizione di determinate soglie, è plausibile ritenere che questo crescente disagio sociale consapevole, porterà a forme di sopravvivenza “fai da te” in un regime di anarchia che se non sarà arginata grazie a una più giusta redistribuzione delle ricchezze, porterà alla disgregazione degli Stati sovrani attuali, verso forme di convivenza territoriali tutte da riscrivere. Anche in materia di proprietà privata.

Del resto, con un’organizzazione in rete consapevole, non si può pensare all’eterna convivenza tra una sparuta minoranza di ricchi attraccati nei porti a bordo di lussuosi yacht, con una maggioranza di poveri che non paga più il mutuo. E’ ormai chiaro che questa disparità sociale è frutto dell’ignoranza di massa in materia di funzionamento delle politiche monetarie. E’ l’ignoranza dei poveri che consente alla ristretta oligarchia di arricchiti di mantenere il proprio dominio e i propri agi. E’ altrettanto vero che l’economia capitalistica attuale ormai morta, deve pur indurre i governanti a escogitare sistemi drogati per mantenere tutto così con l’euro. Il problema è che il disagio sociale di chi non ha potere d’acquisto, cresce a ritmi incontrollabili. Un numero sempre maggiore di disoccupati segue il numero crescente di quel ceto medio che sta esaurendo i risparmi dopo 3 o 4 anni di mancati guadagni.

Col passare del tempo, l’aumento del disagio si trasformerà in crescente consapevolezza globale che porterà sempre più poveri e impoveriti a porsi delle domande sul perché di tutto ciò. Ecco, quando saranno in tanti ad aver capito che l’oro non è più il riferimento da cui dipende l’emissione di carta moneta, saremo già oltre il baratto. Saremo di fronte a nuove forme di valuta locale che sostituiranno le bandiere nazionali. Col rischio che se tutto sarà da riscrivere, le compravendite avvenute con soldi disconosciuti, torneranno ad essere proprietà di tutti. Ville, yacht, tenute da sogno. Del resto con la consapevolezza globale, tutto diventa opinabile perché la persona consapevole non la puoi dominare. Il consapevole non lo puoi sfruttare. Al massimo te ne liberi ammazzandolo. Ecco l’incognita attuale. Gli Stati si armano contro i cittadini ribelli ridotti alla fame. I ricchi sperano di mantenersi privilegiati. E’ un gioco di equilibri. I ricchi credo stiano giocando a fare  i funamboli senza rete. Con la fame globalizzata non ci saranno affinità linguistiche, storiche o socioeconomiche che terranno. Quando si ha fame, il primo obiettivo è sfamarsi. Le istituzioni, il diritto e l’euro non saziano. Il video che ho postato lo trovo interessante e illuminante. Diffondiamolo.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Un Commento a “Consapevoli per essere liberi (e sazi)”

  1. lorenzo75bg ha detto:

    IO SEGUO QUELLE COSIDETTE TEMATICHE COMPLOTTISTE DA CIRCA UN ANNO(SIGNORAGGIO,SCIE CHIMICHE,ISTITUZIONI SOVRANAZIONALI ECC)…E HO LASCIATO DI SEGUIRE LA POLITICA X IL SEMPLICE FATTO CHE CHI CONTROLLA VERAMENTE IL NOSTRO FUTURO è BEN EVIDENZIATO IL QUEL VIDEO CHE HO PURE SALVATO SUL PC INSIEME A TANTI ALTRI…PURTROPPO IL TUO AMICO GRILLO,COME BEN SAPRAI DAL 2006 CON L’ARRIVO DELLA CASALEGGIO,NON PUò PIù TRATTARE DI QUESTE TEMATICHE E ATTACCARE I POTERI FORTI,QUINDI SI DEVE LIMITARE AI BURATTINI DI TURNO(POLITICI,PRESIDENTI DI REGIONE)…ATTUALMENTE NON ESISTE SCHIERAMENTO POLITICO CONTRO LO STRAPOTERE BANCARIO…SONO TUTTI COLLUSI IN QUALCHE MANIERA…SOPRATUTTO I SIGNORI DEL PD COME PRODI,CHE HA FIRMATO IL TRATTATO DI LISBONA IN SEGRETO,OLTRE CHE AVER PARTECIPATO ALLA ASSEMBLEE SEGRETE DEL BILDERBERG…è UNA GRAN BRUTTA SITUAZIONE SAPERE DI QUESTA CRISI PIANIFICATA X TOGLIERE SOVRANITà AGLI STATI…BENVENUTO NELL’ERA DEI DISTRUTTORI!!http://www.youtube.com/watch?v=CVHbENw0YNM

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.