Era Scajola

Era per Scajola “una campagna mediatica basata sui pruriti“. E’ per Scajola un’indagine grattacapo per finanziamento illecito ai partiti.

Era per Scajola un “mutuo casa sudato e senza favori“. E’ per Scajola un dono al Colosseo della cricca di appaltatori.

Era per Scajola “senza garanzia” Perugia che lo voleva testimone. E’ per Scajola “avviso di garanzia” Roma che lo indaga con Anemone.

Era per Scajola “tutta una balla, non mi farò tirare nella fogna“. E’ per Scajola dover stare a galla a lottare con la “gogna”.

Era per Scajola Annozero “noioso e petulante“. E’ per Scajola “Scaj-cinema” più interessante per un teleutente sempre ignorante.

Era per Scajola “il porto di Imperia un’occasione“. E’ per Scajola da riporto affare in porto a Balducci su commissione. Quel Balducci “sconosciuto“, che di Anemone e Zampolini è amico ormai cornuto.

Era per Scajola la casa donata “una figura da deficiente“. E’ per Scajola la casa dorata un affare non “beneficente” e assolutamente resistente.

Era per Scajola “un bene il politico lontano dalla finanza“. E’ per Scajola un bene il cardinal Sepe in aria di perdonanza:  l’affarista di Propaganda Fide che al piduista di Propaganda 2 fa un “3 fiche“.

Era Scajola pagato per “spiegare tutto, non ho colpe“. E” Scajola pagato senza un cazzo di spiegato, paraculato da un’ex Cirielli in odor di golpe.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.