Cronaca (quasi) integrale a piazza Craxi


Come molti di voi già  sanno, Lissone ha la sua piazza intitolata a Bottino Craxi con la dicitura “statista”. L’inaugurazione é avvenuta sabato mattina nel pieno centro della cittadina brianzola tra le proteste di centinaia di persone accorse da ogni parte della Lombardia. In piazza, oltre al sottosegretario agli esteri Stefania Craxi, il senatore finiano Giuseppe Valditara e l’ex sindaco di Milano Paolo Pillitteri, cognato di Bettino assieme a decine di nostalgici socialisti craxiani armati di garofano rosso. Alcuni di loro sono politici ancora oggi in attività  confluiti perlopiù nel Pdl, altri sono semplici simpatizzanti che senza timori o vergogne hanno sfidato, protetti dalle forze dell’ordine confluite a Lissone in gran numero, la rabbia dei manifestanti che brandivano targhe intitolate a Sandro Pertini e slogan che ricordavano la vera essenza di Craxi: un politico corrotto morto da latitante.
Nel video la cronaca quasi integrale della giornata (ho tagliato i pezzi già  pubblicati dal Fatto quotidiano) con lo scambio di insulti in piazza e gli interventi dei craxiani avvenuti all’interno del cinema comunale allestito apposta in quanto era previsto che in piazza il taglio del nastro sarebbe stato impossibile. Ultima chicca: nessun esponente della Lega nord si é visto all’inaugurazione della piazza, tantomeno il sindaco leghista di Lissone Fossati. Al suo posto c’era il vice Volpe, vero artefice dell’intitolazione di quella piazza a Bottino Craxi.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.