La Camera dell’impunità 


8/4/2008, Berlusconi calunnia Di Pietro a Porta a porta

Con 285 voti favorevoli e 308 contrari la Camera ha negato ai magistrati di Napoli di utilizzare le intercettazioni telefoniche a carico di Nicola Cosentino, l’ex sottosegretario del Pdl sul quale pendeva una richiesta d’arresto della Cassazione negato ancora dalla Camera la scorsa primavera.
Futuro e Libertà  ha votato a favore con Udc Pd e Idv. Contrari Forza Italia, Lega, repubblicani, diniani e qualche altra escort “di centro”. Guai se sentirò ancora qualche leghista dire che Maroni é un grande ministro contro la mafia.

Sempre oggi la Camera ha votato l’insindacabilita’ per il presidente del consiglio dei piduisti, accusato di aver diffamato Antonio Di Pietro a Porta a Porta. “Dichiarazioni rese in campagna elettorale” é il motivo. A 3 giorni dal voto che premiò con maggioranza bulgara la coalizione del Pdl, il corruttore diede del bugiardo a Di Pietro insinuando avesse una laurea falsa. Mentre nessuno in quello studio osò dire il contrario, quelle immagini le raccolsi in un video pubblicato su Youtube (postato oggi) diventato il più cliccato del mio canale e tra i primi del sito in versione italiana.

Itanto la Camera dell’impunità , anche oggi, ha dato il suo misero contributo alla malavita organizzata.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.