Sanremo, rissa sfiorata alla fiaccolata

Bisogna avere la forza di cambiare i candidati, di cambiare gli organi dirigenti dei partiti, attuare una rivoluzione per estirpare la mafia e ripristinare l’ordine“. Parole del sindaco berlusconiano di Sanremo Maurizio Zoccarato nonché pupillo di Claudio Scajola, che mi hanno spinto a chiedergli se il repulisti non debba iniziare proprio dal suo padrino e conterraneo ex ministro con casa vista sul Colosseo pagata da noi cittadini tramite l’appalto alla caserma riservata ai servizi segreti. E’ la domanda-miccia che fa traboccare il vaso. Per i simpatizzanti del partito del corruttore di teste, nonché piduista Silvio Berlusconi, io sono un rompi coglioni, un imbecille e un cretino.

Si sono infastiditi perché ho posto le questioni aperte con mafia e camorra dei capi bastone berlusconiani presenti sia alla Camera che al Senato. Ho reso l’idea che portare bandiere del Pdl e di Berlusconi in una fiaccolata antimafia é come portare un pedofilo dentro l’oratorio.
Mia intenzione era solo raccontare la serata e sentire dalla viva voce dei suoi protagonisti un parere su quello che sta emergendo dalle inchieste in corso in Liguria. La procura di Sanremo sta indagando su affari nel mondo dei videopoker, prostituzione e immobili ai latitanti. Gli arresti dei fratelli Pellegrino rientrano nel tentativi di minaccia fatti a un paio di assessori comunali di Bordighera. Uno dei quali l’ho intervistato nei giorni scorsi. Non era mia intenzione fare il facinoroso. Infatti non lo sono stato. Ho solo posto questioni vere, che probabilmente agli ipocriti danno fastidio.

Per il resto la fiaccolata contro la mafia di Sanremo é andata davvero oltre ogni più rosea previsione. Erano davvero in tanti a sfilare con le fiaccole. C’erano imprenditori, operai, pensionati, ragazzi, sindacati e persino il governatore della Liguria Claudio Burlando.  Mancava il deputato berlusconiano di Sanremo Eugenio Minasso, amico dei Pellegrino. Fiero di avere avuto il loro appoggio in campagna elettorale per le elezioni a consigliere regionale nel 2005.


Sostieni l’informazione libera





Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

14 Commenti a “Sanremo, rissa sfiorata alla fiaccolata”

  1. Erika ha detto:

    Io non parlo dei mafiosi…lui ha chiesto di politici xk nn chiede a loro???
    Poi ha parlato di Scajola non credo che con la manifestazione centrava molto.
    Per ultima cosa penso che se sono stati eletti a fare cio che fanno é perché la maggior parte della gente pensa che siano in grado di farlo!!! Io credo che hanno sbagliato ma non si può giudicare una persona come stai facendo tu senza averla conosciuta.

  2. Mauro ha detto:

    @ERIKA: Ma cosa vuol dire “non va a fare queste domande ai diretti interessati”?
    Vorresti dire che Daniele Martinelli dovrebbe andare a chiedere direttamente ai mafiosi perché rubano e ammazzano? Mi sembra una grande pensata!
    E comunque se un gruppo di piccoli politici locali – come sono Tomatis e Albanese – non é in grado di controllarsi e di rimanere nel lecito forse significa che non é adatto al proprio ruolo.
    Mauro.

  3. Erika ha detto:

    Premetto che sono contro la mafia…proprio per questo motivo ho una domanda da fargli…visto che é cosi coraggioso ed é un modello per la gente (leggendo qui sopra) come mai nn va a fare queste domante hai diretti interessati???
    E le fa a gente che comunque nn si trova convolta in tutto questo???
    E un altra cosa i due energumeni hanno sbagliato a rivolgersi così ma nn credo che sia giusto chiamarli in quel modo…e non credo che sia giusto scrivere i dettagli della loro vita.

  4. andrea serafini ha detto:

    ciao daniele , come ti avevo detto dopo la parentesi delle  elezione ragionali, non ti deprimere troppo , noi abbiamo bisogno del tuo saper e del tuo fare e questo video ne e’ una dimostrazione. Grazie del tuo coraggio che metti nel diffendere le nostre e le tue idee nei riguardi di quella banda di corrotti  che ci governa , sei una continua spinta a non abbassare i toni contro   chi violenta continuamente la legge, basta tolleranza zero……

  5. Venom ha detto:

    “portare bandiere del Pdl e di Berlusconi in una fiaccolata antimafia é come portare un pedofilo dentro l’oratorio.”

    GRANDISSIMO DANIELE!!!!

  6. Gio ha detto:

    Finalmente un giornalista che può essere chiamato tale.  Complimenti per il coraggio e l’onestà  intellettuale dimostrata. Nella terra del “Padrino” ci vuole davvero “Pilu” a dire la verità  e rompere il muro d’omertà  mediatica.                                                                                   Ha tutta la mia sincera stima.
    Grazie.

  7. Stanco_Mavoglio ha detto:

    Ciao Dany che dici sarebbe possibile aggiungere uno spazio per i commenti anche ai minipost ?
    grazie
    ciao

  8. ACIDDREAM ha detto:

    @ FABBRI
     
    OK HAI RAGIONE, PERO’ SERENO E DISTESO, PERCHE’ CAPISCO CHE IL MOMENTO E’ GRAVE MA QUI SI STA’ SCHERZANDO…IL “SEMIDIO” ERA DETTO IN TONO IRONICO SE NON L’AVEVI CAPITO…QUINDI POTEVI ANCHE RISPARMIARTI DI MENZIONARLO CHE IL TUO PENSIERO SAREBBE STATO IN OGNI MODO VALIDO…..

  9. FABBRI ha detto:

    Gente, per favore, lasciate stare il “grande” e il “semidio”.
    I complimenti a Daniele faranno sicuramente piacere, ma quì il problema é che c’é un mucchio di gente che crede che stare dalla parte di Berlusconi e votarlo si combatta la mafia.
    Quì c’é gente del popolino medio basso, che partecipa con le fiaccole e con striscioni ad una manifestazione contro la mafia,  non rendendosi conto che fintanto che non si scrolleranno di dosso il gufo nero che hanno sulle spalle, per l’Italia non ci sarà  futuro.
    Io divento triste nel vedere quanta ignoranza vi sia in quei giovani che rispondono sicuri di sé e delle cavolate che dicono in difesa di inquisiti e condannati del PDL, non rendendosi conto che sono manovrati e che stanno portando l’Italia verso un baratro dal quale non risorgeremo tanto presto.
    Quella é gente, giovani e meno giovani che vanno a votare e che votano Berlusconi il più grande affarista mai sceso in politica per farsi gli affari suoi e che sta portando l’Italia alla rovina.
    Lasciamo stare quindi i “semidio” e pensiamo a come fare per far capire a questi giovani che stanno sbagliando, altrimenti per tutti noi non c’é futuro… e detto fra noi, io (che sono un bel po’ pessimista) credo che con un popolo così, noi non abbiamo un futuro.

  10. GUIDO arci CAMALLI ha detto:

    bel video mi son fregato il video… grande sei un mito grazieee lo messo sul mio blog chauu

  11. ab ha detto:

    Tu sei una brava persona, detto da una brava persona, caro Daniele.
    Guarda, passa e non curarti della polvere che saranno spazzati via tutti, se non proprio a breve, vedrai saranno spazzati via tutti questi mezziuomini travestiti da politici di dx di centro e di sin, altrimenti meglio emigrare senza manco voltarsi indietro.
    Per una rivoluzione della legalità  e laicità , se non ora quando?
     

  12. pino x ha detto:

    VERGOGNOSI, IGNORANTI, ILLUSI, con il cervello SEMPRE SPENTO, LOBOTOMIZZATI…che altro ancora da dire????

  13. ACIDDREAM ha detto:

    Tu Daniele per me sei un modello comportamentale, dico sul serio!!!
    Da solo contro tanti, armato di videocamera, microfono e domande giuste e lecite…..finale: loro che scappano insultandoti e tu che li tallonavi solo e senza paura!!!
    sei un semidio!!!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.