L’udeur non c’é ma c’é

Qualcuno ricorda l’Udeur? Tutti sapete che nonostante non sia rappresentato in parlamento riscuote ancora i rimborsi elettorali del defunto governo Prodi. Ebbene, gli ultimi mesi per il partito affare di Clemente Mastella che dice “di non essersi mai occupato di appalti e di non aver mai preso una lira” é un fuggi fuggi di fedelissimi. Mentre l’ex guardasigilli nota che “nei miei confronti, in quelli della mia famiglia, del mio partito, dei miei amici c’é stato uno zelo investigativo, a puntate, che giudico encomiabile e con un riguardo che non si é trenuto per altri“, per effetto dell’inchiesta Arpac che vede coinvolta la moglie dell’attuale eurodeputato insoddisfatto dello stipendio Sandra Mastella, già  ritornata in regione Campania col centrodestra di Caldoro, se ne sono andati Fernando Errico, implicato nell’inchiesta, che si é dimesso dalla carica di capogruppo in consiglio regionale già  prima delle elezioni aderendo al gruppo misto. Poi é toccato ad Angelo Capobianco, consigliere provinciale di Benevento, che si é dichiarato indipendente: “Una decisione maturata per intima sofferenza, in piena sintonia e solidarietà  con l’amico Errico“.

Intanto Mastella ha annunciato “che si difenderà  in tutte le sedi con dignità  e determinazione, perché non posso consentire che ci sia una mia debilitazione morale, un precostituito affondamento del mio partito. Ma soprattutto mi difenderò perché gli italiani, i giudici, l’organizzazione giudiziaria, dal 2006 al 16 gennaio 2008 hanno avuto come ministro della Giustizia una persona perbene“.
Sottolineando di non essersi mai occupato di appalti e che la raccolta pubblicitaria per “Il Campanile“, quotidiano dell’Udeur, “é fatturata e trasparente e di gran lunga inferiore a quella di altri giornali di partito” (un milione e 133 mila euro l’anno!!).

Sostieni l’informazione libera


Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Un Commento a “L’udeur non c’é ma c’é”

  1. helena f. ha detto:

    Questa gente é marcia fino al midollo.
    E Mastella é un altro che per difendersi prende la gente per i fondelli.
    Ricordo quando fu scoperta quella famosa lista di nomi (più di 500) e disse:
    ” Che c’é di male a  segnalare delle persone”.  (500???) “Sono tutte persone bisognose.”  Praticamente un benefattore!
    Si chiamano raccomandazioni in cambio di voti. 
    ——————————————————————————————-

    Il papa da  Fatima: “Le insidie peggiori sono i matrimoni gay e l’aborto”.
    Certo che ci vuole un bel coraggio… i preti che insidiano i ragazzini invece sono un pò meno peggio.  Che orrore.
    ——————————————————————————————–

    Sono molto felice per Sabina Guzzanti.  Il suo film Draquila a Cannes ha riscosso molte critiche positive. Alla facciaccia di Bondi…  con figuraccia in mondovisione.  

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.