Mediaset sulla “cresta” dell’onda gonfiata

La casa nella prateria era un telefilm trasmesso dalle reti Fininvest che dispensava amore, altruismo e onestà  intellettuale in un’ottica rigorosamente cattolica.
Lassie era un telefilm trasmesso dalle reti Fininvest che parlava di un improbabile cane eroe dotato di responsabilità  e senso della legalità .
La famiglia Bradford era un telefilm trasmesso dalle reti Fininvest in cui i protagonisti erano una matrigna, un papà  giornalista e 8 figli modello amore e fantasia.
Georgie era un cartone animato che parlava di una bimba angosciata da mille ostacoli, credo in cerca della mamma.
Mimì Ayuara era un’eroina della pallavolo versione cartoon, che esaltava il valore della meritocrazia e della fatica per scalare la vetta del successo nel mondo dello sport.
Kiss me Licia era un cartone animato in cui protagonisti erano sacrificio e passione per la musica che hanno fatto da sprone alla sfera sentimentale tutta emozioni.
Potrei continuare all’infinito con l’elenco dei serial trasmessi per anni dalle reti Finivest-Mediaset.

Il paradosso é che alcuni di quei telefilm, dispensatori di onestà  e senso civico che hanno fatto piangere intere generazioni di teledipendenti, potrebbero essere stati acquistati dalla major americana Paramount e trasmessi in Italia non prima di essere lievitati a “prezzi fuori mercato” grazie a plusvalenze farlocche estero su estero, cui si sarebbe prestato anche il magnate egiziano Frank Agrama o A(grana), grande amico in affari del puttaniere, con lo scopo di arricchirsi alle spalle della collettività  creando fondi neri occultati al fisco a disposizione del solito utilizzatore finale.
A tal proposito i pm De Pasquale e Spadaro hanno concluso le proprie indagini evidenziando “un sistema di frode” per Silvio e Piersilvio Berlusconi, che ora rischiano il processo imputati di appropriazione indebita e falsa rappresentazione nelle scritture contabili.

Secondo calcoli abbastanza attendibili, i telefilm trasmessi in Italia a prezzo gonfiato potrebbero aver prodotto 100 milioni di dollari occultati al fisco e nascosti in conti correnti esteri riconducibili al solito utilizzatore finale. Che ora dice di voler spiegare la sua versione dei fatti. Non in tribunale! ma alla nazione, in tivù. Probabilmente, da traino alla requisitoria catodica, farà  mandare un episodio a reti unificate di Lupin terzo. Che fra i cartoon trasmessi dalle reti Fininvest, in tema di truffe e brigantaggio, rimane il più memorabile.

Stralcio dell’articolo apparso su Repubblica:

…”secondo l’accusa, gli ex responsabili della direzione acquisti di RTI spa, Gabriela Ballabio, di Mediatrade, ovvero lo stesso Pace, e di Fininvest prima e Mediaset dopo, Daniele Lorenzano, avrebbero ottenuto il loro tornaconto. Una parte della «torta» sarebbe spettata anche a loro, su conti svizzeri, lontani dal fisco italiano. E ora, tutti e tre, rischiano un processo per appropriazione indebita.
Ora, si scoprono i ruoli centrali proprio di Stabilini, ma anche del banchiere italo-svizzero Paolo Del Bue. Entrambi indagati per riciclaggio, sarebbero stati loro a permettere al Cavaliere di riottenere su altri conti, il denaro delle sovrafatturazioni dei diritti cinematografici, per creare fondi neri. Del Bue, in particolare, scorrendo l’atto di accusa, avrebbe assecondato la spartizione del denaro sottratto a Mediaset, «ricevendo tramite la Bankers Trust di New York e occultando su conti di Banca Arner Sa, fondi per un ammontare di un milione di dollari».
I soldi, nella schema finale tracciato dai magistrati, uscivano dalle casse Mediaset, raggiungevano i conti di Agrama, poi, stornati dell’effettivo valore, in parte restavano nelle mani del mediatore egiziano, e in parte rientravano nella disponibilità  del fondatore di Mediaset, assecondato dai suoi stessi manager. Ma il denaro, anche in questa circostanza, sfuggiva agli azionisti e soprattutto al fisco. Questo meccanismo, spinge la procura di Milano a sostenere nelle sue conclusioni come Frank Agrama sia, in realtà , nientemeno che il «socio occulto di Silvio Berlusconi»”.





Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

7 Commenti a “Mediaset sulla “cresta” dell’onda gonfiata”

  1. Venom ha detto:

    L’impero di fango del mafioso passerà  al figlio che seppur giovane conosce già  perfettamente il mestiere di nuotatore nella melma… I Berlusconi domineranno la scena politica italiana ancora per moltissimi anni!!!

  2. Gaia ha detto:

    In tv, Georgie cercava il suo papà . Ora le ragazze cercano un tele-pappone. Grande Daniele, non arrenderti mai.

  3. paolo papillo ha detto:

    LEGGETE COSA FA’ IL SINDACO MORATTI, QUELLA CHE VUOLE DEDICARE UNA STRADA A CRAXI ..PERMETTE CHE IN MEZZO ALLA STRADA CI FINISCONO UNA MADRE E DUE BAMBINI…
    Ecco cosa succede nella Milano da bere che ancora rimpiange Bottino Craxi , una mamma con due figli piccoli che ha perso anche il lavoro viene buttata in mezzo ad una strada..al gelo. Dove sono i cattolici ciellini di Formigoni,dove sono quelli che dicono non lasceremo nessuno solo in questa crisi,dové il Pd la cgil..solo i ragazzi dei centri sociali e chi non si arrende mai é al fianco di questa mamma se ci fosse un Cristo ai cattolici benpensanti li prenderebbe tutti a calci nel culo ! rabbia solo rabbia Fonte ; http://www.radiondadurto.org/
    VIDEO ; http://www.youtube.com/watch?v=oNMZCvVImeo

  4. luca ha detto:

    sembra ormai un delirio continuo, queste cose non fanno quasi più notizia, tanto c’é sempre il solito spauracchio dei magistrati politicizzati etc etc…almeno ai tempi di mani pulite c’era la speranza di una svolta e più fermento, adesso l’italiano medio subisce passivamente un lavaggio del cervello continuo da parte di media pilotati, un popolo sempre più vecchio e rimbambito mentre i giovani (giovani per modo di dire, arriviamo pure agli under 40)devono più che altro escogitare il modo per sopravvivere e far fruttare al meglio gli studi che hanno fatto…che fare, fuggire all’estero (io l’ho fatto e non é una scelta facile) o eclissarsi nell’oblio del lavoretto precario affidandosi a qualche centone occasionale elargito dai genitori? si sta sfaldando un sistema e il processo é sempre più veloce, é una corsa affonnosa, prendi i soldi e scappa, non c’é più limite alla sfacciataggine di questi personaggi. abbiamo spettacolari facce da schiaffi come ghedini, sgarbi, cicchitto etc che pontificano a tutto schermo senza ritegno mentre quelli del pd tacciono e continuano a spartirsi i loro privilegi (anche chi perde le elezioni continua a mangiare)…in italia troppi stanno ancora bene, é solo da attendere quando salterà  il sistema pensionistico(5,10 anni ancora buoni?), alché li vedremo fuggire (impuniti) in elicottero…

  5. POLDO ha detto:

    Tale padre tale figlio e figlia, nella famiglia Berlusconi il lupo perde il pelo ma mai il vizio.

    A me fanno rabbia e pena vedere gente simile che sputa su tutto e su tutti sentendosi gli eletti in un Paese che bonta loro gli ha pemesso tutto e troppo da anni.

    Da altre parti avrebbero dovuto sudare sangue per arrivare a questi livelli e probabilmente neanche ci sarebbero riusciti ma quà  in Italia c’é ben chiaro il concetto della “FAMIGLIA”.

    Da quando faceva il pirla al Drive-in il pupillo di casa Berlusconi non é cambiato molto figlio di papà  era prima figlio di papà  é adesso, il passaggio burocratico da padre in figlio non ha cambiato il modus operandi della “FAMIGLIA”.

    C’é da rimanere sbalorditi da come si dia tanto da fare il ministro Alfano per proteggere la faccia di Berlusconi andando contro lo stesso principio che il suo ministero rappresenta.

    Questa é una Repubblica democratica che basa il suo equilibrio su chi ha il compito di legiferare in virtù del mandato che gli é stato dato e per il bene del Paese e su chi le leggi le deve e le fà  rispettare.
    Questi due organi, nel debito esercizio delle loro funzioni, fanno si che l’ago della bilancia rimanga stabile. Nel momento in cui il governo non opera più in funzione del mandato che gli é stato dato, non rispetta più le leggi ma peggio ancora le modifica con disprezzo verso la costituzione e verso i cittadini, non dedica più le sue risorse alla gestione e allo sviluppo del Paese ma le concentra alle esigenze di un’unico soggetto e soprattutto cerca in ogni modo di delegittimare, ridicolizzare, infangare e screditare l’operato di chi fa rispettare le leggi sempre nell’interesse del medesimo “utilizzatore finale” crea gravi e pericolosi scompensi nel sistema.

    I veri attentatori della democrazia, della Repubblica, dell’Italia sono Silvio Berlusconi, il suo partito ed il suo governo. Questa é la verità !

    Inutile che i Cicchitto, i Capezzone, i Bondi ed i Bonaiuti mettano in piedi ogni qualvolta lo stesso teatrino e si strappino le vesti pronunciando parole di cui neanche conoscono il vero significato. Sono loro il male dell’Italia non la magistratura.

    E’ dai tempi di Bettino Craxi che la famiglia Berlusconi opera e si arricchisce sulle spalle degli italiani infrangendo le leggi; entrando in politica poi Silvio Berlusconi si é dedicato anima e corpo per ripulire ogni possibile traccia del suo operato illegale come imprenditore prima e politico adesso. E’ una famigli di viscidi schifosi.

    Mentre l’Italia é attanagliata da 1000 problemi mai risolti il governo si trastulle con le illegalità  commesse dal Premier.
    Ha ragione Bersani almeno in questo, cosa é cambiato in Politica da quando c’é Berlusconi, cos’é cambiato nel Paese, dov’é questa rivoluzione che lui sbandiera tanto?

    ^^^ NON VOTATE POLVERINI PER IL LAZIO, SAREBBE L’ENNESIMA PASSACARTE DI BERLUSCONI ^^^

  6. Matteo ha detto:

    Ciao,
    chiedo scusa se uso il blog di Martinelli per “pubblicizzare” un video musicale di Piedino&Masty, due miei amici.

    Ma il video in questione é un tributo a due eroi, due veri eroi, italiani. Mi piacerebbe che il messaggio arrivasse a più persone possibili… con la speranza che si interessino a quello che é accaduto tempo fa ed il perché sia accaduto.

    Vi lascio il link del video I VERI EROI:
    http://www.youtube.com/watch?v=w6J_0Upg0Oc

    Un saluto e grazie

  7. Faber ha detto:

    Mi sa tanto che a breve avremo un Piersilvio deputato…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.