Palermo, Dell’Utri perde le staffe

QUI la diretta di Radio Radicale

Ore 13:00 – E’ terminato l’interrogatorio del terzo e ultimo teste: Giuseppe Lo Nigro, che ha confermato di aver conosciuto sia Spatuzza che Mangano. Di Spatuzza, Lo Nigro ha detto che lo riteneva un fratello maggiore. Di Mangano ha detto di averlo conosciuto da libero prima del ’95. Dei fratelli Graviano ha detto di averli conosciuti in carcere nel ’94 e di averli visti soltanto in qualche occasione successiva durante i processi di mafia.

Ore 12:40 – Giuseppe Graviano, il teste più atteso, dice di non essere in grado di essere sottoposto a interrogatorio “per motivi di salute”. Si avvale della facoltà  di non rispondere. Dalla voce sembra tuttavia molto brillante e per nulla malato. La corte deve prendere atto. Giuseppe Graviano saluta con un laconico “buongiorno”. Ha depositato una lunga lettera che la corte non ha voluto leggere in udienza.

Ore 12:25 – E’ terminato l’interrogatorio di Filippo Graviano. Ha negato di conoscere Dell’Utri e tantomeno di averne mai avuto a che fare, sia direttamente che indirettamente. Dell’Utri ha commentato gioioso: “questo é un vero pentito che dimostra dignità  e compostezza”.

Ore 12:10 – Filippo Graviano nega di aver mai detto a Spatuzza che se non arrivava qualcosa da Roma in tema di favori, si sarebbero decisi a parlare con i magistrati.

Ore 11:40 – Nell’aula della corte d’appello del tribunale di Palermo inizia l’interrogatorio di Filippo Graviano, che intende rispondere alle domande del procuratore generale Antonino Gatto. E’ vietato inquadrarli.

Ore 11:10 – La Corte dl’appello al tribunale di Palermo si é ritirata per decidere se rinviare l’audizione dei Graviano perché già  sentiti a Firenze il 5 dicembre, fra poco sapremo se parleranno fratelli Graviano. Nell’attesa Dell’Utri, incalzato dai giornalisti perde le staffe e si mette ad urlare in aula. Ecco qualche sua dichiarazione.

Sono stanco per la prima volta dopo 15 anni perché finora ho resistito, sono stanco di tutto di vedere un paese che va allo sfascio…
il processo lo fanno in televisione…
mi hanno detto che ad Annozero hanno fatto cose allucinanti, io non l’ho visto perché ero in viaggio…
A questo punto dico: Tribunale sbrigatevi! date voi un giudizio perché io non posso fare niente
(urlando in aula ndr).
sono nel circuito mediatico ma é tutto ingiusto… giudicatemi e finiamola questa storia!
Cominicio a stancarmi proprio… mischiare cose false a cose vere non é giusto.
devo rilevare che non si può campare.

Mi domando perché mi sto lamentando? mi spiace lamentarmi, per tutta la vita non mi sono mai esaltato e mai battuto
se mi crolla questa poi é finita, poi non c’é processo che tenga
Tutto falso! non é vero porca miseria! sono state dette delle cazzate!
(urlando in aula ndr)
…Mangano é uscito dal carcere dopo 20 giorni non é più tornato ad Arcore. L’ho spiegata la storia di Mangano!
Il mio processo si stava per chiudere e boom! mettono dentro tutto co ‘sta spatazzatura
Perché non cercano i veri mandanti delle stragi e cercano me?
Se fosse vera una cosa così non potrei guardare in faccia nessuno…
Ho passato la mia vita lavorando! Non ho niente a che fare con la mafia e con i mafiosi
Sulla banca Rasini…
(non ho colto ndr)
Fanno di tutta un’erba un fascio, come la trasmissione di ieri
già  quella sentenza di primo grado in molte parti é crollata…
nessun incontro a milano con Bontate e Di carlo perché erano sorvegliati speciali…

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

33 Commenti a “Palermo, Dell’Utri perde le staffe”

  1. sandra ha detto:

    ma questi berlusconiani capiscono l’italiano o no? cosa dobbiamo fare per far capire loro che non c’entra destra o sinistra? se questa gente che piace tanto a loro, che sta al governo, é stata condannata per vari reati E’ UN FATTO, ma possibile che non s’informino per niente? ci vuole poco eh..si già , s’ informano, ma dicono che sono complotti e che la magistratura é di parte…poi citano prodi e le critiche a quel governo…ma basta con questi argomenti da 4 soldi..come dire: “era criticato pure prodi però, perciò siamo pari…” ma come cazzo ragionate? bisogna cercare di avere il meglio al potere, non il meno peggio…che gente di infima categoria vive in questo paese,,si in fondo berlusconi é quello che si meritano…meglio andarsene che vivere in mezzo a sta merda…l’unica soluzione..tanto l’italia farà  la fine di quei paesi sotto dittatura, ridotti alla fame..

  2. Caruso ha detto:

    Avrei volentieri e con piacere continuato a discutere e confrontarmi con voi, soprattutto con helena f. che, quanto meno, sembrerebbe informata ed riesce a esprimere in maniera forte ma articolata il suo pensiero. Purtroppo, entrando nel blog sono inorridito al leggere “Solidarietà  a Massimo Tartaglia” e a leggere quanto scrive Daiele Martinelli. Molti commenti sono poi deliranti! E’ proprio vero, un abisso ci divide, nel rispetto della libertà , nel rispetto della persona, nel rispetto soprattutto dell’avversario, chiunque esso sia! Se un folle volesse vendicarsi colpendo Di Pietro io non potrei gioire, perché non é nella mia cultura, non é nella mia concezione dei rapporti umani, non é nel mio affrontare chi non la pensa come me. Siete morti dentro nel momento in cui lasciate che pregiudizi ed odio vi permettono di guardare un altro uomo sanguinare per mano di un vile attentatore. Siete morti dentro se pensate di imporre le vostre idee, giuste o sbagliate che siano, bevendo il veleno della violenza. Siete morti dentro se predicate giustizia e libertà  e lo fate solo per chi é dalla vostra parte mentre per gli altri desiderate ingiustizia e sofferenza. Se foste veramente figli di quegli ideali nobili che erano alla base del comunismo non potreste nemmeno pensare a quello che avete scritto. Ricordate che quegli ideali, distorti proprio in nome della distruzione dell’avversario, hanno permesso a folli dittatori in Russia, Cina, Cambogia, Yugoslavia, Cuba, ecc. di sterminare milioni di persone! A proposito, riflettete su quanto oggi ha detto Khamenei: elimineremo l’opposizione! Non lasciate che l’odio per l’avversario vi porti a questi eccessi, usate la vostra passione politica per conoscere, criticare, lottare, ma siate esseri umani e non belve, nemmeno con il pensiero, nemmeno per scherzo!

  3. Venom ha detto:

    Caruso…ma di cosa parli, di striscia la notizia? quella me la chiami satira? O delle iene? Ma vai, mi rimangio quello che pensavo… sei davvero lesso!!!

  4. Venom ha detto:

    caro Caruso…
    voi “azzurri” vivete e vi nutrite di preconcetti, come quello del pericolo comunista, come quello della persecuzione giudiziare al premier nobel della megalomania… mai una critica, mai un disappunto, sempre giustificazioni difese campate in aria, mai neppure il beneficio del dubbio, per un uomo che ha commesso una valanga di reati quando NON era il vostro capo, ma era un imprenditore arrempante e disposto a tutto!!!
    Ma fammi il piacere… difendi L’INDIFENDIBILE!!! E credo che per quanto ti riguarda, visto come scrivi, non é neppure una questione di cultura o ignoranza!!!

  5. helena f. ha detto:

    @ Caruso

    Non si tratta di destra o sinistra.
    I nostri cari politici sono tutti (quasi) persone corrotte e incapaci di governare il paese poiché invece di fare il bene della res pubblica, guardano solo i propri interessi.
    Il paese é marcio per via di un “sistema endemico” che si porta dietro da più di 50 anni, ma che negli ultimi 20 anni sta inesorabilmente peggiorando. Almeno prima, nonostante approfittassero della loro posizione di potere per derubare il paese, nonostante il connubio politica-mafia-imprenditoria fosse comunque esistente, almeno, lo facevano con un minimo di discrezione.
    Quello che oggi é veramente inaccettabile é l’arroganza, la supponenza, la sfacciataggine, con la quale fanno le medesime cose, (anzi di più), calpestando e bruciando TUTTO quello che ostacola il loro cammino.
    Se prima il cittadino si sentiva preso a schiaffi, oggi si sente preso a pugni e calci.
    Oramai essere un politico significa solo approfittare il più possibile del grande potere che si detiene solo per i propri interessi personali. Si fa finta di fare qualcosa per il paese, ma non si fa nulla e stiamo sempre peggio. E la crisi non c’entra, comunque saremmo più o meno nelle stesse condizioni.
    Il problema di questo paese é la classe dirigente, TUTTA, destra e sinistra. Bisognerebbe fare un ripulisti generale e ricominciare tutto daccapo con gente nuova, pulita, onesta, e con un ricambio ogni tot anni per evitare clientelismi, corruzione, intrecci con la mafia. Meno tempo si sta su quelle poltrone e meno tempo si ha per fare i propri intrallazzi e per perpetuarli.
    Ma in questo momento alla guida del nostro paese c’é un uomo che sta approfittando della sua posizione come mai nessuno aveva fatto sin’ora. Un uomo che sta anteponendo i suoi interessi a quelli del paese e quindi non sta governando. Un uomo che vuole un paese a sua immagine e somiglianza. Un uomo che se ha problemi con la giustizia é perché qualcosa ha combinato. Se non hai fatto nulla di male i giudici non vengono a cercarti. Un uomo che pretende di governare un paese solo per i suoi elettori, senza tener conto dell’altra metà  che non lo ha votato.
    L’Italia, é una Repubblica parlamentare. Ma anche in altri paesi dove vige una Repubblica presidenziale, il capo del governo non ha pieni poteri, altrimenti sarebbe una dittatura.
    La Costituzione non si tocca solo perché lo vuole Berlusconi.
    Tutti vogliamo una riforma della giustizia, ma prima di tutto bisogna mettere i giudici e magistrati in condizioni di lavorare. I tempi della giustizia devono essere più brevi, ma non ammazzando i processi, nuovi e soprattutto i vecchi, per donare l’impunità  ai soliti noti.
    Non si può bloccare un paese per risolvere i problemi di una sola persona, e per risolvere i suoi problemi, causare danno a centinaia di altre persone.
    Questo non é voler il bene di un paese ma solo di se stesso.
    Non si scambia il consenso con l’autoritarismo.
    Un capo di Governo, in un congresso europeo, che parla dei suoi problemi personali, attaccando gli altri poteri del proprio paese, presidente della Repubblica e magistratura, non é normale.
    ‘Ma gli altri lo attaccano’.
    Chi? I giornali? Come in tutto il mondo esiste una stampa di opposizione. E’ normale che essi lo attacchino, tanto ha i suoi che lo difendono.
    Chi? I giudici? Se lui li attacca, perché essi vogliono che si sottoponga ai processi o rifiutano leggi anticostituzionali é logico che si difendano.
    Chi? I politici di sinistra? Lecito, sono all’opposizione.
    Lo fa anche lui quando é all’opposizione.
    Chi? Fini? Per fortuna che Fini c’é. Chi l’avrebbe mai detto, che tocca pure ringraziare Fini che dicendo cose ovvie ogni tanto lo blocca.
    Chi? Napolitano? Ma se fino ad ora non ha detto e fatto nulla, tanto é vero che dicevano che dormisse, ed ha pure firmato il Lodo Alfano. Fa più gli interessi suoi che i nostri.

    Per quanto riguarda l’informazione, la maggior parte della gente guarda i telegiornali e soprattutto il TG1 e il TG5 che sono estremamente filogovernativi.
    Tra i programmi di approfondimento politico, Porta a Porta e Matrix, che sono filogovernativi.
    Per il resto, guarda i film e programmi di intrattenimento.
    Annozero, Ballarò, Report, programmi di satira come Parla con me, non sono visti dalla magggior parte della gente.
    E su questo che si “gioca la partita”, anche se quei programmi danno fastidio. Tanto é vero che li si vorrebbe far tacere. Guarda caso, in Rai Berlusconi sta mettendo sempre più uomini suoi, fidati (o ben pagati?).
    Non esiste in nessun paese democratico che il capo del governo abbia il quasi totale controllo dei media. E’ alquanto anomalo e pericoloso per l’influenza che ciò possa avere sulle masse.
    Ce ne sarebbe ancora molto da dire su questo personaggio e tutte le sue incongruenze, e anche sui suoi colleghi di partito (a parte alcuni finiani) che sembrano stare lì solo per sudditanza. Per non parlare della Lega, un partito brutale che fomenta odio e violenza. Ma mi fermo qui, il resto alle prossime puntate.

  6. Ella ha detto:

    caruso ti preferivo quando cantavi.

  7. freeman ha detto:

    caruso, torna sul tuo blog inutile invece di trollare qui, buffone cazzaro inutile che non sei altro.

  8. Caruso ha detto:

    Freeman, mi deludi! Solo insulti e protervia e poi quel senso di superiorità  dovuto alla appartanenza al gruppo dei giusti, ai portatori della verità  assoluta! Certe volte si capisce di più di una persona dal niente che dice che da un intervento articolato e sensato! Sei prevedibile, scontato, socialmente inutile, anche alla tua parte politica, che combatto ma rispetto, e a cui la gente come te non fà  certo onore!

  9. freeman ha detto:

    caruso, torna sui blog di destra invece di trollare qui. se questo paese é nella merda la colpa é proprio degli italioti cazzari inutili come te.

  10. Caruso ha detto:

    Anzi, Freeman, una risposta c’e’, paradigma dell’inutilità  di un confronto con te! Tu posti un articolo di Repubblica, io posto un articolo de Il Giornale: http://www.ilgiornale.it/interni/bluff_scoperto_graviano_dellutri_mai_visto/giustizia-processo-giustizia-delutri-mafia-graviano-politica-giudici-palermo/12-12-2009/articolo-id=406164-page=0-comments=1
    Bello scambio di idee, costruttivo e utile, vero? Vedi quello che ho scritto a Chicca, che almeno é stata educata pur nella legittima e contrapposta dialettica!

  11. Caruso ha detto:

    A Freeman: cosa vuoi che ti risponda, “é arrivato il troll Freeman, un tipico italiota di sinistra…” ? Di persone come te, sia destra che a sinistra, possiamo veramente farne a meno!

  12. Caruso ha detto:

    Per Chicca: con tutto il rispetto, vogliamo “veramente” confrontarci su: “la politica intesa nell’accezione pura di governo della cosa pubblica”. Molto bene! Ma facciamolo con discorsi legati a fatti e numeri, non con slogan vuoti e privi di senso. Facciamolo anche certi che la verità  non stà  tutta nelle mani di una o l’altra parte politica. Che c’é del buono e del cattivo in ognuno di noi. Che avere una fede politica non vuol dire perdere la testa, il raziocinio e la capacità  critica. Che continuare a dire “noi siamo migliori di voi” a prescindere é da lobotomizzati. Che il rispetto dell’avversario deve essere fattuale e non uno scudo a protezione di uno e una spada rivolta contro l’altro! A queste condizioni possiamo serenamente discutere. (Le mie risposte a Rent e Venom vogliono essere provocatorie in quanto rientrano in quella categoria di discorsi e di confronti di idee sterili e inconcludenti a cui porta il preconcetto, il pregiudizio, la lettura dei fatti distorta dalla nebbia dell’odio e del fanatismo!)

  13. Caruso ha detto:

    Per Venom: da cittadino indignato, non ha nulla da scrivere a Rai Due su Santoro? E a Rai Tre su Ballarò e Parla con me? A Canale 5 e Italia Uno che con i loro programmi di satira (altro che canali in mano a Berlusconi) attaccano sempre ed esclusivamente il centro destra e Berlusconi? Non le sembra che di questi programmi si possa dire: “Questo é davvero un modo indegno di fare informazione… totalmente di parte, indirizzando la mente di chi non possiede un minimo di spirito critico” ??????

  14. Caruso ha detto:

    Rispondo a Rent: ammesso e non concesso che a Bonn l’Italia abbia fatto brutta figura, saresti in grado di enumerare (e condannare) le volte in cui personaggi di spicco della politica e non ma di parte avversa a Berlusconi hanno fatto e detto ben di peggio? Saresti in grado di enumerare (e condannare) gli “attentati” all’immagine dell’Italia rappresentata da Berlusconi in quel momento, messi in atto con iniziative “a orologeria” della magistratura? Ti dò qualche spunto: A Tehran Prodi afferma che “le grandi potenze promuovono l’estremismo nel mondo”. I grandi giornali dicono: Liberation – “Romano Prodi é il peggior presidente che la Commissione abbia mai avuto. Sotto il suo regno l’esecutivo europeo ha perso ogni autorità  morale e politica”; L’Economist – “Durante le riunioni non si capisce mai se Prodi stia dormendo o pensando”; Der Spiegel – “Il Cancelliere tedesco Schroeder…Non ha una grande opinione di lui”, ecc. D’Alema – Hezbollah non può essere considerato terrorista perché ha partecipato alle elezioni… Appello di Di Pietro sull’Herald Tribune: “Italia, democrazia a rischio”… Se vuoi continuo per una settimana!

  15. paolo papillo ha detto:

    PIU’ PERICOLOSI CHE MAI..
    per questo dobbiamo resistere…resistere…resistere

    E’ scattata l’offensiva….

    Dopo l’innegabile successo del NO-B-DAY il regime e i suoi servi-lacché scattano in avanti come un solo uomo…

    Sono dappertutto , imperterriti come pappagalli ripetono le stesse cose, ovviamente senza argomentare e senza che nessuno gli chieda conto di ciò che dicono….
    continua;
    http://informazionedalbasso.myblog.it/

  16. Venom ha detto:

    Ho scritto al capo redattore Giorgino del TG1….
    tg1.interni@rai.it

    Mi perdoni, ma non avendo trovato l’indirizzo del esimio Minzolini scrivo a lei,
    Complimenti alla redazione del TG1, in particolare al direttore egregio Augusto Minzolini per lo splendido editoriale di venerdì 11/12/2009 nell’edizione serale, in cui ha fatto sfoggio prima di una splendida arringa da avvocato difensore di Dell’Utri e Berlusconi, postulando l’inattendibilità  del pentito Spatuzza a favore dell’attendibilità  di Filippo Graviano che di fatto NON é un pentito, successivamente, indossando una toga virtuale da procuratore e assolvendo presente e passato, ovvero il duo Forzaitaliota e addirittura Andreotti, di cui ormai la storia é scritta anche sui muri!!!

    Questo é davvero un modo indegno di fare informazione… totalmente di parte, indirizzando la mente di chi non possiede un minimo di spirito critico. Peccato che nell’arringa da azzeccacarbugli il buon Minzolini si é dimenticato di dire che i pentiti di mafia che accusano mister B. e Dell’Utri sono diversi, non il solo spatuzza…

    caro dott. Giorgino, se fossi in lei mi dimetterei dal suo incarico per dignità  verso quella professione che lei e tanti come lei dovrebbero avere il coraggio di fare… ovvero fare INFORMAZIONE. La democrazia in Italia é morta, Berlusconi ne é il mandante e voi giornalisti gli esecutori materiali.

    F.L.
    cittadino indignato!!

  17. rent ha detto:

    x Caruso. Se in Italia c’erano ancora i comunisti dopo la figura del c…o che abbiamo fatto a Bonn il Nano non poteva neanche rientrare.

  18. CHICCA ha detto:

    vorrei rispondere a Caruso che qui sta confondendo il rispetto per l’avversario politico con il rispetto per chi la politica intesa nell’accezione pura di governo della cosa pubblica, non sa neppure cosa sia.non credo proprio che questo blog sia frequentato da nostalgici di vecchie bandiere non fosse altro per l’età  media dei sui frequentatori che ancora non sono soci di bocciofile da proloco paesane. nessuno dorme sotto l’egida di Stalin o Mao ne tantomeno Guevara,ma tutti qui crediamo ancora che esista una carta costituzionale dove ci ritroviamo fratelli e sentiamo nemici quelli che hanno deciso di stracciarla a tutti i costi.
    senza rancore Caruso ma solo per amore di rettifica

  19. freeman ha detto:

    é arrivato il troll caruso, un tipico italiota di destra… 🙁

  20. Caruso ha detto:

    Una prova che il pensiero riesce a modificare la realtà  é dato dall’idea preconcetta che i media siano dalla parte di Berlusconi! Ma siete capaci di fare un elenco delle trasmissioni di satira, di politica, di informazione ecc. che hanno come unico trait d’union quello di attaccare sempre e comunque Berlusconi e i pochi editorialisti che, appena accennano a dare una lettura diversa, giusta o sbagliata non importa, ma diversa da quella del popolo della cosiddetta sinistra, vengono tacciati di servilismo. Mi sembra di tornare alle assmblee del liceo. Appena uno si alzava e diceva: “Si però …” o peggio “Non sono daccordo …” scttava il coro di “fascista .. fascista” e veniva zittito. E’ questo il vostro ideale di lebertà , di convivenza, di confronto? Se lo é, caro Stefano, allora fanculo a te! Emigra, magari in un paese socialista, così forse, magari, ti si aprono gli occhi!

  21. Caruso ha detto:

    Mi affaccio sempre con un senso di vertigine su siti, commenti, blog e quantaltro si occupi della politica italiana. La vertigine é data da slogan e parole d’ordine vecchie di 40 anni, da una assoluta mancanza di proposte e idee concrete, da una impressionante macigno culturale che si chiama PRECONCETTO. Tutto viene letto e interpretato non nella sua reale fattualità  ma nel tentativo di provare a tutti i costi un assunto aprioristico e precostituito (anno zero docet). Vorrei ringraziare la sinistra (qualunque cosa oggi voglia dire questa parola) per il suicidio culturale, sociale e politico che facilita la vita a noi elettori di centro-destra. Dispiace vedere sfumare la possibilità  di ben governare insieme,e perché no, nell’alternanza, il nostro paese, che ne ha bisogno e lo meriterebbe. Ma questa é una utupia, perché la sinistra non vuole il bene del paese ma il POTERE a qualunque costo! Dalla “dittatura del proletariato” al “sistema delle cooperative”, dal “sindacato-partito” alla “occupazione strategica” dei punti chiave della magistratura, del giornalismo, della pubblica amministrazione ecc. la strategia é sempre la stessa! POVERA ITALIA VITTIMA DELLA STORIA!Questo é il risultato di aver avuto il più forte partito comunista europeo in casa!

  22. helena f. ha detto:

    Spatuzza é un pentito, Filippo Graviano no, questa é la differenza. Il primo quindi, dovrebbe essere più credibile.
    Il secondo, se non é pentito, perché mai dovrebbe dire la verità ?
    Ma le parole servono a poco, e come dice Anna, per convenienza, Graviano che scagiona così Dell’Utri diventa più credibile di Spatuzza.

    Concordo con Max, ci vogliono prove tangibili, carte.
    L’unica salvezza sarebbe Ciancimino. Speriamo che abbia dei documenti-prove “bomba”, che finalmente porterebbero alla verità , quella vera, quella inconfutabile, quella che tutti sanno ma che molti fanno finta di non sapere.

  23. freeman ha detto:

    vorrei dare torto a stefano, ma purtroppo non posso… 🙁

  24. Anna ha detto:

    Spatuzza dice che Dell’Utri é colpevole e non viene creduto; i Graviano dicono che Dell’Utri é innocente e nessuno li smentisce.

    Fosse stato il contrario avrebbero denigrato i Graviano e creduto a Spatuzza…semplicemente perché questa é la convenienza del caso, per salvare l’ennesimo mediatore tra governo e cosa nostra.

    Come se non sapessimo già  che sono una cosa sola, come se non ci riguardasse sapere che la maggior parte sono colpevoli, corrotti, che si dipingono da bravi innocenti alla guida dell’Italia. Per questo, é solo per questo che viviamo ancora in un Paese di merda.

  25. Marco da Napoli ha detto:

    http://www.youtube.com/watch?v=tk4yqJ5QOFc

    VIDEO DELL’UTRI SI ARRABBIA SU MANGANO

  26. POLDO ha detto:

    E mentre la polizia manganellava gli studenti dell’Onda che manifestavano in piazza, Filippo Graviano smentiva Gaspare Spatuzza dicendo “… mai conosciuto Marcello Dell’Utri!”.

    Lo stesso Marcello Dell’Utri tira un sospiro di sollievo, tanto da affermare che “… Graviano é persona di grande dignità  e sicuramente pentita!”. (ma Graviano non é di fatto un pentito!)

    Chi si aspettava il contributo di un mafioso per far cadere il governo ha pensato male, la mafia non distrugge se stessa in modo così plateale. Se la mafia é nello Stato inutile aspettarsi che la stessa mafia decnunci se stessa per auto-scardinarsi dallo Stato. E’ come chiedere ad una squadra di vincere un partita facendosi autogol, ovvero impossibile.

    Le testate giornalistiche simbolo di Berlusconi ovvero Libero che titola con La martellata del Cavaliere mentre di ghigliottina parla Il Giornale.

    Ormai é chiaro, chiarissima la strategia Berlusconiana e di questo governo.
    Rompere, distruggere, sfaldare, deleggittimare tutto e tutti per avere strada facile a quello che lui reputerà  la ricostruzione dell’Italia a sua immagine e somiglianza.
    Sarà  un’Italia diversa, un’Italia dei ricchi, dei farabutti, dove il pesce grosso mangia il piccolo il problema é che nessuno saprà  mai qual’é il pesce più grosso di lui se non esplicitamente dichiarato.

    Un’Italia retrocessa sotto ogni aspetto, un Paese dei balocchi come quello di Pinocchio per poi accorgersi che si diveta asini.

    Berlusconi vuole l’Italia e la vuole come dice lui, come tutti gli uomini non abituati a conoscere la vita ma folgorati solo dal successo e dal proprio egocentrismo devono vincere sempre e comunque anche a discapito di un popolo intero.

    Basta con questa fottuta storia del voto degli Italiani, siate onesti almeno in questo, gli italiani, il popolo italiano quello vero chiede altro non vuole una monarchia costituzionale.

    E mentre anche Fitto(PDL) viene accusato per tnagenti, rinnovo il mio pensiero, l’Italia continua ad affondare nella merda e agli occhi del mondo simo sempre più ridicoli.

  27. Stefano ha detto:

    Caro Daniele,

    Beppe Grillo scrive che, protegendo Cosentino in parlamento, “loro stanno affondando nelle sabbie mobili”.
    Ma e’ l’Italia intera ad affondare nelle sabbie mobili.
    Noi affondiamo!
    Loro si parano i culi a vicenda, mafiosi, camorristi…gente squallida!
    Galleggiano sui loro soldi sporchi e sono dei privilegiati per questo.
    E lo saranno sempre.
    Sempre.
    I poveri operai stanno perdendo i posti di lavoro, e allora?
    Gli operai non sono importanti!
    Cio’ che e’ importante e’ mantenere i loro privilegi! E per farlo bisogna tenersi buona la camorra, proteggendo Cosentino.
    Bisogna tenersi buona la mafia, facendo lo scudo fiscale e vendendo all’asta i beni sequestrati, nonche’ rilasciano dichiarazioni pseudo-ambientaliste per evitare di aprire le carceri di massima sicurezza (ad esempio l’Asinara).
    Questo conta per loro…e i riscontri si vedono in tempo reale: Graviano ha smentito le parole di Spatuzza, dicendo di non conoscere Dell’Utri.
    Ma ci rendiamo conto di che paese di merda stiamo parlando o no?
    L’Italia intera e’ gia’ sotto le sabbie mobili!!!
    L’unica cosa e’ scappare via.
    Almeno abbiamo la possibilita’ di andare in Europa senza permessi di soggiorno!
    Sono stanco!
    Sono stanco di stare dietro le brutte notizie che arrivano dall’Italia, sono stanco di incazzarmi per tutto quello che succede. In fondo gli italiani, con o senza televisione continuano a votare per Berlusconi…perche’ lui rappresenta esattamente l’italiano medio!
    Siamo un popolo di mediocri! Gli inciuci sono nel nostro DNA!
    Non ci sono piu’ speranze, lo ha detto persino Caponnetto quando hanno ammazzato Borsellino.
    L’Italia e’ questa, bisogna prenderne atto.

    Fanculo a tutto!

  28. freeman ha detto:

    daniele, non mi risulta che i graviano siano pentiti…

  29. Max ha detto:

    Parlano o non parlano i Graviano non cambia niente. Se parlassero verrebbero delegittimati dai media del nano come hanno fatto con Spatuzza. Se non tirano fuori carte, foto, o prove tangibili, le loro sarebbero solo parole. Si presenterebbero davanti alle telecamere i Miccicché di turno a dire che hanno sciolto i bambini nell’acido e si ricomincia da capo.
    Quallo che può fare male é Massimo Ciancimino che prima produce documenti e poi parla. Aspettiamo e vediamo.

    Finché il nano satrapo e corruttore ne avrà  per pagare tutti quelli che mantiene per stare zitti non potrà  succedere nulla di significativo e con la potenza della TV il popolo bue lo vota, continuando a credere agli asini che volano.

  30. Venom ha detto:

    I Graviano forse pensano ancora di poterla fare franca… non parleranno!!! Sono troppo mafiosi di merda per pentirsi e rendere un minimo di giustizia a quanto fatto… ma ammazzateli sti maiali!!! Non meritano neppure di campare in carcere!!!

  31. Marco B. ha detto:

    MINKIA MACCELLO!! CHE CE L’HAI UNO STALLIERE MAFIOSO IN ODORE DI EROISMO DA PRESENTAMMI?! MINKIA .. MACCEEEELLOOOO!!!!

  32. CHICCA ha detto:

    grande Daniele
    si inizia così….cedono i nervi e poi pian piano le verità  nascoste per troppi anni, vengono fuori…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.