Tivù, Concorezzo sia un esempio

La giunta comunale di centrodestra di Concorezzo, vicino a Monza, farà  pignorare il televisore ai residenti che hanno evaso la retta dei buoni pasto per la mensa comunale. Si tratta di 250 famiglie morose. I primi pignoramenti sono previsti in dicembre. Non solo di tivù ma anche divani, biciclette, mobili e quant’altro abbia un valore pari al debito non saldato.

Finalmente apprezzo l’idea di una giunta di centrodestra! E’ una fortuna disporre di qualcuno che priva le famiglie della tivù. E’ l’unica via per ricondurre i loro componenti a guardarsi in faccia almeno durante i pasti. Seduti al tavolo senza tivù si ritorna al dialogo.
Senza tivù accesa in cucina in salotto in camera nel ripostiglio o al cesso, ci si riscopre individui pensanti. La tivù spenta é un ritorno alla buona educazione e un rinvigorimento dello spirito. E’ stimolo alla vita e a nuove forme di ricerca. La tivù spenta é salute fisica e mentale che ci possiamo regalare risparmiando in bolletta e allontanando lo spettro del rimanerci, a bolletta. Basterebbe riuscire a superare la crisi di astinenza per rendersi conto che della tivù é meglio fare a meno.

Devo dare atto davvero alla giunta di Concorezzo del provvedimento! Anzi, spero che tutte le famiglie della cittadina non paghino più un solo euro di qualunque tassa comunale. L’amministrazione di Concorezzo potrà  pignorare la tivù a tutti i suoi abitanti, che sono svariate migliaia. Sai che notizia sarebbe un’intera città  senza la tivù! Palliativo alla cronica dipendenza da forme di effimero svago dalla realtà . Da strumento di cultura a vetrina bordello per voyeur drogati di notorietà  fine a sé stessa, solo per lucrare qualche ospitata. Gentaglia terrorizzata dall’anonimato garantito per chi come loro non ha nulla da dire e da dare.

Io ho avuto la fortuna di vivere la tivù in tutte le sue fasi: dall’ambizione di arrivarci, fino al viverla sia a telecamere accese che a telecamere spente. Ho lavorato in tivù locali e nazionali. Mediaset compresa (anni ’90). Ebbene, vivendola dentro e guardandola fuori, la tivù ho iniziato ad odiarla. Soprattutto da quando ho scoperto la rete, nel 1997. Oggi mi sentirei ridicolo tornare in tivù. Mi sentirei a disagio fare la pedina nei dibattiti in cui é lecito dire tutto e il contrario di tutto.

Con l’avvento di Internet non ho più voglia di tornare in tivù. Ci tornerei solo se mi pagassero bene per raccontare al popolo dei quiz ciò che raccontiamo in rete ormai da anni. Inviterei i telespettatori a dotarsi di un computer e cercherei di incoraggiare sindaci e assessori ad investire nell’alfabetizzazione all’informatica di base per i loro cittadini. Per la difesa dei loro diritti. La rete dei blog, dei social network e dei video sono un’irripetibile occasione di diffusione di libertà  che in uno Stato di diritto sono la priorità . La rete la leggi e la vedi quando vuoi. Scegliendo.

Ecco, spero che la giunta di Concorezzo sia la miccia di iniziative analoghe in altre città . Auguriamoci che Concorezzo trasformi in concorrenza la contesa degli italiani fra le tivù del puttaniere e la rete. Il miglior buono pasto alla libertà .





Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

12 Commenti a “Tivù, Concorezzo sia un esempio”

  1. salvio ha detto:

    qui (in un commento) siamo all’assioma telespettatore=elettore di centro destra. Come no.. Vado a ridere ascoltando Gaber..

  2. AndreaX ha detto:

    In casa ho bandito la TV dalla camera da letto e dalla cucina, vedo la TV solo in salotto. Uso 20 euro al mese per Sky e così salto direttamente i canali Rai e mediaset. Per grazia ricevuta é arrivata anche l’ADSL nel mio paese, così posso usare internet a 360°.

    OT.
    Spero sia chiaro a tutti che la vicenda di Brenda é il classico caso di AUTOCOMBUSTIONE, non sarete così complottisti da pensare ad altro!!!

  3. freeman ha detto:

    vai dove ti pare, ma qui decide daniele, per fortuna. bye

  4. Mattia ha detto:

    Ci sono molti ladri in Italia, vado a rapinare una banca anche io. Ciao.

  5. freeman ha detto:

    ci sono molti ot in questo blog, che non é tuo, per fortuna…

  6. Mattia ha detto:

    Mi interessa, volevo dire, stavo editando il “Non c’entra niente” ed é rimasto “niente”.

  7. Mattia ha detto:

    Mi interessa niente ma non c’entra niente con il post.
    Non fare questo giochetto del “resta pure nella tua ignoranza” con me.

    Sei Off Topic.

  8. freeman ha detto:

    non é spam, é una cosa seria purtroppo. se non ti interessa non leggere…

  9. Mattia ha detto:

    La finiamo con sto spam su Brenda?

  10. Mattia ha detto:

    Se uno di centrodestra toglie la TV ad una persona, nel 90% dei casi ha perso un elettore.

  11. Venom ha detto:

    il Trans Brenda assassinato: OMICIDIO di STATO… palese eliminato un soggetto scomodo per parecchi politicanti!!! Stiamo diventando come la Columbia, l’Equador o la Russia di Putin…
    CHE SCHIFO!!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.