29 anni fa la bomba che scoppiò nella stazione di Bologna seminò una strage di cittadini inermi. Era il 1980, 7 mesi prima che fosse scoperta la Loggia P2 di Licio Gelli. Il corruttore all’epoca era un novello tesserato che apprendeva e pianificava il golpe dolce mentre assisteva alle stragi con la regia del suo venerabile assassino, il mandante Licio Gelli.
Stamane Sandro Bondi, ministro dei beni culturali del governo della MAFIA del corruttore piduista Silvio Berlusconi, era in quella piazza della stazione a raccontare pagliacciate. Ma i bolognesi non sono coglioni. Ricordano e sanno. Checché ne dica il corruttore. Vergogna.

35 pensiero su “Il “consenso” di Bologna all’escort Bondi”
  1. sottoscrivo che la prox volta che contestiamo ci vogliono pomodori, frutta fermentata e ortaggi vari da spappolarglieli sul palco come usava un tempo contro le recite di pessima qualità .
    ah, come mi piacerebbe un’immagine di sto personaggio mentecatto con la faccia ridotta tale e quale essa é: na discarica puzzolente e nulla di più.
    cessi la banda, cessi!

  2. @ Lalla

    …andando a VOTARE quando siamo chiamati a farlo, badando bene di votare le persone e le loro idee e NON simboli e bandiere!!! Proprio perché siamo disgustati dal potere mediatico di questo pagliaccio dobbiamo avere la forza di cambiare e di denunciare le irregolarità  e le ingiustizie!!!
    NON é utopia, questo si può ancora fare!!!

  3. …..Il 17 agosto 1980 “l’Espresso” uscì con un numero speciale sulla strage.
    In copertina un quadro a cui Guttuso ha dato lo stesso titolo che Francisco Goya aveva scelto per uno dei suoi 16 Capricci: “Il sonno della ragione genera mostri”.
    Guttuso ha solo aggiunto una data: 2 agosto 1980.

    Cominciò una delle indagini più difficili della storia giudiziaria italiana.

  4. é assolutamente vergognoso dovrebbe tacere, invece continua a voler ottener ragione …non vedo un futuro sereno x noi insignificanti cittadini … nemmeno x loro però lo intravvedo.

  5. Anche il nostro caro Silvio dovrebbe esporsi in una piazza… forte del suo sventolato 70% di consensi che problemi avrebbe, gli applausi coprirebbero abbondantemente i fischi, che risulterebbero a detta sua in numero IRRILEVANTE…

    Perché mai il Nanetto in doppiopetto si presenta solo in sale davanti ad un pubblico rigorosamente selezionato…
    Nonostanete tanta attenzione, le contestazioni, sia pure censurate dai Media, ci sono state e si sono sentite!!!
    Questa é la dimostrazione che il risultato elettorale in Italia é completamente falsato, chi ci governa é stato scelto da una minoranza.

  6. Quoto Massimo S…

    Infatti hanno preso subito la palla al balzo per ridimensionare la notizia ai soli 4 facinorosi dei Cobas e Centri Sociali…

    In Italia purtroppo siamo solo tifosi, anche a sinistra si continua ad essere legati a simboli e bandiere e a perdere di vista la realtà !!!

  7. Non so, Massimo, non sono molto d’accordo. Credo sia anche ora che ci riappropriamo un po’ tutti della nostra legittimità  alla contestazione. Sono stufa della strumentalizzazione di ogni posizione politica che non sia quella del nano: in un Paese normale i fatti sono fatti, a prescindere da chi li presenta. Se contesto le centrali nucleari per una serie di ragioni tra cui il fatto che non esiste nel mondo – e tantomeno in Italia – un solo sito che garantisca la sicurezza delle scorie per tutte le centinaia di migliaia di anni per cui rimangono pericolose, Verde o non Verde ho semplicemente ragione, punto. Smettiamola di farci da soli le obiezioni che ci farebbero gli altri e rivendichiamo la correttezza delle nostre posizioni, quando sono giuste, indipendemente dal colore che hanno. Che siano gli altri a dimostrare che ho torto, con i fatti, anziché io a scusarmi di avere un’idea diversa.

  8. Le bandiere di Rifondazione non ci dovrebbero essere, non fanno altro che giustificare il nano quando dice che a contestare sono i soliti comunisti. àˆ così semplice, perché non capite?

  9. Bellissimo, “V per vendetta”. Ci sono notevoli analogie con il regime del nano, e la questione della malattia solleva dubbi inquietanti sulle nostra varie “pandemie” planetarie.
    Ieri il TG2 delle 18.30 ha aperto con la notizia della commemorazione, e ha detto – per quanto en passant – che Bondi era stato contestato, facendo però subito seguire il commento dello stesso che diceva che era un attacco “politico”.
    Stamattina a RadioCapital ho sentito notizie di grossa crisi (purtroppo non quella di Guzzanti) del settore degli elettrodomestici, con molte ditte che a settembre non riapriranno. Dovevano essere fonti comuniste, visto che per il nostro grazioso governo presente e futuro sono rosei.
    Ma quand’é che li cacciamo, questi buffoni impuniti?

  10. FUNGHI E BAMBU'(un rinomato piatto cinese)gli dovevano tirare almeno sarebbe stato funzionale…… ……..
    poi il tutto andrebbe fritto e caramellato………
    slurp!!!!!!!!!!!!

  11. Uno degli episodi più terribili della “strategia della tensione” durante la quale interi pezzi dello stato operarono contro le istanze democratiche dei cittadini.
    Decenza vorrebbe che oggi fosse impedito ai rappresentanti di quello stesso stato celebrare ipocritamente queste ricorrenze che dovrebbero essere appannaggio esclusivo dei cittadini stessi ed in particolare dei parenti delle vittime.

  12. OT:

    Il cardinale Angelo Bagnasco, riferendosi al consenso riguardo il farmaco RU486, dichiara: “Cosi’ si finisce per affermare solo il diritto del piu’ forte”.

    Il cardinale Bagnasco non ha mai espresso simili sentimenti sia riguardo il Lodo Alfano che l’esito del processo Mills.
    Coerenza e integrita’ sono da sempre il cavallo vincente del Vaticano.

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/pillola-discordia/bagnasco-avvenire/bagnasco-avvenire.html

  13. Ci sono riusciti a capovolgere la realtà … Il TG2 ha parlato di pochi facinorosi appartenenti a Cobas e Centri sociali… una notizia spudoratamente falsa!!! In quella piazza c’era gente comune:

    Io ho subito scritto alla redazione del TG2:

    Dopo aver visto il servizio del TG2 sulla contestazione di Bologna sono rimasto sbigottito dal modo in cui avete usato la notizia… dai politici di questo governo me loa spettavo, ma bollare la contestazione da parte di Cobas e Centri sociali é una gigantesca bugia finalizzata a distorcere la realtà !!! Avete fatto un censimento della piazza? Avete chiesto appartenenze sociali e tessere? In quella piazza c’era gente comune, tanti cittadini che contestano il governo, e se i nostri politici arraffoni fingono di non accorgersi sputando parole e isulti sui cittadini, dovreste essere almeno voi a farli riflettere su ciò che accade!!!
    Dovreste solo VERGOGNARVI!!!

  14. cara patty credo proprio che bondi sappia con chi ha a che fare………. del resto si vede come sta mutando nel tempo il suo carattere all’inizio calmo e tranquillo ed ora, via via, sempre più aggressivo poiché anche per lui é iniziata l’arrampicata sugli specchi.
    l’esempio bologna dovrebbe centuplicarsi in tutte le piazze italiane là  dove sono presenti questi cloni del “baccello primario” e la folla dovrebbe avere tutta le corde vocali di Ricca per far giungere fino al palco quello che pensiamo di loro

  15. a prescindere dai fin troppo teneri insulti indirizzati a quella specie di pallone pieno di aria puzzolente, mi preme affermare nuovamente come ho fatto altrove in passato che fioravanti e la mambro non hanno niente a che fare con la strage di bologna. sono serviti come capri espiatori ideali, dato che avevano tali e tanti capi di imputazione che gli si poteva attribuire di tutto. ma i veri assassini e soprattutto i mandanti non sono neppure stati sfiorati dall’inchiesta.
    per quanto mi riguarda giustizia non é stata fatta…e non lo sarà  mai….o forse quando apriranno la scatola nera di andreotti…chissà …

  16. Questi fischi fanno sempre ben sperare che esista una seppur minima possibilità  di cambiare le cose. Quoto il commento di Patty: i fischi erano ‘il minimo sindacale’…

  17. i fischi erano anche poco. ci volevano ortaggi marci per questo governo di fascisti. non si vergognano a presenziare alla commemorazione di morti innocenti?
    forse bondi non sa che sta con un piduista mafioso.
    hanno fatto in fretta a farsi fare il lodo alfano per non finire in galera sia per il caso mills che per quello che può venire fuori dalla testimonianza di totò riina in questi ultimi giorni.

  18. Povero Don ab(BONDI)o, “Soma Poeta” del PdL e ministro del Governo che oggi non é riuscito a leggere tutta la “poesia” che gli avevano assegnato i suoi compari!! James Bondi era la vittima predestinata(Angelino Jolie in Affanno aveva dato forfait proprio all’ultimo)di questa commemorazione( così come prima di lui i ministri che vi avevano partecipato nel passato indipendentemnte dal governo o dall’appartenenza politica). E’ proprio vero che Bologna conosce la VERITA’ dei FATTI prima ancora di quella della Magistratura e delle pantomime dei politici che il 30 anni hanno detto tutto e il contrario di tutto. Bologna sà  e NON dimentica … ministro Bondi!!

Lascia un commento