Tra una settimana gli italiani saranno chiamati alle urne per votare i candidati da mandare all’europarlamento di Bruxelles. Ce ne sono tanti. Alcuni sono di spessore come Luigi De Magistris, Sonia Alfano e Carlo Vulpio, altri sono impresentabili come Clemente Mastella. Già  dipendente Rai per intercessione di Ciriaco De Mita, già  deputato per 5 lustri, già  senatore e ministro dell’ingiustizia del governo Prodi, già  ministro anche del primo governo Berlusconi, già  rinviato a giudizio per concorso esterno in associazione a delinquere e concussione dalla procura di Napoli, già  in fraterna confidenza con Antonio Saladino che chiama Tonì, anima e corpo dell’Opus dei calabrese, numero uno degli indagati nell’inchiesta Why not sul destino dei finanziamenti che giungevano a decine di società  create assieme ai partiti ridotti a comitati d’affari, definito da De Magistris “uomo al centro di un potere politico-economico non discutibile che manifesta una conoscenza verso esponenti politici di riferimento nazionali e regionali“.

La telefonata intercettata, depositata agli atti, risale al marzo del 2006 quando Mastella, da deputato, era alle prese con la sua campagna elettorale targata Udeur, col quale raccoglierà  l’1,4% di voti che una volta messi sul tavolo di Romano Prodi gli varranno in cambio il dicastero alla giustizia per tutta la breve durata del governo.

Fino ad oggi quella telefonata fra Saladino e il candidato europeo del Pdl Clemente Mastella, era stata pubblicata soltanto sui giornali. Dal colloquio emerge lampante l’immediata disponibilità  di Mastella nei confronti del principale indagato di Why not a ricevere il costruttore toscano Valerio Carducci, titolare di un’impresa che già  da tempo si aggiudicava appalti pubblici.

Da oggi quella telefonata é dsponibile anche in versione ufficiale QUI per la sua diffusione, affinché gli italiani sentano, sappiano e si facciano una propria idea prima che il governuncolo del corruttore vieti l’utilizzo delle intercettazioni, come ha intenzione di fare subito dopo il voto delle europee.
Buon ascolto.

29 pensiero su “L’intercettazione fra Tonì e Clemé”
  1. Penati é il perfetto esempio di cosa é diventata la politica oggi in Italia: un comitato d’affari asservito ai poteri forti.

    Rifondazione ha fatto benissimo ad uscire dalla giunta dove questo signore ha ritirato il piano territoriale che porrebbe dei vincoli alla cementificazione selvaggia, non ha voluto costituire una società  pubblica per l’erogazione dell’acqua, vuole costruire un altro inceneritore nel parco sud di Milano in pieno accordo col suo compare Podestà , condivide l’idea delle ronde con la lega e addirittura pensa che il federalismo fiscale di Calderoli sia troppo morbido.

    Penati é Casta della più sporca e puzzolente al 100% altro che onesto.

  2. Buonasera blog.
    Non vi so dire la quiete interiore che si acquista in una settimana priva di qualsivoglia notizia dalla politica italiana. Ora mi aggiornerò col contagocce, per non perdere almeno parte di questo stato di grazia…
    Nel frattempo vedo che qui il dibattito ferve, a partire dagli ottimi post di Daniele.
    Sotto l’ombrellone ho avuto comunque momenti di rabbia e angoscia durante la lettura di Roba nostra di Vulpio, un libro che consiglio a tutti perché, a parte la trattazione molto chiara e completa delle vicende di Forleo e De Magistris, illustra in maniera tragicamente inequivocabile le collusioni tra politici di schieramenti diversi a livello locale e non.
    E infatti questo volevo dire, proprio sulle elezioni comunali: cerchiamo di informarci il più possibile sui candidati, perché la partita a livello locale, anche se molti tendono a considerarla “minore”, é invece importantissima, e una scelta oculata può mettere un argine alle alleanze criminose.

  3. grazie Ella per la fiducia che riponi in me ma per dedicarmi alla politica dovrei fare lo stesso balzo quantico delle mie particelle che scompaiono da una parte per ricomparire da un’altra parte. la politica é una cosa seria perché il rispetto per gli altri dovrebbe superare il rispetto che si ha per se stessi ed é un compito che assorbe tempo ,energie , valutazioni delle altrui esigenze e considerazione dell’ambiente che ci ospita.Non si può diventare politici con quattro ore di studio intensivo…. nel mio piccolo sto cercando di essere utile ai miei simili studiando i nuovi orizzonti che dalla fisica, si aprono nel campo della cura dell’essere umano: la bioenergetica, la preghiera, la psicologia energetica perché tutto é energia ed agendo nel campo energetico si agisce a livello sottile e in modo incredibilmente potente. come scrisse Rumi, grande poeta persiano: quando cerchi Dio, Dio é lo sguardo dei tuoi occhi
    comunque grazie per il tuo commento ed un saluto a tutto il blog

  4. @Freeman….grazie comunque parlavo delle provinciali per cercare un’alternativa anche qui….ora vado a leggere il ling gentilmente postato da Roberto G.

    Grazie—

  5. ci siamo anche noi…

    CON CASINI PARLIAMO DI CUFFARO DI DRAGHI DEL MODO DI FARE OPPOSIZIONE.
    ANDATE A SENTIRE COME RISPONDE CASINI….
    (trasmissione rai radioanchio rai radio 1)

    http://informazionedalbasso.myblog.it/

    DAVANTI AD UN CITTADINO INFORMATO…

    Questi signori politici, salvo rare eccezioni, non sono nessuno. Giocano con noi e si fanno grandi contando sull’ignoranza e sull’ignavia della gente, narcotizzata dalle televisioni del nano.ABBIAMO BISOGNO DI VOI TUTTI PER PROVARE A SVEGLIARE QUESO PAESE.

    per contattarci;
    informazionedalbasso@gmail.com
    cell. 3392244257
    contatto skype;paolo papillo

  6. chicca, il tuo post mi e’ piaciuto molto.

    La tua onesta’ traspira da ogni riga, e visto che sei giovane, mi azzardo a suggerirti di metterti tu in politica, invece di fidarti di tanti vecchi marpioni scafati.
    Lottare per quello che credi e’ la cosa migliore che puoi fare se ne hai le energie, e tu, che dimostri anche intelligenza e senso critico, senza farti tante illusioni ma con caparbieta’ e un certo pragmatismo, puoi veramente smuovere le cose.

    Io che sono di (circa) mezza eta’, e che ho figli forse tuoi coetanei, pur augurandomi ogni giorno che Berlusconi e la sua cricca facciano finalmente la fine che si meritano, mi domando chi poi andrebbe a sostituire questa banda di impostori e mentecatti; chi ha le qualita’, il senso sociale e la lungimiranza di un vero statista, e tragicamente, NON VEDO NESSUNO all’orizzonte, forse non ne sono informata, ma non saprei nominare un singolo candidato (a parte forse De Magistris e Sonia Alfano, che rispetto ma di cui non ne conosco la preparazione) che ha a mio avviso qualita’ di leadership, che non sia ammanigliato con mafie e vaticani, e che sia un vero indipendente, perche’ basta con destra e sinistra, alla fine qua ci sono solo 3 categorie: i ricchi, i morti di fame, e quelli che lo stanno per diventare.

    Forza chicca, pensaci.

  7. Stiamo parlando delle provinciali non delle europee.
    A Milano l’Idv si presenta ben ammanigliato con il PD alla faccia della sua tanto sbandierata diversità .

  8. Per favore, a parte i tre candidati che intendo votare per le europee (De Magistris, S. Alfano, C. Vulpio) c’é qualcuno che sa consigliarmi in merito alla provincia di Milano?

    NO PDL
    NO LEGA
    NO PD

    Ovviamente

  9. Chicca io non voglio male a nessuno, figuriamoci a te. Ognuno é libero di fare le sue scelte e il compito della libera informazione é quello di permettergli di farlo consapevolmente.

    E’ solo in questo senso che ho postato il video di Giulietto e non certo per cercare di convincere chicchessia. Tra l’altro si trattano parecchi argomenti in maniera decisamente interessante e soprattutto per questo ritengo valga la pena vederlo.

    Tralascio considerazioni sulla crisi della sinistra, argomento troppo complesso, ma di certo in una società  decente non può mancare qualcuno che abbia nel proprio DNA la difesa dei più deboli in qualunque modo si faccia chiamare; l’alternativa é la barbarie. E purtroppo in questa Italia sempre più fascistoide questo qualcuno si fa di tutto per eliminarlo.

    La politica sembra seguire le sorti del tubo catodico, dal quale ormai dipende, e così come dalla televisione é scomparso il teatro per far posto al grande fratello e all’isola dei famosi, allo stesso modo dal parlamento é sparita la sinistra sostituita dalla sua alternativa più becera e volgare: la lega nord.

    Un caro saluto.

  10. caro roberto nella mia vita ho sempre creduto solo a quello che é dimostrabile e a problemi che ammettono soluzioni, fin qui, diciamo che mi é andata bene vuoi perché ho potuto contare su persone che non hanno mai deluso le mie aspettative vuoi perché ho potuto seguire le mie aspirazioni senza grossi ostacoli, sono stata fortunata ma anche costante e caparbia. la politica é un’altra storia: é un dogma da seguire senza capire e a cui credere senza possibilità  di valutarne le conseguenze se non dopo che la causa ha prodotto i suoi effetti, ora io credo che sia la destra che la sinistra sono state compartecipi in un unico gioco palleggiato sulla pelle di persone che ne hanno subito gli effetti. e quasi tutti sono stati effetti irreversibilmente deleteri specialmente per noi giovani che siamo stati investiti da questa enorme onda anomala che ci ha bloccato nel momento più delicato del nostro ingresso nel mondo dei grandi.
    in questo momento vedo in di pietro una risposta alle nostre esigenze, forse mi sbaglierò, forse me ne pentirò ma devo provare a far qualcosa per avere un’ultima possibilità  di riscatto. ho ascoltato giulietto chiesa nel link che hai postato ma mi chiedo di quale sinistra stia parlando se ormai é solo un anacronistico ricordo di un tempo che non ci appartiene più. dammi questa possibilità  di sbagliare ma a modo mio senza dovermi ancora una volta pentire di aver portato una bandiera che non mi appartiene perché le nostalgie di chi mi preceduto non debbano poi rivelarsi i rimorsi di chi mi seguirà 
    vogliami bene lo stesso

  11. un motivo in più per votare de magistris, può darsi che l’inchiesta che gli é stata avocata in calabria possa continuarla in altra sede e con imparziali giudici internazionali. sento il vento che soffia forte e qualche tetto ,questa volta, si solleverà  nel cielo.
    e non sarà  per nostro merito ma é TUTTO demerito loro, si stanno giocando la partita infilando troppi autogol

  12. Caro Daniele,ma tu pensi che se la Magistratura,il CSM ed i giudici nelle aule dei tribunali facessero il loro lavoro come dovrebbero,pensi che a questi farabutti verrebbe permesso di fare tutto ciò?

  13. E già  il nano ha annunciato che dopo il voto metterà  mano alle intercettazioni e alla Costituzione… Se vincerà  anche le Europee si sentirà  onnipotente e saranno cavoli di tutti!

    Ma l’italiota medio che si ciba di quotidiani e Tg queste cose non le capirà  mai!

Lascia un commento