Il web spazza la televisione

internet-televisione-google 

Nel giugno del 2010 il tempo trascorso sul web dei cybernauti sorpasserà  per numero i telespettatori: 14,2 ore alla settimana su Internet contro le 11,5 ore davanti al televisore. Lo dice la ricerca Microsoft “Europe Logs on”.
Attualmente il 50% degli europei dispone di una connessione alla Rete. Il 28% di questi si connette soprattutto per guardare i video, mentre un altro 65% predilige leggere siti, blog e frequentare social network. Le case europee raggiunte dalla banda larga sono finora 85 milioni.

Al recente Miptv di Cannes (una sorta di fiera internazionale della produzione televisiva) accanto alle produzioni tradizionali come Endemol e Freemantle, c’erano anche Youtube, Myspace, Facebook, Yahoo! e Msn Video. Tutti lì per stringere accordi per veicolare i contenuti televisivi in Rete. Sono già  diversi i film e i thriller prodotti interamente per il web. “Section 8”, per esempio, é uno di questi. Sarà  diffuso a puntate su Myspace.
Secondo Joe Michaels, direttore di Msn Entertainment, i video online sono ancora alla loro seconda infanzia ma ci sono tutte le credenziali perché crescano.

Secondo le previsioni della ricerca Microsoft, entro il 2012, il mercato pubblicitario su web avrà  toccato i 7,5 miliardi di euro. Un miliardo sarà  legato ai video. Secondo Patrick Walker, direttore delle partnership di Youtube, fra 10 anni il mercato del web avrà  del tutto superato quello della televisione.
Major come Hulu sono già  realtà . Propongono programmi di qualità  professionale gratuiti perché sostenuti dalla pubblicità . Anche la Bbc ha intrapreso la strada del web. La sua videocommunity “Iplayer” sta avendo 32 milioni di click al mese.
Philip Jay, capo dei New services Bbc dice che la diffusione di programmi di varia estrazione é regolata dalle reazioni degli internauti. Come dire: decidono i cittadini cosa vedere.
Per carità , per chi come noi naviga da anni, tutto ciò non é nulla di nuovo. Il probolema é chi ci governa in Italia. La squadra di zerbini di Berlusconi perde tempo in sedute per decidere se dare o non dare i vitalizi ai repubblichini, anziché investire risorse per dotare l’Italia di banda larga dappertutto.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

10 Commenti a “Il web spazza la televisione”

  1. francesco ha detto:

    una web tv in alta qualità  , gratuita , un prodotto tutto italiano
    http://www.streamit.it

  2. fabio ha detto:

    Caro Daniele,
    vivo in una zona di montagna/collina in provincia di Cosenza,al confine con la Lucania. Dopo una dura lotta ci hanno portato l’ADSL, e che popo di ADSL, neanche 1MB!
    Telecom ha deciso che le tariffe sono fisse e non dipendono dalla velocità  dell’ADSL.
    Quindi noi poveri sfigati (come molti altri paesini nell’entroterra italico) con la nostra misera ADSL a 850KB (kappa bite!) siamo costretti a pagare la stessa bolletta di quelli che hanno l’ADSL a 7MB, 20MB e cosi via.
    Un paragone: vado in un negozio di biciclette e con 200 € mi porto a casa una bici mezza scassata, poi entra un altro signore e con la stessa cifra si prende una bici professionale.
    Questo é uno scempio e nessuno ne parla.

  3. alina ha detto:

    Ed anche qui siamo messi maluccio!Contro una penetrazione di internet che é dell’86% in Norvegia e del 73% nella vicina Svizzera,in Italia é solo del 48%.In tantissimi paesi non c’é la banda larga(io non ce l’ho)ed il WiFi costa tantissimo!
    Ha da finì la nuttata!(l’oscuramento)
    Buonasera a tutti

  4. smaramba ha detto:

    Se gli zerbini del premier facessero qualcosa per diffondere la banda larga in Italia, sarebbe come un gran calcio nelle palle alle TV del nostro sire. Sia mai!

  5. paolo papillo ha detto:

    BEPPE UNA TUA INIZIATIVA SU QUESTO TEMA NON GUASTEREBBE;

    NON VOGLIAMO IL G8 NE IN ABRUZZO NE ALLA MADDALENA.
    IL G 8 NON SERVE A NOI CITTADINI
    IL G 8 SERVE SOLO A SAZIARE L’EGO DEI CAPI DI GOVERNO.
    SE PROPRIO DEVONO PARLARSI PER PIANIFICARE AL MEGLIO LO SFRUTTAMENTO DEI POPOLI CHE ALMENO LO FACCIANO SENZA FARCI PAGARE DI TASCA NOSTRA I LORO LUSSI E I LORO ELICOTTERI.
    COSI’ SI COMPORTANO COME QUEGLI STATI CHE FANNO PAGARE IL COSTO DELL’ESECUZIONE AL CONDANNATO A MORTE OPPURE AI SUOI PARENTI.PROSSIMAMENTE PARTIRA’ UNA CAMPAGNA CONTRO LO SVOLGIMENTO A SPESE DEL CONTRIBUENTE DEL G 8. SE BERLUSCONI CI TIENE TANTO A FARLO LO PAGHI DI TASCA SUA.
    DIVERSAMENTE CHE LO FACCIANO IN VIDEO CONFERENZA.
    IL BLOG ;http://informazionedalbasso.myblog.it/ EFFETTUERA’ CENTINAIA DI TELEFONATE,MANDERA’ MAIL A ISTITUZIONI ,MEDIA ,POLITICI DI TUTTI GLI SCHIERAMENTI;PORREMO QUESTA SEMPLICE DOMANDA;
    “IN UN MOMENTO DI GRAVE CRISI ECONOMICA ,CON UN TERREMOTO DEVASTANTE CHE HA LASCIATO MIGLIAIA DI PERSONE SENZA CASA E’ NECESSARIA QUESTA ENNESIMA ENORME SPESA,E’ AL CITTADINO COSA VIENE IN TASCA?”

    CHI VUOLE SUPPORTARCI IN QUESTA INIZIATIVA CI CONTATTI;

    mail;vittoriopampa@yahoo.it
    cell.3771447634
    contatto skype;paolo papillo
    blog;http://informazionedalbasso.myblog.it/
    I VIDEO :
    canale you tube; wpapillo

  6. patty ha detto:

    e secondo te Daniele devono investire per la banda larga?
    se lo facessero il loro lato oscuro p2 mafia ecc. verrebbe smascherato. mica scemi!
    ciao.

  7. Marco da Napoli ha detto:

    Non venire in Abruzzo, ci rovini”
    Berlusconi contestato a Napoli

    Silvio Berlusconi
    NAPOLI – “Non devi venire in Abruzzo, ci stai rovinando”. Con queste parole Silvio Berlusconi é stato contestato oggi a Napoli da due giovani abruzzesi, che, davanti alla prefettura, gli hanno gridato contro. I due, trentenni senza precedenti penali, sono stati identificati dalla Digos, e hanno detto di essere venuti a Napoli proprio per la visita del premier.

    Berlusconi era a Napoli per incontare, ad un mese dall’inaugurazione del termovalorizzatore di Acerra, il sottosegretario Guido Bertolaso, il Prefetto Alessadro Pansa ed il Questore Santi Giuffré. Il presidente del Consiglio é arrivato in Campania ieri sera, per fare il punto sullo status anche degli altri quattro impianti di termovalorizzazione dei rifiuti da costruire nella Regione.

    All’entrata della prefettura, Berlusconi aveva appena iniziato a parlare con la stampa quando é partita la contestazione. Visibilmente contrariato, si é subito interrotto, congedandosi dai giornalisti e raggiungendo la macchina per andare via.

  8. freeman ha detto:

    purtroppo in italia poca gente usa la rete per informarsi, gli altri la usano per cazzate varie e si fottono il cervello con le tv di regime, e intanto il ducetto infame fa quello che vuole…

  9. Alba Kan ha detto:

    Se internet avrà  sempre più peso a livello di odiens e “indici di scolto”…o di lettura…ora si capisce meglio come mai la censura IMPERA anche anche i rete.
    Su YT spariscono decine e decine di video al gg, e YT scrive “rimosso dall’utente”, ma non é vero, li fanno sparire loro!
    Senza parlare delle tante proposte per imbavagliare la rete da D’Alia alla Carlucci, all’orda Barbareschi sullaSIAE…
    Anche all”estero si danno da fare alla grande…Sarkofagò si scaglia sul P2P…anzi fate un’opera buona (per la nostra libertà ) FIRMATE QUI:
    http://firmiamo.it/legalize-p2p

    In Usa i Rockefeller…ovviamente sempre al governo…fanno una proposta di legge per bloccare TUTTO il traffico in rete in caso di emergenza…ma non é ben definito cosa può essere “emergenza”…quindi é tutto lasciato all’arbitrarietà  del Presidente!
    http://www.vocidallastrada.com/2009/04/obama-controllera-internet.html

  10. Marco da Napoli ha detto:

    ECCO IL VIDEO DELLA CONTESTAZIONE a NAPOLI

    http://www.youtube.com/watch?v=89d4INZZ9P8

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.