Associazione a delinquere fra i Ros

Al tribunale di Milano si sta svolgendo un processo completamente oscurato dalle televisioni e anche dai giornali.
Tra gli imputati ci sono una dozzina di agenti del Ros, il loro numero uno Giampaolo Ganzer e il giudice Mario Conte, tuttora in carica alla procura di Bergamo, oltre che alcuni narcotrafficanti originari della Colombia e del Libano. Tutti imputati di associazione a delinquere, peculato e falso ideologico.
Secondo l’accusa il gruppo di ufficiali istigava l’importazione di sostanze stupefacenti in Italia da immettere sul mercato, parte delle quali venivano sequestrate durante le loro operazioni passate su giornali e televisioni come brillanti operazioni antidroga.
Alle udienze che si stanno tenendo al ritmo di 2 a settimana nell’ottava sezione penale del tribunale meneghino, stanno sfilando appuntati e brigadieri in servizio, chiamati a raccontare ciò che sanno su alcune partite di droga sequestrate negli anni ’90.
La corte d’assise giudicante é presieduta da Luigi Caiazzo, la pm titolare dell’inchiesta é Luisa Zanetti. Nel video postato i maggiori dettagli.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

14 Commenti a “Associazione a delinquere fra i Ros”

  1. raffaele ha detto:

    come é finita questa storia????????

  2. Alex ha detto:

    L’ennesima brutta notizia non data da tv-giornali. Meno male che i quotidiano cominciano a passarsela male, come dice anche Grillo nel post di ieri.
    La Rete é l’unico mezzo….e alle elezioni, liste civiche di Grillo x le amministrative e Di Pietro alle europee…é l’unica speranza

  3. pierluigi scaldfi ha detto:

    Traffico intercontinentale di droga (dal sito peace reporter):
    http://it.peacereporter.net/articolo/14687/Guinea, promesse mantenute

  4. caterina ha detto:

    Buonasera blog, buonasera Chicca.
    Anche oggi però c’é una buona notizia: Vulpio candidato alle Europee, sempre con IdV. Un altro bravo professionista tarpato nel suo lavoro che adesso potrà  mettere a frutto le sue doti in un ambito diverso. Due, o anche 10, non potranno certo fare la differenza, ma intanto non andiamo a fare l’ennesima figura becera con nani e ballerine.
    Vince la guerra chi resiste un minuto più dell’avversario, quindi non molliamo 🙂

  5. CHICCA ha detto:

    ciao a tutti
    ed anche questa é andata….di chi di cosa possiamo fidarci più?
    ormai mangio le mie paure e vomito le mie eccedenze
    e trovo casa solo tra gente come me disadattata perché a questo mondo che mi crolla addosso non potrò mai adattarmi,
    le mie ricerche e voi siete la sola cosa vera tutto il resto fa parte del mio incubo più nero e l’equazione é sempre la stessa finché non interverrà  una variabile impazzita……

  6. Colaiuta ha detto:

    Qui Spagna :

    Berlusconi dice che non gli piace il suo lavoro e che gli fa schifo essere primo ministro.

    Dice che continua per “senso della responsabilità¡”.

    Si lamenta di non avere neanche un giorno di riposo.

    Crede falsi i sondaggi che segnalano il calo della sua popolarità¡.

    http://www.20minutos.es/noticia/457723/0/berlusconi/asqueado/trabajo/

    ma baaaastaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!!!!!!!!!

    Daniele, sei grande !!!!!!!!!

  7. Marco ha detto:

    Grazie Daniele per la tua informazione libera e valida, proprio quel tipo di informazione che oggi in Italia é rarissimo trovare.

    Buon lavoro, in attesa del tuo prossimo lavoro.
    Ciao.

    Marco

  8. luca ha detto:

    ottimo lavoro. speriavo in un risvolto positivo ma anche in futuri interventi di quelle che un tempo erano le ‘istituzioni’ e risolvere il problema cambiando il concetto di traffico modificando culturalmente l’approccio alle droghe ma soprattutto contestualizzandole

  9. marco saba ha detto:

    Quello che non si capisce é perché non siano tutti quanti stati sospesi dal servizio, in attesa del giudizio. Forse mancavano persone oneste per sostituirli?

  10. Daniele ha detto:

    Complimenti Daniele, un resoconto ineccepibile!

    Grazie!

  11. giampiero ha detto:

    Da diverso tempo mi informo solo e unicamente in rete, guardando distrattamente alcuni giornali ai quali ho accesso durante il giorno soltanto per verificare la mancata pubblicazione di notizie importanti, cosa che puntualmente si ripete. Lei é una delle mie fonti di informazione e non posso far altro che ringraziarla.
    Ma, dico… siete diversi giornalisti che pubblicano sul web importanti documenti e spesso mi soffermo a pensare non solo ai rischi che correte ma anche a come vi finanziate.
    Non potreste davvero trovare la maniera di mettervi insieme per, uniti, creare un punto di riferimento per una informazione libera, svincolata da partiti e gruppi economici come qualche volta é stato timidamente proposto?
    Credo che saremmo in molti a voler anche pagare per un servizio simile, io sono uno di quelli.

  12. caterina ha detto:

    Che bella ricostruzione, Daniele, grazie. Una vicenda piuttosto intricata, speriamo che nel corso del proceso si riesca a fare chiarezza.
    Gran bei personaggini, questi qui, ovviamente tutti lasciati al loro posto…
    Però oggi c’é una splendida notizia: la candidatura di De Magistris alle Europee, con IdV. Uno che é stato attaccato molto oltre i limiti della decenza, a cui é stato impedito in tutti i modi di fare il proprio lavoro, uno che é stato immediatamente rimosso dal suo, di posto, adesso ha un’altra opportunità .
    Ci sono molte persone di valore in azione, oggi. Forse, nonostante tutto, c’é speranza.

  13. paolo papillo ha detto:

    DOVE ERAVATE STAMATTINA TRA LE 9 E LE 10….

    Stamattina a radiodioanchio radio rai 1,era ospite della trasmissione Di Pietro,in questo blog leggo commenti di detrattori e di estimatori di Di Pietro,non uno solo di questi blogger é andato in diretta per afre uan domanda a Di Pietro.
    Specialmente mi rivolgo ai detrattori,ai coraggiosi che vengono qui a provocare,vi chiedo perché non avete il coraggio di dire le stesse cose in pubblico e lo fate solo protetti dsall’anonimato.nelle trasmissioni radio non siete anonimi perché sono loro che vi richiamano,quindi dovete fornire nome cognome e numero di telefono.
    Agli estimatori di Di Pietro dico;poniamo domande anche scomode persino a chi pensiamo la veda come noi,il momento non permette sconti per nessuno.

    IO L’HO FATTO;
    intervengo al min 5
    per ascoltarmi scaricate l’mp3 del 17 c.m.
    http://www.radio.rai.it/radio1/podcast/lista.cfm?id=190

    FACCIAMO NOI INFORMAZIONE!

    PER QUESTO NASCE IL BLOG DI PAOLO PAPILLO

    INFORMAZIONE DAL BASSO

    http://informazionedalbasso.myblog.it/

    uno spazio dove chiunque crede che l’informazione libera ed onesta sia una componente vitale per la democrazia si può ritrovare per esprimere il suo pensiero,ma sopratutto per fare informazione dal basso.perché noi siamo soggetti e non sudditi e noi tutti possiamo essere giornalisti,onesti!
    grazie a chi combatterà  con me questa battaglia.
    Potete ascoltare parte dei miei interventi radio ,in un anno 80!

    URLIAMO NON STIAMO IN SILENZIO!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.