Veltrusconi e giornalisti della P2: vergogna!

Giustizia ingiusta e intercettazioni telefoniche vietate sono le priorità  assolute del governo per il terribile 2009 nelle mani di Silvio Berlusconi, che rivela le sue intenzioni alla comunità  di Don Pierino Gelmini, rinviato a giudizio per reati sessuali. Che la posta in gioco per la contropartita di favori o di aiuto siano soldi o sesso con ragazzini, per il leader liberal comunista non cambia. Dopo la solidarietà  espressa a gentaglia come Totò Cuffaro ed aver collaudato il teorema del deputato condannato, Berlusconi fa di più: promette al presunto corruttore di minorenni in tonaca sostegno economico e appoggio anche tramite Maurizio Gasparri e Carlo Giovanardi, il cattolico tutto chiesa, salotti tv e galera per una cicca di spinello.

Il consenso dell’opposizione, per Berlusconi, é un optional. Ne fa comunque a meno, certo che Veltrusconi é suo fedele alleato. Al leghista Roberto Cota piace l’idea che un pm giri le dita tutto il giorno nell’attesa che qualche poliziotto, dipendente del ministero dell’interno, gli fornisca improbabili notizie di reato. Al porcaccione Roberto Calderoli frenare le indagini e bloccare l’informazione per legge “va benissimo!”. Aggiunge che “andrà  a segno come sta andando a segno il federalismo con cui siamo già  partiti”. Sì, di cervello.

Sfatiamo subito il mito del Berlusconi che se ne andrà  dall’Italia. Non se ne é andato nemmeno dopo la telefonata più puttana che fece ad Agostino Saccà , figuriamoci se se ne va proprio ora che sta completando il piano piduista di Licio Gelli col bavaglio alla magistratura e all’informazione!
Berlusconi non se ne può andare, deve fare ancora un po’ di favori a cani e porci. Dovrà  candidare fondi di galera e inquisiti per le europee e alle regionali della Sardegna. Del resto in quest’epoca “peggiore di Tangentopoli” come detto dal segretario dell’Anm Giuseppe Cascini, ci sguazza anche il pd di Walter Veltroni.

Che tanto per non smentirsi ha definito “gravissimo ciò che é avvenuto a Pescara” nell’intento di delegittimare la figura del gip Luca De Ninis, che ha scarcerato l’ormai ex sindaco e segretario regionale di partito Luciano D’Alfonso, costretto ai domiciliari.
Riepilogo: D’Alfonso si é dimesso da primo cittadino di Pescara proprio per uscire di galera, come prevede la procedura. Da sindaco dimesso non potrà  inquinare le prove. Con la scarcerazione il gip ha soltanto rispettato le regole vigenti definendo “il quadro accusatorio confermato e addirittura rafforzato”.
E’ semmai la frase di Veltroni il fatto gravissimo, perché ormai dimostra di aver imparato la biforcuta lingua piduista, abile nel confondere le idee anche agli ultimi pidini rimasti a reggere con le mani la bandiera mentre pisciano contro vento.

I giornalisti della P2, come previsto, non hanno certo chiarito la stronzata sputata da Walter Veltrusconi. Avrebbero dovuto confermare le accuse di tangenti, corruzione, concussione, associazione per delinquere sottoforma di favori, regali e denaro intercorsi tra D’Alfonso, il patron di AirOne Carlo Toto e l’imprenditore Massimo De Cesaris (tutti inquisiti), nell’attesa di capire che razza di malcostume, illecito finanziamento ai partiti o tangenti si tratti.
Invece hanno preferito scrivere che “nel Pd si levano critiche ai magistrati per la scarcerazione lampo del sindaco di Pescara Luciano D’Alfonso. Si insinuano dubbi sulla fondatezza dell’arresto”.

In perfetto stile piduista i magistrati delegittimati, un Penati presidente di provincia a Milano che riabilita e smentisce Carlo Tognoli e Bettino Craxi (tanto per rimanere anche sul locale) il pd prosegue la sua marcia funebre verso l’ossario della politica.
Per Luciano Violante “non sussistevano le ragioni per arrestare D’Alfonso se non quelle di far cadere una amministrazione”. In un paese normale si leverebbe un coro di “Violante a fanculo”. Purtroppo indifferenza e disinformazione metastasata amplificano indenni anche le cazzate di Tenaglia, ministro ombra perfetta di Angelino Inaffanno, che ha aggiunto: “Quando i magistrati prendono decisioni di questo tipo, devono agire con prudenza e rispetto delle procedure“. In un paese normale chiunque avrebbe rammentato a Tenaglia che il gip De Ninis le procedure le ha rispettate.

Ma nell’Italia del tutto fa tifo e brodo Walter Veltrusconi ha già  rimpiazzato con un degno sostituto il segretario regionale abruzzese del pd: Massimo Brutti, che ha bollato il bavaglio alle intercettazioni tanto caro a Berlusconi ”una sorta di richiamo della foresta alla politica, anche se la privacy degli indagati va difesa”. Di quale privacy parli Brutti quando un gip si imbatte in un sindaco durante l’esercizio delle sue funzioni lo sa soltanto lui.

Mentre la stampa pagata dai finanziamenti all’editoria continua la confusione, noi che siamo informati rinnoviamo per la seconda volta un sonoro invito al vaffanculo per Angelo Panebianco, che sulla prima pagina del Corriere vuole farci credere che Veltrusconi soltanto da oggi “ha rotto col partito giustizialista” di Antonio Di Pietro, chiudendo l’editoriale a carico nostro meravigliato che molti giovani siano sensibili alla questione morale. “Sintomo di un problema ben più ampio, di un’intera generazione politicamente attiva mossa dagli eventi di Mani pulite. Generazione postideologica cresciuta credendo fermamente nei dogmi dell’Italia paese più corrotto del mondo, etica come metro di giudizio della politica contrapposto agli interessi personali di chi la fa. Ciò” – secondo Panebianco – “basta a spiegare perché tanti di questi giovani risultino poi sprovvisti degli strumenti necessari per pensare politicamente”.
Ergo: per pensare politicamente, in Italia, bisogna anteporre gli interessi privati a quelli di tutti. Che maestro di vita Panebianco.

View blog reactions

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

31 Commenti a “Veltrusconi e giornalisti della P2: vergogna!”

  1. Alberto ha detto:

    Per l’autore del post e per Raffaele: Voglio predere 5 minuti del mio tempo per rispondere alle vostre offese su Angelo Panebianco: purtroppo errate quando lo definite giornalista: egli é innanzitutto uno stimato professore universitario, una delle poche persone che in Italia capisce qualcosa di politica e può insegnare qualcosa a tutti noi. Avete mai letto un suo libro? Le sue non sono congetture fantastiche alla Travaglio, ma opinioni con la O maiuscola, idee con la I maiuscola, frutto di decenni di studi e ricerche in Italia ed all’estero. Ed é credo uno dei pochi politologi italiani ad avere dimestichezza anche con la sociologia, la filosofia politica e la storia. Ripeto, avete mai letto un suo libro?
    Purtroppo egli ha ragione a dire che i giovani non sanno pensare politicamente e ve lo dice uno che ha frequentato Scienze Politiche per 5 anni: la stragrande maggioranza della gente che frequenta questo tipo di facoltà  non capisce nulla, parla confondendo pericolosamente la morale con la “grammatica” della politica…siamo messi male, ha ragione Panebianco!
    Un’ultima cosa: Caro Raffaele, hai le prove che Panebianco sia ammanigliato col potere oppure hai tratto questo dato dalle sapienti ricecrhe di Travaglio? No, perché questa in Italia si chiama diffamazione. Panebianco é, infatti, anche uno dei pochi, anzi credo l’unico slegato totalmente dalla politica, dai partiti.

  2. freeman ha detto:

    e purtroppo la casta maledetta é al servizio del potere economico, non certo del popolo, che ovviamente non é affatto sovrano.

  3. POLDO ha detto:

    @ basta con sta casta.

    Scusa non per essere bastian contrario ma credo che bisogna farla finita di guardare agli altri quando ci sono i problemi e non guardarli quando le cose vanno bene. Come mai in Italia non si fanno le stese cose che in Europa hanno portato ottimi risultati? Ora che la situazione sia piuttosto critica un pò in tutto il mondo la cosa mi sembra chiara ma dire che la colpa é dei banchieri, quando più di una banca in America é andata a gambe all’aria mi sembra un pò azzardato.

    I legami tra economia e politica ci sono sempre stati poiché uno é la conseguenza dell’altro. Il problema é in quanto questo rapporto diventa stretto e condizionato tanto da influire il benessere di un paese. Più che con i banchieri io mi incazzerei con il fenomeno speculativo ben più ampio e multiforme.

    La presa di posizione contro la casta non é limitata ai 4 deficienti del palazzo ma a tutta la politica italiana Regionale, Provinciale, Comunale che costa centinaia di migliaia di euro al contribuente a fondo perduto. Perché con tutti i soldi che la pressione fiscale, in Italia, fa intascare alla politica, in tutti questi anni, si sarebbe potuto fare tantissimo. Invece il risulatato qual’é! Salari sempre più bassi e tassati, costi della politica sempre più alti. Da italiano posso essere un pò incazzato per questo.

    Quello che posso augurare a tutta la casta é che il 2009 sia per loro l’anno più disastroso della loro vita… di tutto cuore.

  4. freeman ha detto:

    appunto, gli italioti NON sono un popolo normale, ergo votano per la casta. un popolo normale non lo farebbe di certo. pensavo di essere stato chiaro.

  5. Marco B. ha detto:

    @freeman

    perché gli ITALIOTI sono un popolo normale secondo te? A me son sempre sembrati dei poveracci arraffoni e proni a servirei chiunque faccia la voce un pò grossa o dica due bestemmie in più del suo avversario. Lo psiconano ridens così come Di Pietro, D’Alema e Veltroni e a maggior ragione i loro PADRONI banchieri e finanzieri, industriali e lobbisti lo sanno meglio di chiunque altro … questo a me sembrano gli ITALIOTI. E chi non ne può più di condividere lo stesso suolo fà  solo bene ad andarsene, perché la lotta, la battaglia per rimettere le cose a posto con e per questi IGNAVI é soltanto tempo perso se non peggio energie e denaro sprecati. Che se la conquistino da soli la loro libertà  che hanno preferito sodomizzare con le loro stesse mani delegando i SOLITI NOTI a decidere per LORO!! Se ne andassero TUTTI AFFANKULO .. ITALIOTI e chi li COMANDA!!

  6. freeman ha detto:

    se gli italioti votassero per gente nuova forse le cose cambierebbero davvero… ma se votano sempre per la solita casta marcia le cose non cambiano di certo, anzi peggiorano. un popolo normale l’avrebbe spazzata via da un pezzo…

  7. basta con sta casta ha detto:

    Caro freeman,per chi vuoi che voti la gente?Prodi?Berlusconi?D’alema?Tremonti?
    Qui c’é da far chiarezza:SONO TUTTI COINVOLTI CHIARO?
    Il governo Prodi ha semplicemente preparato la strada a Berlusca (con la complicità  di Veltroni).E’ tanto difficile da capire?Se un domani diventerà  premier Di pietro,lo diventerà  perché QUALCUNO VUOLE CHE SIA COSì.Se ti ribelli ai VERI poteri(vedi kennedy) ti fanno fuori IMMEDIATAMENTE.Dico questo non per esser disfattista ma perché sono stufo di sentirvi dire ad ogni post che la colpa del marcio é degli italiani che hanno votato berlusconi.Anche in America,se non avesse vinto bush,avrebbe vinto kerry ANCHE LUI COME BUSH FACENTE PARTE DELLA SKULLS AND BONES=SOCIETà  SEGRETA MASSONICO\SATANISTA.sono IDENTICI chiaro?E pure Obama,pensi sia un santo?Tutt’Altro
    ps :sul fatto che siamo messi peggio di altri paesi europei in effetti hai ragione…….

  8. freeman ha detto:

    se la gente vota per la casta marcia e serva dei bankieri non é certo colpa mia… e scappare in un paese normale é sempre meglio che restare in questo paese marcio e mafioso, decisamente peggiore di molti altri. cmq ognuno faccia come vuole…

  9. Paolo ha detto:

    @paolo papillo
    Bella mail. Aggiungerei alla fine. “Nel discorso finale prima di fare gli auguri dica che rassegna le dimissioni e va in miniera”.

  10. basta con sta casta ha detto:

    Scusate se voglio dir la mia(e per questo mi prenderò bordate di fischi).Pensare che i problemi dell’Italia scaturiscano dalla cosiddetta “casta” non solo é sbagliato ma é anche fuorviante.Ma vogliamo mettercelo in testa che in Italia,come del resto in tutta Europa(e America),nessun politico-neanche berlusca-può andare manco a pisciare se non chiede il permesso ai banchieri?Pensate davvero che berlusconi abbia realmente pieni poteri?E’ SOLO IL CAMERIERE DEI BANCHIERI come,sia chiaro,anche DI PIETRO.La “sfida” non é tra buoni e cattivi ma tra cattivi e cattivi.
    ps:scappare in altri paesi serve a ben poco visto che stanno instaurando il nuovo ordine MONDIALE…..al limite scappiamo in qualche altro pianeta.

  11. Cosimo ha detto:

    @Paolo Papillo
    “Già  dimenticavo lei non grida mai,neanche quando ve ne sarebbe motivo,non si indigna quando palesemente la casta pensa solamente ad auto tutelarsi….”
    Il guaio é che Napolitano é stato eletto proprio dalla casta

  12. rent ha detto:

    Pensate veramente che lor signori si spaventano delle manifestazioni di piazza ?

  13. andrea cossu ha detto:

    loreto…Loreto ….LOreto …LOReto …LOREto …LORETo …LORETO………….che non e’ un pappagallo… ma un piazzale piu’ vicino di quanto essi possano pensare, e saranno i pdellini a dare inizio alle danze,….vedrete le risate che ci faremo!!!!!!!!!!!

  14. giuseppe ha detto:

    La casta in italia la conosciamo bene.
    Esiste anche un altro tipo di casta, questa volta a livello mondiale.
    Chi di voi conosce la famiglia Rothschild?

  15. paolo papillo ha detto:

    SCUSATE MA MI SONO ROTTO I MARRONI;
    MA DAVVERO CREDIAMO CHE PARLANDO SEMPRE E SOLO DI GIUSTIZIA TIRIAMO DALLA NOSTRA PARTE UNA SOLA PERSONA IN PIU’?NO E LO SAPPIAMO BENISSIMO COME LO SANNO BEPPE,TRAVAGLIO,DI PIETRO E DANIELE CHI E’ INTERESSATO ALLA QUESTIONE MORALE(CHI MI LEGGE LO SA QUANTO IO SIA INTERESSATO,E’ GIA’ DALLA NOSTRA PARTE.E’ HA QUELLA PARTE IGNORANTE E MENEFREGHISTA DI QUESTA NAZIONE CHE DOBBIAMO PARLARE PERCHE’ ANCHE QUESTI ASINI VOTANO 1.

    GUARDATE CHE BELL’INIZIATIVA;

    · I MIEI PIU’ SINCERI COMPLIMENTI AI RAGAZZI DI BOLOGNA.
    · Se qualcuno é a conoscenza di iniziative di questo tipo le pubblichi,devono iniziare ad avere paura la rabbia stà  montando.Io sto in prov di Fi mi piacerebbe succedessero queste cose anche qui,chi ha notizie da darmi in proposito mi scriva
    ·

    I
    ·
    · BREVE
    BOLOGNA
    «Spesa di natale» contro il carovita da Esselunga
    Contro il carovita, alle 15 di ieri pomeriggio, é scatta la protesta dei precari nel supermercato Esselunga di Casalecchio di Reno, appena fuori Bologna. Organizzata da un centinaio di ragazzi appartenenti al centro sociale TPO e da studenti universitari, la protesta ha bloccato per alcune ore una parte del centro commericiale Meridiana. I ragazzi, una volta riempiti i carrelli di prodotti non in offerta si sono recati alle casse e hanno chiesto uno sconto del 25% sull’importo totale, riscuotendo l’approvazione e le simpatie di decine di giovani e anziani che si trovavano in quel momento in fila. La direzione dell’Esselunga si é vista costretta ad abbassare in parte le serrande e, solo dopo che i manifestanti sono usciti dall’esercizio commerciale, il supermercato ha ripreso a funzionare a pieno regime.

  16. giuseppe ha detto:

    Daniele, giorno dopo giorno mi sorprendi positivamente.
    Oggi x la prima volta (ai links non do mai troppa import.) ho visto ke linki il sito dello SCEC. Da ciò arguisco che con tutta probabilità  sei informato su tutto quanto concerne il signoraggio e il batter moneta.
    Pensa che io all’inizio credevo fosse una caxata, ma poi le evidenze sono troppo forti.

  17. Marco B. ha detto:

    Daniele,
    questo post é talmente articolato che ho sentito il bisogno di concluderlo con una postilla:

    “Mentre la stampa pagata dai finanziamenti all’editoria continua la confusione, noi che siamo informati rinnoviamo per la seconda volta un sonoro invito al vaffanculo per Angelo Panebianco, che sulla prima pagina del Corriere vuole farci credere che Veltrusconi soltanto da oggi “ha rotto col partito giustizialista” di Antonio Di Pietro, chiudendo l’editoriale a carico nostro meravigliato che molti giovani siano sensibili alla questione morale. “Sintomo di un problema ben più ampio, di un’intera generazione politicamente attiva mossa dagli eventi di Mani pulite. Generazione postideologica cresciuta credendo fermamente nei dogmi dell’Italia paese più corrotto del mondo, etica come metro di giudizio della politica contrapposto agli interessi personali di chi la fa. Ciò” – secondo Panebianco – “basta a spiegare perché tanti di questi giovani risultino poi sprovvisti degli strumenti necessari per pensare politicamente”.
    Ergo: per pensare politicamente, in Italia, bisogna anteporre gli interessi privati a quelli di tutti. Che maestro di vita Panebianco”.
    Daniele Martinelli

    Angelo Panebianco … CHI???!! AAHHH, QUEL Angelo Panebianco!! Scribacchino pennivendolo e cattolico infervorato che ebbi la sfortuna di incontrare e conoscere una volta nello studio del padre ingegnere. In principio(passato)fù corsista e inviato per il Resto del Carlino(Quotidiano Nazionale, giornale di stampo liberal conservatore)passando poi negli anni a scrivere editoriali di approfondimento politico(si dice anche grazie al padre molto amico degli ambienti massoni vicini al Vaticano – ricordo la foto formato gigantografia appesa in bella vista nel suo studio mentre faceva il baciamano-pompino tipico delle sue origini – sicule – al Papa). Memorabili furono i suoi articoli di denuncia(quasi sempre inventate o bufale stratocosmiche che un bambino di 3 anni avrebbe potuto ribaltare), epitaffi alla libera stampa sulle prime pagine dell’allora giornale di Bologna, intrisi di polemiche inutili e inventate ad arte per sparlare della città  che lo ospitata(a lui e la sua famiglia), della giunta/e comunale e del governo regionale. Articoli talmente lassativi(infatti erano una purga perfetta per stitici)da indurre il lettore a transitare avanti il più in fretta possibile alla pagina del cruciverba o dello sport. Evidentemente dopo tanto “servizio” al padrone(temporale e spirituale)anche per lui é venuto il momento della ribalta mediatica nazionale: ed eccotelo precipitato a scrivere sotto dettatura( o dittatura)per il giornale diretto dell’EBREO e MASSONE Mieli e del suo editore di riferimento e capoclan di un impero industriale e finanziario ottenuto in larga parte con la complicità  di DC-PCI, l’EBREO e MASSONE Carlo De Benedetti, l’amico di D’Alema e di Veltroni, tessera del P(2)D numero 1(ricordate). Ma questa é storia, il resto alla prossima puntata.

    PS:dai Daniele, non ti cruciare se c’é gente che infanga la tua onorata e onorabile professione, che prima o poi viene anche il momento della resa dei conti .. NESSUNO campa in eterno!

  18. Marco B. ha detto:

    Riposto questo mio commento al post “requiem natalizio” e “Berlusconi prepara le riforme deformi” perché a mio avviso RISPONDE alle esigenze del paese e dei cittadini oltre che PROPORRE un inizio di SOLUZIONE al PROBLEMA trattato in questo post.
    Sono graditi commenti e suggerimenti del caso.

    Daniele e voi tutti blogger,
    avrei da suggerire un finale che a me personalmente piace di più:il NANO psicotico, massone, mafioso e corruttore sì appeso per i piedi e la mani, ma con dei chiodi e a testa in giù su di una croce di legno eretta a ESEMPIO e MONITO per i posteri(degna fine per l’Unto del Signore). Alla sua dx e sx TUTTI i ladroni(domando scusa ai delinquenti di professione per l’accostamento blasfemo)che in questi anni lo hanno servito e gli hanno leccato il culo in ogni occasione .. e quando dico TUTTI, mi riferisco proprio a TUTTI, inclusi coloro che gli hanno dato il voto anche solo per sbaglio ed una sola volta!! TUTTI in COMUNIONE di INTENTI e LIBERAZIONE in EGUAL DESTINO. Per quanto riguarda la sx o ciò che ne resta avrei 2 o 3 idee che non sono niente male:lo skipper baffino al timone del suo Icarus II scortato da 2 incrociatori della Marina Militare mentre prende il largo dal porto di Gallipoli con rotta sud sud-ovest direzione Hamammet .. sulla barca i “fedeli” massoni(Gelli e Andreotti in primis), banchieri e faccendieri, i “capitani coraggiosi” con le pezze al culo e pure TUTTI i suoi tirapiedi(politici, giornalisti, intellettuali e amiconi del P2D). Dov’é la pena direte:intanto immaginatevi il boat people che fa il viaggio di sola andate e con questo tempo senza acqua né viveri ed in senso contrario. In secondo luogo le navi di scorta hanno l’ordine di APRIRE il FUOCO se l’imbarcazione di D’Alema dovesse anche solo modificare la rotta e una volta arrivata in prossimità  della costa tunisina di aprire COMUNQUE il FUOCO per impedire che possa riprendere il mare. Uolter Waterloo Well-Trony invece lo vedrei bene come sperimentatore dell’accelleratore nucleare di Ginevra, dentro al BUCO NERO del CERN in Svizzera, come propellente atomico. Un VUOTO ASSOLUTO di CONTENUTI così evidente dove altro lo potrebbero reperire gli scienziati mondiali. Ai LEGAIOLI SEGAIOLI MAGNAPULENTA UBRIACONI RAZZISTI e XENOFOBI una bella PRESCRIZIONE a VITA per le emorroidi da vino rosso in un centro benessere(SPA)di mia invenzione:la terapia é la SODOMIA ASSIALE COMPUTERIZZATA a base di “sabbione e ghiaino” esercitata in maniera coercitiva da personale di origine africana .. meglio se sordomuti(quelli del personale)così quando dicono”AHI .. BASTA BASTA .. PIETA’” manco li sentono!! Il resto dell’emiciclo parlamentare lo vedrei bene rinchiuso in un sarcofago di lastre di cemento e piombo(stile Chernobyl), alimentato a pane ed acqua(raffermo e ammuffito il primo, piovana di discarica abusiva la seconda)passato dall’unica feritoia e fonte di luce presente nel complesso .. chissà  che non rimpiangano la bouvette di Montecitorio .. ah, stessa cosa deve valere per il Vaticano e tutta la cricca ecclesiastica e clericale, ai quali aggiungerei il riscaldamento autonomo di origine vulcanica sotto al pavimento(tanto per chiarire loro il destino nell’ultraterreno che li attende). Propongo anche di seppellire sotto tonnellate di bombe alla MERDA di VACCA e PISCIONE d’ASINO ogni associazione o società  PRIVATA che si rifaccia anche un MINIMO a lobbies, caste, ordini o corporazioni, massonerie-consorterie politiche e quant’altro e sopratutto che abbiamo nel proprio STATUTO un qualsivoglia riferimento a religione, credo politico, affaristico-finanziario, sindacale. In aggiunta farei dichiarare ABUSIVE ed ILLEGALI e perseguirei come TERRORISTICHE e SOVVERSIVE quelle associazioni/società  che NON prevedano come PRIMA ed UNICA regola FONDANTE la seguente:per ogni VALORE(denaro, titoli, proprietà  immobiliari e finanziarie, reddito da contratti e affaristico)che entra nella casse della medesima l’immediata RESTITUZIONE di tale VALORE alla collettività  che ospita l’associazione/società , senza richiedere alcuna intermediazione della politica, anche quella amministrativa e per un ammontare pari ALMENO del 50% di tale ricchezza, sottoforma di posti di lavoro, opere pubbliche e tassazione ordinaria DIRETTA e VOLONTARIA, prim’ancora di spartire i dividendi a TUTTI i soci o pagare i compensi di coloro con i quali e sui quali si é operato!! Con esplicito DIVIETO alle associazioni/società  ed ai loro membri e affiliati di possedere conti esteri in paradisi fiscali riconducibile a chiunque fondi o intraprenda associazioni o società  private.
    Questo é solo per iniziare, diciamo una bozza di Risoluzione Generale del POPOLO SOVRANO per il NUOVO ORDINE MONDIALE, anche se per il momento solo a livello locale e nazionale .. poi si vedrà ! E’ chiaro si può fare di più e meglio, ma credo che questo sarebbe davvero un BUON INIZIO se solo si potesse avverare .. voi che ne dite?

  19. Raffaele ha detto:

    Angel Whitebread fa veramente disonore alla categoria giornalistica. Bisognerebbe radiarlo, ma forse é troppo “ammanigliato” col potere e dalle clientele (come lo sono tutti i giornalisti dei giornali e tg) da spazzarlo via. Questa é l’Italia, signori miei. Urge un serio cambiamento. E al più presto.

  20. a s ha detto:

    Ho letto le stronzate di “il giornale” in cui dice che solo il 3 per cento delle vittime sono civili. Un “giornale” che scrive una fesseria del genere non può che essere un organo di DISINFORMAZIONE cronica, un organo di propaganda piduista.
    Questo pseudo-giornale pagato con i contributi statali si rivela essere il più falso in assoluto, avendo come priorità  il dire il FALSO anziché il vero (d’altronde con giordano direttore altro non era possibile).
    IDV unica opposizione

  21. freeman ha detto:

    vaffanculo a panebianco e a tutti gli altri servi del regime infame, che purtroppo sono un esercito. napolitano fa parte della casta, é uno di loro, ergo non dico altro. il regime é forte, la nave affonda, si salvi chi può…

  22. David Ross ha detto:

    Ma quei bavosi clientes fuori dalla casa dell’ex sindaco indagato? Che schifo…

  23. Matteo Bellotto ha detto:

    é disarmante vedere certe scene nei tg…ormai la terminologia di Berlusconi é entrata nel nostro cervello ed é in base ai suoi criteri che pensiamo al bianco al nero o al comunista e la cosiddetta opposizione ci casca continuamente…non c’é più destra o sinistra, ma solo una grande Ambidestra…

  24. adriano bianchi ha detto:

    paolo papillo la tua emeil e’ perfetta…..ma quel brodo di napolitano si ripigliera’??? si rendera’ conto di quel che legge ammesso che la legga???

  25. Ulisse9 ha detto:

    Ti segnalo il mio post su questo argomento, se ti può interessare:
    http://francescoferrari.splinder.com/post/19428825/PESCARA: la Casta contro la ma.
    Con riferimento a Roberto G, e per chi fosse interessato agli avvenimenti di Gaza, segnalo i siti INFOPAL ( http://www.infopal.it/) e Kelebek (http://kelebek.splinder.com/.
    Ciao

  26. Roberto G. ha detto:

    Nel mentre si compie il massacro di Gaza, perlopiù vittime civili innocenti e semplici poliziotti imperversa la barbarie informativa dei nostri media, autentici responsabili del proseguimento di queste atrocità .

    La7 manda una rassegna stampa con commento di Daniele Capezzone (un nome una garanzia) che ovviamente imputa la responsabilità  di tutto quello che sta accadendo ad Hamas, mentre Rai3 trasmette anche oggi il solito documentario sulle atrocità  naziste e la persecuzione degli ebrei.

    Gli altri canali non ho neanche la forza di accenderli. Mi dicono che in Rai imperversi un figuro di nome Claudio Pagliara, disinformatore di professione, i cui reportage consistono nel mostrare i buchi per terra lasciati dai petardi palestinesi.

    Daniele, amico mio, possibile che questi servi di regime, questi stupratori della verità , queste merde senza spina dorsale non ti ispirino neanche un post?

  27. paolo papillo ha detto:

    QUESTO HO SCRITTO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
    vorrei un vostro parere,grazie

    Signor Presidente della repubblica

    Non voglio i suoi auguri.
    Non seguirò il suo discorso di circostanza a reti televisive unificate.
    Sono estremamente deluso dal suo comportamento,ha firmato il cosi detto “lodo Alfano” che rende lei ed altri tre diversi da me anzi per meglio dire superiori a me,questo é inaccettabile, se uno é cattolico può tollerare solo la superiorità  di Dio non quella di un suo simile,da laico dovrebbe ricordare uno dei principi fondamentali su cui si fondano gli stati moderni e democratici;TUTTI I CITTADINI SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE
    Per un certo periodo lanciava moniti a raffica contro gli incidenti sul lavoro,ma i morti sul lavoro continuano,evidentemente non ha gridato forte abbastanza.
    Già  dimenticavo lei non grida mai,neanche quando ve ne sarebbe motivo,non si indigna quando palesemente la casta pensa solamente ad auto tutelarsi,non si indigna con un imprenditoria micragnosa che privatizza gli utili e socializza le perdite,non si indigna quando tutti i dati statistici ci dicono che la ricchezza di questo paese si sposta sempre di più verso pochi e lascia che i lavoratori percepiscano stipendi vergognosi.
    Auspica il dialogo,ma che significa…auspicare il dialogo e con chi?con un governo che in pratica é un uomo solo al comando,con un governo che farebbe a meno di consultare il parlamento se potesse ,e quando vi é costretto lo declassa a studio notarile che deve solo sottoscrivere i suoi atti.
    Ci risparmi i suoi auguri non sappiamo che farcene , specialmente noi lavoratori che con la crisi perderemmo il nostro posto di lavoro, e quando va bene vedremo dimagrire i nostri non pingui stipendi.
    Se davvero vuole per i suoi concittadini un 2009 migliore inizi a “cazziare” e alla grande la nostra classe politica,la nostra classe imprenditrice e i potenti senza scrupoli che in questo sgangherato paese purtroppo abbondano.
    Poi parliamoci chiaro se non lo fa lei chi dovrebbe farlo,che ha da perdere?non é un precario che se denuncia irregolarità  rimane senza lavoro,a lei da lì non la può cacciare nessuno,ha un età  per cui non credo possa avere timori per il suo futuro umano e professionale e allora sig.Presidente coraggio si guadagni meritatamente qualche pagina nei libri di storia.Se le cose andranno così magari accetterò i suoi auguri l’anno prossimo,diversamente me li risparmi.
    Un suo concittadino.

  28. luis ha detto:

    Torno a ripetere che se non si farà  qualcosa di concreto non ne usciremo mai. Nel nuovo anno dobbiamo fare la marcia su Roma, andare a protestare e circondare i palazzi, sempre in modo civile e democratico. Dobbiamo sensibilizzare la gente, fargli capire che é in pericolo la nostra libertà , i nostri diritti individuali e di famiglia, far capire a tutti lor signori che la sovranità  appartiene a noi, che i nostri figli un domani non dovranno andare a leccare il politico di turno per un posto di lavoro, che loro studiano e hanno diritto a un lavoro come una cosa normale, che abbiamo diritto a una informazione seria e onesta, che la giustizia deve essere uguale per tutti ricchi e non, stranieri e cittadini, che non si può utilizzare il parlamento per fini personali e di casta, che abbiamo diritto a un Presidente della Repubblica che sia garante della Costituzione e dei diritti dei cittadini tutti. Ecco forse io sono un sognatore ma credo che si possa fare,che ci sia anche qualche giornalista serio per portare avanti questa battaglia, e credo anche che ci sia molta gente, bisogna metterci insieme, lo possiamo fare in qualsiasi momento. Bisogna torvare il modo per riunirci tutti dalle Alpi giù a Pachino in Sicilia, e magari con Di Pietro in testa. Con tutto il polpolo in marcia, non c’é legge che tenga!!!

  29. cesare ha detto:

    Con questo partito democratico il Tappo può dormire sonni tranquilli….ninna nanna ninna oooooo…..

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.