Vasto

Oggi si conclude l’incontro di Vasto de “l’alternativa possibile” organizzato da Italia dei Valori. Ieri ha presenziato Marco Travaglio davanti a una folla traboccante fra cui molti giovani, anche sotto i 18 anni. Ha parlato delle balle sulla legge sulle prostitute e poi, di argomento in argomento, ha ricostruito i traguardi raggiunti da questo governo con la solita, maniacale e certosina precisione che scoraggia qualunque domanda. Ad un certo punto é arrivato il presidente del Lazio Piero Marrazzo, che dopo l’intervento di Travaglio é salito sul palco con Carlo Costantini, il candidato Idv alle elezioni abruzzesi previste a fine novembre.

Il pomeriggio é stato dedicato agli incontri con i delegati regionali per discutere su come strutturare e decentrare le responsabilità  locali del partito.
I militanti dell’Idv sono in fermento, i sondaggi Ipsos lo danno vicino al 10%. L’esigenza di dare incarichi a persone fidate é l’ossessione di Antonio Di Pietro. Gliela si legge negli occhi. Nel suo intervento pomeridiano é stato un fiume in piena. “Ancora stamattina qualcuno mi chiedeva di entrare nel partito a patto di avere in cambio incarichi. Chi vuole far parte dell’Idv deve cominciare dal ruolo di soldato! Si impegni con noi a raccogliere le firme contro il Lodo Alfano.“.
Gli incontri si sono conclusi con una conferenza stampa in cui si é parlato di raccolta firme, dell’intenzione di creare una rete di militanti donne e giovani.
Ho avuto modo di conoscere ed intervistare alcuni deputati fra cui Leoluca Orlando, Massimo Donadi e Francesco Barbato che proporrò presto.

Oggi, ultimo giorno di incontri, é previsto un dibattito sull’informazione cui prendono parte tra gli altri, Gianni Barbacetto e Francesco Di Stefano. Sul blog potrete seguire la diretta che si dovrebbe concludere attorno alle 13,30.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

10 Commenti a “Vasto”

  1. freeman ha detto:

    tonino va bene sulla giustizia, ma su altre cose purtroppo é come gli altri…

  2. freeman ha detto:

    gli italioti si dovevano svegliare ad aprile, ormai é troppo tardi, almeno per me.

  3. Paul Kersey ha detto:

    Non dobbiamo cercare Santi, ma UOMINI.
    Da sempre gli Italiani hanno pregato i Santi (a seconda della zona in cui vivono) affinché intercedessero per loro e si adoperassero allo scopo di risolvere i loro problemi; hanno sempre delegato ad altri le battaglie che avrebbero dovuto combattere loro.
    E’ questo uno dei motivi per cui crollò la Civiltà  Romana, delegò ai Barbari la difesa di se stessa e dai Barbari fu messa da parte.
    Un pò come noi abbiamo fatto con i “nostri” politici, relativamente alla vita pubblica.
    E poi…cosa avrebbe fatto Di Pietro per essere criticato ?!

  4. helena f. ha detto:

    La risposta alla frase che ha sottolineato Ella dimostra l’onestà  di Di Pietro. Egli é l’unico (tra i politici) che veramente lotta contro le ingiustizie e le leggi infami di questo Governo. E non solo, é sempre in prima linea su qualsiasi problema.
    Qualcuno dei frequentatori del blog qualche post fa, faceva notare che Di Pietro non é “pulito” e alla mia domanda:
    “allora chi altro c’é?” mi é stato risposto: “noi”.
    Di Pietro non é esente da macchie, sono daccordo, ma ripeto NOI senza un rappresntante in Parlamento non andiamo da nessuna parte a meno che non si faccia la rivoluzione, (eventuale) soluzione ancora non “necessaria”.
    Io credo che nonostante qualche “peccato” Di Pietro sia l’unico che possa fare qualcosa per riprenderci in mano il Paese e non lasciarlo in balia degli avvoltoi che lo stanno distruggendo.
    Io credo che bisogna sostenerlo.
    Il sistema é marcio, il popolo italiano é corrotto e corruttibile, é vero, ma … da qualche parte occorrerà  pur cominciare, qualcosa bisogna pur fare…

  5. adriano bianchi ha detto:

    bravo/a ella…hai centrato il problema….che e’ il SISTEMA, non solo i personaggi che lo affollano…..

  6. CHICCA ha detto:

    scriveva kant: siamo nati da un legno storto

  7. Ella ha detto:

    “Ancora stamattina qualcuno mi chiedeva di entrare nel partito a patto di avere in cambio incarichi”.

    Chi sono questi “qualcuno”? Ovviamente non gente dentro la politica, almeno non ancora. Forse sono i nostri vicini di casa. Forse l’edicolante dietro l’angolo. Forse i genitori dei compagni di scuola dei nostri figli. In altre parole, la gente comune. La gente comune CHE ANCORA CREDE IN E INVOCA FAVORITISMI.
    Come si puo’ cambiare un’Italia cosi’?
    Quelli che ci governano sono l’espressione dei piu’ profondi, inconfessabili desideri di una popolazione corrotta e corruttibile. Per questo non se ne andranno mai. Si potranno rimuovere questa o quella persona al potere, ma chi la sostituira’ riproporra’ la stessa dinamica, anzi forse la amplifichera’ in sintonia con nuovi gusti e tendenze.

  8. adriano bianchi ha detto:

    quoto in pieno chicca…devo dire che cmq il pensiero di daniele si puo’ “partorire”….nel senso che con questi politichetti cialtroni che abbiamo ci si puo’ aspettare di tutto…e fa bene infatti a pensare a un provvedimento o una legge dal punto di vista del “loro guadagno”…cioe’ interpretando una loro azione da quel punto di vista ,ponendosi come domanda ” che cosa ci puo’ guadagnare il politico con questa legge”????

  9. Marco B. ha detto:

    Marco B. 13Settembre2008

    Daniele,

    ma come fai a non capire che la minestra(scritto apposta MINESTRA)Mara Carfagna questa legge sulla prostituzione la stà  facendo per se?! Quando lo PSICONANO PIDUISTA e MAFIOSO si sarà  stancato di lei(come della prima e della seconda moglie)la rimanderà  a BATTERE da dove é venuta. Nel frattempo la minestra si sarà  messa da parte un bel gruzzoletto con lo stipendio che le deriva dalle nostre tasse e una bella pensioncina che le permetterà  di “esercitare” in un bel appartamento del centro(magari di Roma)solo per clienti facoltosi e distinti(padri di FAMIGLIA CRISTIANA e NON, purché MEMBRI della CASTA).
    E’ chiaro adesso il perché di questo ennesimo fumo negli occhi?! A me era parso subito ovvio .. a voi no?!

    CHICCA 13Settembre2008

    dai marco b. non esagerare del resto la carfagna non ha istituito un fondo pensionistico per prostitute
    sta cercando di legiferare su quel che conosce e questo argomento probabilmente le é familiare
    ma non mi preoccuperei più di tanto di questo (come vedi siamo caduti nel tranello anche noi che ne stiamo discutendo) ma di altri e più seri argomenti che in mano alla nostra amministrazione diventano barzellette
    ma a noi italiani non fanno ridere e neppure sorridere perché tra poco ci troveremo a dover affrontare ben più seri problemi di sopravvivenza ed allora….si salvi chi può

    CHICCA,
    la minestra Carfagna il fondo pensionistico se lo stà  garantando con il suo incarico a suon di POMPINI fatti al premier!! Forse ti é sfuggito CHI e PERCHE’ l’ha messa in quel posto(dopo averglielo messo in vari altri di posti ritengo ;P!)e CHI e PERCHE’ gli stà  pagando lo STIPENDIO e la futura PENSIONE!! Ecco perché la minestra si può permettere di fare una legge contro la prostituzione per strada e i clienti delle prostitute. Ricreare un MERCATO di ELITE che é andato via via(passami il francesismo)a PUTTANE!! Così la prostituzione tornerà  ad essere quella MERCE di SCAMBIO che i POTENTI usano da SEMPRE nella LOTTA al POTERE!! Mentre i poveretti(cioé TUTTI NOI che NON siamo CASTA)saremo condannati alla GALERA(anche se improbabile vista l’esiguità  delle pene)ed al PUBBLICO LUDIBRIO se beccati ad andare a MIGNOTTE(costume e usanza che esiste fin dall’alba dei tempi)!! Ecco spiegato il perché della minestra Carfagna e di questa legge sulla prostituzione .. non c’é altra spiegazione possibile!

  10. Walter P ha detto:

    La ragazza ha detto cose sacrosante: togiamo i fondi alle poche cose che funzionano ..

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.