Minori scomparsi: numeri da non credere!

L’informazione pilotata non informa. Rispetta rigide regole di mercato ed é funzionale a 4 babbioni che detengono il potere.
I dispacci d’agenzia, se approfonditi, diventano articoli sui giornali, spesso servizi nei telegiornali della durata di un minuto in cui si spiega poco o nulla. Le redazioni dei telegiornali vivono alle spalle delle agenzie e dei giornali. Difficile trovare qualcosa di autoprodotto. Al di fuori di Roma e Milano succede poco per i redattori dei telegiornali. La scaletta é sempre uguale: fatto o fattarello di cronaca in apertura, politica con le dichiarazioni dei babbioni, qualche delitto di cui si é già  intuito tutto, gossip, spettacoli, cinema e idiozie trasformate in curiosità .

L’estate in particolare, é il periodo dove la mancanza di notizie trasforma in casi nazionali clamorose sciocchezze. Nel 2003 il Tg5 raccontò di una pantera nera avvistata nelle campagne vicino a Cremona. In quel periodo, io che lavoravo proprio a Cremona nella redazione di Primarete Lombardia, ricordo che la caporedattrice riprese la notizia ordinandoci di aggiornare quotidianamente lo stato degli avvistamenti e delle ricerche. La zona sotto i riflettori dove si riteneva si aggirasse la belva, coltivata a mais, fu disseminata di cartelli che avvertivano del pericolo scoraggiando chiunque a fermarsi con l’auto e circolare in bicicletta.
La notizia, calvalcata da metà  luglio a fine agosto, si rivelò una bufala quando 2 vigili scoprirono che la pantera era in realtà  un cane randagio di grossa taglia avvistato in una roggia, provato dagli stenti e dalla fame. Il Tg5 quella bufala non la aggiornò più, ma nemmeno noi di Primarete ci preoccupammo di soffiare sul castello di carte. Perché quella balla aveva riempito il vuoto figlio dell’ignavia e della poca voglia di setacciare le realtà  della provincia, dove con tempo e costanza potrebbero sbucare casi umani di una certa gravità  sociale.
Purtroppo la politica del risparmio e dell’omologazione al nulla, ha progressivamente portato alllo scadimento della qualità  dei giornalisti addetti alle redazioni locali, e all’appiattimento del ruolo dei cronisti, ridotti a suicidi copia-incolla che hanno svilito il mordente dei cani da guardia del potere e del territorio.
Con questo sistema l’informazione non esiste. Esistono le balle trasformate in notizie. Se in Italia la sicurezza e la giustizia funzionassero non esisterebbero certi numeri.

Se un bimbo scompare nel nulla non é sempre detto che i media ne parlino. I casi che conosciamo come quelli di Denise Pipitone, Angela Celentano o Santina Renda, sono divenuti famosi perché con la paradossale “fortuna” di essere capitati in periodi di “magra”. Degli altri migliaia di scomparsi nessuno sa nulla.
Mentre il Tg1 inserisce nel sommario la storiella strappa lacrime della balenottera morta, l’Italia rimane il paese europeo col maggior numero di bambini scomparsi!
Qualche numero: 491 nel 2005, 644 nel 2006, 989 nel 2007 e ben 368 fra il primo gennaio e il 31 marzo di quest’anno. Trecentosessantotto minori fra gli zero e i 17 anni in 90 giorni significano oltre 4 scomparsi al giorno. 1 ogni 6 ore.
Il numero, negli ultimi 3 anni, é aumentato vertiginosamente. Senza soste.
Siccome non c’é motivo di ritenere che il ritmo delle sparizioni dei primi 3 mesi sia diminuito, ci sono serie possibilità  che quel numero, entro il prossimo 31 dicembre lieviti a qualcosa come 1.495 mnori scomparsi nel nulla. Millecinquecento. Che sommati agli scomparsi degli ultimi 3 anni diventerebbero 3.624. Tremilaseicentoventiquattro minori scomparsi su suolo italiano di cui non si hanno più notizie. Dove potrebbero essere finiti se non tra le fauci di pedofili o di trafficanti di organi? Il dato riguarda sia minori italiani che stranieri, in tutte le regioni italiane.
Guardare questo sito per rabbrividire.
Guardare QUI per farsi un’idea dei numeri dettagliati di questo orrendo fenomeno.
Il blog, da oggi, sostiene la sua petizione con la speranza che sempre più gente spenga il televisore e si affacci su Internet. Per il bene nostro e dei nostri figli, oltre che di quelle famiglie disperate che non sapranno darsi pace per la sorte dei loro piccoli.
Perché una società  che non si prende cura dei propri figli é una società  criminale. Senza futuro.


Bambini scomparsi

Bambini Scomparsi

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

20 Commenti a “Minori scomparsi: numeri da non credere!”

  1. alessandra ha detto:

    io ammazzereitutti quelli ke tokkano i bimbi

  2. nero ha detto:

    […] Minori di scomparsi: numeri da non credere [L’Italia rimane il paese europeo col maggior numero di bambini scomparsi!] […]

  3. claudio ha detto:

    Ciao Daniele,

    mi permetto di farti una segnalazione interessante. Io e mia moglie quando abbiamo rinnovato i nostri passaporti abbiamo iscritto su di essi il nome del nostro unico figlio per poterlo portare con noi all’estero. Preciso che sul passaporto non viene riportata la foto di mio figlio. Ora, pensaci un attimo, sia io che mia moglie possiamo portare un bambino all’estero che possiamo spacciare per nostro figlio. Quindi uno in più di quanto dovrebbe essere lecito fare. E’ un modo “legale” per far sparire i bambini. Che brividi !

  4. p2 1816 ha detto:

    @ Paola
    bambini cattivi NON esistono(un bimbo,in quanto tale,é PURO).gli orchi,come li chiami tu,purtroppo si.Comunque nessuna polemica,ognuno ha il diritto di credere a ciò che vuole.

  5. caterina ha detto:

    In America, già  vent’anni fa, c’erano le foto dei bambini scomparsi sui cartoni del latte.
    Spero che abbiano ragione quelli che dicono che le sparizioni non sono tali, e che il grosso dei casi viene risolto, ma per quel 10% di genitori per cui non c’é soluzione, credo che il problema rimanga importante e sentito.

  6. paola ha detto:

    @p2 1816: tu invece credi all’esistenza di tanti orch che portano via i bambini cattivi?

  7. michele lan ha detto:

    Se non sbaglio però quasi della totalità  dei bambini scomparsi viene ritrovata nelle 48 ore successivie, di solito sono fughe amorose o cose del genere…

    Però una buona parte, forse l’1% scompare nel nulla… Di questi nessuna informazione se ne occupa…

  8. fumo negli occhi ha detto:

    Mi aspettavo un post sul molise
    già  pregustavo la guerra che si sarebbe scatenata sul blog a qualche tua affermazione all’acido muriatico, la spazzatura non differenziata, l’arretratezza del posto, il dialetto locale che non ti avrebbe fatto apprezzare qualche complimento di qualche bella “uagliona” o un “ma che c’azzecca” come risposta ad una tua innocente domanda.
    Ma poi ho ricordato che il molise é la terra di Di Pietro e forse per questo, ho pensato, hai graziato i molisani ed eccoti qui con questo servizio sui bambini
    Un pò come un cavolo a merenda postato lì, ma devo ammettere mi ha profondamente commosso
    I bambini non dovrebbero mai piangere, non dovrebbero mai pagare per colpa dell’orco cattivo che é in ogni uomo che ha abbandonato l’innocenza, e noi adulti dovremmo ritrovare quell’età  perduta per poter ancora credere che PUO’, DEVE esistere un mondo migliore
    Ma, e mi perdonino gli altri bloggers, che c’azzecca?

  9. p2 1816 ha detto:

    @ Pietro M. Complimenti x la scelta,magari facessero tutti come te 😉 (Ps:digita su youtube:michael tsarion simbolismo nei media,sono 11 video molto interessanti http://it.youtube.com/watch?v=MPwrP1HhAD8)
    @ Nicola e Paola :credete alla polizia?

  10. Pietro M ha detto:

    CARO DANIELE, EBBENE SI! SONO 30 GIORNI ORMAI, NIENTE PIU’ TELEVISIONE!!
    Ho preso questa decisione, ho un collegamento ad Internet e mi basta e mi avanza, all’inizio é stata un pò dura, era diventata un’abitudine, orami mi sembra una cosa del passato di TANTI anni fà  che sensazione strana ed esaltante, non sentire più le cazzate di quei quattro imbecilli.
    Ti senti molto più libero! Senza voler esagerare te lo assicuro, magari ti leggi un libro o un giornale o ti guardi il cielo della sera.
    Una cosa fondamentale ho capito da questa esperienza, ed é che in un modo o nell’altro se gardi la TV questa, ti influenza in modo negativo la mente anche se cerchi di essere quanto più possibile distaccato e obbiettivo.

    UN CONSIGLIO A TUTTI LEVATE LA SPINA DELL’ANTENNA! LASCIATE

    LA SPINA IN CORRENTE SOLO PER VEDERE QUALCHE BUON FILM DI

    VOSTRA SCELTA O MAGARI SE POTETE ANDATE AL CINEMA E AL

    TEATRO, O MEGLIO PARLATE E SCAMBIATE IDEE CON I VOSTRI

    AMICI!! MIGLIORERETE IL MONDO E SARETE UN PO’ PIU LIBERI.

  11. nicola ha detto:

    Senza voler sminuire, cerchiamo di non esagerare (il sito e’ curato dalla Polizia di Stato):
    http://www.bambiniscomparsi.it/missingkids/servlet/PageServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=1934

    […]
    Circa l’80% dei bambini che “scompaiono”, infatti, rientrano nella categoria dei cd. allontanamenti volontari o delle sottrazioni operate dai genitori stessi.
    […]
    In conclusione, di tutte le segnalazioni che annualmente si ricevono, solo un 20% circa, a distanza di un anno, rimangono attuali. Tale dato numerico, nel corso degli anni, é destinato a decrescere ancora, perché non é infrequente che il minore allontanatosi volontariamente decida, anche a distanza di tempo, di farsi nuovamente vivo con la famiglia.

    Non bisogna dimenticare, poi, che spesso, nel momento in cui un figlio torna a casa, i familiari, comprensibilmente felici per il rientro, dimenticano di informare le Forze di Polizia. Pertanto, può accadere che un minore che risulta formalmente scomparso, sia in realtà  tornato presso la propria abitazione. […]

  12. paola ha detto:

    daniele, hai guardato il sito della polizia?
    http://www.bambiniscomparsi.it/missingkids/servlet/PageServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=1934

    Sostengono che i bambini scomparsi sono per la maggior parte sottratti da uno dei due genitori che scappa con i figli dopo la separazione.
    Quindi, non vere e proprie sparizioni come i casi più famosi che hai citato tu. Per questo son famosi,perché vere sparizioni, non perché capitati in periodi di magra.
    Dai, perfavore, non metterti a fare terrorismo anche tu: ci basta novella 2000 per questo.
    Grazie.

  13. p2 1816 ha detto:

    Prendetevi 20 minuti per legger questo articolo
    NE VALE LA PENA (please moderatore NON cancellarmi il post)
    http://www.ildirittodisapere.net/2008/08/bilderberg-i-padroni-del-mondo-relta-o.html

  14. PROPAGANDA ha detto:

    La tv l’ho fatta già  volare dal quarto piano quasi un anno fa(perche non l’ho fatto prima?!?).Per quanto riguarda i bambini scomparsi…é un argomento TROPPO DEVASTANTE da digerire per chi é ancora all’inizio del percorso di risveglio.In questo blog ci sono anche minorenni e probabilmente persone sensibili.Dico solo che SATANISMO PEDOFILIA e BIMBI SCOMPARSI sono praticamente un’equazione.Il problema é che quando parlo di satanismo NON mi riferisco a qualche ragazzotto invasato di heavy metal.So che molti non ci crederanno ma il VERO satanismo é NEI VERTICI delle ISTITUZIONI MONDIALI.Se avete STOMACO leggete il capitolo 16 de:IL SEGRETO PIU’ NASCOSTO di david icke (lettura SEMPRE CRITICA mi raccomando) si intitola:dove sono finiti tutti i bambini?.Prendete Hitler,moltiplicate la sua malvagità  per 100 e sarete ancora LONTANI dal livello di CRUDELTA’ di certa “gente”.Pace

  15. Anna ha detto:

    Il problema dei bambini alla politica non interessa perché non porta voti e al massimo se ne potranno interessare i tanti media parassiti che vivono sul dolore-spettacolo degli altri…
    Il problema dei bambini scomparsi,ma anche abusati e picchiati é spaventoso:bambini che dovendo dipendere dagli adulti sono alla loro completa mercé, dove molte volte é la stessa società  ad abbandonarli al loro destino…una società  sempre più ripiegata su se stessa e sempre più indifferente ai problemi e ai dolori del prossimo.
    I due temi abbandonati da tanto tempo nel nostro paese sono i bambini e le donne: entrambi indifesi in una società  che di moderno ha soltanto i prodotti e le tante apparenze… dove esiste ancora la figura del padre padrone, dove il potere, come accade per la politica, viene mantenuto e controllato attraverso il denaro, dove la realtà  é che le strutture di accoglienza per minori e donne maltrattate sono l’isola felice di poche realtà , dove la maggior parte delle violenze e degli abusi vengono vissuti nel silenzio delle 4 mura domestiche, dove la definizione di bestia non é direttamente proporzionale al titolo di studio posseduto, dove le violenze e gli abusi accadono senza distinzione di classe sociale, dove nessuno ne parla, anche se sa qualcosa, perché la gente in generale preferisce farsi i fatti suoi.
    Un paese dove il parlamento é presieduto dalla quasi totalità  di uomini, che in generale hanno a cuore ben altri argomenti ed interessi…una politica vecchia che non avrà  mai a cuore il bene del proprio paese: il suo stesso futuro!!!!

  16. Wil Nonleggerlo ha detto:

    Caro Daniele, tempo fa m’informai sull’argomento, e ne rimasi sconvolto.

    Un fenomeno totalmente sommerso nel qualunquismo di ogni giorno, quando Soubrette ed Esercito monopolizzano questa informazione – Tavor.

    In Europa ogni anno scompaiono 4000 minori. Molti vengono ritrovati, molti vengono portati via dal genitore separati, ma le cifre rimangono sconvolgenti.

    Un paio di mesi fa, in concomitanza con la giornata dei minori scomparsi, ne scrissi. Ma non é mai abbastanza.

    A presto.
    Wil Nonleggerlo

  17. piero ha detto:

    – OT INTERESSANTE –

    Daniele, aiutaci a misurare la censura!

    http://censura.tophost.it/widget/

  18. Christian B ha detto:

    Io é da 8 anni che non guardo la tv e mi da fastidio anche averla in sottofondo.
    Cmq quel sito é impressionante, e poi dicono che siamo razzisti.
    Altro che privacy, ci vorrebbe un sistema che registra parole e movimenti di tutti, il tutto analizzato da una mente artificiale che quando rileva qualcosa ti manda robocop a prenderti a sprangate.

  19. patty ha detto:

    Daniele oramai da anni non guardo più tv. Hanno perso la cliente.
    Divulgo il mio gesto ovunque vado e tutti asseriscono che la tv é una porcheria vera e propria fatta solo ci stupide e insulse curiosità  dei vips che a noi non frega un bel niente

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.