Mediaset querela Youtube

La Rete sarà  pur limitata ma rode già  da un pezzo ai media di regime, che non sanno più come contrastare l’emorragia di lettori e telespettatori, che anziché guardare la televisione vanno su Internet.
Rcs, Rai e Mediaset ne perdono ogni giorno. Internet avanza e ospita nella sua immensa “Rete” la diaspora fuori controllo di utenti televidioti. Il regime editoriale e politico italiano – che sono la stessa persona – le tenta tutte per fermare la libertà . Mediaset sta facendo causa al sito Youtube chiedendo 495 milioni di euro di risarcimento per la diffusione “illecita” di spezzoni delle sue trasmissioni. Poco importa se il Biscione ha trasmesso decine di programmi e telefilm pagati in nero dalle società  estere del suo padrone. Il padrone, che é anche presidente del consiglio, per scampare alle multe e alle condanne per aver evaso il fisco del paese che governa, si é appena fatto un Lodo su misura. Il processo Mills appena annullato sull’orlo di una sicura condanna a 6 anni di galera per Berlusconi, era un ramo dei processi sui diritti televisivi. Ma lui é un diverso. Amoreggia col comunista Gavino Angius e mal sopporta il liberalismo di Internet, non previsto dal piano di rinascita della Loggia P2. Il fuoriprogramma “Youtube” sta costando milioni di investimenti ma soprattutto costa in immagine e in consensi al suo regime cattocomunista che, come neve al sole, si scioglie lasciando trasparire una forma di democrazia diretta e partecipata.

Le motivazioni della causa di Mediaset a Youtube fanno a dir poco ridere: i legali del diverso hanno contato 4.643 video tratti da Mediaset caricati su Youtube, per un totale di 325 ore di trasmissione. Secondo i loro folli calcoli significa aver sottratto 316 mila giornate di telespettatori alla loro pornografia non stop. Mentre Mediaset pretende “diritti” acquisiti illegalmente per conto del suo capo che ha rovesciato la Costituzione, i Ghidini di turno vogliono far credere che il popolo internettiano si rivolge alla Rete apposta per vedere gli spezzoni dei loro house organ. Ecco che quindi non si accontentano di 495 milioni di euro, ma pretendono vengano aggiunte le perdite subite per la mancata vendita di spazi pubblicitari sui programmi illecitamente diffusi in Rete.
Siccome gli introiti pubblicitari sono in caduta libera (bastano ormai meno di 495 euro per trasmettere una televendita al mattino su Rete4) Mediaset li vuole spillare a Youtube nell’intento di farlo chiudere, possibilmente con tutta la Rete. Mediaset vorrebbe che gli italiani dimenticassero che stanno pagando 350 mila euro al giorno di multa per l’abusivismo di Rete4. Giacché gramparte di quei video riguardano proprio Emilio Fido, sarebbe opportuno diminuire drasticamente tutte quelle esose richieste economiche al sito.
Propongo a Youtube di chiedere analogo risarcimento a Mediaset per tutti gli spezzoni di video tratti dal sito che “Striscia la notizia” e altri programmi hanno mandato in onda negli ultimi mesi.

Chissà  che i legali di Mediaset capiranno che i telespettatori non sono roba loro! Abituati a plasmare le teste tonte, mercificate e inibite alla propria capacità  critica, i seguaci del mafionano non sopportano la concorrenza che schiaccia i loro castelli di carte. Suona male proprio a lui: il padrone più “liberale” che sia mai esistito, nonché corruttore e corrotto impunito presidente del consiglio.
La barca Mediaset comincia a fare acqua. Le pezze dei suoi personaggi che fanno disinformazione vengono messe quotidianamente a nudo proprio da Youtube. Mediaset non gradisce la dissacrante fantasia dei cybernauti liberi, capaci di smascherare le bugie e le contraddizioni che tengono sedata l’Italia in agonia.
Nell’ambiente televisivo si mormora che in Lombardia e Veneto il digitale terrestre sarà  anticipato a fine 2010. Ma non c’é storia.
La libertà  ha un prezzo? Youtube se tanto vali tieni duro!

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

73 Commenti a “Mediaset querela Youtube”

  1. antonio linardi ha detto:

    IL berluska si é sentito”tradito”da Napolitano perché(attraverso tv e stampa)ha taciuto e distratto GLI ITALIANI dal TRATTATO DI LISBONA,attraverso il quale le lobbies diverranno padroni dell’EUROPA.Vedi KENNEDY e le società  segrete!In cambio del”TRADIMENTO”FATTO NEI CONFRONTI DEGLI ITALIANI,il berluska ha chiesto alle lobbies il”LASCIA FARE IN ITALIA”Si evidenzia che tutti i politici si”tradiscono fra loro”ma tutti insieme”TRADISCONO IL POPOLO”.CIò PERCHé SONO”CAMERIERI” DELLE LOBBIES!CERCATE I POLITICI CHE HANNO COMBATTUTO IL TRATTATO DI LISBONA,quelli sono con il POPOLO!MI PARE CHE DI PIETRO,SONIA ALFANO, DE MAGISTRIS E FRANCESCHINI SIANO CONTRO IL TRATTATO DI LISBONA!MA anche costoro sono stati”distratti”dalla mafia e da berluska e non hanno potuto dedicarsi come avrebbero dovuto?Fatto sta che il TRATTATO DI LISBONA candida al comando dell’EUROPA tony blair(citato all’ICC per GENOCIDIO E CRIMINI DI GUERRA FIN DAL 2003,INSIEME a bush.Tutto ciò fa presagire che il MONDO INTERO DIVERRA’ un “INFERNO”.Costoro infatti sono comandati dalle lobbies che si arricchiscono con l’ODIO E LA GUERRA!

  2. Marco M. ha detto:

    Si, il Mafionano si stà  cagando sotto!!! Forza Youtube!!!
    Cosa ne pensate? chi vincerà ? Testa d’Asfalto può sempre modificare le leggi a suo favore anche se le cause per cui chiede il risarcimento sono ridicole.
    La cosa mi preoccupa, cosa ne pensate?

  3. Esiliato ha detto:

    Per quel genialoide di Don Milani… la Mediaset sta facendo ne` piu` ne` meno come quello che denuncia la Telecom perche` ha ricevuto minacce telefoniche. Se proprio voleva, mr. B avrebbe potuto denunciare i singoli utenti a togliere i video incriminati (che si`, sono di proprieta` intellettuale sua, non ci sono santi…) MAAA, invece, attacca direttamente YOUTUBE, perche` fa questo? E` ovvio che sa che non li prendera` mai quei soldi, ne` riuscira` a far chiudere il sito (figuriamoci!). Credo che sia piu` plausibile pensare che stia istruendo le masse: Internet e` cattivo, ci sono i delinquenti, statene lontani. Tutte le sciacquabicchieri e le casalinghe di Voghera la penseranno cosi`… eeeh, vi rubate i video, eeeeh siete dei terroristi, ma, soprattutto: EEEEH. Leggete il vocabolario prima di parlare. E anche stavolta avete fatto la vostra figuretta

  4. […] disperata dalle perdite in borsa, per rimanere a galla chiede i soldi a Youtube. Schifani chiede i soldi a Travaglio da vero vigliacco che mentre su di lui non si può più […]

  5. […] nulli. Secondo il principale esponente del partito avverso(?) al Pdl “la causa intentata da Mediaset contro Youtube rappresenta il vecchio contro il nuovo […] Pian piano, di post in post, di questi “spiazzi” […]

  6. freeman ha detto:

    sono d’accordo con patty e anche su questo blog la democrazia non é certo il massimo, purtroppo. e il trattato di lisbona non c’entra nulla con la democrazia. ne ha parlato pure beppe grillo sul suo blog.

  7. ingefra ha detto:

    Potete dire a quel sito da cui erano tratte le immagini di ieri del nubifragio abbattutosi nella notte a Milano che le loro immagini, per appunto, sono state mandate in diretta dal tg5 e quindi devono farsi pagare!!!!.

  8. Matteo Masotti ha detto:

    Ciao Daniele, oggi, in Israele, il premier Olmert si é dimesso per un’indage da parte dei giudici su possibili finanziamenti illeciti….iniziamo a sottolineare, con paragoni tanto cari ai delinquenti che ci governano, che l’anomalia italiana é sempre più evidente e solitaria.

  9. comelachesta? ha detto:

    Mediaset denuncia chi trasmette i suoi prodotti senza autorizzazione…
    Non ho mica capito né?
    Esistono leggi sulla tutela dei diritti d’autore, esiste il copyright, esistono leggi per tutelare marchi, loghi, simboli e quant’altro…
    Che c’entra Mediaset?
    Se voi pubblicate un libro o incidete un CD con la vostra canzone dopo aver versato fior di euro per tutelare i vostri diritti d’autore, oppure fate un DVD col vostro film lungo o corto che sia…e tutto ad un tratto vi ritrovate in giro la copia contraffatta del vostro CD musicale o del libro che vi é costato l’ira di Dio alla pubblicazione, oppure vedete il vostro bel film pubblicato su you-tube che tutti possono vedere gratis cosa fareste?
    Quando rientrate con i costi che avete sostenuto? Chi vi paga i diritti d’autore se tutti vedono la vostra opera e nessuno vi paga il dovuto?

    Mediaset non sta facendo nulla di illegale, se mai é chi pubblica i suoi prodotti senza autorizzazione a trovarsi fuori regola….

  10. Mauro ha detto:

    @ Patty

    Io invece mi ritrovo appieno nelle parole di Leoluca Orlando. Credo che gli argomenti usati e le parole, nonché il tono, fossero i migliori possibili. Guardiamoci in faccia: vogliamo essere come la Lega, un partito territoriale neofascista? Io credo di no. Orlando ha solamente fatto notare che il Trattato di Lisbona non é il migliore possibile e che può essere migliorato, ma non deve essere bocciato in toto.

    Inoltre ha giustamente fatto il paragone con gli U.S.A., affermando che l’unione non deve essere solo a parole o fra i governi degli stati membri, ma tra i popoli. Se la strada che l’Europa intraprenderà  sarà  questa, allora ben venga. Altrimenti ne riparleremo, come credo che farà  anche l’IDV.

    Non ripudiamo l’Europa, e non stiamo sempre a condannare la BCE: se non fossimo in Europa staremmo mille volte peggio.

  11. patty ha detto:

    http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/esteri/irlanda-referendum/ratifica-trattato/ratifica-trattato.html

    Caro Daniele, oggi é stato ratificato il trattato di Lisbona in parlamento di cui anche Antonio di Pietro Ha aderito. Solo la Lega si é astenuta.
    Questo proprio da Antonio Di Pietro proprio non me lo aspettato visto che sembra fare l’unica opposizione.

    Ho provato a postare un commento dissidente dalla sua decisione ma non é stato accettato.
    Alla faccia della democrazia e di cui lui tanto sembra difenderla…

    Mi sa tanto che é solo una presa per i fondelli quello che sta facendo. Basta che prende lo stipendio e la sedia la tiene sempre assicurata…

  12. goliardamente.... ha detto:

    Andate a leggere il post di Pino Corrias su voglioscendere
    é fantapolitica futurista l’esempio é estremo inquietante ma possibile

  13. F. Masciuillo ha detto:

    Berlusconi sta diventando un problema internazionale.
    Dobbiamo fermarlo prima che tutto quello che vedono i nostri occhi sia coperto da copyright tranne il cesso e la faccia di sua emittenza.

  14. paolo papillo ha detto:

    ATTENZIONE ATTENZIONE.
    ANCORA UNA VOLTA VADO IN DIRETTA E COME AL SOLITO QUESTI SERVI GIORNALISTI NEGANO L’EVIDENZA.
    SERVI E VIGLIACCHI.ANDATE A SENTIRMI…
    http://www.radio24.ilsole24ore.com/archivio-mp3.php#

    Per sentire il mio intervento scaricate l’mp3 di mercoledì 30 c.m
    Dalle 19 alle 20,il mio intervento avviene a 40.35 min dall’inizio del mp3 intervengo con il nome di Paolo da Pisa.

    Ancora una volta vado in diretta a “la zanzara” , Radio 24,parlo di incidenti sul lavoro,della morte di quel ragazzo di solo 18 anni avvenuta a gardaland.ed il bravo giornalista che fa?mi chiude la comunicazione…
    I morti sul lavoro disturbano…non interessano i media,per loro sarebbe stato meglio che quel ragazzo fosse stato ucciso da qualche straniero ubriaco al volante avrebbero potuto farci lunghissimi servizi in tutti i tg per giorni e giorni,sarebbe stato sciacallaggio ma avremmo saputo chi era la vittima e la sua famiglia.invece di questo tragico evento non sapremo piu nulla,non interessa…anzi disturba l’imprenditoria e le vacanze dei ben pensanti.che paese di merda siamo diventati…..
    Ps.coordiniamoci e moltiplichiamo queste iniziative,se diventassimo migliaia non potrebbero ignorarci più.
    maxx113a@yahoo.it
    3487359240

  15. giugiu ha detto:

    non ce l’ho fatta: dopo un minuto e 37” ho interrotto il video con il lustrascarpe fede e lo zerbino berselli. era uno spettacolo veramente nauseante e oltrettutto fuorviante. chi lo dice che il lodo é stato approvato anche dalla maggioranza degli italiani? ma hanno chiesto la loro opinione? io non sento altro che gente, a prescindere dagli schieramenti, sbigottita da tale decreto. spero solo che dopo lo sbigottimento arrivi anche la protesta, magari in piazza. spero che saremo milioni.

  16. nicosan ha detto:

    Ragazzi,ammettiamolo,la tv é UNA FORMA DI DROGA.Dà  assuefazione fa mooooolto più MALE che BENE…sono 8 mesi circa che mi sono SBARAZZATO di questa lurida scatola infernale…VI GIURO CHE ORA STO MOOOOLTO MEGLIO.Le pubblicità  poi….sono PIENE ZEPPE DI MESSAGGI SUBLIMINALI anche SATANICI.BUTTATE VIA LA TV,NON GUARDATELA NEPPURE AL BAR,NON COMPRATE MAI LE MERCI PUBBLICIZZATE!!!!Ha ragione roberto g. parliamo di NUOVO ORDINE MONDIALE….tutto il resto,ve lo garantisco,E’ un TEATRINO per DISTOGLIERCI dai VERI problemi.Per quanto riguarda youtube é già  CONTROLLATO pure quello…i video SCOMODI spesso li fanno SPARIRE…http://it.youtube.com/watch?v=Ry7g4b21NLU VERGOGNATI BEPPE sei FALSO come GIUDA

  17. Mauro ha detto:

    @ Pluto
    A me, sinceramente, che tu non ti interessi di me e smetti di perdere il tuo prezioso tempo, non me ne frega un bel niente. Ti riempi la bocca (anzi, le dita) di parolone ma alla fine non dici nulla. O meglio, vieni al discorso mio. Tu dici che in rete vigono le stesse regole della carta stampata, ma sai di dire una scemenza perché anzitutto per scrivere su un giornale bisogna essere iscritti all’albo e quindi far parte di una “casta” che esclude poche anime veramente libere (vedi Travaglio, che infatti lavora pochissimo sui quotidiani). A quanto mi risulta io per scrivere in rete non devo essere iscritto ad alcunché. Vedo il mondo, lo giudico, poi apro un blog e scrivo. Fine.

    Secondo poi, io ho già  visto quel video e conosco quella storia, quindi, per favore, risparmiami il tono da professorino saccente. Quella storia conferma ulteriormente la mia tesi, anzi, come si dice, é l’eccezione che conferma la regola. E’ ovvio che si tenti in tutti i modi di arginare un fenomeno sregolato e veramente democratico come internet, e che qualche politico o personalità  in odore di malaffare tenti di non far venire la verità  a galla, ma alla fine, in internet, essa vincerà  sempre. Per uno che viene imbrigliato ne sorgono altri mille, altri milioni, e non si possono fermare. Oltretutto, se quel ragazzo, come spero, non ha calunniato ma si é basato sui fatti, la giustizia non potrà  fare altro che dargli ragione. Gli stessi Travaglio, Gambino e altri grandi giornalisti che hanno osato contrastare i poteri forti sono stati assolti dopo essere stati querelati e accusati di non si sa bene quale reati di “lesa maestà “. E non vedo dov’é il problema degli avvocati: esistono quelli d’ufficio, se non lo sai.

    Il discorso quindi é questo: la rete, come dice Di Pietro, garantisce la democrazia, perché permette a tutti di esprimersi. Se poi qualche politico tenta di far chiudere qualche blog o sito e ci riesce, starà  al gestore del sito rifarsi in tribunale. Entrambi dovranno attraversare un giusto processo come in ogni paese democratico. Quel ragazzo ha calunniato sulla base di nessun fatto? Bene, é giusto che il blog gli venga chiuso o che risarcisca i danni. Non ha calunniato? Allora é giusto che continui a lavorare. La giustizia farà  il suo corso, oppure pensi davvero che viviamo in Cina?

  18. caterina ha detto:

    E’ vero che a Telecinco (sempre il diversamente capelluto) é andata bene, ma qui
    http://newsinfo.inquirer.net/breakingnews/infotech/view/20080724-150363/Spains-Telecinco-wins-lawsuit-against-YouTube
    dice che era una cosa un po’ diversa:
    “YouTube was hurting Telecinco by airing episodes of its television shows before the channel broadcast them in Spain.”
    Anche qui
    http://politicaesocieta.blogosfere.it/2008/07/berlusconi-contro-youtube-la-vendetta-chiudono-studio-aperto-e-striscia-la-notizia.html
    ci sono spunti interessanti.

  19. Pluto ha detto:

    @ mauro
    senti, evitami rotture di gonadi inutili… almeno su questo blog di certa gente che dice di essere stata fraintesa farei volentieri a meno…

    Tu hai scritto, fra l’altro insultando gratuitamente:
    ‘Secondo poi, ti rendi conto delle cazzate che dici o no? Censurare? Censurare la rete? Ah ah ah. Credi forse che stiamo in Cina? Oppure pensi che le rete risponda alle stesse regole della tv e della carta stampata? La rete é libera, deficiente, e tutti scrivono ciò che vogliono senza dover temere nulla.’

    Bene, tutto quello che hai scritto nel messaggio riparatore non vale una cicca. Nel messaggio iniziale quello hai scritto e quello ho commentato, fine.
    Forse invece di non sapere leggere la lingua italiana io, sei tu che non sai scriverla o che non sai cosa stai scrivendo. Ripeto che ritengo che tu non sappia di cosa stai parlando e che faresti meglio ad aprire gli occhietti: x la rete valgono le stesse regole che valgono per la tv o la carta stampata, semmai é pure peggio perché c’é grande discrezionalità  e confusione giurisprudenziale e il blogger che dice VERITA’ scomode può essere rintracciato e denunciato x essere zittito, il suo blog può essere censurato/oscurato preventivamente e dietro questo blogger non c’é un editore che paga l’avvocato come avviene x i giornalisti di una testata giornalistica… non so se riesci a capire… semmai prova a leggere questa testimonianza:
    http://www.pieroricca.org/2008/06/07/sequestro-preventivo/
    prova pure a digitare il nome del blogger su youtube per sentire dalla sua viva voce ciò che é successo, poi ne riparliamo…
    Vabé dai ho perso fin troppo tempo con te, continua pure con la tua teoria, poi quando verrà  a bussare la polizia postale a casa tua dimmi come é andata.

  20. Maxx ha detto:

    Impossibile fermare la rete… possono fare causa quanto vogliono, ci sara’ sempre qualche altro sito che riproporra’ i video che vogliono a tutti i costi censurare (mi domando poi a che scopo, dato che sono semplicemente trasmissioni gia andate in onda sulle loro dannate emittenti).
    Abbiamo visto la storia del p2p che tanto doveva scomparire dalla faccia della terra, invece e piu’ vivo che mai !
    Spero che Youtube riesca a farsi valere, anche se ho brutte sensazioni in proposito.
    Queste accuse da parte di Psiconanoset sono insensate quanto ridicole. E poi come mai solo ora vengono fuori con questa farsa guarda caso proprio mentre Telecinco ha appena fatto anch’essa causa (per altro sembra vinta) contro Youtube ?
    Coincidenze alquanto strane…
    Stendo un velo pietoso su questa ennesima vergogna a cui dobbiamo assistere. W Youtube, W la rete, W l’informazione libera !!

  21. anonimo ha detto:

    Patty,mi unisco alla tua lettera, purtroppo però i figli di craxi ci sono ancora che inquinano e vivono con i nostri soldi rubati dal loro padre mafioso come vivranno le famiglie dei delinquenti che sono tutt’ora in parlamento, e questa é una cosa che non digerisco.

  22. patty ha detto:

    ciao daniele…vorrei che questa lettera la leggessero i gestori di mediaset…

    vi voglio comunicare che le vs. tv commerciali hanno fatto sempre schifo da quando sono state immesse sul mercato. non mi sono mai adeguata al vs. modo di fare tv spazzatura e a motivo non le guardo pur essendo gratuite.

    in particolare poi… un certo elemento stomachevole che dirige il tg4 dovrebbe stare alla “casa dei vecchi” invece di spaventare le persone con le sue idiozie ed evidenti leccatine al suo padrone.
    é molto diseducativo e infruttuoso a livello culturale oltre che una offesa alle persone con una certa cultura elevata.

    da quando ho internet non guardo neanche le 3 reti che da anni si sono adeguati al regime.

    per me potete impiccarvi tutti e fare la fame dato che non acquisto mai anche i prodotti da voi pubblicizzati a dispetto del vs modo di fare…

    l’unica fonte attendibile rimangono giornalisti del calibro di DANIELE MARTINELLI E PIERO RICCA ed altri che si possono contare sulla punta delle dita.

    Sé capì…

    Vai Daniele e continua sempre così perché arriverà  un giorno
    che la storia dovrà  finire come lo é finito craxi e i suoi figli.nessuno più li calcola anche se mangiano ancora pane a tradimento…

  23. Michele Atlani ha detto:

    Spero che Youtube divarichi completamente le chiappe di merdaset (o mafiaset che dir si voglia) e la violenti.
    Fosse per le merde di merdaset,la gente dovrebbe stare notte e giorno a rincoglionirsi guardando le loro squallide porcate per sorbire tonnellate della loro merdosissima pubblicità .

    Invece schiattate,feccia maleodorante di merdaset!!!

  24. Mauro ha detto:

    @ Pluto

    Eccone un altro. Ma quanti ce ne sono che non sanno leggere la lingua ITALIANA? Ho forse detto che in Internet non esistono regole? Ho forse detto che in rete puoi DELINQUERE? Che puoi fregartene delle leggi e della Costituzione? No. Ho solo detto che la rete é LIBERA, ossia che puoi ESPRIMERE ogni tuo pensiero senza avere paura di un qualche editore o direttore di rete. Ovvio che però devi farlo entro certe disposizioni (che poi non sono altro che quelle che regolano la nostra vita di tutti i giorni).

    Forse sei tu che non sai di cosa parli. La Polizia Postale opera laddove si verificano CRIMINI contro la legge: pedofilia, ruberie, calunnie non basate su fatti e quant’altro. Ma non colpisce liberi cittadini che si esprimono liberamente (come invece accade sovente in tv e sui giornali).

  25. LUCA ha detto:

    @ paolo papillo
    sei il più figo di tutti!!

  26. Pluto ha detto:

    hahaha dirà  youtube leggendo questa causa. a parte che con tutte le leggi per i furbetti x non finire in galera scritte dal nano mafioso e dalla sua gang pure youtube potrà  metterlo in saccoccia a mediaset, ma oltre a questo youtube potrebbe intentare la stessa causa contro mediaset in quanto i suoi pseudotelegiornali di rimbambimento di massa quotidianamente per non dare le notizie tragiche di questo paese allo sbando creano servizi ad hoc sui video di youtube!!! servizi allucinanti per il telespettatore con un briciolo di cervello. quindi che non rompano troppo il cazzo, non siamo in cina e internet non la oscureranno o sarà  rivolta.
    ultima nota x mauro… mi sa che sei tu che non hai capito niente di internet… cerca di informarti e magari scoprirai che esiste una certa polizia postale poi ci dirai cosa fa…

  27. Leonardo Facco ha detto:

    Eccoti il mio punto di vista: http://uk.youtube.com/watch?v=qBVMfHzYsuk
    Difendiamo la rete a denti stretti e con le unghie!

  28. Mauro ha detto:

    @ Danilo Vinciguerra

    Yawn. Sei noioso. Come quelle vecchiette ormai rimbambite che ripetono sempre le stesse cose. Insomma, ma si può sapere che cosa vuoi? Che ragazzi scendano in piazza di punto in bianco e diano fuoco alle istituzioni? Che tirino le monetine come durante Mani Pulite? Se ci sarà  bisogno lo faremo, ma tutto va per gradi. C’é una bella differenza fra l’essere celebralmente passivi come chi guarda solo le tv e vota Berlusconi perché “E’ ricco e quindi non ruba” o perché “Ha tolto l’ICI”, e chi tutti i giorni legge e s’informa. Una grandissima differenza. Quindi non ti permetto di dire certe cose e di passarla liscia. Non vorrei farmi trascinare da uno come te in una discussione speciosa, ma ci sono costretto.

    Detto questo, due cose: primo stai generalizzando senza sapere un bel niente, dipingendoci tutti nella stessa cornice. Io non so neanche come si faccia a caricare un video su youtube, eppure non guardo la tv per informarmi. Leggo, conosci questo verbo? Questo dimostra quanto sei cieco e quanto credi di vedere cose che non esistono. Secondo poi, ti rendi conto delle cazzate che dici o no? Censurare? Censurare la rete? Ah ah ah. Credi forse che stiamo in Cina? Oppure pensi che le rete risponda alle stesse regole della tv e della carta stampata? La rete é libera, deficiente, e tutti scrivono ciò che vogliono senza dover temere nulla.

    E adesso vatti a fare una bella pippa sulla faccia di Berlusconi.

  29. valter ha detto:

    articolo stupendo. GRANDE MARCO, dai che con la rete gli abbiamo dato una mazzata che non si alzano più

  30. freeman ha detto:

    e i video migliori di youtube non vengono certo da merdaset… viva youtube e vaffanculo a mafiaset!

  31. watchdogs ha detto:

    io non guardo merdaset, é tv schifezza

    rete 4 é illegale, non youtube

  32. freeman ha detto:

    i lobotomizzati sono quelli che difendono la casta marcia. il nulla é nelle loro teste.

  33. trax ha detto:

    il nanetto psicotico ne sta facendo troppe .. youtube reagisca sputtanandolo a livello globale sarà  come sparare sulla crocerossa, in Italia internet ha ancora poca penetrazione ma fuori di qui se youtube bombardasse con documentari sulla vita del nano anche le tv e stampa Europee comincerebbero a dare rilevanza al fatto che l’Italia é diventata un Regime, chissà  che qualcuno in parlamento Europeo si decida a dare rilevanza a questo problema . . .

  34. umberto d'errico ha detto:

    BOBBIAMO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE DI FARLO NOI UN GAVETTONE DI MERDA, INVECE DI TIRARE LE MONETINE O LE UOVA.

  35. paolo papillo ha detto:

    ATTENZIONE ATTENZIONE.
    ANCORA UNA VOLTA VADO IN DIRETTA E COME AL SOLITO QUESTI SERVI GIORNALISTI NEGANO L’EVIDENZA.
    SERVI E VIGLIACCHI.ANDATE A SENTIRMI…
    http://www.radio24.ilsole24ore.com/archivio-mp3.php#

    Per sentire il mio intervento scaricate l’mp3 di mercoledì 30 c.m
    Dalle 19 alle 20,il mio intervento avviene a 40.35 min dall’inizio del mp3 intervengo con il nome di Paolo da Pisa.

    Ancora una volta vado in diretta a “la zanzara” , Radio 24,parlo di incidenti sul lavoro,della morte di quel ragazzo di solo 18 anni avvenuta a gardaland.ed il bravo giornalista che fa?mi chiude la comunicazione…
    I morti sul lavoro disturbano…non interessano i media,sarebbe stato meglio che quel ragazzo fosse stato ucciso da qualche straniero ubriaco volante,avremmo saputo chi era lui e la sua famiglia.invece di questo tragico evento non sapremo piu nulla,non interessa…anzi disturba l’imprenditoria e le vacanze dei ben pensanti.che paese di merda siamo diventati…..

  36. Danilo Vinciguerra ha detto:

    producete contenuti VOI anxiché copiare e incollare comme scimpanzé contenuti prodotti da altri
    ma vi rendete conto che siete il nulla che parla di niente?

    nessuno vi censura, siete innocui, non avete le aplle di compiere un solo gesto di libertà  e coraggioù

    sapete solo mettere un video su youtube, magari prodotto da rai e mediaset, e pensate che quella sia libertà  di espressione

    quanto siete lobotomizzati, quasi come gli elettori del nano, per i quali ho più simpatia perché non pretendono di fare i dissidenti

  37. Mauro ha detto:

    @ Danilo Vinciguerra
    Non sapevo che questo blog si fosse trasformato in un laboratorio di scrittura, con tanto di lezioni sulla grammatica e sulla sintassi. Pensavo, invece, fosse un luogo dove commentare gli interventi del suo proprietario, ossia Daniele Martinelli. Peccato ci siano persone come te che non la pensano così, ma non fa niente, il mondo é bello perché é vario.

    Premesso questo, vorrei dirti alcune cose:
    1) Tutti hanno il diritto di scrivere, anche se non fanno parte della Crusca. Se anche si commettono alcuni errori di ortografia questo non significa niente, lo stesso Leopardi metteva vicine 3 preposizioni, cosa assurda nella lingua italiana, eppure lì si chiamava “licenza poetica”. Non é importante sbagliare un verbo, ma dire ciò che si pensa. Giudica il contenuto non il contenitore.
    2) Il tuo dubitare circa il processo Mills é legittimo, ma si da il caso che a delle critiche solitamente debbano far seguito delle spiegazioni. Tu come pensi che stiano le cose sull’argomento? Illuminaci.
    3) Dire in faccia le cose ai politici? Ah ah ah. Ma sai cosa significa o parli al vento? Se riesci anche solo ad arrivare a 2 chilometri da Berlusconi o da Veltroni sei fortunato. Ma di quale faccia a faccia parli? Ma se Berlusconi neanche il confronto con Prodi voleva fare. Mah…
    4) Da ultimo, vorrei rispondere alla tua affermazione circa la nostra attività  onanistica. Beh, ammetto che ogni tanto le seghe me le faccio, come penso anche te. Il discorso però qui é un altro. Tu pensi che a noi piaccia solo stare qui davanti a scrivere e vomitare accuse, mentre poi nella vita “reale” siamo menefreghisti, ipocriti, parolai. Beh ti faccio notare che non é così. Io, ovviamente parlo per me, ma penso che valga lo stesso per gli altri, andrò a organizzare il referendum proposto da Di Pietro. Non solo, partecipo spesso a dibattiti universitari, manifesto quando ne ho l’occasione, mi INFORMO. In una parola, sono un cittadino. Tu invece cosa sei? Dal momento che affermi che tutti quelli che commentano qui sono dei pavidi segaioli, ti faccio notare che lo sei diventato anche tu nel momento in cui hai scritto su questo blog.

    Ah, un’ultima cosa: spero di non aver fatto nessun errore di grammatica o di sintassi, signor Serianni (se non sai chi é informati).

  38. Alessio ha detto:

    E’ una vergogna. Tra l’altro, tutti quelli che hanno caricato i video di mediaset rischiano pure la cancellazione del proprio accaunt con tutti i propri video…

  39. giuseppe f ha detto:

    Bravo Daniele ancora una volta centro…
    il principio é lo stesso che per schifani….
    lui ti fa causa ma tu non puoi…
    il merdonano fa causa a youtube….ma sicuramente, almeno in questo caso, youtube avrà  la forza di controbattere…e speriamo che mandi nanoset in mutande!

  40. Andrea P. ha detto:

    E’ “normale” che attacchino you tube e che i loro sostenitori li approvino. Daltronde, come più volte é stato ripetuto, la rete, ed in particolare la visone di video che in maniera indelebile testimoniano dichiarazioni che se non riproposti passerebbero inosservati, permette di dare “scacco matto” agli individui non coerenti o privi di virtu.

    Prendete per esempio il video del mafionano che elogia il Mangano reticente a parlare con i giudici, o il Bossi che prima d’ essere comprato dal piduista più apprezzato da Gelli, raccontava in maniera limpida e chiara chi fosse la dentiera con le scarpe col tacco, o il Gianfranco che prima che gli regalassero la presidenza della camera, aveva iniziato a sputare sulle leggi a personam.

    Io ogni tanto riguardo questi video e mentre sorrido (le prime volte ridevo), mi domando come cazzo fanno la maggioranza degli Italiani a sperare che questo (ed altri) personaggio possa migliorare il nostro paese.

  41. Cerbero ha detto:

    ma chi se ne frega dell’immondizia di mediaset?!?! che se la prenda in quel posto e chiuda, già  paghiamo migliaia di euro al giorno per colpa loro. se qualcuno mi tocca la rete vado a fare il partigiano, lo giuro sulla mia anima. maiali di merda, e merda tutto quello che passa per la tv. cercate la verità  in rete, portate i soldi via dalle banche, e se non gli date valore anche meglio, torniamo alle campagne e comunichiamo in rete. bruciate la tv, non serve a niente. SVEGLIATEVIIIIIIIIIII!!!!!!! GUARDATE ZEITGEIST in rete, cercatelo suyoutube prima che lo facciano chiudere. poi sarete arrabbiati quanto me, e fate una cosa saggia al posto della solita catena, ditelo a tutti e ditelo di dirlo, la verità  ci renderà  liberi!

  42. caterina ha detto:

    Bell’articolo, Daniele.
    Era chiaro, che mirassero alla rete: l’obiettivo é la libertà  che c’é in Cina.
    Conviene sfruttarli, i nostri spazi virtuali, finché ce li abbiamo, perché poi organizzare la rivoluzione coi piccioni viaggiatori potrebbe risultare più difficoltoso…

  43. […] non ha  i limiti di tempo dei giornali che sono distribuiti una volta al giorno e non ha limiti di spazio, perche’ le notizie in rete non sono costrette dallo spazio cartaceo dei giornali. La rete […]

  44. Roberto G. ha detto:

    Roma, 30 lug (Velino) – Domani alle 11.30 su Rai2 verrà  trasmessa la diretta dalla Camera dei deputati delle dichiarazioni di voto finale del disegno di legge di Ratifica del Trattato di Lisbona. Lo rende noto un comunicato dell’ufficio stampa della Camera.

    Già  la settimana scorsa il Senato aveva ratificato il trattato, che modifica le regole di funzionamento dell’Unione europea. I voti favorevoli erano stati 286, nessuno ha votato no e nessuno si é astenuto. Un plebiscito mai visto prima.

    Come previsto se ne sono sbattuti del no irlandese. Ratificano un trattato all’unanimità  che trasformerà  in maniera sostanziale l’equilibrio di poteri delle nazioni (e i nostri diritti democratici), senza un dibattito, senza informare senza chiedere un parere ai cittadini.

    Tutti i partiti NESSUNO ESCLUSO si sono resi complici di questa manovra.

    La via verso il Nuovo Ordine Mondiale é sempre più in discesa.

  45. Candidus ha detto:

    Daniele,
    ottimo articolo, complimenti.
    Prendo spunto per aggiungere che la battaglia si gioca proprio sulla visibilità , e di conseguenza sulla pubblicità , che é il vero cuore di mediaset: se gli togli quella sono morti.
    Pensate solo cosa vorrebbe dire in termini di soldi persi per mediaset un blackout dei ripetitori sparsi sul territorio nazionale.
    Se si vuole vedere il nano mafioso piduista ko disteso per terra stecchito (proprio oggi ho letto l’archiviazione della proc. di Caltanisetta su Berlusconi e Dell’Utri indagati per strage..Borsellino via D’Amelio…in pratica alfa e beta sono amici di riina) bisogna intervenire sulla pubblicità .
    E’ per quello che stanno prendendo di mira internet, stanno bloccando gli aggiornamenti e gli ampliamenti delle infrastrutture nazionali della rete, ci stanno tenendo nel terzo mondo apposta.
    AVANTI TUTTA
    RESISTERE!
    COMINCIAMO A PARLARE DEL REFERENDUM PER ABBATTERE LA VERGOGNA SCHIFO-ALFANA (mediaset e tutti i servi cercheranno di oscurarlo)

  46. franc gucc ha detto:

    Di solito ho da far cose più serie costruir su macerie o mantenermi vivo……..cantava tempo fa un vecchio giullare-poeta.
    Ma oggi non posso non dire la mia perché questa orda imbufalita che imperversa su tutti i blog mi strappa la parola dal cuore.
    Non vi vergognate di dettare leggi anche voi poveri piccoli pidocchi che vivete sulla pelle dei Potenti e racimolate le briciole che cadono dai loro deschi?
    Non é così che divverete simili a loro anche se ne ammirate la foggia sarete per sempre degli squallidi surrogati mal riusciti che una volta usati danno solo noia, sarete gettati nella indifferenziata perché non avete forma né sostanza.
    SED OMNIA PRAECLARA TAM DIFFICILIA QUAM RARA SUNT

  47. Mauro ha detto:

    Essere liberali significa rispettare le regole della libera concorrenza, ma Berlusconi e il suo partito della libertà  “sedicente” TUTTO sono tranne che liberisti. Berlusconi come sappiamo ha creato, grazie ad appoggi politici, un duopolio (che ormai somiglia tanto a un monopolio) televisivo, blindando così la tv privata e facendola tutta sua. A proposito, un certo Gelli propugnava una cosa del genere…

    Il recente attacco di Mediaset a Youtube é quanto di più ridicolo si possa leggere. Non ha senso. Le immagini che Youtube trasmette sono degli spezzoni, mai film o programmi interi, paragonabili alla percentuale di 10 o 20 percento delle fotocopie permesse per i libri. Per non contare poi, come già  detto, che Berlusconi é stato il primo a infrangere le regole (assenti, purtroppo) comprando illegalmente film e telefilm.

    Non si vogliono arrendere. Non vogliono capire che ormai il futuro dell’informazione é Internet, dove tutta l’informazione é orizzontale e “open source”. Le tv e i giornali cartacei stanno lentamente sparendo.

  48. CHICCA ha detto:

    Per dirla alla Carlo Lucarelli: paura????????????
    Cari iconoclasti saremo sempre di più e vi batteremo su quello che per anni é stato il vostro campo di battaglia:l’informazione
    ma questa volta si fa sul serio, l’informazione, quella vera non quella inquinata da poteri di lobby, non quella contraffatta per anestetizzare le masse passa da qui DALLA RETE e la rete decreterà  la vostra fine
    Se non ci ignorate vuol dire che ci temete ed ogni commento ad un post é un rigurcito di “orrore” verso la libertà  d’informazione
    Bravo Daniele se ti attaccano per COME scrivi e non per QUELLO che scrivi é segno che quel che dici fa paura continua così perché é la strada giusta per abbattere Golia

  49. rent ha detto:

    Faremo ancora di più…non acquisteremo i prodotti pubblicizzati da Mediaset…così vedremo se i Piduisti attaccheranno ancora la Rete !!

  50. michele lan ha detto:

    State tranquilli, mediaset non succhierà  mai una lira da youtube, il diritto non lo conoscono i legali di mediaset..

    I contenuti sono a responsabilità  degli utenti, mediaset deve fare causa ha ogni utente che pubblica il video e non a youtube..

    youtube é un sito 2.0.. non sono un esperto, ma questa dovrebbe essere l’interpretazione

  51. Romana ha detto:

    E’ veramente comico sentire parlare di “populisti” da qualcuno che ha reso il giornale televisivo che dirige un luogo populista per eccelenza, in cui la cronaca occupa un posto arcipreponderante e la pura informazione non si sa più che cosa sia.
    Si, viva la Rete che permette di spaziare, anche oltre le frontiere, per informarsi e cercare di capire

  52. Alessandro (Rm) ha detto:

    La rete sta modificando la nostra concezione di libertà  e la pluralità  dell’informazione. Figuriamoci che per questa ragione la Santanché difende Rete4 ed Emilio infido e giustifica la “tassa” di 350mila euro al giorno pagata da noi. Per la pluralità  di informazione ci vuole ben altro cara Signora.
    Se mediaset arriva a tanto contro youtube significa che qualcosa si muove. Non credo possano ottenere molto visto che Google non é sotto il loro tentacolare controllo e sotto la loro legge creativa. Mi auguro che la rete nel tempo ci preparerà  ad una democrazia il più diretta possibile.
    Daniele ti leggo quotidianamente sempre per informarmi con una alternativa.
    Buone vacanze e buon lavoro per chi rimane.
    Alessandro

  53. helena f. ha detto:

    Giù le mani dalla Rete! L’unico luogo dove tutti possono esprimere liberamente le propie idee pro o contro questo o quello. Questa é democrazia.
    L’unica vera democrazia visto che siamo in pieno regime con le tv e i giornali in mano al dittatore che governa questo Paese ormai allo sfascio. Visto che lui disfa e fa leggi a propio piacimento e interesse personale.
    Bell’articolo Daniele. Sei un grande.
    Ho un sogno… vorrei che tutti anche i “berlusconiani” si rendessero conto di quanto ingiusto sia il lodo-Alfano e che tutti firmassero per il referundum per l’abolizione di questa legge solo-salva-berlusconi.
    La legge é uguale per tutti. Questo deve essere un MUST a prescindere dalle “simpatie” politiche.
    Milioni di firme… un sogno… chissà …

  54. Tomas ha detto:

    Meno male che non c’é solo Youtube che permette di caricare i video….

  55. libero ha detto:

    nano dove hai preso i soldi per fare le televisioni? e craxi?
    nano fossimo in paese normale ti avrebbero già  confiscato tutto

  56. Rosario ha detto:

    Bell’ articolo! Quoto in pieno il contenuto. Sei molto bravo! Continua così!Saluti da un assiduo frequentatore del blog.PS: W LA RETE!!!!

  57. trarco mavaglio ha detto:

    il mio video su Riotta e il contrasto alla Rete e’ stato profetico? 🙂 cmq condivido in pieno le parole di Daniele

  58. -Francesco- ha detto:

    Per Don milani:
    apprezzi la libertà  di dire la sua che é quanto permette la rete con il suo potere di sfuggire al controllo delle armi di distruzione di massa che sono diventate le televisioni, veri strumenti di addomesticamento cerebrale delle masse.
    Lei qui é libero di dire la sua e quindi anche di essere giudicato come chiunque espone idee, video , caricature cetera ceteraque. Se il tutto si riducesse solo ad un passatempo come lei sostiene, don rodrigo non avrebbe sguinzagliato i suoi bravi per cercare di mettere il bavaglio a you tube ; evidentemente il tempo impiegato on line non é una sottrazione di risorse ad una buona lettura ma l’unico modo per comunicare liberamente tra quanti condividono interessi, non ultimi la critica ai potenti che é il sale di una vera democrazia.
    Che sia fatta con caricature o sberleffi é il popolo della rete a determinarne il gradimento e l’eventuale bocciatura.
    Si goda anche lei la libertà  di potere scrivere quel che desidera finché può, magari con qualche critica costruttiva sulla sostanza più che sulla forma.
    E’indelicato fare notare errorini grammaticali, oltre a dimostrare che sulla sostanza degli argomenti non ha e non può eccepire nulla.
    Se mi sbaglio lo dimostri. La rete serve anche a questo.
    Saluti a lei e a tutti.

  59. alessandro ha detto:

    correggo cms con CSM

  60. alessandro ha detto:

    C’é un errore di fondo nel video: il cms può dare opinioni in ambito di leggi come é previsto dal codice. Ora: il parlamentare é a conoscenza di questo? Se si allora va mandato via per falso altrimenti va mandato via per incompetenza

  61. alessandro ha detto:

    @ don milani
    gramparte può essere anche un errore dovuto al fatto che scrivendo con la tastiera le lettere n e m sono vicine. Non é ignoranza… E poi con tutte le cose che si vengono a scoprire non é molto logico concentrarsi sulla forma. La mia idea é che si voglia denigrare chi non la pensa come te tutto qua.

  62. LI GOTTI ha detto:

    questo don milani si attacca alla forma perché é servo dello psiconano e ha paura che la rete lo sconfigga per sempre. Ma niente fermerà  la rete e la fantasia di Martinelli che ogni giorno, sputando l’ anima, si inventa parole nuove per noi.
    Grazie Daniele i miei figli li vorrei mandare a scuola da te.
    Dove insegni? Alla normale di Pisa pure tu?
    E poi guarda che fare una televendita su retequattro fino a settembre é gratis.

    Questo sembra veramente il blog di una sedicenne mestruata…leggende metropolitane e cazzate copia-incollate da internet…

    Daniele invece che per scrivere, le mani usale per raccogliere i pomodori in puglia.

  63. Paolo I. ha detto:

    Don Milani!!!
    tornatene in oratorio a fare catechismo che é meglio.

  64. cararob ha detto:

    E secondo loro io ho gettato nel cassonetto il televisore per poi andare a vedere su Youtube le stesse cose di cui mi sono liberata ? Gettate la TV nel cassonetto !!

  65. don milani ha detto:

    gramparte????

    che significa? esiste in lingua italiana questa parola?

    e la bufala dei 500 euro a televednita dove l’ha letta signor nartinelli?

  66. don milani ha detto:

    ma é censura dire: non potete sfruttare le mie immagini?

    censura sarebbe togliere video scomodi, impedire a qualcuno di crearne di nuovi, non tutelare diritti acquisiti

    chi ha detto che la rete dev’essere uno spazio extraterritoriale?

    n on tutto ciò che la tecnologia permette é lecito, é difficile capirlo?

    inoltre, copiare filmati dalle tv per farne magari la caricatura (come fa ogni tanto il signor Nartinelli) non é libera informazione, ma un modo come un altro per passare il tempo

    non sarebbe più utile impiegare il tempo libero in buone letture?

    e non sarebbe meglio andarle a cantare in faccia ai potenti e ai loro servi le varie malefatte anziché oziare davanti a un pc gridando alla censura un giorno sì e l’altro no?

  67. Mr.Tambourine ha detto:

    E i soldi che dobbiamo per Rete4 abusiva?
    Quelli vanno bene, loro non devono risarcirci niente?
    Due pesi e due misure, come sempre… basta!
    http://ciclofrenia.wordpress.com

  68. CHICCA ha detto:

    OT ma non troppo .don milani ti ho risposto al post precedente
    scusate amici ma ora ci attaccano sulla grammatica italiana da tonino in poi ora siamo una massa di ignoranti, per questi VERI ignoranti che ignarano per prima cosa le regole elementari della democrazia, l’attacco non é sui contenuti ma sulla forma
    ricordate quel tale che parlava così bene il latino da poter cenare con cesare? ebbene don silvio che parla il latino maccheronico dei films del munnezza ha proseliti che vogliono fare la maestrina dalla penna rossa ai ns commenti….

  69. Cica ha detto:

    Sarà  il primo passo di censura verso la rete,ne seguiranno altri.
    E’ un film gia visto!

  70. Marc Sarzi ha detto:

    Si poi so per certo che mediaset usa video da youtube per certi suoi servizi, senza pagare una lira/euro a chi li ha pubblicati per primi

  71. anonimo ha detto:

    Ma poi vi rendete conto??! Come si fa a dire che quegli spezzoni sottragono telespettatori alle loro reti?? Lo farebbero se fossero video che vengono riproposti continuamente in televisione. Di solito quello che viene messo su youtube, sono cose vecchie o cmq che la televisione non mandera’ mai nuovamente in replica. Avete mai visto riproporre i TG di Emilio Fede?

    Saluti

  72. umberto d'errico ha detto:

    Qualcuno può avvisere sia pecorella che ghedini avvocati del viagra dipendente berlusconi,Quando dicono che non é mai stato condannato dicono una CAZZATA grande come una casa!: Di fatto quella sulla falsa testimonianza riguardo la P2 resta una condanna, anche se graziata da un amnistia precedente!

    nel caso dell’amnistia (quando cioé si condona solo la pena, ma la condanna resta)
    PASSA PAROLA!!!!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.