Niente girotondi con le facce di tolla


Niccolò Ghedini, parlamentare
e avvocato di Berlusconi

E’ stupefacente leggere ciò che scrive “Il Giornale” di oggi in prima pagina: Bufale in piazza contro Berlusconi. Occhiello: Siamo alla barbarie. Su quest’ultima frase il direttore lecchino del mafioso di Arcore Mario Giordano ha ragione.
Il problema é che mentre migliaia di italiani scendono in piazza in molte città  per protestare, il governo “Ghedini” si appresta a varare il Lodo Alfano per traghettare il capofascista al governo all’immunità  rispetto ai suoi simili difronte alla Legge.
Sono in viaggio per Roma per partecipare alla manifestazione di Piazza Navona, che i giornali chiamano dei girotondini, affermazione che non condivido in quanto io non sono un girotondino. Non ho mai amato girare intorno. Non ho mai accerchiato i problemi, li ho sempre affrontati. Ivi compreso quello odierno, di gravità  sociale inaudita, con i miei limiti di umile cittadino che non controlla 7 canali televisivi e non paga centinaia di addetti stampa lecchini al suo servizio che edulcorano giornali e televisione. Scendo in piazza perché non c’é altra scelta davanti a questa barbarie. Berlusconi si é comprato l’Italia. Siamo in balìa di un criminale di cui ci possiamo liberare solo nei modi peggiori.

Ieri ho assistito al processo Mills. Mi aspettavo una requisitoria del pm, che alla fine é stata rimandata perché la giornata é stata spesa per dare la parola ad un consulente, che ha cercato di fare magie per spiegare che quei movimenti di danaro sulle società  estere intestate al prestanome britannico erano “regolari”. Arringhe farsa dall’effetto surreale. Vedere il parlamentare Niccolò Ghedini in toga a difendere Berlusconi é un qualcosa che solo in Italia può accadere. Non a caso erano più numerosi i giornalisti esteri che non quelli italiani. La troupe di Sky era lì per fare un servizietto di crociera, ma sia il giornalista che l’operatore avevano il sorrisino sotto i baffi. Soprattutto quando mi vedevano intervistare Ghedini durante le pause. Devo dire che in tanti anni di giornalismo non avevo mai trovato qualcuno che avesse avuto una faccia più di tolla della mia. E’ stupefacente assistere alla naturalezza con la quale Ghedini smonta ogni realtà  che riguarda il suo cliente capo del governo. Presto ci sarà  il video.

Quanto a Roma, per chi vuole, ci incontriamo alle 17 al Bar Giolitti, a fianco alla Camera. Ci sarà  anche Piero Ricca, peraltro presente ieri alla farsa sul processo Mills. Inutile ricordare come anche lui non si sia risparmiato al confronto con l’avvocato faccia di tolla. Anche lui proporrà  la sua intervista.
Passiamo parola e scendiamo in piazza. Per il bene nostro e dei nostri figli.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

65 Commenti a “Niente girotondi con le facce di tolla”

  1. PORCASI GAETANO ha detto:

    “IL PITTORE CHE DIPINGE LA STORIA”
    Le tele di Gaetano Porcasi: “il pittore che dipinge la storia” sono uniche, oltre che per i temi di impegno e di denuncia sociale trattati, anche per la tecnica ed i colori mediterranei da cui traspare un intensa “sicilianità  â€ . La mostra itinerante del 2003 sulla strage di Portella delle Ginestre ha rivelato l’elevato livello culturale dell’indagine pittorica di Porcasi e l’attualità  dei temi trattati. Quel che accade nella Sicilia del 1947 quando i contadini occupavano le terre incolte che volevano seminare per sfamarsi scontrandosi con i proprietari terrieri difesi dai gabelloti mafiosi, accade oggi in Brasile dove i campesinos “senza terra” vengono assassinati dai vigilantes armati dai proprietari terrieri che erigono mura in difesa dei campi incolti. Nell’immobile “fotogramma” di una tela, desueto per la civiltà  delle immagini che attualmente viviamo, l’autore riesce a trasferire il patos degli eventi ed i personaggi scaturiscono come prodotto puro della sua tensione morale, suscitando intense emozioni. A far da contrappunto alle pitture storiche che raccontano gli assassini di mafia, i paesaggi di una Sicilia solare con i fichidindia, le agavi, le ginestre, gli ulivi, le arance, i limoni; patrimonio di una terra baciata da Dio e calpestata dagli uomini. Infinite le tonalità  dell’azzurro con le quali Porcasi dipinge il cielo della sua terra, é da lì che ha inizio il suo viaggio nel tempo. Le pagine della storia della Sicilia, sono scritte con il sudore e il sangue dei contadini che hanno dovuto combattere a mani nude per conquistare la terra e la libertà . Le bandiere rosse, simbolo della lotta dei lavoratori d’ogni tempo si fondono con il tricolore. In fondo é un’epopea italiana, mediterranea quella che l’autore ci racconta. Bandiere rosse e tricolore sullo sfondo di cieli di un azzurro struggente che nelle opere di Porcasi cambia di tonalità  a seconda degli eventi, delle stagioni, degli umori degli uomini e delle loro azioni. Testimonianza questa dell’appartenenza dell’anima al tempo ed ai suoi mutamenti. Solo la natura rigogliosa tipica di questa terra, bella, solare e mediterranea, sembra rimanere immutata, muta ed immutabile testimone degli eventi e del trascorrere del tempo. Qui gli uomini sono solo “accidenti”. In questo l’artista opera come una divisione metafisica tra la natura: flora e fauna volte naturalmente al bene ed alle leggi immutabili (naturali) e l’uomo che quando é protagonista, é anche trasgressore per interessi di parte, per egoismo sfrenato, dell’armonia del creato, attore di violenza. C’é un’anima naturalistica dell’autore che può spiegarci l’impegno di Porcasi sul fronte ecologista in difesa della terra dall’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo che gli é costato persecuzioni e denunce da parte del potere costituito. Numerose, le analogie con i dipinti di Renato Gattuso rilevati dai critici d’arte nelle opere pittoriche di Porcasi. Oltre al realismo cromatico viene invocata la sicilianità , che appare condivisa aldilà  delle tecniche utilizzate, con il grande maestro di Bagheria. Il verde dell’albero d’arancio amaro con le sue foglie di un verde acceso, le spine che nascono dai rami, così come i frutti colorati di un “colore arancio” dalle tonalità  cromatiche rare, testimoniano, aldilà  della semplice raffigurazione cromatica anche un’indagine psicologica complessa. Dal ramo, comune sorgente, scaturiscono frutti succosi e spine, proprio come accade nella vita degli uomini, che ogni giorno sono protagonisti della storia nel bene e nel male. La sicilianità  in Gaetano Porcasi, diventa allora metafora della vita, e pretesto per raccontare storie mediterranee dal contenuto universale. L’artista dipinge con un linguaggio non criptato, facilmente comprensibile a tutti, dipinge con il cuore. Aldilà  delle considerazioni “etiche” resta una riconoscibilità  immediata delle tele di Gaetano Porcasi, che, nell’arte d’ogni tempo, é patrimonio dato a pochi artisti. Taluni restano sorpresi nel constatare la giovane età  dell’autore, dietro queste opere d’arte che sanno di maturità  piena. Il futuro, per questo “siciliano puro” non sarà  un semplice accidente, ma qualcosa di straordinariamente importante per il mondo dell’arte.

    Giornalista e critico d’arte
    Cosmo Di Carlo

  2. Ale ha detto:

    per me invece si deve iniziare dal popolo…pensaci bene, i grandi cambiamenti nel passato ci sono stati perché il popolo era pronto! esempio: mussolini non era lui che era fascista, ma il popolo: lui non ha fatto altro che capirne le esigenze, i pensieri, ecc a farli propri…lo stesso dicasi per hitler, per gandhi e anche per berlusconi!…martin luther king invece ha “perso”, non perché lui fosse sbagliato per carità , solo che il popolo nero era pronto, quello americano in generale no! Lo stesso per falcone e borsellino: hanno “fallito” perché al momento clou, quando le istituzioni li hanno lasciati soli, il popolo non li ha protetti perché non era pronto e tutti i loro buoni propositi si sono sciolti come neve al sole perché dietro non c’era niente…quello che voglio dire é che ogni tanto nasce un “profeta”, qualcuno che arriva al punto di cambiare le cose(non per forza in maniera positiva), ma ha bisogno del sostegno del popolo…la stessa cosa in italia:oggi il popolo non é pronto.
    chi può farlo cambiare, anche se non tutto, ovviamente tra anni e anni? certamente anche chi é nelle istituzioni, ma la sua opera di cambiamento deve iniziare adesso perché si possa realizzare in futuro: ebbene tonino (o gli altri, é lo stesso) che stanno facendo a livello comunale? Niente! Ad esempio, mi verrebbe da pensare, potrebbero adesso usare i numerosi soldi che i partiti prendono come rimborso elettorale ecc. per stampare in massa volantini, che ne sò, per sensibilizzare la gente, far aprire loro gli occhi sulla libertà  di stampa che non c’é, su quanto sia demagogica la robin hood tax o l’aggravante di immigrazione clandetina, ecc. si potrebbero organizzare manifestazioni di piazza, comune per comune, con un piccolo palchetto nella piazza principale del paese dove rappresentanti di IDV (o altro partito) illustrano al popolo le leggi vergogna ecc. insisti oggi, insisti domani, le cose cambiano! non basta scrivere un blog e ogni tanto uscire per tv (a proposito, lo sai che tonino é il più assiduo in matrix, cioé sulla rete principe del suo “nemico”? Non dico che non ci deve andare mai, ma addirittura il più assiduo? c’é un video su youtube che prova questo). Tutte le cose dette prima le fà  Piero ricca a spese sue e con donazioni, possibile che non lo possano fare i partiti????? Non lo fanno perché non vogliono farlo! nessuno, neanche tonino…per questo non credo più a nessun politico…potrei cambiare idea su tonino se
    a) facesse pubblicamente quel discorso di cui abbiamo già  parlato
    b) ordinasse a tutti i suoi seguaci di fare quelle cose di cui prima ho scritto (sensibilizzare la gente, fare volantini, fare piccole manifestazioni…). Usasse i soldi che prende come partito per queste cose e non per appartamenti e cose varie…e invece queste cose le deve fare Ricca, cioé un libero cittadino non pagato per questo

    Solo se fa queste due cose allora lo potrò definire un infiltrato nella casta!!Per ora invece é solo uno di loro, forse un poco meglio, ma uno di loro

    io non pretendo che le cose cambino subito, ma che chi é al potere deve porre la basi per un cambiamento nel popolo (non tutto, ma la maggior parte si) in modo che in futuro arrivi il “profeta” ed il popolo é pronto!!

    tutti si lamentano che la tv arriva a milioni di persone e le plagi…a maggior ragione allora Di Pietro, Veltroni e company dovrebbero sguinzagliare in tutta italia i loro mastini per sbugiardare la tv e far aprire gli occhi alla gente, se non oggi domani, dopodomani ecc. I soldi li hanno, i NOSTRI soldi…é solo una questione di volontà …appunto…
    Io non vedo in nessuno questa volontà  perché tutti vogliono mangiare, questa é la verità  (tutti a parlare di mediaset, ma la rai? se i politici volessero davvero la libertà  d’informazione toglierebbero le loro mani dalla rai no? e invece questo non conviene né a destra né a sinistra…ed infatti anche la sinistra col precedente governo ha difeso la gasparri in europa copiando, come dimostrato da travaglio, la tesi difensiva di mediaset!!! perché tonino non si é dimesso da ministro continuando ad appoggiare la maggioranza per lanciare un segnale forte?).
    In conclusione: ammettiamo che tu abbia ragione, cioé che tonino non sia come il resto della casta; bene é arrivato il momento di “dichiararsi infiltrato” e di attuare i punti a) e b)…finché non lo farà  sarà  come gli altri

  3. trarco mavaglio ha detto:

    Giuseppe Cruciani é stato molto critico sul NoCavDay.
    Ecco un estratto della puntata de “LaZANZARA” (trasmissione radiofonica condotta da Cruciani su Radio24) del 9luglio2008:

    http://it.youtube.com/watch?v=FOiLUJK2RKM

  4. Luigi Montinaro ha detto:

    concordo con i tuoi pensieri finali…
    all’inizio non tanto… perché sembra marcare dal tuo ragionamento su Falcone una certa rassegnazione… che però si contraddice con il fatto di voler che la gente si ribelli…

    Sarebbe molto infantile ed utopico pensare che rimuovendo tutti i malviventi ed il marcio ORA, in futuro non esisterà  più!
    Non si può pensare che eliminando i corruttori dal nostro tempo… in futuro non ci sia più una persona che corrompa…
    semai bisogna essere consci che quando questa persona tenterà  di corrompere, alla società  e sopratutto alle istituzioni non andrà  bene, ma anzi, la puniranno per la corruzione.

    Quindi é innegabile che eliminati i vertici della mafia di ora… tra mezz’ora essi si riformano… magari non tra mezz’ora… ma la mafia ci sarà  sempre… ma da qui a dire le baggianate che aveva detto Castelli o Giovanardi (per me sono indistinguibili) che proprio perché é endemica… bisogna conviverci ce ne va!

    Anzi… proprio perché sai che si riforma… tu devi esser pronto a contrastarla con nuovi mezzi…nuove forze… non abbassar mai la guardia… ma questo non é solo per la mafia… ma per qualsiasi crimine…

    E Falcone era quello che tentava di fare… facendo capire alla gente, sopratutto nelle scuole, ai ragazzi, che bisogna combatterla, non arrendersi ad essa…

    Ora Falcone per quanto bravo fosse, era solo un uomo, come anche Borsellino, ed il problema principale é che doveva combattere su DUE fronti… quello della mafia, e quello delle istituzioni…
    dove nel primo, poteva tranquillamente muoversi in modo sprezzante, denunciando a viso aperto… nel secondo invece doveva stare accorto… orecchie basse, e cercare di non far mai un passo falso… perché così come gli avevano dato l’appoggio e protezione istituzionale… in un sol boccone glielo toglievano… vedi De Magistris o Forleo…

    Adesso entriamo in discorsi molto utopici, e filosofeggianti… (del tipo chi é nato prima l’uovo o la gallina?)
    perché il punto é far cambiare la mentalità  di un’intera popolazione, senza che cambino prima i vertici… o cambiare prima i vertici?
    sicuramente i due dovrebbero viaggiare di pari passo… e far ritornare il senso della morale e della legalità …e non quello del bisogno…

    Ora io non voglio dire che SOLO i vertici e le istituzioni devono cambiare…
    ma secondo me, non ha senso (e dal mio punto di vista addirittura impossibile) che cambi PRIMA la società  DEI vertici delle istituzioni…
    Non si può credere che tutta la società  cambi mentalità …
    E’ una cosa irrealizzabile… mentre invece é possibile che un gruppo più o meno grande della società  cambi… e se questo gruppo sono i vertici… a quel punto potranno dare il buon esempio… e il gruppo diventerà  sempre più numeroso… ma non diventerà  mai TUTTA la società … perché se fosse così…
    vuol dire che non saremmo più uomini… ma esseri perfetti…

    Altro punto della mia tesi che la società  non si può cambiare…
    Il primo rivoluzionario (per la religione cristiana) é stato Cristo, i suoi insegnamenti sovvertivano tutte le leggi dell’epoca, equiparando i ricchi ai poveri… e facendo sì che i ricchi aiutassero i poveri…
    bene…
    in tutti questi anni, secoli e millenni la chiesa é andata per mari e monti a professare la parola di Dio, e di Cristo…
    eppure manco una società  ha cambiato mentalità .

    Cristo é venerato dai cristiani… eppure quanti si comportano come lui… ma non guardiamo solo la nostra epoca… dove i cattolici possono rimproverare che viviano in un’epoca del peccato…
    ma nel passato?
    subito dopo la sua morte? subito qualche decennio dopo? subito qualche secolo dopo? nell’anno mille?
    quale SOCIETA’ viveva nei dettami di Cristo?
    NESSUNA perché siamo UMANI.

    Da qui… Mr. Smith aveva perfettamente ragione a dire che l’umanità  é un virus

    Ma torniamo a noi…
    🙂

    Per quanto riguarda la P2… come per altri soggetti che si é tirato dentro…
    sinceramente non sò darti una risposta… se non quei compromessi di cui dicevamo prima…
    Una cosa però se permetti…
    ripeto non conosco la storia di questi personaggi… e non so se loro siano in buona o mala fede…
    ma spero converrai con me che ci saranno pure delle persone che agli albori si erano iscritte a F.I. non perché sapevano che con il Berlusca é tutto un magna magna… ma perché sulla carta… credevano negli ideali che erano scritti…
    persino gli OPERAI ci sono cascati!!!
    🙂

    A parte questa battuta… che però un fondo di verità  ce l’ha…ed é probabile che qualcuno di nobili principi ha capito l’inghippo e sia venuto via…
    Ovvio che non tutti I SANTI siano andati da Di Pietro (altra battutina… 🙂 )

    E quello che spero… che una volta che venga a conoscenza di avere della feccia all’interno… la faccia galleggiare…

    E rispondendoti anche alla tua previsione politica su quanto può raggiungere…
    credo che intanto con la manifestazione dell’8 e con quello che ne é venuto fuori nei giorni successivi, il suo consenso aumenti sempre più… raccogliendo tutti quelli che non si sentono più rappresentati dai partiti…
    E dal canto suo… credo che questo gli abbia portato la forza di incominciare ad allentare i rapporti con i vecchi giochi di potere…
    la sua forza sta crescendo… sempre che non faccia di nuovo passi falsi… rimettendosi a zerbino con il PD…

    Infine… concordo pienamente su un suo discorso chiarificatore… dove dichiara di voler essere trasparente…
    E ti dirò che questo lo avevo scritto sia sul suo blog che anche a lui direttamente, inviandogli una mail… anche più di una… dove oltre alla mia stima gli appuntavo anche un pò di critiche…
    e una di queste era appunto il fatto di cercare di essere il più trasparente possibile…
    di cercare di abbandonare l’abito del politico… che parla di tutto e di niente… ma dire ciò che realmente succede… ciò che realmente pensa per la guida del partito…
    Su questo ti do ragione al 100%…

  5. Ale ha detto:

    Si luigi, ma scusa Falcone così facendo cosa ha risolto? la mafia é sempre lì e molti politici sono suoi esponenti…anzi, notizia dell’ultima ora, é in atto in Parlamento una propria e vera estorsione: o mi fate il lodo Alfano o blocco processi, taglio lo stipendio ai magistrati ecc. QUINDI ORMAI LA MENTALITà  MAFIOSA é ENTRATA TRANQUILLAMENTE IN PARLAMENTO…e io non ce l’ho con questa gentaglia, la loro mentalità  é sempre stata questa, per loro anzi é normale ragionare così…ma il popolo???? e soprattutto chi ha votato questa gente dovrebbe dissociarsi immediatamente e scendere in piazza LORO, non noi, per fermare questo scempio!!! Anche io sono convinto che Falcone pensava di fare la scelta giusta, ma i fatti nel seguito gli hanno dato torto, nel senso che lui avrà  anche fatto le leggi, il suo l’ha fatto, ma se non c’é volontà  del sistema e del popolo di combattere la mafia le cose non cambieranno mai…infatti morti Falcone e Borsellino é finito tutto…oggi mafia, camorra e ndrangheta sono la PRIMA AZIENDA ITALIANA…se ci fosse la volontà  di combatterla e di espropiarne i beni allora già  così potremmo aumentare pensioni e salari per tutti (se non sbaglio, solo di droga guadagnano quanto il 2% del PIL!!!) invece noi ci barcameniamo tra rom e robin hood tax…poi scusa, tu ti sei soffermato solo su orlando, e per i candidati della p2?
    E poi non mi hai detto cosa pensi dell’ultima parte del mio pensiero: per me tonino al max può arrivare ora al 15%, s e vuole andare oltre per come va avanti ora l’italia, deve prendersi gente che rappresenta clientele, scendere sempre a più compromessi e così via…il sistema va riformato dal basso, perché morto tonino, cosa rimarrà  delle sue lotte? poco o niente finché il popolo non capisce che non si deve votare per clientela, che non deve votare gente in odore di malaffare anche se in cambio ti promette un lavoro…deve cambiare la mentalità …all’estero quello che succede in italia é inconcepibile: sono stesso i partiti che allontanano gente per il più piccolo reato perché sà  che se non li allontanano LA GENTE ALLE PROSSIME VOTAZIONI GLIELA FARà  PAGARE MOLTO CARA…in italia siamo all’esatto opposto, in entrambi gli schieramenti ci sono gentaglie delle peggior specie ed invece di pretendere noi italiani che non vengano candidati persone neanche inquisite andiamo a votare per il meno peggio, perché altrimenti vince l’altro ecc. ed é così da anni
    Sai cosa deve fare tonino per avere grande considerazione e riacquisire la mia fiducia (ripeto io l’ho votato alle ultime elezioni e, sia chiaro, sarò uno dei primi a firmare i referendum non appena li proporrà  lui o veltroni o chicchessia)? va in tv o sul blog e deve dire:”ragazzi, in passato sono stato costretto a fare delle scelte quantomeno inopportune tipo candidare gente p2 ecc” e dice tutte le magagne eticamente sbagliate che ha fatto, poi dice che ha fatto questo perché il sistema é marcio e che per entrarci si deve fare così (il che é la verità )…”perdonatemi, da ora in poi agirò nella massima trasparenza e vi chiedo di continuare a sostenermi”. Sarebbe un inizio no?

  6. Luigi Montinaro ha detto:

    SCUSATE… so che ho “parlato” troppo…ma questa proprio non me la riesco a tenere…
    proprio parlando di ambiguità …
    avete letto su Repubblica on line quello che dice Moretti della manifestazione:


    Lo sfogo di Nanni Moretti dopo la manifestazione di martedì scorso
    “Sono avvilito: nel 2002 facevamo politica, non antipolitica come ora”
    “Che disastro in piazza Navona sporcata la storia dei girotondi”

    ma chi ha mai pensato di paragonare la manifestazione a dei GIROTODINI??? TERMINE CHE OLTRETUTTO E’ SPREGIATIVO e Moretti SE NE VANTA PURE!!!

    prende pure le distanze da Grillo e Guzzanti, facendo sentire che LORO avevano un’altra ideologia…
    LORO si che erano il pensiero bene della sinistra…
    talmente bene… che li mando affa!!!

    pensavo fosse una persona seria…
    con un senso di responsabilità  e umiltà …
    ma dovevo intuirlo che é sulla stessa lunghezza d’onda del BERTI…
    bravi a prendersi gli applausi… a filosofeggiare sulla sinistra ma non fare un cazzo per gli altri!

  7. freeman ha detto:

    la casta marcia infame doveva essere mandata a fanculo ad aprile, invece l’hanno votata in massa, ergo ormai é inutile sperare e chi fugge da questo paese folle fa decisamente bene.

  8. Ale ha detto:

    ehi luigi, non ti preoccupare, in questo periodo ci si scalda facilmente…ci faranno ammattire sta gentaglia…ti dirò sinceramente quello che penso: la cosa che non fa progredire l’italia é l’assoluta mancanza di etica…non é mica reato baciare un mafioso, però…allo stesso modo non é reato candidare persone appartenenti alla p2 e, soprattutto, richiamare sempre berlusca su questo punto, però…e stiamo parlando della p2, mica di cose così! Tu magari potresti dire che l’ha dovuto fare perché altrimenti nel sistema non entri…ma é proprio qui l’inghippo, se per entrare nel sistema ti devi corrompere allora poi non sei più credibile, non sei più libero…dice sempre di credere nella magistratura, però il suo braccio destro Orlando ha in passato duramente criticato Falcone ed é stato sindaco in odor di mafia…allora non puoi chiedere le dimissioni di Schifani e tenerti uno così… e magari lui vuole liberarsene, però magari non può perché altrimenti Orlando potrebbe dire certe cose…capisci perché non puoi entrare nel sistema così? dopo diventi ricattabile…ed infatti recentemente sono usciti articoli come sul Giornale tutte le presunte magagne di Di Pietro: lo so che é il Giornale, però Di Pietro non ha risposto, mentre ogni volta che ad esempio Facci ha attaccato Travaglio, questi sul suo blog l’ha sbugiardato punto per punto…perché Di Pietro no? Recentemente poi Bobo craxi ha criticato Di Pietro, e lui invece di smentire punto per punto che fa? riporta sul suo blog la storia di bobo craxi…cioé agisce come il peggior Facci, invece di demolire il ragionamento demolisci il ragionatore…e lui molto spesso critica gli altri di guardare il dito e non la luna…
    Se c’é una cosa che penso di aver capito, é che Loro su questo puntano: sanno ormai che qualunque cosa facciano, gli italiani li andranno lo stesso a votare e se ne approfittano (dimmi tu quale tipo di scandalo ci manca ancora in italia), perché sanno ormai che l’italiano va sempre a votare quello che lui reputa il meno peggio…DIVIDE ET IMPERA:guarda vota me perché altrimenti salgono i comunisti…no vota me perché altrimenti sale berlusconi: ci fanno dividere, ognuno sceglie uno schieramento e chiude un occhio su questo e critica fortemente l’altro…é un circolo vizioso che si può spezzare solo non andando a votare (o quantomeno votando altre persone, che ne so, magari uno Stefano Montanari)…perché sono anni e anni che va avanti così(votate Andreotti perché altrimenti sale il pci…votate craxi perché altrimenti sale il pci…) e, ti ripeto, loro hanno capito e non la smetteranno mai. E’ il popolo che deve crescere, deve maturare e votare solo persone “oneste” (ripeto non mi scandalizzo se uno sistema la figlia, se gli regalano una mercedes, se va a puttane…però da noi tutti hanno o amici mafiosi, o sono amici di gente che ha rovinato fior fior di aziende, altri sono amici di chi tenta di scalare banche, altri candidano gente p2…e che diamine!!!). purtroppo non é mica facile cambiare un popolo…se però i nuovi che acquisiscono il diritto di voto cominciano anche loro a votare per il meno peggio non ne usciremo mai, perché poi anche i nuovi ragioneranno così ecc ecc
    ci deve essere un risveglio del popolo che con i forconi deve andare lì a cacciarli tutti… Noi popolo non dobbiamo dividerci come Loro vogliono, ma UNIRCI, ammettere sia a destra che a sinistra che sono tutti ladri e mandarli a fanculo…devono fare la fine di craxi, perché stanno rovinando un paese!!!
    Ma ammettiamo che tonino sia onesto al punto giusto, seoondo te a quanto può arrivare? se prende tutti i voti della sinistra estrema e qualche scontento del pd penso che al max può arrivare al 15%…e poi? se il sistema si regge su clientele di piduisti, di gente mafiosa (vedi la sicilia, sono la regione ultima in europa e votano sempre lì!!! ), di farabutti vari, come puoi prendere questi voti se sono clientele? li puoi prendere solo se te li prendi nel partito, e allora saremo sempre punto e a capo: devi scendere di nuovo a compromessi e così via…questo perché tu parti dal presupposto che gli italiani votino con onestà  intellettuale, invece in realtà  votano per simpatia o per clientelismo…se il sistema é marcio non lo puoi cambiare dall’interno ai piani alti, devi lavorare dal basso: devi far capire alla gente che il voto clientelare procura un vantaggio immediato ma alla lunga uccide il sistema…devi far capire che con le clientele assumono solo tuo figlio e basta, perché poi questa gentaglia si mangia tutto…se invece non c’é clientela e la persona candidata é “onesta”, questa lavorando bene farà  uscire il posto a tuo figlio ed a altre persone e non perché raccomandate ma perché rilancia le economie locali, con un miglioramento della vita per tutti!!! Devono comprendere che chi ha una clientela non ha alcun interesse a far migliorare l’economia locale in modo che si creino posti di lavoro: perché se così fosse, lui non potrebbe più venire vicino a te e prometterti un posto di lavoro in cambio del voto!!! DIVIDE ET IMPERA: finché noi andremo da loro a chiedere un posto di lavoro in cambio del voto, loro ci comanderanno…se invece io e te invece di andare a chiedere un posto, ci uniamo, facciamo delle liste civiche (a livello locale ovviamente) e votiamo per persone limpide (che se sbagliano lo fanno al massimo per incapacità  e non per interesso propri) possiamo sconfiggerli…ognuno deve smetterla di guardare solo entro il proprio recinto e sacrificarsi un pò per il bene comune…finché il popolo non capisce questo staremo sempre peggio, con o senza tonino

    Ciao e fammi sapere che ne pensi, é sempre un piacere dialogare

  9. VENOM ha detto:

    Questo é un governo, cari amici, che vive con marchette televisive. In qualsiasi popolo, in qualsiasi paese del mondo, totalitario o democratico, se un premier avesse telefonato per vendere della fica in leasing, come ha fatto il nostro premier, per corrompere dei senatori, per far cadere il governo, sarebbe arrestato per colpo di stato…
    B.G.

    La nanoparticella tossica si é portato in parlamento anche lo spaventapasseri Ghedini, per averlo a portata di mano-lesta ogni volta che occorre!!!

  10. Luigi Montinaro ha detto:

    @Ale
    Non capisco da CHE COSA DEDUCI CHE IO ACCETTI QUESTA SITUAZIONE?
    Se l’accettassi pensi che starei qui a scrivere e a farmi il fegato marcio ogni qual volta che leggo o vedo quelle facce di tolla in TV?
    Sicuramente se l’accettassi starei tranquillamente dall’altra parte!!!
    Starei con i Bondi o i Facci… o i Mentana o i Costanzo… o i Riotta… o i Fede…

    PER CORTESIA MI PUOI SPIEGARE PERCH’E’ PENSI UNA TALE OBBROBIOSITA’ SU DI ME???

  11. Ale ha detto:

    Si lo so ti do ragione…io l’ho votato, e solo in seguito ho scoperto certe cose…la cosa migliore l’ha detta Travaglio a chetempochefa nella puntata del caso schifani…lì la cosa che avrebbe dovuto far tremare tutti gli ascoltatori é stato quando ha detto che oggi per essere un politico DEVI essere ricattabile…io conosco i fatti tuoi, tu i miei, ognuno magna per sé e se ci attaccano ci difendiamo entrambi…e invece tutti, da destra a sinistra a parlare solo del caso schifani per distrarre l’attenzione dalla verità …
    La gente deve capire che é il sistema che produce tutto questo, così come é il sistema che fa diventare direttori dei tg dei servi leccaculo…la cosa che invece più mi sconforta é che ci sono persone come Luigi Montinaro che l’ha capito e che accetta questa situazione, e poi ci si lamenta che le cose vanno sempre peggio…con questo non voglio dire che mi aspetterò che ci sia un politico completamente pulito…ma che diamine, in francia Chirac é indagato per un appalto quando era sindaco di parigi…é un reato,certo, ma in italia il più pulito c’ha amici o mafiosi, o banchieri, o ex-piduisti…

  12. Biondo ha detto:

    Ale il problema é su come viene formato il consenso…questo Santo che indice la manifestazione in difesa della Costituzione sta manipolando un mare di persone nel credere che lui sia diverso ma non lo é.

    Il problema é la stampa parziale che sposta milioni di voti fra 2 partiti di piduisti, corrotti, mafiosi e quant’altro.

    Prima o poi deve succedere qualcosa perché non é ipotizzabile che la gente venga presa in giro e resti delusa e incazzata dopo ogni elezione per una sete di democrazia, sempre inappagata.

    Alla manifestazione non era il caso, io lo scrissi, di dare addosso a Di Pietro. Si sarebbe spostata l’attenzione dalle motivazioni della manifestazione ma non si può continuare a prendere in giro la gente così.

    Vatti a vedere chi é Marrazzo, chi é Schiavone…cosa é la SUKO…cosa é dal punto di vista legale IDV e come approva i bilanci…insomma veramente c’é da mettersi le mani nei capelli ma hanno fatto bene Travaglio e Grillo a non citarle queste cose. La gente che era in piazza sicuramente non le sapeva queste cose. Lo avrebbero potuto linciare.

  13. caterina ha detto:

    Ho, visto, dal blog di Di Pietro, il video di Daniele sul processo Mills. Bellissimo. Complimenti davvero.

    E’ qui: http://www.youtube.com/watch?v=W_JHJFkQuGs

    E a un certo punto in sottofondo si sente anche la voce di Ricca che urla a Ghedini: “La vergogna non cade in prescrizione”. eh eh eh 🙂

  14. Ale ha detto:

    beh la storia già  si sta ripetendo…praticamente berlusca ha in mano due poteri su tre, il terzo é azzoppato, la stampa televisiva ed in parte giornalistica é sua…la gente cosa aspetta a capire? Se non si proclama duce non capisce? Uno mica si deve dichiarare duce per essere un dittatore…
    Comunque anche nel resto del mondo é come in italia: anche lì i politici sono in mano a banche, petrolieri, ecc insomma alle lobby, solo che é meno evidente (non crederete che sia bush a comandare in america vero? non penso che sia un pazzo e che di sua spontanea volontà  avrebbe mai dichiarato guerra all’iraq…é stato “costretto” dai suoi padroni…il problema é, come fai senza tv e senza entrare nel sistema a far capire al mondo che il mondo é in mano a poche persone?

  15. Biondo ha detto:

    Se avessero studiato tutti queste cose come le abbiamo studiate io e te, probabilmente l’Italia non sarebbe arrivata a questo punto.

    Forse sarebbe ora che gli italiani si riappropriassero della vera essenza della democrazia, governo del popolo per il popolo. Sono concetti in vigore nelle democrazie nord-europee. Tuttavia penso che i politici siano esseri umani e sono pochi gli esseri umani eccezionali eppure ci sono. Esistono. Un politico prima di essere politico é un uomo…dobbiamo creare il terreno affinché quando questo crociato arriva, possa sovvertire quest’ordine di cose…ma quell’uomo non esiste ancora, e quando arriverà  non é detto che lascerà  il potere (teoria di Isildur e l’anello).

    Ho paura che per far questo dovrete passare per un altro Mussolini perché a quanto pare, oltre a diritto, in Italia non si studia nemmeno la storia.

    Purtroppo nel frattempo ci dobbiamo limitare alle cose piccole. Io mi sento in dovere di denunciare certe cose, e non lo faccio per strumentalizzare ma per informare. Guarda che se cerchi ne troverai di marciume su Internet, ovviamente su tutti i partiti. La domanda é: Perché su Berlusconi si può dire tutto mentre su altri no? A cosa vogliono arrivare bombardando di notizie sempre negativamente la parte avversaria e sempre positivamente la propria? Su quale gruppo di potere mafioso si poggia ogni singolo partito?

    E infine: votandolo porto il paese alla democrazia o al regime?

    Semplicemente non sopporto l’ipocrisia strumentale di Di Pietro esattamente come non sopporto quella di Berlusconi.

    Per la cronaca: Nel 1992 Berlusconi venne a Napoli al primo comizio alla Mostra d’Oltremare.
    Ce lo levò dalle mani il servizio d’ordine, io quasi mi portavo il braccio (intero, compreso il famoso orologio regalo della madre), un mio amico quasi la cravatta (con tutto il collo). Lo salvarono veramente per miracolo non sto scherzando.

    Eravamo circondati di gente che gridava “Silvio salvaci tu” in un clima di euforia generale, quasi di frenesia ed io lo insultai molto pesantemente mentre gli tiravo il braccio per la questione del secondo scudetto del Napoli che Ferlaino e la camorra gli vendettero per scopi economici.

    Fu una bolgia infernale, ma ne uscì tutto d’un pezzo molto strapazzato ma sorridente. Guardando indietro non mi stupisco che Berlusconi si sia salvato dall’assalto di 2 persone (perché in due eravamo) ma che noi 2 ci siamo salvati dal linciaggio della folla osannante.

    Se io a 18 anni già  sapevo il mostro che mi trovavo davanti, mi domando come fanno i diciottenni di oggi a non vedere il loro. Alla mia “epoca” internet non c’era…eppure avevo capito e non ero né sono comunista quindi non c’era bisogno di una spaccatura ideologica (fascisti vs comunisti) per capire chi serve lo Stato e chi serve sé stesso.

    L’Italia non ne verrà  mai fuori se i giornalisti si continuano a vendere.

    Nelle varie vacanze in Sardegna l’ho più volte rivisto…sempre in formissima, circondato da servizio d’ordine e un mare di gente che lo applaude, che lo osanna e che fa a gara per stringergli la mano. Mi sono sempre avvicinato per guardarlo dritto negli occhi ma non gli ho mai rivolto la parola né stretto la mano.

    …come quei tedeschi che dopo la guerra al processo di Norimberga dissero di non avere scelta perché eseguivano degli ordini ma che prima del processo avevano ampiamente contribuito all’instaurazione del regime.

    Oggi, come nel ’92 io vedo troppe pecore attorno al buon pastore e troppi maremmani a guardia di pascoli ben precisi.

    La storia si ripeterà .

  16. Ale ha detto:

    Il mio pensiero é quello di Biondo…come dice Montinaro la democrazia é una finzione, é un’oligarchia di potenti, ed ovviamente é a loro che i politici rispondono, non al popolo…di conseguenza le cose andranno sempre peggio, a meno che non ci svegliamo e non ci ribelliamo al sistema…ci danno l’illusione di libertà  perché scegliamo uno dei due contendenti, e non ci chiediamo mai CHI sceglie i due contendenti…non meravigliamoci quindi se le cose vanno sempre peggio…tutti noi studiamo, lavoriamo o facciamo entrambe le cose e poi ci vengono a dire che, NON A CAUSA NOSTRA, il potere d’acquisto diminuisce, che anche se in America c’é un problema con lo scandalo immobiliare lo paghiamo noi (MA PERCHé DOBBIAMO PAGARLO NOI?), ecc. insomma noi lavoriamo, le cose misteriosamente e non per causa nostra peggiorano, e chi ne paga le conseguenze? OVVIAMENTE NOI…ci dicono che le aziende oggi non possono più assumere a tempo indeterminato (ED é COLPA NOSTRA?), e che di conseguenza dobbiamo adeguarci, dobbiamo essere flessibili (cioé ci stanno schiavizzando e noi glielo consentiamo) e l’alterantiva qual é? Non lavorara, quindi anche se palesemente ingiusto noi accettiamo (questo si chiama ricatto però…o lavori alle nostre condizioni o non lavori…chiunque di noi ha delle necessità  primarie tipo fame oppure ha una famiglia da sostenere…quindi di conseguenza tutti accettano il ricatto anche perché se non lo accetti tu lo accetterà  qualcun altro…)
    Tutti ormai accettano tranquillamente che al potere arrivi solo gente “sporca” e si meraviglia se poi le cose vanno male…é il sistema che é fatto apposta così: o lo accettiamo e ne paghiamo le conseguenze (povertà  e ingiustizie sempre maggiori, perché, ripeto, questa gente é servile verso chi li fa andare ai vertici dei partiti, non del popolo…e se favorisce questi poteri é normale che a farne le spese é il popolo!!!) o ci si ribella

  17. Luigi Montinaro ha detto:

    ok, ma la democrazia che intendi te, dove esiste???
    Qual’é la nazione dove esiste il governo del popolo e non l’oligarchia di alcuni poteri economici?

    da
    Democrazia: il grande imbroglio
    Tratto da libro «Sudditi» di Massimo Fini, ed. Marsilio
    (preso su http://www.disinformazione.it/democrazia.htm)

    Democrazia significa, etimologicamente, “governo del popolo”. Scordiamoci che il popolo abbia mai governato alcunché, almeno da quando esiste la democrazia liberale. Se c’é qualcosa che fa sorgere nell’anima di un liberale un puro sentimento di orrore é il governo del popolo.

    qual é l’elemento cardine della democrazia?

    Sarà , forse, il consenso? Niente affatto. Il consenso può esistere anche nelle dittature, come insegnano il nazismo e fascismo, spesso anzi é assai più ampio di quello che i governatori possono ottenere in un regime democratico.

    Sarà , come alcuni dicono, «il potere della legge»? Ma il potere della legge esiste anche negli Stati autoritari, anzi più uno Stato é autoritario più questo potere é forte e invalicabili

    E allora il principio della rappresentanza? Ma anche il monarca “rappresenta il popolo”.

    Sarà  dunque, come dice Popper, che la democrazia é quella forma di governo caratterizzato da un insieme di regole che permettono di cambiare i governanti senza far uso della violenza. Neppure questo. E’ storico che nelle aristocrazie il governo può passare da una fazione a un’altra senza spargimento di sangue.

    E si potrebbe andare avanti, per pagine e per decenni, ma non si troverebbe la regola-base della democrazia liberale.

    Scriveva Carl Becker: “democrazia é una parola che non ha referente, dal momento che non c’é nessuna precisa e palpabile cosa o oggetto al quale tutti pensano quando pronuncia questa parola”.

    La democrazia é innanzitutto e soprattutto un metodo.

    Come ha intuito per primo Hans Kelsen. La democrazia é costituita da una serie di procedure formali, avalutative, cioé prive di contenuto e di valori, per determinare la scelta dei governanti sulla base del meccanismo del prevalere della volontà  della maggioranza.

    Essendo una pura forma priva di contenuti valoriali é fondamentale che almeno questa forma sia rispettata. Ma nemmeno questo, come vedremo, avviene.
    Inoltre, le procedure, seguendo il criterio della maggioranza, possono mutare e mutano nel tempo, a tal punto da potersi trasformare, con mezzi democratici, in un sistema sostanzialmente autoritario.

    Ma poiché non esiste un’essenza della democrazia, non esiste neppure una vera linea di confine per cui si possa dire con sicurezza che si é passati da un sistema all’altro.

  18. Biondo ha detto:

    Se tu dai il voto ad uno che scende a compromessi coi poteri forti, sono i poteri forti a governare l’Italia e certo non lo fanno per il bene del paese ma per il loro bene.

    Questa non é democrazia e chi va a votare é il vero sovversivo.

    Votare il meno peggio non é una soluzione, é una illusione.

    Sono passati 60 anni e la democrazia in Italia ancora non c’é…ma quando lo cambiate questo disco?

  19. Luigi Montinaro ha detto:

    @Biondo
    concordo su quasi tutto quello che hai scritto, tranne la parte iniziale…
    il fatto che candidi delle persone PRIMA DI SAPERE che esse siano marce, o addirittura PRIMA CHE ABBIANO COMMESSO UN ILLECITO, non significa che sei marcio anche te…
    e addirittura che le devi CONDANNARE PREVENTIVAMENTE!!!

    se così non fosse allora non esisterebbe più la società  stessa… visto che si basa sul concetto di fiducia
    che poi essa molto spesso venga mal riposta… é un’altra questione!

    e che poi ci siano i giochi di POTERE come giustamente dice @Mauro, questo é verissimo…

    Ma i “gerarchi” ci sono e ci saranno sempre… in qualsiasi Stato… tranne in quelli utopici… forse… 🙂

    tutte le democrazie si basano sui gerarchi… solo che in alcune é molto più visibile (come la nostra) che in altre…

    Come giustamente ha detto Massimo Fini, la democrazia é solo una finzione, e per me é solo un altro modo di denominare l’oligarchia dei potenti.

    Non vedrai mai un certo Luigi Montinaro diventare presidente del consiglio, o un certo Biondo diventare capo di Stato, se non scende a compromessi con i POTERI FORTI.

    Di Pietro sicuramente é sceso a compromessi…
    ma sicuramente meno (e molto meno gravi) rispetto a tutti gli altri…

    non a caso gli stanno buttando tanta di quella merda per allontanarlo di li…
    per non farlo stare con quelli che prendono le vere decisioni…

  20. Biondo ha detto:

    @Luigi Montanaro:

    Se per te é naturale che ci siano le mele marce, ed é altrettanto naturale che le si candidi (perché questo secondo te significa prenderne le distanze), per me é sillogicamente naturale che un mafioso più potente sia Primo Ministro in questo momento.

    E’ una questione di logica allo stato puro. Se questo é il metodo per essere eletti, il peggior criminale finirà  sempre eletto. Sarà  un rappresentante di interessi criminali, non del popolo. Sempre.

    Qui siamo in presenza di un concetto elementare del marketing: L’innovazione é alla base della vendita e un buon slogan vale più di 100 verità .

    Cerca, Luigi…cerca su Internet. Stiamo parlando di 1000 persone, non di quelle 6 o 7 che ho elencato.
    Cerca perché chi cerca trova!

    Io volutamente non posto i link.

    Vi dovete scuotere dal torpore, dalla rassegnazione e dalle soluzioni artefatte proposte dal gerarca di turno.

    Dovete attivarvi con metodo critico e obiettivo per cercarle voi stessi le notizie e discriminare fra le fonti ma se non lo fate, poi non lamentatevi del regime perché quando Berlusconi morirà , ne verrà  un altro di gerarca, e poi un altro e un altro ancora.

    Loro non cambieranno mai, se non cambiate prima voi….cerca Mauro che non sono 6 o 7 mele marce te l’assicuro.

  21. Mauro ha detto:

    Vabbé Biondo dai, adesso vuoi cercare il complotto a tutti i costi. Qua non si sta dicendo che Di Pietro e l’IDV siano tutti santi scesi in terra, molti di loro sono riciclati e prima stavano in altri partiti, ma la cosa sicura é che nessuno di loro é un delinquente (a parte Orlando che però é un altro discorso, perché l’accusa fu di stampo politico). Non vedo cosa ci sia di male a votare loro invece che Berlusconi o Veltroni. Non dovremmo andare a votare? Dovremmo andarcene? Dovremmo ammazzarci? No, questa é l’Italia che abbiamo oggi e questa ci teniamo, in attesa di un futuro migliore. Mi sembri essere un po’ troppo utopista, dovresti sapere che la politica, ovunque, é fatta sempre di compromessi e di giochi di potere. Smentire questo o cercare chi, una volta sulla poltrona, non divenga almeno in parte schiavo del potere, é insensato. L’importante é che si rispetti il popolo e lo Stato (ossia la Costituzione), cosa che questa destra, e l’opposizione, non fa.
    E comunque per quanto riguarda l’informazione mi pare che l’IDV abbia fatto passi da gigante, permettendoti anche di dialogare con loro direttamente sul sito (e io l’ho fatto più volte) e di renderti noto ciò che avviene in Parlamento in maniera chiara (certo sempre filtrato da loro, ma almeno é già  qualcosa).

  22. VENOM ha detto:

    ALTRO INCIDENTE NUCLEARE:
    Avete letto ? Sul corriere hanno scritto che c’é stata una perdita di trenta metri cubi d’acqua contente 12 grammi di uranio per litro in una centrale nucleare vicino Avignone. Allora , un metro cubo sono circa 1000 litri, 30 metri cubi vuol dire che sono 30000 litri. 12 grammi di Uranio per litro sono 30000 per 12 = 360000 grammi che trasformati in chili sono 360 . Hanno parlato di rischio minimo, ma 360 kg di uranio in un fiume, porco maiale, é un rischio minimo?
    Scappiamo fino a che siamo in tempo…

  23. Luigi Montinaro ha detto:

    @Biondo comprendo quanto dici, ma ricorda che non puoi fare di tutta l’erba un fascio… e dell’IDV dei FASCISTI!
    Tu accomuni il fatto che qualcuno dell’IDV abbia commesso illegalità  o abusi di potere all’intero partito…
    per te se uno solo dell’IDV é SPORCO… lo sono TUTTI…
    mi sembra un ragionamento SCORRETTO, un ragionamento che si addice più ad ignorante, piuttosto che ad una persona molto informata come te…
    ovvio che molta feccia politica si é riciclata nei vari partiti piuttosto di andarsene… e son d’accordo che come in ogni partito ci sono tantissime mele marce.
    Ma credo che questo sia un fenomeno naturale (mi spiace dirlo) quanto si incomincia a raggiungere grandi dimensioni.

    Supponiamo ad esempio che TU incominciassi ad attivarti seriamente per portare avanti la tua causa…
    da cosa nasce cosa… ed incominci ad avere un pò di seguito…
    dieci persone che la pensano come te, tutte della tua stessa città …tutte persone fidate…
    il seguito aumenta, e le persone che dicono di pensarla come te sono sempre di più…
    un centinaio aderiscono al tuo movimento (o quel che é… é un esempio 🙂 )
    dal centinaio si passa al migliaio… e come per magia… arrivate al potere…
    magari incominciate a gestire qualche comune…
    ma tu pensi che tutti quelli che ti han seguito siano perfettamente dei cloni delle tue idee?
    o qualche feccia non si sia infiltrato per poter avere un posto di prestigio? o addirittura qualche mafioso la tua ideologia per il suo tornaconto?
    Ovvio…
    se poi tu vieni a conoscenza di queste persone e viene accertato che tali persone siano dei pregiudicati… immagino che tu ne prenda le distanze… allontandandoli dal movimento…
    e questo mi sembra che é sempre stato fatto dall’IDV…e da Di Pietro…

  24. dagon ha detto:

    grande daniele!!!!pungente come sempre!!!

    però ti vorrei dire una cosa…perché non togli quelle inserzioni laterali tipo…

    Sei di Destra?
    Riviste e Libri sulla Politica di Destra Richiedi Copia Omaggio
    http://www.destra-dx.it/Libri

    onestamente su un blog come il tuo queste cose ci stonano un pò!!!capisco che sarà  sicuramente per un motivo economico…però ne potresti mettere magari di più neutre

  25. Ric ha detto:

    Sul giornale argentino clarin, clarin.com, così scrivono di Berlusconi eCarfagna:

    “Segàºn la prensa, en los dià¡logos telefà³nicos Berlusconi y su actual ministra de Igualdad de Oportunidades, Mara Carfagna, de 37 aà±os, intercambiarà­an frases de tono mà¡s que subido con alusiones a il pompino . En la época en que fueron realizadas las intercepciones judiciales, il Cavaliere era el jefe de la oposicià³n y Carfagna, una soubrette de fama creciente en la televisià³n.”

  26. VENOM ha detto:

    per coloro che ieri NON erano in piazza Navona:

    http://www.youtube.com/watch?v=Uq_qm_CW4-M
    L’INTERVENTO DI TRAVAGLIO A PIAZZA NAVONA

    L’INTERVENTO DI DI PIETRO A PIAZZA NAVONA VIDEO
    http://www.youtube.com/watch?v=AUqjcW_silI

    http://www.youtube.com/watch?v=zhbxQMcf-CY
    L’INTERVENTO SATIRICO DI SABINA GUZZANTI A PIAZZA NAVONA
    Tanto satirico quanto DURO… da non perdere!!!

    http://www.youtube.com/watch?v=DrzOQQzGNKM
    L’INTERVENTO DI MONI OVADIA

    Ce ne sono altri che meritano di esser visti, come quello della Belli… un vero fiume in piena!!! Ma non sono riuscito a trovarlo in rete…

  27. Biondo ha detto:

    La cosa che mi sconvolge di più é vedere che chi si propone come controregime adotta gli stessi metodi sia per salire al potere che per conservarlo grazie alla stessa metodologia di giornalismo parziale con lo scopo evidente di sostituire un regime ad un altro.

    Io vi invito a fare una ricerca su Internet riguardo a queste persone:

    SILVANA MURA
    PARIDE MARTELLA
    FRANCO LA RUPA
    GUSTAVO GRAFIO
    ANDREA PORTO
    GIULIANA CARLINO
    GAETANO VATIERO
    MARIO BUSCAINO
    MAURIZIO FERAUDO
    ORAZIO SCHIAVONE
    RUDY D’AMICO
    VINCENZO IANNUZZI
    PINO ALEFFI
    TANCREDI CIMINNO
    ALDO MICHELE RADICE
    SERGIO SCICCHITANO
    FILIPPO DE JORIO

    Io nello scrivere queste cose su questo blog, mi sento come se stessi parlando di corda in casa dell’impiccato ma non ce la faccio a stare zitto.

    Voi dovete chiedere a gran voce che i giornalisti non siano parziali perché essere informati é un vostro diritto!

  28. helena f. ha detto:

    Che i giornali avrebbero scritto peste e corna sulla manifestazione di ieri era prevedibile.
    Qunado mai hanno scritto qualcosa di diverso ai V-day di Grillo? Si, alcuni interventi sono stati un pò pesanti, pesanti ma non falsi. Si può in verità  dire che Napolitano é il garante dei cittadini se firma le leggi-vergogna?
    Si può dire in verità  dire che Veltroni fa una vera opposizione al PDL? Si può in verità  dire che il Papa non condizioni la vita sociale di questo Paese e prenda posizioni alquanto discutibili su vari temi o che il Vaticano non sia uno Stato che protegge gli affari di potenti e mafiosi e sia esso stesso invischiato in loschi affari?
    E’ solo ipocrisia, come sempre.
    Il problema é il modo di dire le cose, l’offesa. Ma la strada della gentilezza, delicatezza e del dialogo, porta a qualcosa di più concreto?
    La situazione italiana é talmente drammatica che non mi sento di criticare il modo anche se discutibile, di urlare la rabbia e il senso di impotenza che molti di noi hanno di fronte alle nefandezze perpetrate dal regime e poco contestate da chi dovrebbe farlo, situazione che sta portando allo sfacelo questo Paese.

  29. freeman ha detto:

    bella manifestazione, piazza piena, ottimo travaglio come sempre.
    ma la casta marcia ovviamente se ne fotte e continua a farsi i cazzi suoi, grazie al popolo italiota che l’ha votata ad aprile.

  30. Biondo ha detto:

    Quando ero alle elementari, c’erano due bambini in classe mia, entrambe con handicap, che si volevano molto bene e a cui volevamo tutti bene ed erano compagni di banco ma litigavano (per modo di dire) spesso.

    Un giorno si alza una bambina, che era seduta nel banchetto affianco al loro, e grida esasperata verso la maestra: “Signorina, signorina, non ce la faccio più, é mezz’ora che Massimiliano dice a Mimmo che puzza e Mimmo gli risponde che lui invece feta.”

    Il bue chiama l’asino cornuto e le pecore belano. 🙂

  31. anonimo ha detto:

    Concordo, la Guzzanti secondo me ha sbroccato su parecchi argomenti.

  32. Francesco B ha detto:

    Anch’io ero li’, praticamente in prima fila (ero arrivato li’ alle 4).
    Ho 19 anni ed e’ la prima volta che vado ad una manifestazione del genere.
    Sinceramente ho trovato l’intervento di Sabina Guzzanti troppo pesante, tutto quello che ha detto sono munizioni per gli amichetti di Berlusconi.
    Non mi stupirei se domani uscisse sul giornale che la piazza voleva la morte del papa.

  33. helena f. ha detto:

    Le manifestazioni di protesta contro il regime di Berlusconi sono necessarie chiunque le organizzi. Per quanto riguarda le bandiere, come c’erano quelle di IDV, ci potevano essere anche tutte quelle di coloro che erano lì a protestare contro le leggi-vergogna. E’ il fine che accomuna tutti che é importante. Ero lì, eravamo parecchi, potremmo essere di più… lo saremo. Grande come sempre Travaglio, La Guzzanti tagliente come una spada. Grillo super come al solito e Camilleri, le sue poesie su Berlusconi, fortissime. Tutti gli interventi eccellenti, Di Pietro, Pardi, Ovadia ecc…
    Non daccordissimo con Furio Colombo riguardo al Presidente della Repubblica…
    Unico rammarico, non aver incrociato Daniele, come a Torino, mannaggia, perso di nuovo, anche perché non sapevo dell’incontro da Giolitti alle 17.00. Peccato.
    Ciao Daniele, sarà  per un’altra volta….

  34. Mauro ha detto:

    Giuseppe noto Pino Aleffi, detto Giuseppe Aleffi o Pino Aleffi, (Nato in ASMARA (Eritrea) il 13 agosto 1939 ) membro della loggia P2 ( magg Giuseppe Aleffi Pisa, tessera n. 762, La tessera della P2 reca il luogo di Pisa dove Giuseppe Aleffi e’ stato come Comandante NUCLEO CC SIOS CAMEN di San Piero a Grado – PI), ex Forza Italia Deputato al Parlamento della Repubblica nella XIII legislatura, eletto nel collegio n. 9 di IGLESIAS (CA), nella lista dell’Italia dei Valori circoscrizione SARDEGNA nel 2006 era presente al numero tre.

    Oggi sono stato alla manifestazione e, a parte l’intervento assolutamente fuoriluogo della Guzzanti (vera e propria manna per chi non la sosteneva), é stata interessante e liberatoria. Di Pietro é stato grandissimo, ma quando ha parlato della P2 m’é venuto in mente proprio Aleffi e… Ho smesso di applaudire.
    Per il resto é stata una giornata di sole, di informazione e di cultura.

  35. Biondo ha detto:

    Non é importante la numerazione. Io ho preso l’elenco consegnato il 21 maggio 1981 alla Presidenza del Consiglio.

    E’ tutto in rete, non c’é bisogno che ve lo dica io.

    E’ in corso uno scontro fra gruppi di interesse per chi si accaparra più voti per sovvertire la Costituzione.
    Questo scontro é fra 3 gruppi diversi dove solo uno vince: Berlusconi.

    Come? Mettendo gli altri due l’uno contro l’altro.

  36. PAOLO ha detto:

    da elogiare poi tutti gli interventi.
    Grandioso come sempre Travaglio e Pancho Pardi.
    Da ammirare Fiorella Mannoia

  37. PAOLO ha detto:

    GRANDIOSA LA MANIFESTAZIONE DI PIAZZA NAVONA!!!!!
    L’HO SEGUITA TUTTA VIA WEB.UNO SPASSO LA GUZZANTI E LA SUA BATTUTA SULLA CARFAGNA!!!NON PERDETEVELA

  38. Erny ha detto:

    Sto seguendo la manifestazione da internet, purtroppo non ho potuto essere.
    Le banbiere che sono presenti sono state legittimate dagli organizzatori, Pardi & Co, per dimostrare ai segretari di partito cosa il popolo e gli elettori vogliono davvero. Almeno così mi pare di avere capito nel loro video.

  39. LUCA ha detto:

    CIAO BIONDO!
    SU QUESTO LINK HO TROVATO GLI ELENCHI:
    http://www.strano.net/stragi/stragi/biblio/biblio.htm
    PER RIMANERE IN TEMA
    ON FILIPPO DE JORIO ROMA ATTIVO 511
    IL 762 NON L’HO TROVATO MI MANCA, E SOPRATUTTO NON MI TORNA LA NUMERAZIONE.
    SAPEVO PER CERTO CHE BERLUSCONI AVEVA LATESSERA 1816 MENTRE SU QUELL’ELENCO IL NUMERO DI AFFILIAZIONE é 625 E NEANCHE QUELLO DI COSTANZO MI TORNA.
    ILLUMINACI SUGLI ILLUMINATI…

  40. Biondo ha detto:

    Fatti una ricerca e guarda in che partiti stavano/stanno e per quale carica sono stati candidati.

  41. Raffaele ha detto:

    Pino Aleffi: tessera p2 n. 762
    Filippo De Jorio: tessera p2 n.511

  42. Biondo ha detto:

    A me pare allucinante che nessun telegiornale delle 13 abbia parlato della manifestazione…come se tutto il movimento della rete su cui si poggia nella sua quasi interezza questa manifestazione sia un qualcosa che per il settore giornalistico”ufficiale” non esiste.

    Sarebbe bello poter dire che il mondo giornalistico “ufficioso” é migliore perché più obiettivo ed imparziale ma purtroppo non é così.

    Mi sembra più uno scontro fra gruppi di potere che manipolano le persone che un discorso di contenuti ed analisi tecniche fatte da persone con una preparazione atte anche a spiegare, non solo a fare demagogia.

    Se vivessi in Italia sentirei il peso di questa situazione con 1 maggioranza e 2 opposizioni che sono portate a cannibalizzarsi l’una con l’altra;
    La stampa “ufficiosa” sembra nascondere le porcate dell’IDV per aiutarlo a soppiantare il PD… Sente l’odore dell’osso ovviamente.

    Fra queste 2 opposizioni, necessariamente una uscirà  sconfitta…quello che é certo é che Berlusconi vincerà  di sicuro ma quella parte di opposizione che ingloba l’altra certo non vince perché é più onesta…c’é poco da sperare nel futuro.

    Guardate qua:

    19.18 – Di Pietro: “E’ in atto un comportamento da P2”
    ”C’é in atto un comportamento da nuova P2, anzi, proprio P2 perché sono sempre quelli”. Lo afferma il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, intervenendo alla manifestazione di Piazza Navona e criticando i provvedimenti del governo sulla giustizia. ”Se andate a vedere le proposte – prosegue – sono proprio le proposte della P2 che voleva la giustizia asservita allo Stato”.

    Qualcuno di voi, Santo cielo, si é preso la briga di vedere a chi appartengono le tessere 762 e 511 della P2?

  43. Fabio P. ha detto:

    Sto guardando la diretta, devo dire che non mi piace per niente il fatto che sia pieno di:

    -bandiere di quegli schifosi di comunisti che hanno sempre favorito il nano

    -bandiere di quei ridicoli del partito democratico

    E la gente vicino non le fa abbassare? ma vaffanculo va!
    Questo fatto delle bandiere secondo me é molto grave e non me lo aspettavo. complimenti anche a chi non invita ad abbassarle così i tg avranno un bel po’ di occasioni per parlare altro.

  44. Sergio Silvestri ha detto:

    1 ) Il Pd ha dichiarato che se tolgono la blocca processi riavviano il dialogo, e quelli subito hanno attuato il piano del lodo Schifani, che blocca i processi alle 4 cariche dello stato, alla fine ottengono quello che vogliono, solo che fanno passare per cattivi quelli che combattono queste ingiustizie.

    2 ) Mi potete spiegare se ieri quando Ghedini difendeva Berlusconi era pagato da LUI o da TUTTI NOI, perché se era stipendiato dal Governo, possiamo fare causa per riavere indietro i soldi, visto che non sta lavorando per noi?

  45. Vito ha detto:

    Mi chiedo come si faccia a essere così dementi.. anche un bambino ci arriverebbe:

    1. inseriscono la ‘blocca processi’ nel pacchetto sicurezza dicendo che é importante per snellire il lavoro sulla giustizia;

    2. propongono il LodoSchifAlfano e in cambio all’approvazione immediata sono disposti a rinunciare alla bloccaprocessi;

    Ma allora se la blocca processi non é fondamentale che cazzo l’hanno proposta a fare? Se non é importante più bloccare tutta la miriade di processi, per eslcusione quello da bloccare era ed é uno solo…

  46. Paul Kersey ha detto:

    Hai detto bene DANIELE, con questi non si risolverà  mai niente fino a quando non si deciderà  di usare, ma seriamente, non per scherzo, il LANCIA-GRANATE.

    Purtroppo in questo paese di beoti ci si aspetta sempre un miracolo di San Gennaro, Padre Pio o Papa Wojtyla.
    L’Innominato era uno, non un nugolo di delinquenti quale siamo alla presenza in questo stupido e maledetto Paese.
    I miracoli avvengono come eccezione, non come regola.

    Riguardo a Mario Giordano, cosa dire ?!
    Aveva molta più dignità  CIRIPIRIPI’ Kodak, il suo fratellastro un pò più basso, almeno quello faceva ridere.

    CASTRA la Casta !
    CASTRA la Casta !
    CASTRA la Casta !
    CASTRA la Casta !
    CASTRA la Casta !

  47. hyxcube ha detto:

    @Marco Corino
    a chi ti riferisci?

    FILIPPO VINCI

  48. patty ha detto:

    non hanno dato l’autorizzazione a grillo per la gita su roma il 25. forse hanno avuto paura i ns dipendenti? un appello alle forze dell’ordine…unitevi anche voi alla folla e protestate anche voi perché tra poco sarete anche voi precari a 800 euro al mese perché rimpiazzati dai miliziani.effedieffe.com europa.

  49. Marco Corino ha detto:

    Sono in Sicilia per lavoro, non potrò essere con voi a Roma e mi spiace tantissimo. Cercherò di seguire la diretta web. Avete tutto il mio appoggio morale e spirituale! I giornali possono dire ciò che vogliono, basta non leggerli… Poi per chi commenta su questo blog con triti sillogismi e deboli argomentazioni riprese dai giornali di propaganda dell’illegittimo primo ministro, senza neanche avere il coraggio di firmarsi con nome e cognome, auspico la stessa sorte.

  50. Cari amici dei Meetup:

    Con molta sorpresa abbiamo preso atto del “tirarsi indietro” di Beppe in merito alla Gita del 25 Luglio e non condividiamo affatto le motivazioni di questa scelta. La costituzione Italiana consente ancora, per fortuna, ai cittadini di manifestare il proprio libero dissenso il piazza in modo civile. Oggi più che mai é necessario fare sentire la nostra voce contro le malefatte di questo governo. La nostra é una presa di posizione forte e decisa, il nostro movimento é libero da schemi gerarchici pertanto non ci tiriamo indietro. Noi a Roma ci saremo giorno 25 e invitiamo tutti voi, cittadini liberi, a partecipare alla nostra passeggiata pacifica. Ci raduneremo a Piazza Navona alle ore 11:00 e seguiremo l’itinerario originario della gita. PASSATE PAROLA!

    Amici di Beppe Grillo Meetup Palermo3
    http://www.ilgrillodipalermo.it

  51. hyxcube ha detto:

    Io stasera ci sarò (con tanto di striscione). E’ una manifestazione che non si deve perdere se se ne ha la possibilità . Che dire poi di Veltroni… riesce sempre ad essere un insignificante cerchiobottista! non partecipando alla manifestazione dimostra di non avere a cuore le sorti del paese ma semplicemente quelle del suo partito. Pazienza, vorrà  dire che manifesterà  con la sua solita reattività  da bradipo ad ottobre… un po come quei soldati giapponesi della guerra mondiale, che combattono quando non c’é ormai piu nessun nemico e soprattutto quando ormai le sorti della battaglia sono state gia determinate

  52. Billy55 ha detto:

    Ciao a tutti
    Visto che non potro’ essere a Roma
    mi sento in dovere di ringraziare anticipatamante tutti coloro che andranno.
    Non ho mai votato IDV e conservo ancora molte preplessita’su questo partito ma chiunque fara’ sentire la propria voce contro questa casta di porci avra’ sempre il mio totale appoggio.
    Moralmente sono con voi.
    Non e’ possibile subire passivamente lo scempio che stanno perpetrando al nostro paese e a tutti noi.
    Come sritto sopra facciamolo per i nostri padri i nostri figli per un futuro se non migliore almeno sicuro
    grazie
    billy55

  53. Marco ha detto:

    Daniele per favore, togli la foto di ghedini, mi fa senso…brrrr

    ..ma davvero siamo sudditi di gente con facce come questa??

  54. Luigi Montinaro ha detto:

    Non posso esserci a Roma, ma cercherò di collegarmi per vedere la manifestazione…
    Anche a me sarebbe piaciuto conoscervi di persona te e Ricca..e anche gli altri…
    sicuramente ci saranno altri momenti…
    spero migliori di questi…

  55. Luca Pantaleo ha detto:

    La manifestazione di oggi é sacrosanta, che ci sia la destra, la sinistra, il centro o il di-lato poco importa. Proprio non mi riesce di capire come certi principi, che sono perte integrante dell’idea stessa di stato di diritto, possano essere considerati di parte. Questo non é normale, ma d’altronde abbiamo sempre rappresentato un’anomalia sotto tanti punti di vista.

    Peccato che il PD si nasconda dietro cavillosi distinguo. Un’occasione persa per loro.

  56. Paolo I. ha detto:

    X Daniele

    Mi auguro siano poche queste persone.
    Altrimenti, temo che non basteranno 10 generazioni per cambiare questo “povero” paese

  57. Federico Elmetti ha detto:

    La parola “girotondini” ma fa rivoltare lo stomaco. Così come “grillini”. Il corriere ha subito titolato “Oggi la manifestazione dei girotondini” come per dire: un manipolo di sfigati. La repubblica, invece di parlare della manifestazione, titola: “Il PD contro Grillo”. Basta. Non ne posso più.

    Ps. Daniele, come hai fatto a resistere e non sputare in faccia a Ghedini?

  58. Roberto G. ha detto:

    Spero che Montanelli la notte tormenti i sonni di Giordano per come quell’asino ragliante gli ha ridotto il Suo Giornale.

    Un saluto a tutti i manifestanti di piazza Navona e in particolare al “nostro” Daniele.
    Per chi é di Milano e dintorni l’appuntamento é in piazza Mercanti ore 18.

  59. Daniele ha detto:

    @ Paolo I.
    Scommetti che “qualcuno” dirà , vedendo le persone di destra alla manifestazione di Di Pietro: “Guarda quelle persone come si sono svendute al nemico”.

  60. patty ha detto:

    mi sarebbe piaciuto tanto conoscervi di persona a te Daniele e Piero ma sono impossibilitata a venire. Ad ogni modo siamo con voi. Io metterò sulla mia finestra tre palloncini 1 bianco 1 rosso 1 verde in segno di solidarietà  e poi li farò volare insieme alle 18. facciamo tutti la stessa cosa coloro che non possono presenziare a Roma in segno di solidarietà .
    Un abbraccio Daniele e grazie per quello che fai. Aspetto qualche tuo video per vedere i risvolti della situazione.

  61. Paolo I. ha detto:

    Anche simpatizzanti de LA DESTRA saranno presenti oggi pomeriggio in Piazza Navona grazie all’invito del grande Di Pietro.

  62. Daniele ha detto:

    Si tratterà  di una manifestazione che dovrebbe andare oltre la fede politica. Questo aspetto é secondo me fondamentale. TUTTI, di qualsiasi “fede” siamo, abbiamo gli stessi identici problemi. I media (italiani) faranno di tutto per denigrare o ignorare la manifestazione. Quello che mi consola é il fatto che sempre più persone stiano aprendo gli occhi. Speriamo di fare in tempo e far riprendere la nostra povera Italia. Purtroppo non potrò esserci alla manifestazione, ma la seguirò sicuramente sui canali “non ufficiali”, sinonimo di “liberi”. Un saluto a tutti i frequentatori di questo splendido blog e a Daniele Martinelli.

  63. diego ha detto:

    “Girotondini”.. oltre a non condividere il termine, mi fa pure schifo, é usato apposta per sminuire il motivo della manifestazione e la gente che vi parteciperà . Appoggio la manifestazione ma non potrò esserci, urlate a “quelli lì” tutto il nostro disappunto e disprezzo per come stanno “legiferando”!

  64. Biondo ha detto:

    Oggi i buoni pastori e i loro fedeli maremmani, portano a pascolare il gregge.

    Il compito del pastore é fare soldi con la lana, la carne, il latte ed i suoi derivati.

    Il compito dei maremmani é quello di assicurarsi che il gregge bruchi solo l’erba più verde. Il pastore saprà  ben ricompensarli con dei succulenti pezzi di carne.

    Oggi si parlerà  tanto del piduista numero 165.
    Speriamo che domani si parli anche dei piduisti numero 612 e numero 511.

    E spero, soprattutto, che da domani il censore si passi una mano sulla coscienza.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.