Tolleranza zero per la giustizia

Silvio Berlusconi rischia una condanna di primo grado a 6 anni di carcere per corruzione in atti giudiziari nel processo che lo vede imputato col suo faccendiere David Mills.
I suoi difensori, disperatamente, ricusano il giudice Nicoletta Gandus, “colpevole” di aver criticato nel 2001 le sue Leggi vergogna. Dichiarazioni che secondo i difensori provano “grave inimicizia” nei confronti del presidente del consiglio dei ministri imputato.
Ricusare significa “rifiutare” una persona per motivi che vanno provati, motivi che il pg del tribunale di Milano ha già  ritenuto “inammissibili” per il caso Berlusconi. Il problema é che intanto i tempi si allungano perché la ricusazione, per essere valutata, deve seguire l’iter del giudizio in primo grado, di appello e Cassazione. Un prezioso giro di chiave in più alla condanna in questo momento, visto che la prescrizione ormai certa del processo Mills é prevista ai primi di ottobre.

Il giro di chiave in più arriva dopo la “mandata” che ha blindato tutti i processi in corso per reati commessi fino al giugno 2002 per “lasciare spazio a procedimenti di maggiore allarme sociale”. Tradotto in numeri: per congelare la sicura condanna a Berlusconi nel processo Mills se ne bloccano 100 mila in tutta Italia ingolfando le Procure, che ora dovranno spedire altrettanti avvisi di sospensione alle parti in causa e lasciare impuniti migliaia di imputati.

L’emendamento approvato ieri al Senato grazie al voto compatto della Lega Nord é di grave allarme sociale! David Mills era il consulente prestanome delle decine di società  offshore che Berlusconi utilizzava per i suoi traffici illeciti. Società  nelle quali negli anni ’90 erano finiti 2 mila miliardi di lire di fondi neri per pagare tangenti a Craxi, corrompere la guardia di finanza e ammorbidire i controlli fiscali alla Fininvest, scaricare sul mercato i suoi 5 mila miliardi di debiti con l’accesso in Borsa grazie all’occhiolino di Consob e governo di centrosinistra, comprare quote di Rinascente e Standa con prestanomi, controllare il capitale sociale di Tele Più in barba alla legge ad personam Mammì e altre porcherie che hanno arricchito solo e soltanto la cricca Berlusconi con l’evasione di miliardi e miliardi di tasse ai danni della collettività .

Insomma reati gravissimi che stanno per essere sterilizzati con efficacia grazie al congelamento dei processi, prescrizioni anticipate, Lodo Schifoso bis in vista a difesa della tolleranza zero per la la giustizia. Tolleranza massima per Berlusconi.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

51 Commenti a “Tolleranza zero per la giustizia”

  1. nero ha detto:

    […] (ahimé!) Renato Schifani. Le parti in grassetto sono state simpaticamente aggiunte da Grillo. QUI trovate il commento di Daniele […]

  2. Lorenzo Bianco ha detto:

    la cosa bella é che qualche ardita penna del Finacial times gli da’ pure ragione!!

    http://www.ft.com/cms/s/0/6fe9ea4a-3f2b-11dd-8fd9-0000779fd2ac.html?nclick_check=1

  3. freeman ha detto:

    irma, quella é la lettera di beppe grillo… 🙂

  4. irma cru ha detto:

    Berlusconi ,ho letto la lettera scritta a Schifani dove in fondo pagina avrebbe dovuto come si conviene chiudere con i
    saluti, il suo saluto e stato questo,
    bacio le mani.

    E non cé altro da dire.

  5. Mauro ha detto:

    Per Roberto G.
    Beh, di Unione Europea ce n’é solo una: questa. E questa ci dobbiamo tenere. L’Inghilterra e la Danimarca se la passano molto meglio di noi, ma per due motivi semplici: mel primo caso c’é la sterlina, una moneta fortissima; nel secondo, una democrazia che funziona veramente.

  6. freeman ha detto:

    abbiamo un governo fascista e un parlamento senza opposizione o quasi.
    tutto ciò, grazie al geniale popolo italiota.

  7. Roberto G. ha detto:

    Io non stigmatizzo l’Unione Europea, stigmatizzo QUESTA Unione Europea che i gerarchi di Bruxelles ci vogliono imporre di soppiatto. Del resto inutile lamentarsi di Berlusconi se poi si accetta un superstato privo di regole democratiche.
    Sul fatto poi che senza l’euro pagheremmo tutto il doppio di tutto questo é da dimostrare ed é una frase propagandistica usata tipicamente dai media per imporre il pensiero unico. Intanto avremmo dei ministri economici democraticamente eletti e controllati con ancora in mano gli strumenti della politica economica per poter operare nell’interesse della nazione anziché dover accettare supinamente i diktat comunitari.
    Non mi sembra che nazioni europee come Inghilterra e Danimarca che sono fuori dall’euro se la passino peggio di noi.

  8. Gelu ha detto:

    Per Billy55:
    Figurati che io ho fatto per cinque anni un lavoro in nero (che mi piaceva molto, però) a 500€ scarsi a seconda del mese, mi hanno lasciata a casa, e mio marito fa l’insegnante. Ma appena metto il naso fuori vedo tante di quelle auto nuove, grosse, di marca…se entri nelle case pochi non hanno ‘sti lcd. Secondo me quello é sperperarli i soldi, vuol dire che ci sono. Noi abbiamo un auto che ha dieci anni e abbiamo messo il gpl. Perché cambiarla finché funziona? Perché devo seguire le mode? però “gli altri” credo proprio le seguano….
    Gemma

  9. Ale ha detto:

    Per billy55
    scusami ma non sono perfettamente d’accordo…ad esempio posso dirti che Fini, Casini e Veltroni sono la stessa cosa con delle sfumature…Berlusca é molto peggio: non ha il minimo senso della democrazia, sta dittaturizzando il paese!!! Gli altri invece al più sono dei ladri che stanno lì per mangiare, ma io non credo che fini ad esempio avrebbe mai appoggiato in silenzio un cosa del genere contro la magistratura se non ci fosse il padrone berlusconi…
    Sul fatto che siano tutte marionette dei poteri forti siamo d’accordo: ma ci sono marionette “democratiche” e marionette “non democratiche”

  10. Alessandro ha detto:

    A costo di sembrar cinico dirò: mi preoccupano più gli altri processi bloccati e che nessuno pare voglia risolverli rispetto al singolo caso. In fondo, a Berlusconi oramai siamo “abituati”.
    E come qualcuno ha detto giustamente: come possiamo aspettarci nulla da un’opposizione così.. così Unipol, per dire.

    Per i lettori segnalo anche un incontro-manifestazione a Milano, davanti al Palazzo di Giustizia, ore 18.00, organizzata da Dalla Chiesa e Barbacetto. Il testo dell’appello si trova sul blog di Dalla Chiesa. 😉

    Saluti, Comparsa

  11. Ale ha detto:

    “L’abilita’ loro sta appunto nel non farvi percepire ne’ la mancanza di liberta’ ne’ la mancanza di speranze in miglioramento. Le balle nascondono la prima, la propaganda incita alle seconde.”
    Biondo ha perfettamente ragione: del resto se ci pensate bene le grandi rivoluzioni del passato si sono avute quando il popolo era allo stremo…chi comanda oggi ha appreso bene la lezione, sà  che l’unica cosa che spinge le masse ad una rivoluzione é la fame. Basta che non si arrivi mai ad avere la maggior parte della popolazione povera e nel frattempo possono fare tutto quello che vogliono, a piccoli passi…
    Non so chi ha detto che il manganello sta alla dittatura come i media stanno alla democrazia, ma aveva perfettamente ragione: una cosa non detta attraverso i media non esiste.Punto. I media influenzano l’opinione, e noi italiani ne siamo la prova vivente
    La frase emblematica fu pronunciata dalla Mussolini ad Annozero: “Ma che se ne fregano gli italiani di rete4? Gli italiani hanno il problema che non riescono a mangiare!”
    Cara mussolini, se avessimo una tv davvero libera, gli italiani saprebbero perché non arrivano alla fine del mese e se la prenderebbero con chi di dovere, invece di lamentarsi e basta come fanno oggi, e combattendo forse potrebbero ottenere qualcosa. Oggi invece sono in “attesa” che qualcuno preso da bontà  e compassione li aiuti…hanno voglia di aspettare…

  12. Mauro ha detto:

    Ovviamente prima intendevo uscire dall’Europa, non dall’Italia. Uscire dall’Italia potrebbe essere una soluzione, in effetti. Per chi può.

  13. Mauro ha detto:

    Io non stigmatizzerei in maniera così grave la C.E. Vi ricordo che se non fossimo in Europa adesso ci ritroveremmo nel caos, pagando il doppio tutto di tutto. Il problema sono appunto le banche, le grandi banche, e ovviamente la BCE. Ma sarà  sempre così, e non crediate che in Germania stiano meglio, anzi. Se volete saperla tutta, in Europa la vera nazione “truffaldina” non siamo noi ma la patria di Goethe, che sta gonfiando a dismisura le esportazioni facendo soffrire i mercati nazionali. L’Italia é marcia, é vero, ma anche gli altri lo sono, a modo loro. E non é uscendone che si starà  meglio.

  14. markfer ha detto:

    anni fa, mentre Kenneth Lay veniva ammanettato, qui il falso in bilancio cessava di essere reato.

  15. Billy55 ha detto:

    @Roberto
    Condivido il tuo pensiero in modo assoluto.
    Sono a conoscenza della questione ma come vedi, credo, che
    ne Tu ne io possiamo qualcosa contro poteri che sono al di la’ di ogni controllo.
    Sappiamo bene che i politiconzioli sono i burattini ma ben altri sono i burattinai.
    Inutile che ci raccontiamo ste cose inutile dire che propio per quanto detto sopra Veltroni o berlusconi alla fine della giostra sono la stessa cosa; cambiano le sfumature ma non la sostanza.
    seeyou bye
    billy55

  16. Roberto G. ha detto:

    @ Billy55

    Chiediti chi ha la responsabilità  di questo drammatico calo di potere d’acquisto degli stipendi. Berlusconi? Prodi?
    Macché da Mastricht in avanti i governi nazionali sulle politiche economiche non contano più niente. Si limitano a rastrellare soldi dai cittadini per rientrare nei famosi parametri.
    La politica economica e monetaria la fanno i gerarchi della BCE. Non eletti da nessuno, non controllati da nessuno esercitano il vero potere su tutti i popoli dell’europa comunitaria e naturalmente lo fanno nell’interesse dell’oligarchia, non certo della gente comune.
    Col trattato di Lisbona questo potere sarebbe ulteriormente aumentato, trasferendo altre importantissime competenze dai parlamenti nazionali in quelli della Commissione. E’ la dittatura. Per fortuna il referendum irlandese li ha temporaneamente fermati ma il pericolo é ben lungi dall’essere evitato.
    Andatevi a riguardare di chi sono i commenti più rabbiosi dopo la vittoria dei no e scoprirete chi sono i nostri peggiori nemici.

  17. VENOM ha detto:

    “Silvio Mafiusconi rischia una condanna di primo grado a 6 anni di carcere per corruzione in atti giudiziari nel processo che lo vede imputato col suo faccendiere David Mills.”

    Avendo gia accorciato i termini di prescrizione in una delle tante leggi “ad vergognam” approvate e non potendo depenalizzare la corruzione così come ha fatto per il “falso in bilancio” riuscendosi ad autoassolversi, ha pensato bene di fare una cosa più banale, annullare una serie di processi, tra cui il suo, con un “decretino” ad hoc…
    Pensate, é riuscito a convincere della bontà  delle sue motivazioni anche il presidente del Senato, integerrima figura istituzionale superpartes… oltre che i milioni di italiani beoti che si bevono tutte le cazzate da grande fratello a studio aperto, senza distinzione.

  18. Barbara ha detto:

    LUNEDI’ 23 ORE 18
    manifestazione davanti al Palazzo di Giustizia di Milano.
    Cominciamo da qui.

  19. Biondo ha detto:

    L’abilita’ loro sta appunto nel non farvi percepire ne’ la mancanza di liberta’ ne’ la mancanza di speranze in miglioramento. Le balle nascondono la prima, la propaganda incita alle seconde.

    Quello che dice Gemma e’ vero. Finche’ non farete proprio la fame, vi lamenterete sempre ma non cambiera’ nulla.

    E’ una scelta difficile lo so, ma pensate ai vostri figli innanzitutto se li avete e mandateli all’estero…se non li avete, andate voi all’estero e fateli li’ !!!

  20. Billy55 ha detto:

    @gemma
    Ciao mi spiace contraddirti ma la verita’ e’ che i soldi NON ci sono.
    Ed e’ proprio questo che mi sorprendo:
    come fa un popolo che nella stragrande maggioranza si ritrova con una busta paga decurtata della meta’ nel giro di 6/7 anni a continuare a tacere e subire.
    Ti porto la mia personale testimonianza
    Nel 2000 guadagnavo 4 milioni di lirette e con la mia famiglia facevo una vita eccellente
    Ora guadagno 2200 euri e sinceramente con la stessa famiglia
    ho ridotto in modo significativo il nostro tenore di vita.
    Certo adesso qualcuno dira’ che sono comunque un privilegiato (anche se per quanto guadagno mi faccio un c…o come un cesto)ma la verita’ e’ che probabilmente finche’ avremo il frigo mezzo pieno e la televisione 32″lcd accesa non faremo niente.
    I tempi non sono ancora maturi ma i nostri cari politicanti si stanno impegnando parecchio per arrivare al punto di rottura.
    Dopo di che sara’ un incognita che mi spaventa molto.
    Certo e’ che un cambiamento di rotta morbido lo vedo assai improbabile.
    Insomma saranno per tutti cavoli amari.
    saluti
    Billy 55
    MOdena

  21. gemma ha detto:

    Bah.
    Vi dirò che anch’io la penso come tutti voi.
    Ma quello che aggiungo é che all’italiano interessano i soldi per andare avanti. Se li ha non credo ci sarà  mai la rivoluzione. Suv che girano indisturbati, auto nuove, pubblicità  nelle cassette delle lettere mediaecc che vendono televisori lcd per..gli europei!! vuol dire che la gente li compra, altrimenti perché mandare pubblicità  a km di distanza? vuol che i soldi ci sono…ci sarà  mai la rivoluzione???

  22. Biondo ha detto:

    @Se io fossi Dio.

    Non essendoci altra soluzione se non nella fuga o nella lotta armata alla depressione, io ho scelto la fuga e parlo da emigrato vedendovi sia in depressione che in accettazione, ma anche in autoipnosi.

    Se non e’ un uomo ma un sistema che non funziona, la soluzione e’ esterna al sistema. Se i politici rappresentano se’ stessi, non e’ votando che risolvete ma non votando, fuggendo o combattendo la lotta armata di liberazione.

    Ci sono anche fenomeni di autoipnosi di coloro i quali preferiscono fare gli struzzi e non vedere che l’unica soluzione non e’ interna al sistema….allora si buttano su questo o su quel politico.

    E’ pura utopia.

  23. freeman ha detto:

    “non potrò mai dimenticare cosa é stato capace di fare il popolo italiano”
    nemmeno io. non dimentico e non perdono.

  24. dolcenera ha detto:

    @ se io fossi dio
    il 5 punto no
    dubito fortemente che potremmo adeguarci allinearci ed accettare tutto questo
    piuttosto lotta armata fino allo scontro finale
    @ ale
    rifacendomi a quel che dicevo nel precedente commento credo che gli elettori che sono usciti fuori dalle maglie della rete “persuasiva” e subliminale della propaganda abbiano semplicemente degli anticorpi con i controco…ni
    o un minimo di cultura politica (ma anche scolastica o di vita) che hanno permesso di scegliere il male minore o non scegliere affatto
    in ogni caso per tutti ripeto: quando e se finirà  questo osceno gioco?
    quello che mi allarma é la nostra impotenza

  25. Mauro ha detto:

    Per Dolcenera e Ale
    Berlusconi fonda la sua carriera su un dato fondamentale: la Banca Rasini. Di cosa si tratta? La Banca Rasini era la banca del padre di Berlusconi, una delle prime a reinventarsi riciclatrice di denaro sporco. Vi siete mai chiesti perché a un certo punto nella storia italiana sono inziate a proliferare la banche ovunque? Dalla Chiesa l’aveva capito, e per questo l’hanno ammazzato. Ora, partendo da una simile base, e unendovi strada facendo le amicizie coi palazzinari, i contatti con la mafia, la cerchia della P2, l’acquisto illegale delle televisioni, le tangenti a Craxi e tante altre belle cosette che ora non mi vengono in mente, ha cambiato il paese, diventandone il padrone. Con lo scandalo di Tangentopoli e la caduta dell’amico Craxi si era creato un vuoto nella politica che Berlusconi, grazie alle solide fondamenta che si era creato negli anni, ha riempito senza tanta fatica. Convincendo tutti, e questa é la cosa più grave, che lui lo stava facendo per il bene dell’Italia. Facendoci credere, cioé, che Gesù Cristo era morto dal freddo.

  26. Ale ha detto:

    Dolcenera
    quello che dici tu é quello che dico io: infatti ho scritto che già  da prima il popolo italiano ha dimostrato la sua capacità  di votare per mafiosi i tangentari: il berlusca s’é trovato al posto giusto al momento giusto, trovando già  una italia “inguaiata” e dandole il colpo di grazia, cambiando ancora in peggio gli italiani: ti ricordo che nel ’94 vinse inneggiando a mani pulite volendo Di pietro come ministro dell’interno; nel 2008 ha vinto dicendo che di pietro gli fa orrore e inneggiando all’ormai famoso mangano vittorio, noto assassino, mafioso e trafficante di droga…qui l’italia ha toccato il suo punto più basso a mio modo di vedere: il precedente governo può aver fatto tutte le nefandezze di questo mondo, ma non si può votare uno che inneggia i mafiosi!! In qualsiasi altra nazione democratica del mondo se un candidato premier dice una cosa del genere su un mafioso, anche se é avanti di ottanta punti alle elezioni finisce sotto di ottanta, in italia diventa presidente del consiglio…non potrò mai dimenticare cosa é stato capace di fare il popolo italiano

  27. Se io Fossi Dio ha detto:

    Trovo curioso che i commenti, e gli atteggiamenti, alle notizie di Daniele abbiano avuto una modifica così lineare nel tempo, ripercorrendo le 5 fasi del perdono.
    1. NEGAZIONE – all’inizio non volevamo credere che fosse possibile ciò che ora sta accadendo
    2. RABBIA – quando ci siamo resi conto che invece era tutto vero
    3. COMPROMESSO – fuggire come soluzione, nascondere la testa sotto la sabbia aspettando che il temporale sia passato
    4. DEPRESSIONE – riprendendo le parole di Dolcenera “di che morte moriremo? mi spiace ma tutto questo non é un film… daniele ti stimo e ti apprezzo ma ti vedo impotente in questo gioco enorme”
    5. ACCETTAZIONE – Forse questa ci manca, tra non molto qualcuno di noi non interverrà  più sul blog, penserà  che alla fine se le cose vanno in questo modo meglio adeguarsi, “se non puoi sconfiggerli alleati con loro!”

  28. antinea ha detto:

    Non so voi, ma io continuo a pensare ossessivamente solo all’emigrazione, perché non vedo altra strada praticabile al momento. Se buona parte degli italiani avesse ancora una coscienza civile e fosse disposta a far valere i propri diritti, allora sarei anch’io pronta a dare il mio contributo. A quanto pare, invece, il popolo sonnecchia e si rintana nella sua cuccia, ignorando o facendo finta d’ignorare la gravità  di quello che sta accadendo. La dittatura é già  iniziata e nessuno batte ciglio.

  29. dolcenera ha detto:

    ho letto tutti i vs commenti e concordo con tutti da mauro ad ale
    ma mi domando,secondo voi può un uomo mediocre bugiardo mediamente intelligente (direi furbo e basta) organizzare questo machiavellico piano d’azione, su tempi relativamente lunghi? secondo voi berlusconi avrebbe pianificato attraverso lobotomizzazioni cerebrali e messaggi subliminali il comportamento massificato di una intera nazione?
    io non gli do tutto questo potere, credo sia un ometto di mezza età , mezza tacca, mezza altezza intellettiva e fisica che si é trovato nel posto giusto al momento giusto come testa di legno di un disegno tanto grande e planetario che ci vede tutti cavie di un esperimento di massa
    e credo siamo pedine impotenti di questo enorme risiko che ci vede tutti coinvolti
    chissà  in questo esperimento qual’é il nostro compito e che fine ci hanno programmato!!!!!!!!!!!!!!!di che morte moriremo?
    mi spiace ma tutto questo non é un film di fantascienza ma la realtà  di truman (dove ognuono di noi é truman)
    daniele ti stimo e ti apprezzo ma ti vedo impotente in questo gioco enorme

  30. micheleincina ha detto:

    Non mi stupisce che queste leggi vengano partorite da un Paese di mafiosi. Ormai siamo al collasso, mi domando come faccia l’Italia a restare ancora in piedi.
    Probabilmente é un effetto degli europei di calcio.
    Per quelli, anche il tracollo può aspettare.

    Alla faccia del PACCHETTO SICUREZZA, mettiamo dentro i ladruncoli stranieri lasciando a piede libero i pezzi grossi come Berlusconi & Co.

    Domanda: ma ai bambini delle elementari cosa viene insegnato durante l’ora di Educazione Civica?

    Chi sa fare una bomba si dia da fare in fretta

    micheleincina.blogspot.com

  31. andrea cossu ha detto:

    Se non si fosse messo in politica,senza prescrizioni e leggi per depenalizzare i reati che ha commesso,il “nostro” sarebbe gradito ospite delle patrie galere da almeno dodici anni,invece é lui che ci vuole mandare i pochi giornalisti onesti e i magistrati. Ma che strano paese!

  32. graziella mazzoni ha detto:

    ai …Don Peppino Diana

    La prima sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli ha confermato le 16 condanne all’ergastolo per i boss del clan dei Casalesi. I particolari della sentenza e della storia di questo maxi processo si trovano su tutti i giornali. Ma oggi io voglio dedicare questa sentenza ai morti, agli umiliati, ai feriti, di questa drammatica vicenda criminale. E a chi, solo apparentemente, da questa storia non é stato toccato: a chi vive ancora in questa terra e sogna di andarsene, a chi si chiede quale sarà  il futuro dei propri figli, a chi riesce ancora a VEDERE l’orrore della realtà  e a sognarne una migliore.

    http://www.graziellamazzoni2.blospot.com

  33. trarco mavaglio ha detto:

    un po’ in ritardo ma ho visto che nessuno lo ha fatto, ho montato un video riassuntivo del grandissimo Travaglio a Telelombardia nella puntata sul DDL intercettazioni.

    Travaglio vs Lupi (PdL) su DDL intercettazioni

    parte uno:
    http://it.youtube.com/watch?v=jmC9EbD0Kek

    parte due:
    http://it.youtube.com/watch?v=fdBQgYSyo3A

    Se volete complimentarvi col conduttore:
    http://www.davidparenzo.com

  34. Biondo ha detto:

    AVP: Whoever wins, you lose.

  35. Sergio Silvestri ha detto:

    So che non centra niente con il post, ma purtroppo da quando il sito é modificato con i video e quant’altro, mi ci voglioni dai 15 ai 20 minuti per poter accedere alla lettra ( purtroppo niente adsl quindi niente video da guardare, per non stufarsi oltre mezz’ora per accedere ad un video di 8 minuti) e cosi ti passa la voglia di leggere queste interessantissimi post. Purtroppo la tecnologia non é data a tutti, e questa sarebbe una battaglia da portare aveanti

  36. Se io Fossi Dio ha detto:

    Quoto Ale…
    Sicuramente il problema siamo noi (e mi metto dentro anch’io per gentilezza)!
    Basta vincere un mondiale per vedere un paese in tilt, ma se si toccano i diritti fondamentali di ogni libero cittadino, come il diritto alla giustizia ad esempio o il diritto di scegliere direttamente i nostri rappresentanti politici, nessuno e dico nessuno alza la voce!
    Avete notato che i TG moderni, quelli con il televoto prima della diretta, pongono come quesito “Donadoni ha fatto bene a far giocare Cassano dal primo minuto?” oppure “Le vacanze meglio al mare o in montagna?” Mai che si chieda: “Il mafionano che sta distruggendo un paese e meglio che si dimetta ed affronta i processi?” Sia chiaro che mi fa pena il giornalista che pone questi insulsi quesiti… invece mi fanno schifo le persone che corrono al telefonino per televotare!

    Anch’io penso “SANTO SUBITO”, dato che la santificazione segue la scomparsa del soggetto gridiamo tutti:
    “SANTO SUBITO, SUBITISSIMO, DOMANI SAREBBE MEGLIO”

  37. umberto d'errico ha detto:

    se il capo del governo non firma quello schifo di legge non passa!!!

  38. freeman ha detto:

    “Il problema non é Silvio, non é Andreotti, non é Craxi…il problema siamo NOI
    Che ne pensate???”
    esatto, il problema sono gli italioti che votano certa gente infame!

  39. Ale ha detto:

    Concordo perfettamente con Roberto G., roberto e Se fossi Dio con una aggiunta in più: berlusca ha dato il colpo di grazia ma già  da prima stavamo inguaiati: ricordatevi sempre che il popolo italiano ha avuto per SETTE volte Andreotti come presidente del consiglio, condannato per mafia fino agli anni ottanta in cassazione e che sta ancora lì e nessuno, dico nessuno tra giornali, politici, società  civile ha chiesto pubblicamente le sue DOVUTE dimissioni (forse hanno paura del famoso archivio andreottiano dico io…); un popolo che ha votato craxi e che oggi invece di ringraziare la magistratura che ci ha difesi (cosa costava ai magistrati prendere pure loro mazzette per tacere?) oggi pensa che il male dell’italia sono i magistrati perché o non lavorano (dico io invece, non sono messi in condizione di lavorare…Gelli docet)o se la prendono con i “poveri” politici che se non fossero indagati sicuramente porterebbero l’italia ad essere la nazione più ricca e piena di benessere del mondo; un popolo che infine ha votato silvio TRE volte accogliendolo ogni volta come il salvatore della patria, come se fosse la prima volta che va al governo dimenticandosi di quello che ha combinato precedentemente (Napoli é piena di striscioni:”se Silvio toglie l’immondizia Santo Subito”; scusate popolo napoletano ma Silvio dove stava dal 2001 al 2006???? che ha risolto???).
    Il fatto allarmante é che queste persone hanno capito come sia facilissimo fregare il popolo italiano e addirittura essere da questi osannati…
    Il problema non é Silvio, non é Andreotti, non é Craxi…il problema siamo NOI
    Che ne pensate???

  40. sonia N. ha detto:

    Ho inviato una e-mail di protesta a tutti i senatori della maggioranza e per conoscenza ai senatori a vita, é ora di dire basta, non se ne può più! Facciamolo tutti, facciamo sentire il nostro sdegno per una politica che é solo interesse di parte.

    Ecco il testo:

    Sono una cittadina elettrice che crede profondamente nelle Istituzioni e nel rispetto di esse. Il Parlamento é l’organo eletto democraticamente dai cittadini e deputato a discutere, dibattere, approvare leggi per il bene e l’interesse comune dei cittadini.

    Oggi il Senato della Repubblica ha approvato con 160 voti a favore e 11 contrari un emendamento al decreto sicurezza già  firmato dal Presidente della Repubblica Napolitano, definito “sospendi-processi”, ossia vengono congelati i processi fino al 30 giugno 2002.

    Ospite ieri sera ad “Otto e mezzo” l’On. G. Pecorella afferma che “probabilmente il Presidente del Consiglio in carica verrà  condannato per corruzione in atti giudiziari a sei o sette anni, quindi si pone il problema di una crisi legislativa (ne abbiamo avute tante e non vedo quale sia il problema), e per non far pagare la crisi ai cittadini si é pensato di congelare il processo Mills insieme ad altri processi in corso con pene inferiori a dieci anni” cioé processi che riguardano la sicurezza dei cittadini fra gli altri, il sequestro di persona, l’usura, l’estorsione, l’immigrazione clandestina, la rapina, lo stupro, l’associazione per delinquere, le frodi fiscali, la corruzione, l’abuso d’ufficio, il traffico illegale di rifiuti, la detenzione di materiale pedopornografico, le molestie e maltrattamenti in famiglia e gli omicidi colposi.

    Il decreto legge trova applicazione soltanto su tre presupposti: necessità , urgenza e straordinarietà .

    Quali sono i presupposti nel caso specifico? Che cosa c’entra questa norma con la sicurezza tanto sbandierata nei confronti dei cittadini? Che cosa sono gli attacchi ignobili nei confronti di un’altra Istituzione, che rappresenta il terzo potere fondamentale dello Stato, ossia la Magistratura? Il popolo é sovrano soltanto il giorno dell’elezione?

    Il Parlamento deve essere e deve rimanere il luogo dove il bene dei cittadini viene al di sopra degli interessi privati e non la salvaguardia dell’interesse di pochi.

    Una elettrice disgustata,
    Sonia Neri

  41. Indiano1983 ha detto:

    Dov’é finito il mio intervento?

  42. Se io Fossi Dio ha detto:

    Non funziona… speriamo che all’improvviso il “popolo italiano” abbia un’illuminazione e riesca a fare 2 2… ma fin’ora 2 2 é uguale a 5!
    “Il governo non ha aumentato le tasse, anzi ha messo una tassa su petrolieri e assicurazioni”, basta questa frase ai TG nell’ora di pranzo per far sorridere la gente, farla mangiare con più gusto… nessuno capisce che se non si bloccano i prezzi di petrolio ed assicurazioni la bella Robin Tax verrà  scaricata sul cittadino; se mi aumenti le tasse e non mi blocchi i prezzi, io aumento i prezzi e mantengo lo stesso guadagno!
    Siamo chiusi nella stanza 101, sotto tortura da anni, fino a quando non vedremo anche noi 5 dita dove prima erano solo 4!
    2 2 deve fare 5, ci si deve adeguare, altrimenti (come scrive Andrea Poulain) “siamo i soliti comunisti”… comunisti i giudici che si azzardano ad indagare, comunisti i giornalisti che informano, comunisti i cittadini che si indignano! L’unico a non essere comunista é Silvio, forse il vero pensiero liberale é:
    “MEGLIO MAFIOSO CHE COMUNISTA”!

  43. roberto ha detto:

    Concordo pienamente con Roberto G.
    E aggiungo: forse il problema e’ piu’ grande di Berlusconi e Veltroni…loro forse sono esecutori (tra i tanti) di un piano che investe tutto il pianeta e non solo l’Italia…l’appiattimento e’ generale magari riguardasse solo il nostro Paese…

  44. Roberto G. ha detto:

    Aggiungerei alla lucida analisi di Mauro un elemento di fondamentale importanza: che tutto questo Berlusconi l’ha potuto realizzare grazie alla fattiva collaborazione dei suoi pseudo avversari. Senza la protezione che i governi di centrosinistra hanno riservato alle armi di distruzioni di massa berlusconiane (televisioni e controllo del mercato pubblicitario) egli non avrebbe mai potuto realizzare il suo programma. Anche una semplice e naturale legge che impedisse il ciclopico conflitto di interessi l’avrebbe bloccato per sempre.
    E’ questo il vero enigma italiano: cosa sta dietro l’inciucio tra Berlusconi e la sinistra?

  45. andrea poulain ha detto:

    cé da perdere la speranza..
    tanto all’italiano medio ste cose non interessano e noi rischiamo di essere bollati come soliti comunisti..
    triste ma cosi

  46. Mauro ha detto:

    Berlusconi é la P2. E’ lo schiavo di Licio Gelli. Fa ciò che dice(va) lui. Berlusconi é l’Italia, l’ha modellata negli anni seguendo le direttive del Maestro massonico, prima facendo da ponte con la mafia esportandone i metodi al nord, poi uccidendo l’intelletto degli italiani con le televisioni, poi modificandone gli statuti e le leggi a suo piacimento. Una nuova democrazia. Un Rinascimento(?). Da ultimo, come umiliazione finale, USA il NOSTRO paese per pararsi il CULO (questo forse neanche Gelli l’aveva previsto, ma si sa, l’allievo supera sempre il maestro). Perciò adesso cosa mai potrà  cambiare? Come potremo mai svegliare i milioni di italiani abbindolati da Berlusconi e dai suoi lecchini? E’ impossibile, perché loro sono modellati a sua immagine e somiglianza. Per loro sarebbe come rivoltarsi contro la propria madre, una madre bugiarda fino al midollo che li ha plasmati con miliardi di cazzate. Berlusconi é sempre contro ciò che lui stesso dice in pubblico. E’ anticattolico (essendo massone), é antigiustizia (lo dimostrano i fatti), é antidemocratico (conflitto d’interessi), etc etc… Ma tutto questo é INVISIBILE agli occhi della maggior parte delle persone perché Berlusconi é riuscito a cambiare gli italiani. Berlusconi ha già  vinto. E da un pezzo.

  47. VENOM ha detto:

    Nella distrazione generale dovuta alla nazionale in Austria questi banditi stanno approvando una finanziaria che é una vera e propria stangata, che servirà  a finanziarie tutte le opere inutili di questi mafiosi, vdi ponte sullo stretto. Stanno pubblicizzando questa baggianata della Robin TAX, come se tutta la finanziaria fosse concentrata su questo argomento. Intanto in pieno allineamento con il regime, il fascista Alemanno elimina la notte bianca romana… la cultura é vista sempre più come un pericolo. Intanto si fornisce la polizia municipale di pistola e manganello, per rafforzare lo stato di polizia che questo governo vuole creare. Ci stanno imprigionando, stanno facendo terra bruciata intorno al dissendo, tra un pò ci sarà  vietato persino andare in piazza!!!
    SVEGLIAMOCI…

  48. Biondo ha detto:

    A che vale prendersela con Berlusconi se i suoi antagonisti quando governano non fanno nulla per cambiare le cose? Evidentemente non sono poi tanto diversi da lui…e avete voglia di fare i distinguo: pure IDV si e’ inchinata all’indulto, mastellopoli, demagistris/forleopoli, unipolopoli, faziopoli e specialopoli…e non mi stanchero’ mai di ripeterlo, grazie al supporto a quel CAMORRISTA di Bassolino, IDV ha avuto assessori nel rimpasto in giunta.

    Le notizie giornaliere su Berlusconi altro non fanno che incanalare la vostra ira disperata per non portare alla vostra attenzione che e’ il SISTEMA che non funziona e non questo o quel politico.

  49. Polimar ha detto:

    Finalmente qualcuno che scrive bene come stanno le cose.
    Grazie Daniele

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.