Poveri per giustizia /3


Bettino Craxi e Silvio Berlusconi

I 1.408 condannati di Tangentopoli produssero rimborsi tra imprenditori e politici pentiti circa 150 miliardi di lire. Il pm Francesco Greco ha detto che molti di quei soldi sono stati restituiti ai condannati per effetto della legge 231 del 2000.
L’inchiesta Bpl-Antonveneta ha portato a confiscare 350 milioni di euro. Giampiero Fiorani, principale imputato, pur avendo patteggiato una condanna a 3 anni e 3 mesi, ha restituito meno di un centesimo del suo tesoro nascosto: 45 milioni di euro occultati a Singapore e un importo doppio tra case e terreni in Italia. Gianfranco Boni, suo braccio destro, ha patteggiato 2 anni e 6 mesi azzerati dall’indulto senza risarcire niente. Eventuali rimborsi potrà  reclamarli la loro ex banca con un procedimento civile che non durerà  meno di 13 anni se consideriamo anche le esecuzioni immobiliari.

Un caso incredibile é la sparizione del tesoro di Bottino Craxi, sui cui conti personali esteri erano finiti almeno 60 miliardi di lire, soldi tuttora sotto sequestro intestati a Maurizio Raggio che ora potrebbe vedersi ridare pure i 2,8 miliardi e 15 chili d’oro rientrati in Italia! Già  perché la Cassazione ha sentenziato che la Legge dell’epoca non ammetteva la confisca di somme equivalenti alle tangenti. Per effetto di questa sentenza anche 2 banchieri napoletani corrotti dalla Fininvest nel 1991 si sono visti rimborsare il maltolto.

L’ex ministro della difesa Cesare Previti con i suoi complici Attilio Pacifico e Giovanni Acampora, hanno corrotto il giudice Vittorio Metta che nel 1990, tramite sentenza comprata, regalò l’intera Mondadori a Silvio Berlusconi e che 2 mesi dopo (gennaio 1991) con un’altra sentenza comprata, obbligò l’Imi a versare 978 miliardi di lire agli eredi del petroliere andreottiano Nino Rovelli. Ebbene, nonostante le condanne, i 4 delinquenti non hanno ancora risarcito i danneggiati!
Acampora risulta nullatenente, Pacifico é difeso dai giudici di Vaduz che escludono che i 35 milioni depositati in una banca locale vadano restituiti, mentre Previti, con soli 4 giorni di carcere fatti, risulta proprietario di mezza villa all’Argentario con sua moglie. Situazione che impedisce il pignoramento perché chi comprerebbe soltanto metà  casa? E pensare che nel 1996, prima della bufera giudiziaria, Previti aveva dichiarato l’intera villa all’Argentario, altri 5 immobili, uno yacht, un veliero, e dichiarato al fisco oltre 6 milioni di redditi per almeno 10 anni.

Lo studio dell’avvocato Angelo Benessia, assistente dell’Imi, sta preparando le azioni revocatorie per far annullare le cessioni patrimoniali dei condannati. Siccome Previti l’ha intuito ha offerto una transazione anche per Pacifico e Acampora oscillante tra i 20 e i 40 milioni di euro. Peccato che i 3 avvocati , nel 1994, intascarono ognuno 67 miliardi di lire dai Rovelli. L’Imi, oggi del gruppo Intesa, si accontenterebbe di metà  somma purché rivalutata per 14 anni che lascerebbe nelle tasche dei corruttori metà  della tangente riscossa. Alla vedova e ai 4 figli di Nino Rovelli é convenuto formalizzare un impegno da 200 milioni di euro di risarcimento all’Imi da quando i magistrati hanno bloccato i 110 milioni di dollari su un loro conto di Miami. Calcolando la rivalutazione, anche i Rovelli l’hanno fatta franca tenendosi oltre metà  bottino. Con l’aggravante che un principio del diritto italiano stabilisce che se i colpevoli non risarciscono é lo Stato, cioé noi cittadini, a dover pagare per i reati commessi dai giudici corrotti. Quindi se Cesare Previti e soci non rimborseranno le vittime dei loro illeciti, i 2 miliardi di euro spettanti li sborseremo noi italidioti brava gente che paghiamo le tasse.

Apriranno mai il TG1 o il TG5 con questo argomento?

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

29 Commenti a “Poveri per giustizia /3”

  1. manola cru ha detto:

    Il referendum va bene ,ma in altre nazioni i cittadini scendono nelle piazze per difendere i diritti e la costituzione,solo Beppe Grillo e riuscito a riempire le piazze, cosa aspettano i politici a scendere nelle piazze anche loro ad unirsi a quelle voci,a quei giornalisti a cui e stato messo il bavaglio, insieme a gli operai che vengono
    quasi ignorati ,mentre si pensa a fermare i processi.
    la priorità  e pensare al bene comune e non per alcuni.

  2. Luigi Iovino ha detto:

    Poveri noi…

    PATTO CRIMINALE – LE MANI SULLA GIUSTIZIA – (NA) 2008

    http://it.youtube.com/watch?v=2taT0u2m39M

    ARRESTATE IL GIUDICE TROPPO VELOCE

    http://it.youtube.com/watch?v=9pdldIf19AM&feature=user

    Poveri noi…

  3. VENOM ha detto:

    V3-day, raccolte firme e referendum… NON SERVONO AD UN CAXXO!!!

    Tocca scendere in piazza e contestarli suramente…. Tutto il mondo deve vedere!!!

  4. freeman ha detto:

    siamo in pieno regime fascista. complimenti agli italioti maledetti che hanno votato questa vomitevole destra fascista che é la feccia d’europa.

  5. patty ha detto:

    Ma come si fa a votare certi partiti e personaggi? Ma la gente dico é così accecata e sorda o fa la gnorri? Destrini e forzisti perché adesso non difendete i diritti es. abbattimento della disoccupazione, immigrazione clandestina, più diritti in generale…il vostro bel padrino dopo un mese di governo sta facendo solo ed esclusivamente le leggi a personam. Adesso vuole farsi anche il decreto salvapremier. Ma vi rendete conto a cosa stiamo andando incontro? A prendercela nel di dietro siamo sempre noi poveri miserabili mortali che li teniamo in vita con le ns imposte e tasse…

  6. VENOM ha detto:

    Io sono daccordo con Ale… siamo ancora pochi e impotenti contro lo strapotere psicologico della TV. Sono appena 2 mesi che governano questi banditi, abbiamo assistito inermi all’emendamento salva Fede, alla porcata del pacchetto sicurezza condannato anche dall’Europa, alla CENSURA delle intercettazioni con minacce neppure tanto velate, ora al decreto per l’annullamento di certi processi, tra cui guarda caso ce ne sono una paio di Don Silvio…, l’esercito per strada per il controllo del territorio, o forse per il controllo dei cittadini onesti, per non parlare poi della gestione emergenza rifiuti con la quale si sono dispensate manganellate e promesse di inceneritori a destra e a manca. E siamo solo a due mesi…. NON c’é che dire un vero esempio di democrazie e libertà  dilagante!!!

  7. Toni ha detto:

    Sono un appassionato di calcio e in quanto allenatore alleno una squadra di calcio e quindi ho una forte passione per questo sport ma se penso che il TG1 di oggi alle 13.30 ha aperto con circa 10 min di servizi sulla nazionale per la partita di stasera con la Francia quasi fosse una questione di vita o di morte per l’Italia intera mi é venuta tanta rabbia perché credo che un probleme dell’Italia non sia il calcio ma le LEGGI VERGOGNA DI BERLUSCONI E I SUOI MINISTRI, IL BAVAGLIO AI GIORNALISTI, LE LIMITAZIONI AI MAGISTRATI SULLE INTERCETTAZIONI, L’ESERCITO SILLE DISCARICHE, LE DIFFICOLTA’ DELLA GENTE AD ARRIVARE A FINE MESE e … ma non ho più parole

  8. umberto d'errico ha detto:

    in fondo berlusconi é un prodotto di se stesso e come tale per essere venduto, deve avere un riscontro quodidiano,quindi
    dicendo stronzate sta sempre sul mercato = visibilità .se gli togliessero le tv lui anderebbe come paolini in tv dietro ai giornalisti.

  9. Marco Corino ha detto:

    Quante tasse siamo disposti a pagare? Tutto quello che guadagnamo? Di più, indebitandoci? Perché il problema é questo: c’é gente eletta a maggiornaza da un popolo ignorante che sta accaparrandosi di tutto e di più, facendo debiti su debiti che NOI saremo costretti a pagare senza riceverne nessun vantaggio. Se a tutti va bene, io non ci sto! Perché devo pagare coi miei sudati guadagni le ville di questo, le barche di quello, i divertimenti dell’altro?

  10. Graziella ha detto:

    Bisogna rubare,truffare per milioni di euro se si vuol farla franca , in questa miserabile Italia.
    In questi giorni L’italiota,plaude felice la legge sulla sicurezza,l’esercito, nelle grandi città ,provvederà  finalmente,a toglirgli di torno qualche miserabile ladruncolo che, secondo LUI,”é la causa di tutto lo sfascio di questo paese.
    Che schifo!

  11. Barbara ha detto:

    Bé lasciatemi sognare un attimo ed immaginare un telegiornale che apre con un servizio su Berlusconi “accolto” come Craxi…Sono passati solo 15 anni ma noi, popolo italiano, quanto siamo caduti in basso ? Dove é finita la nostra capacità  di indignarci e scendere in piazza a protestare giustamente contro delle leggi vergogna come queste ?

  12. Adduso ha detto:

    17.06.08

    Giorno successivo alle elezioni amministrative e provinciali in Sicilia:

    Ora si che possiamo scordarci di cambiare qualcosa !

  13. Biondo ha detto:

    L’unico modo per affrancarsi e’ combattere. Vi conviene combattere e rovinarvi l’esistenza per diventare quelli che in tutt’Italia sarebbero definiti dai media terroristi.

    Fujitavenn’ e lasciateli cuocere nel loro brodo. Pensate al vostro futuro.

  14. Roberto G. ha detto:

    Come dice Noam Chomsky i mass media stanno alla democrazia come il manganello alla dittatura.
    In tutto il mondo i principali organi di informazione sono sotto il ferreo controllo delle elite di potere. Senza quelli la finzione democratica si rivelerebbe per quello che é: una tirannia mascherata.
    Se una trasmissione come quella di ieri sera a Telelombardia, dove Marco Travaglio ha letterelmente ridicolizzato tre miserabili esponenti della nostra classe politica sul tema intercettazioni, divenisse la normalità  i rapporti di forza si capovolgerebbero in pochi mesi.

  15. Vota Antonio ha detto:

    I video di Marco Travaglio su internet hanno in media 200.000 “spettatori”.

    Il tg Mafiaset piu’ scarso (TG Mafia 4) ne ha 600-700.000 e va in onda piu’ volte al giorno.

    Inoltre, mentre l’utente internet e’ mediamente una persona critica, i beoti che guardano l’Emilio Fido si bevono tutto quanto viene loro propinato, ingoiano la melma come fosse cioccolato.

    Finche’ il criminale nanoide con bandana c’ha le televisioni (e gli allocchi che se le guardano) la partita la vince lui.

    Speriamo nella diffusione della banda larga e in qualche scatolotto collegato al televisore che renda internet accessibile anche all’imbecille medio, il berluschelettore target del magliaro mafioso di Arcore.

    Oppure speriamo che l’Itaglia vada finalmente a picco, e la marmaglia che vota Scilvio affoghi nel letame dove sguazza.

  16. Sergio Silvestri ha detto:

    Certo é brutta da digerire, ma i casi per cambiare l’Italia sono due, o speriamo che si estinguano i pensionati che non loeggono internet, o speriamo che i giovani crescano in fretta ed usino internet per lo scopo essenziale e cioé informarsi, altrimenti sarà  dura sapere queste notizie.
    La cosa che più fa male a chiunquea abbia un minimo di coscienza sociale é sapere che le alte cariche dello stato non possano essere impunite. ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che io posso tutto, che io posso delinquere, che io posso permettermi tutto? Quando ho portato mia figlia per la prima volta a vedere un tribunale lei mi ha chisto “Babbo cosa significa LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI” ” che hai Imparato a leggere figlia mia” l’unica cosa che mi é venutyo in mente di rispondergli! Io non mi sento Italiano, ma per fortuna o purtoppo lo sono!

  17. Ale ha detto:

    Martinelli, lo so che non c’entra niente con l’argomento ma…

    http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/post/1942258.html

    Che dice, aderisce all’iniziativa?

    Per chi vuole aderire alla campagna ARRESTATECI TUTTI

    http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/comments/1942258

  18. ale ha detto:

    Non sai quanto mi piacerebbe la sera accendere la televisione e vedere te come giornalista di un telegiornale libero. Ti auguro, e mi auguro, che un giorno questo si avveri.

  19. dolcenera ha detto:

    se volete che la vostra informazione (il nostro malessere) cresca ancora di più stasera su telelombardia (901 su sky) c’é marco travaglio sul tema delle intercettazioni
    accresciamo la rabbia se vogliamo incanalarla in un’azione destabilizzante

  20. LUCA ha detto:

    dolcenera ha colto il problema in pieno, purtroppo davanti ad una tastiera é davvero ostico poter cambiare le cose e con metodi quali la raccolta di firme e la sensibilizzazione delle masse non si va molto più lontano.
    la storia insegna nostro malgrado che un drastico cambiamento é possibile solo attraverso azioni ben più decise.
    saluti a tutti

  21. dolcenera ha detto:

    ciao daniele ciao a tutti gli amici del blog
    mi assento per un paio di giorni, per un paio di giorni non ho notizie di quello ch accade nel nostro “bel paese”, poi accendo il pc, leggo daniele marco e pochi altri
    Giornalisti e mi chiedo perché mai VOGLIO informarmi se questo mi porta solo un sano malcelato malessere.
    raccogliamo pure tutte le firme del pianeta se solo servisse a qualcosa , facciamo tamtam delle notizie acquisite se solo portasse ad un cambiamento, ma credo che se vogliamo far cambiare veramente il sistema i metodi da usare sono ben altri, ed non mi si accusi di apologia di reato!!!!!!!!!in ogni caso saremo sempre e solo noi a pagare

  22. Daniele ha detto:

    Toh!!!!
    Un barcone con 150 persone a bordo affonda il 7 Giugno (9 giorni fa!!!) al largo della Libia al confine con la Tunisia e solo oggi (forse interrogando l’unico superstite!!!) ci dicono che era diretto in Italia.
    Toh !!!
    La notizia degli emendamenti salva berlusconi passa in secondo piano…

    SONO UFFICIALMENTE PARANOICO
    Daniele

  23. freeman ha detto:

    e con questo governo infame la situazione può solo peggiorare.
    fuggite, se potete…

  24. giuseppe f ha detto:

    Daniele mi spieghi una cosa per favore?

    Perche’ devo pagare TUTTE le salatissime tasse???

    Lo stato non ha bisogno di poche migliaia di euro da me, se RESTITUISCE A QUESTI MALEDETTI LADRI TUTTE LE SOMME CHE HANNO RUBATO!

    Ancora una volta…che stato di merda!

  25. Paolo P. ha detto:

    Daniele tu spacchi in verità  e libertà  d’informazione!

    Dovresti essere a dirigere il tg1!

    Tu insieme a Travaglio!

  26. Ale ha detto:

    La rete per ora é impotente rispetto alla tv, però qualcosa la possiamo fare per scongiurare la legge-bavaglio: cominciamo a sensibilizzare le persone che ci stanno intorno al problema e soprattutto, convinciamole ad aderire ad un futuro referendum e a prodigarsi affinché tutti sappiano di questa legge scempio che và  a danneggiare tutti noi persone oneste!!!!
    Abbiamo tempo fino alla promulgazione del referendum.
    Il mio sogno é raccogliere le 500000 firme in un giorno!!! Sarebbe una cosa talmente storica che neanche le tv potranno ignorare un fatto del genere!! Affinché questo accada dobbiamo impegnarci fin da subito!!
    Basta scrivere nei blog, facciamo “propaganda”…tanto chi legge i blog di Martinelli, Grillo, Travaglio ecc. é già  convinto ad aderire al referendum
    Loro informano noi attraverso internet, noi informiamo amici, parenti, colleghi di lavoro e conoscenti… Questa é l’unica strada a mio modo di vedere percorribile.
    Allora chi ci stà ?

    500000 firme in un giorno = RIVOLUZIONE!!!!

    Io ci credo, e tu?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.