Occhio al fattucchiere!

Stefano Zamponi, consigliere lombardo dell’Italia dei Valori ha depositato al Tribunale di Milano un documento in cui si chiede che sia accertata l’incompatibilità  tra gli attuali incarichi di Roberto Formigoni come Presidente della Lombardia e contemporaneamente membro del Senato.
L’iniziativa depositata ieri prevede per Legge che entro 10 giorni l’interessato decida cosa vuole fare. Infatti, non a caso proprio ieri Formigoni ha incontrato il Mafionano nella villa bunker di Arcore che gli ha intimato di rimanere a Milano almeno fino al 2010. Per ricompensa piazzerà  Ministro della Sanità  Maurizio Lupi, fedelissimo di Comunione e Liberazione di cui Formigoni é massima espressione, nonché fondatore della rivista ufficiale. Penserà  Lupi ad epurare quei pochi medici non obiettori in servizio negli ospedali pubblici italiani a difesa della 194. Penserà  Lupi a soddisfare i capricci del “pastore tedesco” Ratzinger e indurre i giovani ricercatori italiani a rifugiarsi all’estero.
In Lombardia i direttori degli ospedali sono tutti o quasi di Comunione e Liberazione. Li sceglie Giancarlo Abelli, premiato dal fattucchiere Formigoni assessore alla famiglia, in seguito ad un’assoluzione su misura che gli ha fruttato 73 milioni di lire in “consulenze” per consigliare Poggi Longostrevi, impegnato in una megatruffa alla sanità  Lombarda da 60 miliardi di lire con l’ausilio di ricette mediche gonfiate, portate alla luce da una scandalosa inchiesta della Procura. I direttori di “CL” piazzati da Abelli scelgono i primari ginecologi più consoni alla linea, obiettori, in modo da rendere più facile l’aborto clandestino.

Il fattucchiere Formigoni che rimane a Milano tace sul consigliere compagno di partito Gian Luca Rinaldin, arrestato per essersi spartito con Giorgio Bin 50 mila euro di tangenti per accelerare le concessioni di un appalto di lavori sul lago di Como.
Il fattucchiere Formigoni cade dal pero sul consigliere leghista Stefano Galli, condannato a 3 anni e 8 mesi col condono di 2 e l’affidamento ai servizi sociali per lesione personale continuata, quando da Carabiniere in borghese fece parte di un commando di terroristi armati che ridussero in fin di vita a colpi di pistola il cliente di una discoteca, e per questo premiato con 600 mila lire (ho linkato una sua intervistina in fondo al post).
Il fattucchiere Formigoni glissa sul conflitto d’interessi che riguarda l’assessore regionale forzitaliota Marco Pagnoncelli, che ha a cuore le cave di ghiaia da far gestire ad aziende a lui riconducibili o a lui collegate.

A proposito di Regione, il 14 maggio prossimo il Consiglio lombardo ha in programma la seconda lettura del nuovo Statuto. Fra le novità  ce n’é una preoccupante, quella che riguarda le iniziative popolari per l’abrogazione di Leggi regionali.
Col vecchio Statuto bastava presentare 120 mila firme, col nuovo Statuto ce ne vorranno 300 mila. Quasi triplicate come per magia!
Si tratta di un anteprima locale operato dalla destra di quello che succederà  presto al Governo nazionale di destra. Dopo che Beppe Grillo ha raccolto 495 mila firme in un solo giorno, aspettiamoci che la soglia minima di firme richiesta per chiedere i referendum di abrogazione di Leggi dello Stato sarà  portata a 2 o 3 milioni. Nessuna televisione locale e nazionale ne parlerà  con chiarezza prima del tempo (a parte la mia).

Facciamo attenzione anche a internet. Tra le lettere pubblicate oggi sul “Giornale” a pagina 42 ce n’é una a firma di una certa Simona Martinelli che chiede leggi per internet perché “bisogna evitare altri danni e impedire che un improvvisato senza professionalità  come un comico si alzi una mattina e crei un blog d’informazione senza giornalisti”.
Teniamo alte le antenne e diffondiamo la Rete.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

22 Commenti a “Occhio al fattucchiere!”

  1. […] premiata ditta Formigoni&Abelli leggi anche [QUI] Pubblicato da à‰tranger Inserito libera nos a malo, […]

  2. mario ha detto:

    E’ vero che chiuderanno il blog di Ricca perche’ ha dato del servo a Fede? Bisogna fare qualcosa per iniziare a difendere la liberta’ di internet.Dopo il v2day sicuramente questi mafiosi inizieranno a prendere provvedimenti contro il web.

  3. Roberto G. ha detto:

    La “guerra” di Ruggeri: «Basta Internet»
    «Il giorno del black-out»: brano contro il web sulle orme di Elton John. «Stop alla Rete, si torni a parlare»

    Ora ci si mette pure questo coglione qui.

  4. adriano ha detto:

    il regime berlusconano attacchera’ovviamente anche internet,l’ultima cosa libera rimasta in italia

  5. Roberto G. ha detto:

    Dal libro “The End of America: Letter of Warning to a Young Patriot” di Naomi Wolf:

    I fascisti impiegano 10 strategie basilari per abbattere le società  aperte.

    – Evocano una minaccia esterna ed interna al fine di convincere la popolazione a riconoscere poteri straordinari ai loro governanti.
    – Impiantano prigioni segrete in cui si pratica la tortura, prigioni che sono inizialmente poche in numero e nelle quali vengono internati emarginati sociali, ma che poi rapidamente si moltiplicano e presto finiscono con l’imprigionare “capi dell’opposizione, religiosi che dicono quello che pensano, sindacalisti, personaggi noti, editori e giornalisti”.
    – Sviluppano una forza paramilitare che opera senza freni legali.
    – Mettono in azione un sistema di intensa sorveglianza interna che raccoglie informazioni alla scopo di intimidire e ricattare i cittadini.
    – Infiltrano, monitorizzano e disorganizzano gruppi di cittadini.
    – Arbitrariamente, in particolare ai confini, detengono e rilasciano persone.
    – Prendono di mira individui chiave quali funzionari statali, accademici ed artisti, al fine di assicurarsi la loro complicità  o il loro silenzio.
    – Prendono il controllo della stampa.
    – Pubblicamente sostengono l’equazione: dissenso uguale tradimento.
    – Infine sospendono il principio della legalità .

    Tutte queste strategie sono state oggi impiegate negli USA.

    ————————————————

    Stiamo attenti amici, ricordiamoci che noi siamo la loro portaerei nel mediterraneo.

  6. Luigi Montinaro ha detto:

    come sempre un bell’articolo contenente argomenti da cui si é preso spunto per bei commenti e discussioni…
    c’é però un argomento che sembra non sia stato “sviscerato”…
    so che siamo freschi di una “battaglia” sulla libera informazione, che l’adrenalina é ancora alta…
    ma un altro argomento che il bravo Daniele lancia e che si lega con gli altri…é la libertà  di esser curati! la libertà  di DECIDERE quali cure scegliere…
    la chiesa NON SI DEVE PERMETTERE di ingerirsi negli ospedali!
    Perché lo “stato” deve essere LAICO SOLO SULLA CARTA?!!!
    Che DIRITTI hanno questi fantomatici OBBIETTORI di coscienza che hanno solo il TITOLO di medico ma non LO SPIRITO???
    Io non sono anti-clericale, anche se il loro ALTEZZOSO comportamento, spinge a diventarlo…
    sono per la libertà  DI CULTO… ma PRIMA DI ESSA c’é la libertà  DI CURA! lo stato deve garantire questo…NON L’OBBIETTORE!!!
    Occorrerebbero delle azioni CONCRETE contro questi “obbiettori”, e soprattutto CONTRO I MANDANTI!
    azioni LEGALI!
    intentare CAUSE a costoro…
    parlo da ignorante in materia, non essendo un legale, ma credo che ci possano essere degli estremi…
    perché tutte le volte dobbiamo stare zitti e farci calpestare i nostri diritti? se non addirittura venire pure ACCUSATI di difenderli???

  7. Byte Liberi ha detto:

    Dite a questa Simona Martinelli che se ci toccano Internet scoppia definitivamente la rivolta.

  8. Barbara ha detto:

    Ragazzi la vedo dura e sapete perché ? Perché la maggioranza del popolo italiano purtroppo é come chi ci rappresenta (e lo hanno dimostrato con il voto). Quindi perché dovremmo rovinarci la salute per chi non vuole né vedere né sentire la verità . Confesso che verrebbe proprio voglia di cambiare paese….

  9. fabio ha detto:

    Caro Martinelli mi chiamo Fabio ho 25 anni e purtroppo da quando é salito di nuovo al governo il gangstar sento ancora queste battutacce sui nani.é ora di smetterla.qui si demonizza una categoria intera di persone.Se voi continuate così per me che sono alto 1 50 non ci sarà  più un attimo di respiro,ho paura che comincino a chiamarmi psiconano e se la prendano con le persone diversamente alte solo per il fatto di odiare berluscazz di a grillo di smetterla o di cambiare quel cretino che gli scrive le battute se lo vedi ciao (continua così) fabio :))

  10. Fabio ha detto:

    Ragazzi, non fatevi prendere dallo sconforto. ?Noi siamo tanti e siamo “sani”. Questo dovete fare: nella vostra citta’, nei vostri paesi, c’e’ senz’altro una lista civica seria, all’opposizione o in maggioranza, che merita il vostro contributo. Fate politica, entrate nelle istituzioni. tutta la vostra energia deve essere riversata nel migllioramento delle istituzioni, della politica. L’unico modo per cambiare questa politica, e’, a parte la rivoluzione, che forse non ci conviene, metterci noi a fare politica, noi che siamo migliori. E non abbiate paura di picchiare i pugni sul tavolo per farvi rispettare, per far valere le vostre buone idee. Questo Paese ha bisogno di voi, di noi tutti. Buon lavoro
    Fabio

  11. markfer ha detto:

    una volta distrutto tutto si potrà  ricostruire…….

  12. pinkopallino ha detto:

    In Italia é tutta una grande associazione a delinquere,
    ad ogni livello, sia istituzionale che privato.
    Nei posti di Comando c’é la feccia della società  e chissà 
    come andrà  a finire.
    Se si vuole scrivere le porcherie che fanno tutti i giorni,
    basta solo puntare un dito e trovi sporcizia.
    Le istituzioni hanno solo uno scopo: vessare il popolo
    e poi se ne fregano altamente di quello che accade!

  13. luciano ha detto:

    Le orde di barbari stanno assaltando
    le istituzioni; che futuro si prospetta?
    Non oso immaginarlo.

  14. giuseppe ha detto:

    Daniele ma chi é ‘sta tro”T”a?????

    Questi politici del CAZZO hanno rovinato l’Italia, hanno rovinato la reputazione dell’Italia e degli Italiani all’estero, hanno rovinato il presente ed il futuro di intere genrazioni, hanno rovinato la salute di TUTTI i cittadini, CI HANNO TOLTO LE PENSIONI, I DIRITTI DEI LAVORATORI, LA DIGNITA’…..e che fanno in più????CONTINUANO A SBEFFEGGIARCI….

    Sai cosa penso????
    Non vedo l’ora che l’Italia FALLISCA, che finisca come l’Argentina…..e allora, forse, IL SANGUE DI QUESTE TESTE DI MINCHIA scorrerà  a fiumi…..

  15. Massimiliano Cantarella ha detto:

    Parlate tanto di destra e sinistra, mi dovete spiegare perché Martinelli é intervenuto ad una manifastazione per un referendum che *anticipatamente* si sapeva non avere speranza

  16. dolcenera ha detto:

    cari ragazzi mi sto rovinando anche la salute!!!!!!!!!!!!! sto mangiando più cioccolata in questi giorni (per combattere tutte queste amarezze che si susseguono come tessere di un domino impazzito) ma ora BASTA finiamola con il piangerci addosso se bossi ha 300000 uomini pronti a prendere i fucili noi siamo tanti di più e questa volta (anche la fionda va bene) saremo noi a minacciare alì baba e i 40 ladroni

  17. per certi aspetti, sembra di essere sull’orlo di una guerra civile. anche gente che sembra sottomessa un giorno sentira’ il bisogno di dire basta. Se avete intenzione di fare qualcosa, datemi un fischio! ma credo che il tempo delle raccolte di firme sia finito, se iniziano questo tipo di iniziative “alla formigoni” e se dopo i movimenti dei girotondi, e adesso dei grillini, non si riesce a fare un cavolo…

  18. helena f. ha detto:

    Daniele, bloggers, bisogna fare qualcosa…
    Non possiamo permettere “loro” di uccidere la libertà .
    Già  tutto quello che ha scritto Daniele in questo post é un attentato alla democrazia, e se mettono le mani anche su Internet é finita veramente… Già  stiamo messi male ma il peggio c’é e saranno dolori. Non Permettiamolo!!!!!!!

  19. VENOM ha detto:

    Un esempio di chi ci siamo scelti al governo…
    SENTITE IL CEREBROLESO:

    29 Aprile 2008 ore 15:11
    Bossi: “O si fanno le riforme, o 300.000 martiri pronti a battersi”
    “Questa é l’ultima occasione: o si fanno le riforme o facciamo un casino”. Umberto Bossi, conversando con i cronisti nel cortile di montecitorio, non usa giri di parole: o il federalismo si vara in questa legislatura, o la lega é pronta a piantare “un casino”. Poi, minaccia: “abbiamo 300 mila uomini, 300 mila martiri, pronti a battersi. E non scherziamo… Mica siamo quattro gatti. Credete che avremmo difficoltà  a trovare gli uomini?” e assicura: “verrebbero giù dalle montagne…

    Dal Federalismo fiscale all’Alitalia, qui si parla solo di sanare debiti con i nostri soldi… se continua così i fucili li prendiamo noi!!!

  20. Biondo ha detto:

    Bravo Nico. Non esistono né mafionano né topogigio ma un’unica grande mafia che decide “democraticamente” chi *regna*.

    Dove c’é chi vince (loro) c’é sempre chi perde (voi).

  21. nicosan ha detto:

    Sei,ormai senza dubbio,PIU’ AVANTI di beppe e c.Una richiesta ai blogger che ti frequentano:Cercate di diffondere QUESTO blog di Martinelli il più possibile (evitando,se potete,lo “stile”invasivo dei testimoni di geova che ottengono spesso il RISULTATO OPPOSTO).PRENDERE ATTO DELLA VERA REALTA’ é l’unico sistema per non farsi INVISCHIARE dal sistema.DESTRA E SINISTRA “NON ESISTONO”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.