Cara politica come ti compro! /2

Riprendo dal servizio pubblicato su L’Espresso a firma di Primo Di Nicola e Marco Lillo, l’elenco dei finanziatori di politici e partiti dalla già  citata Federfarma, che non ha oliato soltanto l’aennino Ulivi, ma anche Giuseppe Astorre (Idv) e Guido Crosetto (Pdl) con 5 mila euro e Maurizio Gasparri (Pdl) con 10 mila. Gasparri tra i suoi sponsor vanta anche la società  telefonica israeliana Telit, che tramite la Satyricon Service gli ha versato su un conto svizzero 19 mila 900 euro, oltre a svariate migliaia di euro ricevuti dai produttori delle fiction Rai Alessandro Iachia e Maurizio Momi.
L’imminente Ministro della Difesa Ignazio La Russa si é visto depositare sul conto corrente 15 mila euro dalla Tosinvest.
Quanto a Forza Italia, l’ex sindaco di Catanzaro candidato alle regionali Sergio Abramo, ha donato al partito di Berlusconi 50 mila euro.
Il Gruppo immobiliare Romeo, vincitore della gara d’appalto per tappare le buche sulle strade di Roma e gestore delle cartolarizzazioni delle case pubbliche, ha dato 5 mila euro rispettivamente ai pidini Gianni Cuperlo, Umberto Ranieri e a Silvio Sircana.
I Ds di Siena hanno avuto in regalo 160 mila euro da Giuseppe Mussari, presidente del Monte dei Paschi.

Quanto all’Udc é uno dei pochi partiti che può vantare finanziatori misteriosi come la lussemburghese Energex Engineering, che ha devoluto 77 mila euro per voli aerei. Nel 2002, per lo stesso motivo erano piovuti da quella ragione sociale altri 251 mila euro. L’ufficio stampa Udc non sa dare spiegazioni in merito. L’europarlamentare condannato Vito Bonsignore, tramite la sua finanziaria “Mec” ha versato 250 mila euro nelle casse dell’Udc nazionale e altri 220 mila per le sezioni di Piemonte e Lazio. Inoltre, Bonsignore, tra febbraio e dicembre del 2007 ha pagato 200 mila euro di voli aerei a Casini (poco meno di 1000 euro al giorno).
Francesco Gaetano Caltagirone, editore del “Messaggero”, nonché suocero dell’ex concubino Pier Ferdinando Casini, ha regalato all’Udc ben 900 mila euro in 9 tranche da 100 mila.
Anche l’avvocato Michele Vietti si unisce ai finanziatori dell’Udc: tramite L’Associazione iniziativa subalpina ha elargito 159 mila euro alla sezione piemontese del partito.
Infine addirittura un transfuga come Marco Follini può vantare sponsor personali: la società  Colli Aminei, tramite il Gruppo Statuto gli ha donato 70 mila euro.

Cecilia Maria Angioletti, amministratrice della Rosa nel Pugno, ha finanziato il proprio partito con 121 mila euro e altri 236 mila alla Lista Pannella.
I socialdemocratici hanno avuto una sponsorizzazione da 142 mila euro dall’avvocato Angelo Piazza.

L’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro ha avuto in regalo 15 mila euro dalla Media Cisco s.r.l di Pierino Tulli e 40 mila da Ettore Setten, presidente del Treviso Calcio. Pare però che l’ex ministro delle Infrastrutture abbia gentilmente declinato una generosa oliata natalizia da parte della Società  Autostrade. Che quanto a regali é decisamente bipartisan: il gruppo che fa capo alla famiglia Benetton, noto per non badare ai colori, ha donato 150 mila euro rispettivamente a Margherita, Ds, Forza Italia, Alleanza Nazionale, Udc, Lega Nord, Comitato per Prodi 2006 e 50 mila euro anche all’ex ministro dell’ingiustizia Clemente Mastella. Nelle cui casse vanno sommati altri 150 mila euro regalati da Diego Della Valle, 50 mila da Vito Bonsignore e 25 mila da Carlo De Benedetti.
Anche Marcellino Gavio ha dato la sua parte: 100 mila euro a Udc, altrettanti a Prodi e 50 mila a Forza Italia.

Altri 150 mila euro cadauno per Udc e Margherita da parte del solito Della Valle, oltre che dalla Snai dell’ippica che ha irrorato le casse dei partiti rispettivamente con 10 mila e 150 mila euro.
Guido Melzi d’Eril, rampollo della “Torinese corse cavalli” é commissario dell’Unione nazionale per l’incremento delle razze equine. Lo ha nominato il Ministro delle politiche agricole Paolo De Castro ricompensato con 10 mila euro.

In questo vorticoso traffico di denaro mi chiedo dove stia il confine fra donazione e mazzetta!
Non é abbastanza palese che questi regali reciproci servano ad accaparrarsi simpatie e favori che vanno al di là  della meritocrazia? Non ce n’é abbastanza per indagare?
Oppure dobbiamo stimare uno come Rotondi che finanzia Forza Italia per aggraziarsi l’idea che Berlusconi istituisca un Ministero della Povertà ?

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

21 Commenti a “Cara politica come ti compro! /2”

  1. VENOM ha detto:

    Radio News ore 18,00
    Mentana: “I BUOI SONO ORMAI SCAPPATI IN STRADA”… Bossi e Abusilvio stanno a litigà  per le spartizioni dei posaculi… Castelli vice-ministro infrastrutture… “per le strade, si comincerà  dal Nord…”

    COME GODO!

  2. Marco Corino ha detto:

    Pensoo che una sorta di saggezza possa consistere nel dare al denaro il peso che si merita, senza innalzarlo a fine ultimo della nostra esistenza. Chi non brama denaro vive più felice, sventurati quelli che ne sono schiavi perché hanno perso il valore più importante, cioé la libertà .

  3. Vincenzo ha detto:

    Cha altro dobbiamo aspettarci dalla nostra classe dirigente?

    Video su Berlusconi sul mio blog

  4. VENOM ha detto:

    BERLUSKA SVENDE ALITALIA AI COMUNISTI RUSSI…

    Dopo l’incontro tra NANI in sardegna, spunta Aeroflot, compagnia rossa, perl’acquisto di alitalia…Quest’uomo é una sorpresa tutti i giorni… prima ulula contro i pericolosicomunisti e poi fa affari con loro!!!

    W la coerenza!!!”

  5. dolcenera ha detto:

    voglio uscire fuori dal coro e dedicare una poesia di nazim hikmet al bimbo di venom che nascerà , ma a leggerla bene non é poi tanto fuori dal coro se ogni uomo la leggesse come sua
    Non vivere su questa terra
    come un inquilino
    oppure in villeggiatura
    nella natura
    Vivi in questo mondo
    come se fosse la casa di tuo padre
    credi al grano al mare alla terra
    ma soprattutto all’uomo.
    Ama la nuvola la macchina il libro
    ma innanzitutto ama l’uomo.
    Senti la tristezza
    del ramo che si secca
    del pianeta che si spegne
    dell’animale infermo
    ma innanzitutto senti la tristezza dell’uomo.
    Che tutti i beni terrestri
    ti diano gioia
    che l’ombra e il chiaro
    ti diano gioia
    ma che soprattutto l’uomo
    ti dia a piene mani la gioia.

  6. VENOM ha detto:

    Amico Biondo…

    Se Daniele fosse un suddito della politica o di qualche politico, certe cose NON le scriverebbe neppure… hai mai visto o sentito gli zerbini umani Fede o Liguori parlare di questi argomenti???

    PS: ma con tutte queste donazioni… per me NON C’E’ NIENTE??
    saluti

  7. andrea poulain ha detto:

    TANGENTOPOLI NON é MAI FINITA, QUESTA é LA VERITà .
    si é ridimensionata ma ormai sta rinascendo..torna sempre tutto..
    http://andreapoulain.blogspot.com/

  8. Roberto G. ha detto:

    Per sapere quale destino potrebbe attendere la colonia é opportuno osservare ciò che succede nel centro dell’impero:

    Da diverso tempo la Kellogg, Brown and Root, società  controllata dalla Halliburton, si é aggiudicata un contratto da 385 milioni di dollari dell’Homeland Security, per la costruzione di tribunali e di strutture di detenzione, che verrebbero approntate in caso di emergenza a livello nazionale. Da un giorno all’altro i campi di prigionia dell’Homeland Security potrebbero riempirsi fino a traboccare, qualora gli Stati Uniti cadessero sotto il controllo militare d’emergenza. Infatti, gli antefatti mostrano che l’amministrazione Bush si sta preparando a questa eventualità . Gli USA hanno già  il più alto tasso di carcerazione pro capite al mondo. Sotto la legge marziale, quando nessuno é libero di andare in giro a piacere, quasi tutti vengono sottoposti ad una specie di arresto “domiciliare”. Gli Statunitensi hanno avuto un assaggio di questo pessimo futuro pochi giorni fa, quando con l’operazione “Sudden Impact”, Tennessee, Mississippi and Arkansas sono stati sottoposti a legge marziale (il tutto lautamente finanziato dai contribuenti stessi).

    Gli Stati Uniti di George W. Bush si stanno gradualmente trasformando in uno stato di polizia fascista (in cui Stato e lobby si intrecciano) con il falso pretesto della “sicurezza nazionale” e della “lotta al terrorismo”.

    fonte: svolte-epocali.blogspot.com

  9. nicola ha detto:

    Caro Daniele,purtroppo non si compra solo la politica ma anche (e questa é la tendenza presente\futura) chi “semina” idee\pensieri sul WEB……BEPPE GRILLO con tutta probabilità  si é fatto comprare da CASALEGGIO ASSOCIATI (il suo editore)….entro breve perderà  più della metà  delle visite al suo blog….rimarranno gli “invasati” beppe grillo che non accettano che il loro EROE sia in realtà  CULO BRAGHE con banche,multinazionali ecc ecc ecc…Un pò come fa la “casalinga di voghera” con BERLUSCONI.NON FARTI COMPRARE ANCHE TU…….mi raccomando!UN SINCERO AUGURIO ……ps:scrivete casaleggio su youtube e….ammirate!!!!!!!! USATE SEMPRE E SOLO IL VOSTRO CERVELLO 😉

  10. luciano ha detto:

    Pigliando questi soldi, i politici, mi chiedo come fanno ad essere
    imparziali.
    Che pena!
    Poi chissà  quanti altri finanziamenti in nero intascano molti
    soggetti di governo.
    TABULA RASA di questa BUZZONAGLIA.

  11. Piero ha detto:

    Martinelli, carissimo,
    relazionerai al V-DAY il 25?
    Se si in quale citta? a che ora?

  12. Leonardo Facco ha detto:

    Caro Daniele, debbo solo – ancora una volta – complimentarmi con te!

  13. spadafora live ha detto:

    OT
    …….CONTINUA……Preso atto delle difficoltà  evidenti e preso atto che e’ il potere politico a dover gestire, queste difficoltà  una domanda interessante, e su cui si sono espressi decine di analisti potrebbe essere la seguente: come l’Alitalia e’ arrivata in questo stato deficitario?
    La colpa e’ da ricercarsi , come al solito, nel potere politico, e’ stato quest’ultimo infatti a procedere ad una lottizzazione esasperata, a mettere nei posti di potere persone incompetenti ma profumatamente retribuiti (il caso cimoli e’ emblematico), ad assurgere a scelte che nulla avevano di esatto contabilmente, ma che erano delle ricompense politiche (vedi la creazione del lodo Malpensa), e’ stato il potere politico a mettere infiniti paletti nel momento in cui la situazione stava degenerando, e’ stato esso a rendere impossibile una trattativa gia difficile in partenza, e’ stato il potere politico a bandire una gara d’appalto e poi improvvisamente a avallare una sorta di trattativa privata.quello stesso potere politico (di ambo gli schieramenti) che adesso fugge a gambe levate lasciando i lavoratori e la nostra compagnia di bandiera in mezzo al guado e non trovando una soluzione che giorno dopo giorno diviene sempre piu difficile.
    Grazie politici di ogni partito……..CONTINUA………
    http://spadafora-live.blogspot.com/

  14. Candidus ha detto:

    Purtroppo sono d’accordo con Biondo (la guerra civile noné una gran cosa, ma se necessaria…). L’unica soluzione sarebbe non andare più a votare, ma prima bisogna superare il muro di propaganda innalzato dai media italiani. Bisogna informare la gente sui FATTI!! Fate circolare le notizie anche nel vostro piccolo, ma fatelo.
    In Italia bisogna risvegliare la coscienza civile, é da 14 anni (anche più) che é in stato anestetico-comatoso.
    Mi chiedo però, se anche il 60/70% degli Italiani non andasse a votare, i politici italiani capirebbero l’antifona, mollerebbero l’osso? Spero di si, per loro.

  15. mario c. ha detto:

    ma io mi chiedo solo per consolarmi un po, ma questi sprechi ci sono anche negli altri paesi mamma mia che vergogna

  16. Nome04 ha detto:

    Avvertitemi se scoppia la guerra civile che mi rinchiudo in casa con un buon dvd contenente le puntate di “amici”.

  17. valeria ha detto:

    Mazzette, non dovrebbero esistere i finanziamenti ai partiti politici….soprattuttto in un paese come l’Italia.

  18. bahrabba ha detto:

    Ancora stanno a prendere finanziamenti questi…

    bahrabba.blogspot.com

  19. Byte Liberi ha detto:

    Queste sono chiaramente mazzette.
    Purtroppo in Italia la giustizia non funzionava bene già  prima del 94.
    Dopo la scesa in campo dell’omino dai 1000 processi Mr B. ha smesso di esistere.

  20. alessandro ha detto:

    secondo me, neanche

  21. Biondo ha detto:

    Il confine fra donazione e mazzetta non esiste. Non sono regali a scopi di beneficenza, Daniele…e come vedi anche Di Pietro li accetta.

    Due articoli che confermano l’evidenza che pure i ciechi vedono: voi vi ostinate a votare per non voler ammettere con voi stessi che é inutile e che siete dei sudditi.

    Effettivamente l’opzione non voto portata ai massimi livelli porterebbe alla guerra civile. E’ possibile risollevare il paese senza l’epurazione violenta della casta? Secondo me no.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.