Castrare la casta si può

Il signoraggio é un argomento molto complesso che si potrebbe debellare se noi cittadini cominciassimo a capire che le banconote di Euro che circolano nelle nostre mani hanno valore astratto.
Non sono impazzito sia chiaro! Ho appena linkato nel blogroll il sito di un’associazione Onlus senza fini di lucro con sede a Napoli che, seguendo l’esempio americano, ha coniato gli SCEC, ossia buoni banconote spendibili in negozi e centri convenzionati da affiancare all’Euro.
Nei soli Usa sono già  50 le valute locali che affiancano il dollaro, usate in aree circoscritte.
Il primo esperimento, partito nel ’91 ha già  generato ricchezze che hanno rafforzato alcune economie locali, ridotto al minimo la disoccupazione e consentito anche alle famiglie meno abbienti di condurre una vita dignitosa.
In Italia le iniziative sono ancora in fase embrionale ma stanno dando segnali di crescita. In particolare, sul sito del PROGETTO SCEC italiano i numeri parlano di oltre 1.495 iscritti, 250 punti commerciali convenzionati sparsi per l’Italia e oltre 100 mila Scec circolanti.
Il progetto non ha l’obiettivo di far evaderere il fisco, bensì di restituire quell’equilibrio perso a causa della continua emigrazione all’estero di valuta italiana che genera debito a carico degli strati più deboli ed esposti.
Il video che segue propone un servizio di “Report” sulla storia di Itacha, città  dello stato di New York, che da quando ha introdotto la moneta locale ha cambiato in meglio la qualità  della vita dei suoi abitanti.

Altre informazioni utili per castrare la casta si trovano sul sito del Prof. Giacinto Auriti .

Altre ancora su signoraggio.com

Mentre l’ex ed imminente “ministvo Tvemonti” ci illumina in codice che l’Italia é sull’orlo della bancarotta, consiglio un’occhiata anche QUI.
Con buona pace per chi si incaricherà  di illuminare gli ignoranti persi nel buio di una cieca ottusità .

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

59 Commenti a “Castrare la casta si può”

  1. Ron Paul REVOLUTION ha detto:

    Perché nessuno di voi parla dell’ordine eseuctivo 11110 firmato dal Presidente J.F. Kennedy il 4 giugno 1963, che dava al Ministero del Tesoro il potere “di emettere certificati sull’argento contro qualsiasi riserva d’argento, argento o dollari d’argento normali che erano nel Tesoro”. Kennedy fu assassinato dopo appena cinque mesi e non vennero più emessi certificati garantiti da argento.

    E’ vero che la Federal reserve é INCOSTITUZIONALE?!?!
    Ecco il video di Ron Paul candidato alla Presidenza nel 2008 e membro del Congresso. Ron Paul (Repubblicano, Texas) ha presentato il H.R. n° 2755 ”Per abolire il Consiglio dei Governatori del Sistema della Federal Reserve e della Banca della Federal Reserve, per abrogare la Legge sulla Federal Reserve e per altri scopi”. Questa legislazione contribuirebbe a ristabilire la costituzione degli Stati Uniti, che stabilisce che soltanto il Congresso può coniare soldi (Art I Sez 8 Comma
    5) e che i debiti degli Stati Uniti siano depositati in argento ed oro (Art I Sez 10 Comma 1

    http://www.youtube.com/watch?v=u_nLoN0b_ZY

  2. Enrico Torielli ha detto:

    RIBELLIONE POPOLARE PER LA SOVRANITA’ MONETARIA NAZIONALE. SPARGIAMO LA VOCE E RIBELLIAMOCI AL NWO, SOLO COSI’ CI SENTIRANNO!!!!!

  3. Robertus ha detto:

    Qualcuno a citato Fotogian, non posso smentirlo in argomentazioni prettamente tecniche, ma lui dice che la Banca D’italia é dello stato.
    Ma é la stessa BAnca d’italia che ha pubblicato la listadegli azionisti.

    http://www.bancaditalia.it/bancaditalia/funzgov/gov/partecipanti

    Lui parla di una legge del 1936 che la rendeva istituto di diritto pubblico, era l’art 3 dello statuto, ma ora é cambiato, lo potete leggere sempre nel sito della banca d’italia.

  4. Harlock ha detto:

    Valute locali, bello… ma chi le stamperebbe?
    In un paese di furbetti come il nostro quanti se li stamperebbero in casa?

  5. lagus ha detto:

    Concordo con il post di gianni. Il consiglio del svegliarsi era rivolto a coloro che credono ciecamente a qualsiasi cosa scritta su internet. Bisogna informarsi utilizzando più strumenti, nel mio caso specifico credo che affiancando le nozioni apprese all’università  ad internet, ci si possa fare un quadro più completo e verosimile su molti problemi che affliggono la gente nella vita moderna.

  6. Gianni ha detto:

    Io ritengo che la priorita’ oggi sia la riduzione della spesa e l’avvio delle riforme. Di entrambi gli argomenti si parla molto, ma senza che ci sia qualcuno che spieghi cosa bisogna riformare, come e quando farlo.
    1. LA SPESA: la spesa e’ il principale strumento di manipolazione del consenso, il secondo sono i media. Per ridurre la spesa occorre tagliare i tentacoli clientelari della politica, ovvero si dovrebbe rimettere mano alle funzioni che le sono accordate. La partitocrazia non e’ nata ieri, non sparira’ domani. Noi cittadini, secondo me, dobbiamo MINACCIARE il parlameto affinche’ avvii le riforme. La minaccia e’ lo sciopero fiscale. Ma e’ importante programmarlo con calma e minacciarlo, altrimenti poi saremo costretti a farlo davvero e va tutto a puttane.
    2. LE RIFORME: che stato vogliamo? Fantasia al potere oppure un modello europeo del nord, tipo Finlandia? Qualcuno sa cosa fare, una volta che saranno stati attaccati i clan detentori del potere? Ci sara’ chi vuole la chiesa, chi rivuole la DC, chi Bettino, chi ancora se ne andra’ in giro dicendo: quando c’era lui…
    Intanto la crisi ci terra’ impegnati in pensieri piu’ profani.

    @ Lagus: che tono! un po’ di umilta’…. Tutti qui a svegliarci. Tu quando ti sei svegliato? E chi ti ha svegliato?
    Comunque sono abbastanza d’accordo con il fatto che sarebbe meglio occuparsi dei problemi piu’ concreti e vicini alla gente. Questa MAFIA-STATO-MASSONERIA-CHIESA andrebbe fermata subito, il 2008 sara’ decisivo.
    Con la successiva crisi, sara’ un si salvi chi puo’, altro che riforme.
    Se riesco a liberarmi, quest’estate emigro anch’io.

  7. lagus ha detto:

    ma smettetela! I problemi dell’italia sono ben altri! Mafia, corruzione, spreco di denaro pubblico. La colpa del nostro male é nostra, non dell’Europa. Senza l’euro avremmo fatto la fine dell’argentina già  da un pezzo, e quando l’europa si stancherà  definitivamente dei nostri giochetti da mafiosi, ci sbatterà  fuori dall’euro e ci finiremo veramente come l’Argentina. Sveglia gente!!

  8. Roberto ha detto:

    Ciao vorrei fare qualche considerazione diciamo di riepilogo.

    1) Anzitutto ho notato che quasi tutti coloro che affermano essere il Signoraggio una bufala usano un linguaggio di una volgarità  e direi anche di una violenza inaudite. E questo già  vorrà  dire qualcosa. Se leggete il post di quel tal Calvin, ma sopratutto i commenti c’é da rimanere annichiliti.

    2) Comunque la si pensi nessuno può negare che i banchieri usano la moneta come fosse cosa loro e questo secondo me non é accettabile.

    3) Se i cosiddetti “bufalari” sono così convinti che gli Antisignoraggisti sono una massa di idioti incompetenti perché non si apre un dibattito pubblico su questo argomento? Il signor Mario Draghi potrebbe, ad esempio, presenziare ad un bel dibattito a “Porta a Porta” per chiarire una volta per tutte come stanno le cose.

    Invece l’argomento é tabù. Nessun politico ne parla mai e anche questo vorrà  dire qualcosa.

  9. Marco Corino ha detto:

    La chiave é proprio questa: lo Stato non dovrebbe pagare gli interessi a se stesso, mentre la banca li, anche se nessuno voleva il debito; l’anomalia é che la Banca d’Italia sia una S.p.A.

  10. Andrea ha detto:

    La anonima “signora” (ma chi é ??) che parla nel video gentilmente postato da Gianni, infila una cazzata dopo l’altra con una disinvoltura fenomenale! Chi appena appena sa contare se ne accorge subito.
    Dice: “L’indebitamento di per sé non é un qualcosa di negativo, ciò che é importante é che il denaro pubblico venga speso bene, che faccia crescere la ricchezza reale del Paese più che proporzionalmente (? ) e che questa ricchezza cresca al punto tale da generare un gettito fiscale che sia in grado di rimborsare l’interesse sul debito e addirittura di coprire progressivamente il debito stesso. A queste condizioni anche il debito pregresso diminuirà  e non ci saranno problemi!”
    Qualcuno spieghi alla povera signora che se l’unico a poter fabbricare soldi mi presta una somma e la rivuole indietro con gli interessi, non potrò MAI estinguere il debito…
    “Il debito non aumenta a causa degli interessi passivi… ma aumenta per il fatto che la politica fa scelte di spesa errate”. Prego ai sani di mente di rileggere questa frase, specie la prima parte.
    “E’ irrilevante che ad emettere moneta sia lo Stato piuttosto che la Banca Centrale”. (Magari però lo Stato non dovrebbe pagare gli interessi a se stesso, signora) Però poi si produce in una giaculatoria per spiegare che dopotutto non é così irrilevante, e che la Banca Centrale é meglio (ma va?). Conclude in bellezza con patetiche declamazioni sulle illusioni e sul benessere facili,
    Che dire… patetico.

  11. Gianni ha detto:

    Volevo anche segnalare il seguente sito, c’e’ una signora che nega che il signoraggio ia una truffa globale. E’ abbastanza semplice da capire, anche se a me sembra un’impiegata senza alcuna fantasia economica.

    http://www.politica-web.it/politica-web/riflessioni.htm

  12. Gianni ha detto:

    Ciao Daniele,
    grazie per il post sul signoraggio. Permettera’ di aumentare lo scambio di informazioni al riguardo. Personalmente sono a conoscenza del problema da un anno.
    Queste le mie riflessioni:
    il signoraggio bancario, comunque venga interpretato, e’ uno strumento del capitalismo centralizzato, derivato dalla sostituzione e trasformazione dei latifondi e delle nobilta’.
    Negli stati antichi, che stampavano moneta, i fenomeni inflazionistici erano normali. Ogni moneta ha avuto una nascita, una vita, una morte.
    Il capitalismo moderno non nasce e non vive di parita’ di accesso alle opportunita’ economiche, ma anzi, difende l’eredita’ nella linea di sangue.
    Oggi la situazione e’ delimitata da grandi poteri, distribuiti in tutto il mondo, basati sulla forza economico-finanziaria, militare, mediatica (legge del piu’ forte).
    Per superare il signoraggio, occorre superare il capitalismo, altrimenti si otterra’ solo di spostare la bilancia del controllo da uno all’altro dei poteri sopracitati.
    In pratica, togliendo il controllo del denaro alla finanza, lo si consegna alla politica, con tutti i rischi demagogici del caso.
    In America, questo sistema di gestione politica del denaro, viene chiamato FUNNY MONEY. In pratica, si stampa denaro per accontentare le clientele e si usano i media per tranquillizzare la popolazione. Poi pero’….
    Il tasso di scambio con le altre monete internazionali puo’ subire drastici cambiamenti, una nazione debole come la nostra si puo’ ritrovare come l’Argentina.
    Insomma, per fare una rivoluzione di tale portata occorrerebbe la Repubblica di Platone, un paese ideale, con consapevolezza, cultura, solidarieta’, liberta’ uguaglianza.
    L’Italia e’ un paese culturalmente arretrato, i miei due fratelli vivono all’estero e ci facciamo grandi risate delle discussioni che si fanno qui, del tono con cui vengono affrontate etc…
    Considera che se non avessimo un enorme debito pubblico, non staremmo a parlare di questo problema. Fatto sta che il problema del debito italiano risale agli anni ’80 (Amato, perche’ sei ancora li?), ma anche che in quel periodo l’Italia ha tentato l’accesso al sistema dei capitali internazionali (Serpentone monetario).
    Dovremmo ridurre il debito, come sta facendo il Belgio, in modo da liberare risorse per lo sviluppo. L’unuico modo e’ RIDURRE fortemente la spesa pubblica (clientelare) che abbiamo.
    Dicono che l’incontro sul Britannia ha sancito la rovina della Lira. Probabilmente e’ anche vero, ma il problema non e’ il Britannia, gli Illuminati oppure il Signoraggio. Il problema e’ che il capitalismo e’ figlio di una rivoluzione nata nel 1700, quando l’economia era agli albori.
    Ora vorrei stimolare la discussione su questo punto. Come immaginate che possa essere il post-capitalismo? La prossima rivoluzione dove portera’?
    Io credo che si dovrebbe parlare di distribuzione (cioe’ per esempio: eliminazione della carta moneta, tracciabilita’ delle operazioni, sostituzione del PIL con un misuratore di efficienza economica, eliminazione delle eredita’, gestione globale delle materie prime e del ciclo dei rifiuti, gestione globale dell’agricoltura).
    Il mondo di domani e’ molto differente dall’oggi, nei prossimi 12 anni l’evoluzione tecnologica fara’ cio’ che ha fatto negli ultimi 50. Entro una ventina di anni l’informatica permeera’ ogni tipo di attivita’ umana, rendendone il progresso tecnologico esponenziale. L’avvento dell’intelligenza artificiale cambiera’ drasticamente il mondo, come lo fara?

  13. Andrea ha detto:

    ciao helena, prego.
    Sono pronto a scommettere però che sebbene estremamente semplice, a “prova di bambino”, come dici tu, non sarà  “capito” proprio da tutti tutti 😉 perché certa gente, di cui abbiamo avuto qui un piccolo campione, purtroppo segue le regole descritte cosi’ bene nel post di Giovanni…
    Speriamo un una maggiore apertura e consapevolezza.
    Saluti.

  14. helena f. ha detto:

    Per par condicio :

    Ho letto anche il link postato da Marco. (avevo anche letto il documento di tal Fotogian, prolisso e faticoso da leggere, ma con pazienza l’ho letto).

    A parte i toni del tipo che scrive, ma sorvoliamo…

    Perché dobbiamo farceli prestare dalle banche questi benedetti soldi e pagarci gli interessi?
    Sovranità  monetaria, perché no?

  15. helena f. ha detto:

    @ Andrea

    Ciao!
    Non é la prima volta che ricevo da te informazioni utili. Grazie !
    Essendo quello del signoraggio un argomento un pò ostico, non é facile per tutti capirne il meccanismo nei dettagli.
    Questo documento in pdf é … buonissimo. Chiaro, chiaro, “simpatico”,
    piacevole da leggere e di facile comprensione. Anche un bambino lo capirebbe.
    Ciao e grazie di nuovo.

  16. Andrea ha detto:

    il prode Marco -quello che esordisce sempre con “la bufala (o la frottola) del signoraggio – non si arrende! dopo le cazzate del famoso Fotogian, le cazzatine del meno famoso Calvin del Giornalettismo militante…
    “Cosa fa la Banca Centrale quando riceve il suo bel carico di banconote dal poligrafico? Purtroppo per Trichet e Bernanke, non può spenderle in prostitute d’alto bordo, ma solo per comprare titoli”. E allora adesso me le stampo anche io per comprare titoli (le prostitute non mi interessano…) e vediamo se non finisco in galera! Nel caso vi avviso… portatemi le arance!
    P.S. uno schemino che sarebbe “a prova di scemo” (ma non di persona in malafede) per illustrare il meccanismo può essere questo: http://www.signoraggio.it/Il_debito_pubblico_e_le_banche_centrali_di_emissione.pdf

  17. Andrea ha detto:

    il prode Marco -quello che esordiche sempre con “la bufala (o la frottola) del signoraggio – non si arrende! dopo le cazzate del famoso Fotogian, le cazzatine del meno famoso Calvin del Giornalettismo militante…
    “Cosa fa la Banca Centrale quando riceve il suo bel carico di banconote dal poligrafico? Purtroppo per Trichet e Bernanke, non può spenderle in prostitute d’alto bordo, ma solo per comprare titoli”. E allora adesso me le stampo anche io per comprare titoli (le prostitute non mi interessano…) e vediamo se non finisco in galera! Nel caso vi avviso… portatemi le arance!
    P.S. uno schemino che sarebbe “a prova di scemo” (ma non di persona in malafede) per illustrare il meccanismo può essere questo: http://www.signoraggio.it/Il_debito_pubblico_e_le_banche_centrali_di_emissione.pdf

  18. helena f. ha detto:

    Grazie
    @ luciano e Giovanni per aver condiviso i… problemini 🙂
    Un bacio
    Helena

  19. luciano ha detto:

    pienamente d’accordo con helena!

    ciao

  20. Roberto ha detto:

    Un altro stralcio sempre dal solito documento:

    “La frottola della moneta-debito
    In internet qualcuno chiama moneta-debito la moneta. Lascia intendere che chi ha in mano una banconota é indebitato perché la moneta é registrata nel passivo dello stato patrimoniale della Banca Centrale alla voce Banconote in circolazione. L’emissione di moneta comporterebbe un debito e chi ne viene in possesso sarebbe un debitore.”

    Si parla di moneta-debito semplicemente perché lo Stato per procurarsela si indebita. Ci spieghino piuttosto perché la Banca iscrive nel passivo dello Stato Patrimoniale le banconote emesse. Si é mai vista una passività  che frutta un interesse ?
    In realtà  questo documento sembra fatto apposta per confondere la gente su un fatto che di per sé é abbastanza evidente: le Banche Centrali si comportano come se fossero le proprietarie della moneta.
    Vogliono farci credere che lo Stato Italiano ha accumulato l’enormità  di 1600 mld di euro di debito semplicemente perché troppo spendaccione?
    Negli Stati Uniti prima dell’istituzione della Federal Reserve (1913) il Debito era praticamente zero. Oggi é cinque volte il PIL. Gli Stati Uniti sono praticamente falliti !

  21. trarco mavaglio ha detto:

    OT

    dalla serie “la faccia come il culo”:

    Mediaset e’ “tranquilla” riguardo
    alla sentenza della Corte di Giustizia Ue, che ha accolto il ricorso di Europa7 dell’imprenditore Di Stefano, e ribadisce che “le nostre frequenze non saranno toccate da nessuno, al massimo ci sara’ un risarcimento”. Lo ha affermato il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, oggi..

  22. Riccater ha detto:

    L’economia é uno strumento di controllo.
    Con la moneta hai il controllo dell’economia.
    La lotta al signoraggio rappresenta la liberazione dell’uomo dalla schiavitù dei potenti.
    Sovranità  monetaria.

    grazie daniele

  23. Paolo ha detto:

    Finalmente Daniele sei andato a fondo della questione, anche se oramai l’argomento lo conoscono anche i sassi.
    Comunque, puoi andare ancora più a fondo e fare da megafono a quanto stà  succedendo – ora – in Sudamerica: LA SOLUZIONE.
    Andate sul portale del Governo Boliviano – http://www.bolivia.gov.bo/ – e leggetevi i giornali. Sono in spagnolo, ma ha tutti é data la comprensione di un buon 70% degli articoli. Cercate l’A.L.M.A. e …… stupitevi!
    Da antiche civiltà  millenarie ci vengono nuovamente date delle lezioni di civiltà  e progresso sociale:
    Primo passo: SOVRANITA’.
    Secondo passo: NAZIONALIZZAZIONE RISORSE PRIMARIE.
    Terzo passo: LEGALITA’.
    Quarto passo: ECONOMIA PARTECIPATIVA BIOCOMPATIBILE.
    ……. and counting!

  24. Lagus ha detto:

    ecco che la si butta sul moralismo! Gente che diffonde teorie false per creare allarme sociale può essere contestata! Deve essere contestata. E per me non sono altro che ciarlatani venditori di fumo, giusto per usare un’espressione tranquilla. Ecco, leggetevi qualcosa di sensato da wikipedia, simbolo di conoscenza e libero luogo di scambio di idee: http://it.wikipedia.org/wiki/Signoraggio

    Non credete a tutti i ciarlatani, ce ne sono fin troppi

  25. Giovanni ha detto:

    Ragazzi, fateci caso. Chi presume di sapere già  la incontrovertibile verità  su qualcosa, e non ammette dialogo (ma i suoi interventi sono di stampo affermativo e autoritario), invece di portare un sia pur minimo ragionamento, o dato, o anche solo un dubbio, di solito fa le seguenti cose:
    1. denigra e taccia di ignoranza chi non la pensa come lui (mai però portando uno straccio di argomento);
    2. attacca non il ragionamento, ma il ragionatore;
    3. si dà  aria di superiorità  e tratta gli altri come deficienti non solo sull’argomento, ma in toto.
    4. sistematicamente ignora tutti gli argomenti che gli si possono offrire, su di lui rimbalzano inutilmente come su un muro di gomma.
    E’ poi ininfluente cosa propagandano queste persone; leggendo questi post, ho ravvisato queste caratteristiche sia in fautori (sandropascucci) che in negatori (Lagus) del “problema signoraggio”. E’ gente capace solo di insultare.
    Questo atteggiamento da paranoico maleducato dovrebbe spingere a non perdere neanche un minuto con esse.

  26. helena f. ha detto:

    @ Lagus

    E anche tu… a offendere.
    Chissà  che non abbia ragione tu … ma le divergenze esistono e ognuno si fa le sue idee, giuste o sbagliate che siano.
    Però se ne può parlare, discutere, e confrontarsi senza necessariamente
    OFFENDERE gli altri.
    Grazie.

  27. Lagus ha detto:

    le banconote circolanti non c’entrano nulla, sono una parte piccolissima delle transazioni finanziarie. Se vai in banca e gli dai 100 euro, loro li mettono sul tuo conto corrente e hai 100 euro sempre e comunque, che puoi spendere con la carta in tutto il mondo. Le banconote cartacee non sono una cospirazione! Sono un numero ridicolo rispetto ai soldi che girano per via telematica! Non diciamo cretinate! Quelli che promuovono le teorie cospirative del signoraggio sono ciarlatani che si basano su teroie (sbagliate) economiche di stampo filo-nazista. Finitela! Basta con ste cazzate del signoraggio! Iscrivetevi ad una facoltà  di economia per capire, seguite le lezioni pesanti e difficili dei economia e finanza, poi mi direte cosa ne pensate. Non avete alcuna credibilità , ciarlatani venditori di fumo. Poi la gente comune legge i vostri allarmi catastrofici e non ha strumenti per capire se ciò che legge é credibile perché sono argomenti molto complessi. Finitela!

  28. Roberto ha detto:

    Uno stralcio dal documento antisignoraggio:

    “Ma supponiamo, per assurdo, che la Banca Centrale venda banconote allo Stato: si tratterebbe di un’operazione senza senso. La Banca venderebbe una banconota da 50 euro incassando…50 euro. L’acquirente si procurerebbe una banconota da 50 euro pagandola 50 euro. Perché dovrebbe avvenire uno scambio del genere? Non sarebbe possibile,
    inoltre, per la Banca Centrale regolare la quantità  di moneta presente nell’economia né si potrebbe emettere nuova moneta. La Banca infatti emetterebbe e ritirerebbe la stessa somma (nell’esempio emette 50 euro e ne incassa altrettanti).”

    Se il documento é tutto così ci si può risparmiare il tempo di leggerlo.

    Infatti la Banca non cede 50 euro per altri 50 euro, ma con quei soldi si compra un BOT o CCT che lo Stato gli avrà  nel frattempo stampato. Il risultato é che lo Stato si ritrova indebitato con la Banca o con quelli a cui la stessa Banca avrà  nel frattempo venduto l’obbligazione.

    Lincoln si autofinanziò la guerra di Secessione tagliando fuori i banchieri e venne assassinato.

    Kennedy con l’ordine di servizio 11110 (cercate su google Kennedy 11110) iniziò a stampare dollari garantiti dall’argento senza indebitarsi con la Federal Reserve. Pochi mesi dopo venne assassinato a Dallas. La prima cosa che fece Johnson suo successore fu abrogare l’ordine di servizio 11110 e ritirare quei soldi dal mercato.

    Questi sono fatti, non illazioni.

  29. helena f. ha detto:

    @ Sandro Pascucci

    Se lei mi risponda o no … a questo punto non mi interessa.
    A me sembra di non averla offesa in nessun modo, anzi l’ho anche ringraziata per le informazioni sul signoraggio che ho appreso nel suo sito.
    Ma lei perché offende me e coloro che apprezzano Grillo per quello che fa?
    Praticamente noi siamo dei deficienti, che si fanno manipolare.
    OK. Chiudo qui. Non credo sia il caso di parlarne o dimostre a lei il contrario.
    Arrivederci.

  30. luciano ha detto:

    E’ chiaro che a certi provocatori non conviene
    rispondere.
    L’unica strada percorribile é quella di informarsi
    é divulgare questo crimine a danno della collettività ,
    per il tornaconto di pochi.

  31. Lagus ha detto:

    http://digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf
    Capire bene le cose prima di vomitare cazzate.

  32. Lagus ha detto:

    Marco ha ragione da vendere. Siete un branco di ignoranti, non capite nulla di economia. Prima studiate, poi parlate, per favore. Pseudo neonazisti con teorie assurde sull’economia..Ah, l’ignoranza! Quanto può essere pericolosa..

  33. Karl ha detto:

    Una domanda semplice per tutti i professoroni di Economia che passano da qui: i titoli di stato italiani sono acquistati e detenuti per una grossa quota dalla Banca Centrale Europea (in primis) e altre istituzioni, e grossomodo solo un 10 % da cittadini (pensiamo alla classica vecchietta). Quest’ultima, per comprare i suoi BOT, ha dovuto lavorare e risparmiare, mettendo da parte della moneta e quindi rinunciando ad altre cose; la BCE invece ha stampato le banconote e se li é comprati. Domanda semplice: qual é la differenza tra i due casi?
    [Suggerimento: se la vecchietta facesse altrettanto, stampando banconote per acquistare i BOT, forse andrebbe in galera?]
    N.B. Ah, risposte tipo “L’economia é una cosa complessa”, o simili non valgono, se la cassiera sbaglia a darmi il resto me ne accorgo anche se é laureata in matematica.

  34. Giovanni ha detto:

    E’ davvero risibile chi accusa Grillo di fare il capopopolo a pagamento…! Sveglia! Grillo E’ UN COMICO e un uomo di spettacolo! Contestualmente, ha preso a cuore (per motivi che non sta nel potere di nessuno indagare, a meno che non lo si conosca personalmente) alcune (ovviamente non tutte) di quelle che un tempo si sarebbero chiamate “battaglie civili”. Forse, semplicemente, le ha potute fare e le ha fatte, come probabilmente farebbero molti di noi. Invece deputati, senatori, presidenti, ministri, assessori, ecc ecc. LORO SI’ CHE SONO PAGATI, con i nostri soldi, e non con contributi volontari, ma obbligatori (si chiamano TASSE, per gli ignoranti) e invece l’unica battaglia che fanno é per cariche, privilegi per sé o per i propri clientes e famigli, e come effetto collaterale per le loro attività  fatte di raccomandazioni ed appalti, abbiamo per esempio primari incompetenti che ti fanno morire per una tonsillite o inceneritori tossici che ti provocano un tumore.

  35. luciano ha detto:

    Anche io la penso come Helena, quello che fa Grillo é
    lodevole, potrebbe godersi fama e soldi, ed invece porta
    all’attenzione di molti, problemi importantissimi.
    Io credo che non si sia occupato più di SIGNORAGGIO,
    perché probabilmente avra ricevuto delle minacce.
    Il modo migliore per eliminare il SIGNORAGGIO e che
    più persone possibili prendano coscienza di questo
    problema, allora sarà  impossibile, per i governi, far
    finta di nulla.

  36. sandropascucci ha detto:

    sei un’illusa, anzi, di più.. sei una povera vittima che giustifica il suo aguzzino..

    grill0 NON HA PARLATO DI SIGNORAGGIO nei post di uno (o due) giorni fa.. MA HA FATTO IL CONTRARIO.

    STAI ATTENTA PERCHE’ STAI CLAMOROSAMENTE DIFENDENDO UNA PERSONA CHE TI STA INGANNANDO.

    grill0 NON VUOLE eliminare il signoraggio e lo testimoniano i suoi post, vere miniere di DISINFORMAZIONE e MANIPOLAZIONE di massa (voi grillini).

    grill0 é UN AGENTE DEL SISTEMA.

    amen.

    non ripasserò spessissimo, se rispondi dovrai attendere un po’ per una mia eventuale risposta. ciao. [svegliati!]

  37. helena f. ha detto:

    @ Sandro Pascucci.

    Chissà  se lei ripasserà  di qua… magari non leggerà  mai il mio commento ma lo posto lo stesso.
    Io la ringrazio perché tramite il suo sito tempo fa, ho cominciato a conoscere il signoraggio, poi ho comprato il libro “euroschiavi” e altro…

    Ma perché deve venire qui e denigrare Grillo. Lo fa già  nel suo sito, liberissimo di farlo, per carità . Ma qui ce lo risparmi.

    Io sono convinta che nessuno di quelli che apprezza Grillo per quello che fa lo consideri un guru o il messia.
    Ma gli va dato atto che é una persona che ha contribuito a svegliare le coscienze della gente che sotto sotto parlava, si indignava ma solo tra parenti e amici. Il malcontento c’era da un pezzo ma non usciva fuori dalla solita cerchia di conoscenti.
    Lei Pascucci e tanti altri cercano di svegliare le coscienze su temi importantissimi celati come sappiamo dai media.
    Grillo per sua e nostra fortuna é facilitato essendo un uomo di spettacolo, bravissimo attore comico e conosciuto e quindi più facilmente può avere accesso attraverso i suoi spettacoli a parecchia gente.
    La sua ora é una situazione scomoda, difficile. Non fa più solo spettacoli, nei quali comunque denuncia (e lo fa da più di 20 anni) i problemi del Paese, ma é andato oltre, si é fatto portavoce di un movimento politico (non antipolitico) dove i singoli cittadini possono agire attivamente per un cambiamento.
    Bisogna solo che ringraziarlo, per essersi preso questo impegno !
    Perché ciò da tanto fastidio? Che cosa fa di male?
    Lo accusano di non parlare più del signoraggio. A parte che in un suo post di qualche giorno fa ne ha parlato, non in modo esplicito ma lo ha fatto.
    Poi ci sono talmente tanti problemi che prima o dopo affronterà  bene anche questo.
    L’ accusano di farlo per soldi, per fama di notorietà .
    La notorietà  e i soldi li avrebbe fatti anche solo con i suoi spettacoli senza farsi venire il mal di fegato in questa impresa.
    Ci guadagnerà  qualcosa in più in tutta questa storia? E allora? Se anche ci guadagnasse qualcosa, che problema c’é? In fondo ci spreca talmente tante energie e tempo che sottrae alla sua famiglia, che anche fosse, non ci troverei nulla di male.
    A noi fa solo bene una persona così, che poteva essere chiunque avendo carisma e voglia di cambiare le “regole” di questo Paese e si fosse preso la briga di farlo.
    Che lo ignorino o gli vadano contro i politici e i media, lo posso anche capire, ma chi bene o male condivide con la gente il malessere, l’illegalità ,
    i soprusi, il degrado, la censura, la corruzione…. che c’é in questo Paese,
    non può dire che Grillo é un NEMICO DEL POPOLO.
    I politici, i media forse ne hanno paura, ma gli altri… non sarà  invidia?
    Distinti saluti sig. Pascucci.

  38. Stefano Castellani ha detto:

    Il signoraggio e’ di per se una bufala mediatica, una balla che circola su internet. Ne sono pieni i forum complottistici.
    Esiste un fondo di verita’, dovuto al fatto che la circolazione della moneta (come la sua creazione) sono basati sulla fiducia che la gente vi ripone. Da qua’ a voler accettare ogni tipo di complotto (che poi finiscce in qualche maniera sempre a tirare in ballo la parola sionisista ce ne vuole).
    Del resto l’altra alternativa sarebbe pagare in carote, grano,pomodori ect…. fate voi….

  39. Marco Corino ha detto:

    P.S. Paola: I produttori locali sono raggiungibili anche in città , non solo ai farmer market (http://www.coldiretti.it/docindex/cncd/informazioni/003_08.htm) ma anche tramite i Gruppi di acquisto solidale (http://www.retegas.org/). La rete può aiutare ad organizzarsi! Basta avere curiosità  e mente aperta. Pensa a quanto TEMPO ci divora la televisione (io l’ho eliminata)…

  40. Marco Corino ha detto:

    Paola… magari c’é gente che lavora per pagare ciò che lavorando non può fare (!) l’asilo o la baby sitter o la donna delle pulizie o la badante o la playstation al figlio al quale non ha tempo da dedicare o il panettiere che mette il pane a 4 € o il lattaio che mette lo yogurt a 2 € (quando farseli costa meno) o il verduriere che mette le patate a 1 € o chiunque altro per fare magari lavoretti di riparazione/ristrutturazione (es dare il bianco) che potrebbe ben fare da sé e con minore spesa (oltre che con più profitto e soddisfazione)… Comprendo che entrare nell’ottica non é facile, perché tutte le voci in campo spingono per il contrario, ma assicuro che renderebbe in tempo e felicità !

  41. sandropascucci ha detto:

    per lo SCEC:

    se l’euro (come il dollaro e come ogni valuta ufficiale) é il male.. come considerate chi si AFFIANCA ET SOSTIENE tale valuta?

    cercate di essere più disillusi e più FEROCI nelle critiche verso chi* vuol farsi vedere come vostro salvatore.

    l’unica moneta buona é la moneta creata dal popolo in quantità  corrispondenti alla produzione. punto. senza riserve e senza “corso forzoso”.

    sul mio sito troverete il libro di Auriti (e altri) gratis. studiate.

    * me compreso, ma io sono lindo come un pupo 🙂

  42. sandropascucci ha detto:

    Non fidatevi di nessuno.

    Grill0 é nemico del popolo, un censuratore del signoraggio e rinnega Giacinto Auriti.

    Il programma di Montanari (nel punto monetario riportato in un commento sopra) é un BUFALA (il resto dei punti non mi interessano).

    Diffidate di TUTTI. Nessun partito e nessun politico é procausa del signoraggio. Nessuno, né Di Pietro né quel nome che avete in testa confidando nel classico “ma lui, il mio idolo, però é pulito..”. No! Nessuno, nemmeno la Gabanelli (di Report). NESSUNO!

    Solo tu puoi salvarti le chiappe. RICORDALO.

    sandro

  43. paola ha detto:

    certo, marco,…
    aggiungerei anche di allungare la giornata a 26 ore per avere il TEMPO per autoprodurre, per andare dai singoli produttori locali ad uno ad uno, …
    Firmato mamma lavoratrice con figli.

  44. Marco Corino ha detto:

    Il denaro é un mezzo di scambio circolante in quantità  stabilita. A meno che non ci sia qualcuno che stampa per sé banconote, l’unico modo per possederne sono gli scambi di merci/prestazioni al valore di mercato, quindi il sistema funziona. Concentrerei invece l’attenzione sul nostro modo di fare acquisti, tenendo presente alcuni principi fondamentali: acquistrare prodotti locali, stagionali, in modo diretto. Aumentare gli scambi non mediati dal denaro, autoprodursi beni, risparmiare, praticare la sobrietà  e sporattutto spendere solo nelle proprie possibilità .

  45. helena f. ha detto:

    Grazie Andrea.
    Speravo in un commento del genere che dicesse quello che io (non sapendo) avevo però sospettato e dubitato…

  46. Andrea ha detto:

    Il link postato da Marco é un documento preparato da tale “Fotogian”, notissimo tra chi si occupa o legge di “signoraggio” in rete. Tale individuo ( o gruppo di individui, viene da pensare data la sua ubiquità ) interviene pressoché in tutti i forum, blog, discussioni e anche sulle pagine di Wikipedia Italia, producendo patetici e prolissi documenti e argomentazioni per confutare ogni pensiero critico nei confronti del sistema economico bancario e per insultare anche pesantemente chiunque non la pensi come lui. Aprite gli occhi, torniamo alle domande semplici: di chi é il denaro? é nostro? e se é nostro… perché ce lo prestano?

  47. Rossi Marco ha detto:

    Finalmente si parla un po’ anche di questi problemi.

    Io ho notato con piacere che nel programma della lista “Per il bene comune” si parla di signoraggio
    http://www.perilbenecomune.net/Programma.html

    Ricordo a tutti il candidato principale della lista é Stefano Montanari (www.stefanomontanari.net), ha fatto importanti studi sulle nanoparticelle ed é stato citato più volte da Grillo nelle sue battaglie contro gli inceneritori

  48. Francesco De feudis ha detto:

    Non riesco a comprendere un punto, che ritengo essere abbastanza importante: come vengono distribuite queste banconote? Ci sarà  qualcuno che le stampa e che poi le distribuisce. Fin qui il sistema non é molto diverso da una normale banca centrale. Ma in cambio delle banconote distribute cosa si cede? E quello che si cede per avere gli Ithaca chi lo gestisce? Chiunque può averle?

  49. luciano ha detto:

    Perché gli stati possono coniare le monete metalliche,
    ma non le banconote?
    Perché la BANCA D’ITALIA, che per statuto deve essere
    dello stato Italiano é in mano alle banche private?
    Se non esistesse questo meccanismo criminale e
    perverso, non esisterebbe il DEBITO PUBBLICO,
    nel nome del quale ci massacrano con ogni finanziaria;
    ma esisterebbe solamente un costo per la spesa della
    cosa pubblica: sanità , scuola, servizi vari…
    Leggete anche il libro di Marco Della Luna e Antonio
    Miclavez ” euroschiavi ” , Arianna editrice.

  50. luciano ha detto:

    I PROPRIETARI DELLA BANCA D’ITALIA????????????

    Partecipante Quote Voti
    Banca Intesa S.p.A. 22,0% 50
    UniCredito Italiano S.p.A. 11,0% 50
    Sanpaolo IMI S.p.A. 8,3% 50
    Banco di Sicilia S.p.A. 6,3% 42
    Assicurazioni Generali S.p.A. 6,3% 42
    Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. 6,2% 41
    INPS 5,0% 34
    Capitalia S.p.A. 4,8% 32
    Banca Carige S.p.A. 4,0% 27
    Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. 2,8% 21
    Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. 2,5% 19
    Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. 2,1% 16
    Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. 2,0% 16

    IL DEBITO PUBBLICO LO DOBBIAMO A LORO
    PERCHE’?

  51. helena f. ha detto:

    @ marco

    Come scrive Daniele il signoraggio é un argomento molto complesso.
    Come tutti quelli che hanno internet, cerco di informarmi, visto che di notizie sul signoraggio se ne trovano sempre di più.
    Non sono una esperta di economia. Non mi é facile capire il meccanismo nei dettagli. Ho letto il documento nel link, dove sembrerebbe a detta di chi lo ha scritto che tutto é regolare, logico, normale e alla luce del sole.

    Io non penso che le (abbastanza) persone che parlano di signoraggio siano tutti degli incompetenti, che amano inventare fantasiosi complotti.
    E se anche fosse vero quello che é scritto nel link, il SISTEMA BANCARIO comunque non va bene lo stesso. Le Banche s.p.a. o istituti di diritto pubblico, anche avessero soci non misteriosi, con rendiconto visibili e chiari, approfittano della gente comune, estorcendo loro denaro con tassi usurai, e altre gabelle e promesse di facili guadagni contribuendo a provocare indebitamento e povertà , con la complicità  dei politici e tutti coloro che hanno in mano il potere finanziario-economico mondiale per tutelare i propi interessi.
    Se il sistema fosse diverso si vivrebbe meglio. L’esempio dello SCEC, sistema già  utilizzato in USA da alcune piccole comunità , lo dimostra.

  52. Fabrizio ha detto:

    Bravissimo Daniele!
    Un post sul signoraggio era quello che ci voleva.Purtroppo le fonti su cui informarsi sono poche.Oltre alle informazioni che hai postato Tu oggi,consiglio a chi ne vuole sapere di piu’ di guardare anche il video di Beppe Grillo su Youtube (tratto dallo spettacolo”Apocalisse morbida”)Specialmente nel finale di questo spettacolo del 1998,Beppe Grillo ne parla in maniera molto chiara,come fa sempre.Beppe Grillo sta dando la priorita’ ad altre cose ultimamente,ma chi ne vuole sapere di piu’ sul signoraggio,deve assolutamente cercare in Rete.
    Grazie ancora Daniele.
    Un saluto
    Fabrizio

  53. max 64 ha detto:

    Immenso Daniele!!! il SIGNORAGGIO BANCARIO é il male più grande di tutta l’umanità . Farlo conoscere alla gente significa salvarla dalla catastrofe!

  54. helena f. ha detto:

    Grazie Daniele, per aver toccato questo argomento. Bisogna cominciare a parlarne e portarlo a conoscenza di tutti.
    Sei grande, come sempre!
    Un carissimo saluto

  55. Alex ha detto:

    Ottimo! bisogna farlo sapere

  56. luciano ha detto:

    Bravo Daniele, IL SIGNORAGGIO é una malattia mortale
    da debellare.
    I governanti fanno finta di nulla su questo scandalo perpetrato
    da avidi avvoltoi.
    Il livello di vita sarebbe migliore per tutti se non ci fossero
    questi usurai legalizzati.
    Portare a conoscenza questo crimine significa sconfiggerlo.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.