Ior connection (1° parte)

La religione cattolica romana é l’unica a disporre di una dottrina fondata sulla lotta alla povertà  e alla demonizzazione del danaro “sterco del diavolo”, come dal Vangelo secondo Matteo che recita: “E’ più facile che un cammello passi nella cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli”.
La religone cattolica é anche l’unica a disporre di una propria banca, l’istituto opere religiose (Ior), uno scrigno accessibile da una sola porta nascosta tra le mura vaticane, sorvegliata giorno e notte dalle frocie, le guardie svizzere, il tutto sotto una torre quattrocentesca con mura spesse 9 metri.
Un solo bancomat attraverso cui passano oscure fortune stimate approssimativamente in 5 miliardi di euro di depositi.
La banca vaticana, ai propri correntisti anche pregiudicati, offre miracolosi rendimenti di oltre il 12% annuo e la totale segretezza. Un vero e proprio paradiso (fiscale) in terra!
Niente assegni allo Ior, soltanto contanti, bonifici, lingotti d’oro e nessuna traccia per via della extraterritorialità .
Le procure che negli anni hanno cercato di far luce sui più bui scandali italiani attraverso lo Ior, hanno ricevuto picche dal Vaticano. Più impermeabile delle Isole Cayman!
Da 20 anni a questa parte, dopo la chiusura dello scandalo del crac del Banco Ambrosiano, lo Ior é un buco nero in cui nessuno osa guardare.
Per risarcire le decine di migliaia di famiglie gabbate, lo Ior liquidò la faccenda sborsando 250 milioni di dollari, meno di un quarto del miliardo e 159 milioni di dollari dovuti secondo l’allora ministro del tesoro Beniamino Andreatta.
Lo scandalo fu accompagnato da una scia di morti uccisi eccellenti: il bancarottiere Michele Sindona avvelenato nel carcere di Voghera, il direttore del Banco Ambrosiano Roberto Calvi impiccato sotto un ponte a Londra, il giudice Emilio Alessandrini ucciso da Prima Linea, l’avvocato Giorgio Ambrosoli freddato da un sicario della mafia giunto apposta dall’America.
Senza contare la morte di papa Luciani dopo soltanto 33 giorni di pontificato, stroncato da un misterioso infarto alla vigilia della rimozione dai vertici dello Ior di monsignor Paul Marcinkus.
Niente autopsia sul corpo di Giovanni Paolo I e più nessuna traccia del taccuino con gli appunti sullo Ior, che papa Montini si portò a letto la sera in cui morì.
Paul Marcinkus, atletico e fortunato prelato di origini lituane, amico di molti esponenti della Loggia P2, suscitò immediata simpatia a papa Karol Wojtyla per via del suo fluente polacco.
Quando i magistrati di Milano spiccarono mandato d’arresto nei confronti di Marcinkus, il Vaticano si chiuse come un riccio a proteggerlo, rifiutando ogni collaborazione con la giustizia italiana.
Wojtyla rimuoverà  Marcinkus soltanto nel 1989, dopo 10 anni di pontificato senza mai aver speso una parola di critica nei suoi confronti.
Paul Marcinkus, per le gerarchie cattoliche, rimarrà  sempre un’ingenua vittima.
Il successore alla guida dello Ior sarà  Angelo Caloia, gentiluomo della cosiddetta “finanza bianca”, di cui accennerò in un prossimo post assieme alle vicende di Marcinkus.
Queste notizie sono tratte dall’inchiesta di Repubblica “Scandali, affari e misteri tutti i segreti dello Ior” a firma di Curzio Maltese.
Qui un video sul servizio che riguarda Marcinkus realizzato dalle Iene nel 2006.

Se avete mezz’oretta di tempo date un’occhiata anche allo speciale su Licio Gelli e la sua Loggia p2

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

13 Commenti a “Ior connection (1° parte)”

  1. Jose Bonton Medellin Colombia ha detto:

    MICHELE SINDONA, LICIO GELLI, SILVIO BERLUSCONI, P2….. ENNIO DORIS
    EL MAF..ASCISMO CONTINUA, DE STRA VERDAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAD
    La differencia tra una sociedad per bene come la Unipol, davvero a disposicion del pueblo, del “pueblo che unido jamais sera’ vencido” ( y io soi de centrocentrocentrosin y no de sinistra pura, ma “el pueblo” es un termine nobilissimo, sin collocasion politica) y una mafiosa y fascia como la schifosa Banca Mafiolanum Nazistanum Camorranum Riciclanum Mediolanum dei fasci sovversivissimi Massimo Doris, Ennio Doris y Edoardo Lombardi. La Unipol remborsera’ el nominale delle polize hacide con la satanistona avidissima ex Lehman. I mafiosi de Banca Ndrangolanum, Delinquentanum, Malavitosanum, Assassinanum, Piduistonanum Mediolanum dei super corruttori Massimo Doris, Ennio Doris y Edoardo Lombardi no. I Doris: che i soldi li han fatti grazie a riciclaggio de danaro criminale mondiale a oceani, dividend washing a palate hacido con Lehman, non per niente ( vedi 1,99 pc de Generali che essi han acido nel 1999, por el quale el loro servuzzo Giulio Tremonti, predispose una sanatoria fiscale “ ad nazimafiose personam”) y schifosissimo abuso di mercato y manipolaciones dei corsi dello stesso, sistematicamente hacido contra todos los meiores antiBerlusconianos della Bolsa Italiana. Ma voi sapete, infatti, che al momento, Banca Narcoscolombianum, MicheleSindonanum, LicioGellionanum, AlCaponanum dei ladroni mostruosi Ennio Doris, Massimo Doris y Edoardo Lombardi, es indagata en mezzo mundo por aver riciclato quintali de dinero mafioso russo, thailandese, turco, italoamericano, siculo/calabro/campano, mas sudamericano? Googlate Banca Mediolanum Medellin Jose Bonton y leggerete. George W Bush hace de tutto para tener todo esso emboscado, para non imbarrazzae el scrofone de Arcor..leone Silvio Berlusconi, ma essa, es la verdad. Y el cerebro che de verdad comanda en Banca Goebbelsianum, Cocainonanum, Prostitutanum, Estortanum, sMazzettanum Mediolanum, dei massoni satanisti fasci Massimo Doris, Ennio Doris y Edoardo Lombardi, al momento, el pervertito toda “cocaine y orgie” Attilio Ventura ( porque infatti, indusse al suicidio 4 suoi ex dipendenti nella sua satanistissima ex Banca Leonardo, y che ora, cacciato dalla stessa, si e’ rifugiato, guarda caso, non per niente, tra altri super stra delinquenti como el, nel Board di Mafiaset Nazistset Mediaset;;;; como dicevano gli irlandesi 400 anni fa’? ” “i porci alla fine si ritrovano sempre nel porcile”; para mi, esso, es, in qs caso, un azzeccatissimo proverbio) intanto sta’ incitando i mafiosi “chiclefreak/freakout” gia non poco citati, de Banca Ladronanum, Scipponanum, Ciulasoldanum Mediolanum, I fregapeople Ennio Doris, Massimo Doris y Edoardo Lombardi, a non rimborsare nulla delle polize Lehman a nessuno. Che schifo i Berluscones, che assassini, che mafiosi, che nazisti, che luridi, che carogne, che puzzoni, che …..sia, revolucioooooooooooooooooooooo n
    Jose Bonton Medellin Colombia
    Ps 1 y outro incoraggiamento in qs senso de non rimborso, sta’ arrivando dal kapo di Assosim, el pappone corrottissino Piazza Affari, Michele Calzolari, Mussoliniano assoluto, massone satanista, ma membro dell’Opus Dei tambien, como dire, “meglio avere 23090930909409409 faccie y so, essere una serpe, un biscione como quello de Canale 5, y non un hombre; meglio esso, ma avendo padrini ovunque”.
    Ps 2 Attencion, informacion importantissima, de stra verdad: l’ex donnaiolo, ex scandalo guy, ex cocainomane, ora un po’ meiorado, PIETRO TERENZIO said “Corso Bovio fu fatto assassinare da Silvio Berlusconi”. Googla a tal proposito, de stra verdad.
    Silvio Berlusconi, si puo’ tirare giu. Ma via Walter Veltroni, “el moscioninciucione”, y dentro uno con le palle, focosissimo ( a meno che el Walter Veltroni mismo continui a picchiare, come stranamente, sta’, finalmente, facendo ultimamente). All’arembaggioooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  2. Michele Mio ha detto:

    Per chi fosse interessato,

    http://www.newyorker.com/reporting/2008/02/04/080204fa_fact_mueller?printable=true

    Qui potete trovare l’articolo completo
    che il “The New Yorker” ha scritto su quel “diavolo” di Grillo

    “Letter From Italy Beppe’s Inferno Reporting & Essays The New Yorker”

    Buona lettura

    Michele Mio

    http://italianiinguyana.blogspot.com/

  3. Claudio ha detto:

    alcune precisazioni:

    1) Sindona e’ il mandante dell’omicisio Ambrosoli.

    2) recenti teorie ipotizzano che il caffe’ avvelenato di Sindona fosse stato avvelenato da Sindona stesso. L’intento non era il suicidio, bensi’ dimostrare che nelle carceri italiane correva pericolo di vita (Sindona voleva assolutamente tornare in un carcere USA). Per far questo ha usato una piccola dose di veleno, errando la valutazione sulla quantita’.

    3) Nella teoria 2) c’e’ chi ipotizza che il veleno, richiesto e ottenuto da Sindona tramite visite di conoscenti in carcere, sia stato volutamente potenziato dal misterioso fornitore, raggiungendo cosi’ l’altrimenti impossibile obiettivo di uccidere di Sindona.

    Tutta la vicenda IOR e’ spiegata molto bene nel film “i banchieri di Dio – il caso Calvi” di Giuseppe Ferrara.

    Altri dettagli su Sindona, non trattato nel film, li trovate in un Blu Notte del 2001 dedicato a Sindona ed in wikipedia, sia in italiano che in inglese.

  4. Rent ha detto:

    Bravo Daniele…..RESET !!!!

  5. […] | danielemartinelli.it Immagine | romaone.it    Stampa questo articolo var wikiovoted=false; function […]

  6. Marco B. ha detto:

    IOR, Opus Dei, Compagnia delle Opere e Gesuiti sono le lobbies che da oltre 500 anni si spartiscono una fetta delle tangenti che il mondo paga alla Chiesa Cristiana di Roma! I papi così come i cardinali e le alte gerarchie ecclesiastiche sono TUTTI pendagli da forca .. anche quando qualcuno di loro(Tonini, Martini, quello di genova e pochi altri)ci possono sembrare persone per bene e ILLUMINATE dagli insegnamenti del loro Cristo .. sono soltanto mosche bianche in un mare di MAFIA&MASSONERIA in seno al clero. RESET e un bel sarcofago stile reattore di Chernobyl, altro che 8 per 1000!

  7. VENOM ha detto:

    e poi NON pagano l’ICI…. Maledetto XVI!!!!

  8. silvia ha detto:

    Ciao Daniele come al solito un post bomba!! Complimenti!

    @@@@@@ pianura padana@@@@@@

    La tua é una proposta ottima, solo che dovremmo farlo ognuno nel proprio piccolo con i vicini gli amici e i conoscenti o semplicemente chiedere al panettiere sotto casa di esporlo in negozio.

    Quindi capito ragazzi ? facciamolo, se la montagna non va all’informazione…l’informazione andrà  alla montagna!

    ciao
    silvia

  9. pianura padana ha detto:

    Ci vuole poco a capire tutto l’accanimento dei nostri pseudo politici per il papa, grazie Daniele, spero in un giorno della verità  e del giudizio

  10. pianura padana ha detto:

    Di questi comunicati che molto chiaramente scrivi, bisognerebbe fare fotocopie e consegnarle porta a porta per informare tutto il paese di questi scandali vaticani, altro che benedizione domenicale in piazza S. Pietro
    (ma il Signore, se esiste, perché non interviene per difendersi dalla pessima rappresentaza che ha in questa terra?)

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.