Marco Cappato vs 5 stelle

«Ci sono differenze enormi, di metodo prima ancora che di contenuto, tra Movimento 5 Stelle e Radicali. Loro costruiscono la loro identità attaccando l’avversario, noi cercando nell’avversario il meglio che ha in sé; loro promettendo di cambiare tutto prendendo il potere, noi cercando di cambiare qualcosa senza occupare il potere; loro cercando di vincere, noi di convincere; loro rifiutando qualsiasi alleanza, noi alleandoci con chiunque ci permetta da raggiungere un obiettivo politico. E poi, noi siamo davvero nonviolenti, perché per noi nonviolenza è qualcosa di più di “non picchiare il nemico”. È il dialogo con l’avversario, è non sputargli in faccia, è pensare che si possa costruire qualcosa insieme. Grillo invece, lo dice lui stesso, è un monologhista: non è interessato al dialogo, all’ascolto, alla contaminazione. E poi, vede, anche in questa cosa della legalità, siamo diversissimi da loro. Nel Movimento 5 Stelle manca il riferimento liberale della forza del diritto, delle regole che sono sopra tutto. Noi abbiamo l’ossessione del diritto; loro appunto della legalità, che è una categoria diversa dal diritto, quasi moralistica. E questa è una conseguenza della loro scarsa cultura liberale. Una cosa molto italiana, non è un caso che il fenomeno Grillo sia nato in Italia».

Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell’Associazione Luca Coscioni in una lunga intervista a L’Espresso.


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.