Il calzino dall’alto del brachino

Dopo aver visto il servizio molotov prodotto da Mediaset riservato al giudice Raimondo Mesiano, non posso risparmiare una mia personalissima analisi sul possibile significato di questo attacco.
L’impressione che traggo da quei 4 minuti di trasmissione é di un’esecuzione mediatica in salsa mafiosa. Mi spiego: una volta bastava gambizzare col fucile, uccidere per strada o piazzare bombe.

Oggi gli avvertimenti su commissione del mostruoso corruttore si fanno in tivù.
La mia sensazione é che quel servizio che mette alla graticola un giudice che ha comminato 750 milioni di euro a titolo di risarcimento a De Benedetti per la rapina della Mondadori a mano armata di sentenza comprata, serva come avvertimento al giudice che dovrà  dare la sentenza d’appello. Il famoso educarne uno per…

Davvero non riesco a dare un altro senso a un servizio televisivo così macabro nei confronti di un servitore dello Stato. Inseguire nascosti per giorni un uomo che va dal barbiere, che fuma la sigaretta e che si veste come gli pare per dipingerlo come un idiota, trovo sia un’azione di una meschinità  priva di scrupolo. Proprio come nelle esecuzioni mafiose. Una forma di intimidazione evoluta della P2.

Un iscritto all’ordine dei giornalisti che di cognome fa Brachino, che si occupa del calzino di un giudice su un canale televisivo nazionale lo trovo davvero stravagante.
Se incrocerò brachino per strada gli chiederò che calzini indossa. Ho soltanto il rimorso di non disporre di tempo per sostare fuori da casa sua, in via Orti 4, a Milano. Se brachino non abitasse più lì credo basti sostare su viale Europa a Cologno Monzese. Così, giusto per stravaganza…


You can leave a response, or trackback from your own site.

43 Commenti a “Il calzino dall’alto del brachino”

  1. […] mancanza di calzini turchesi, anche una flatulenza odor lavanda, avrebbe scatenato questo putiferio diffamatorio e screditante […]

  2. […] (Berlusconi)-Mills: le ritrattazioni per Mr. B Una vita da Mesiano Due sentenze quattro bugie Il calzino dall’alto del brachino Share this:TwitterFacebookLike this:Mi piaceBe the first to like this. Posted in Uncategorized and […]

  3. simone ha detto:

    non ho parole, il servizio mi era scappato! Mi era scappato perché in genere non mi informo dal sig. (?) Brachino…
    Semplicemente una vergogna….considerare una persona da le proprie abitudini private,come se aspettare l’apertura del barbiere, o fumare una sigaretta, o comunque fare una vita da cittadino comune…fosse indice di idiozia (perché così é stato dipinto Masiano). Spero solo che gli Italiani considerino quel tipo di giornalismo (uso il termine porgendo le mie scuse alla sig.ra Gabbanelli e ad altri che svolgono il proprio lavoro malgrado tutto e tutti…) quel che realmente é : MERDA!

    Saluti

  4. Alfiere ha detto:

    brachino? bachino? cretino? No, verme!

  5. enrigo ha detto:

    Chiaramente un avvertimento mafioso, non tanto rivolto a Mesiano, che ormai non potrà  più nuocere alla causa, ma in generale a chiunque abbia la responsabilità  o la voglia di mettersi contro il sultano. Ora, nei pochi giorni o ore di pedinamento su quel giudice non hanno trovato assolutamente niente e nonostante questo hanno pubblicato il pezzo. Perché farlo, se non c’era nulla di infamante (a parte il tono della giornalista e i commenti successivi)? Perché ognuno di noi ha piccole cose di cui si vergogna e che non vorrebbe si sapessero in tutta Italia, quindi per calcolo personale ci penseremo 10 volte prima di esporci. Questo sicuramente, sicuramente riduce il numero degli oppositori. Rimarranno solo gli assolutamente integerrimi (percentuali piccolissima, immagino) e quelli coraggiosi, che se fregano di rischiare di rovinare, non so, il proprio matrimonio, o di avere guai sul lavoro, e vanno avanti lo stesso. Boffo é stato sputtanato con una lettera anonima, Mauro ha dichiarato il valore catastale del proprio appartamento (e chi non lo ha fatto? era la prassi), su Mesiano non si é trovato nulla, ma si manda lo stesso qualcosa, l’Espresso ha contattato Laura del Grande Fratello per farle dire che ha fatto sesso col premier (tranello fallito, ma pubblicato lo stesso su Il Giornale, che tanto conta un pubblico di ignoranti a cui basta il tono o il titolo per convincersi), Gino Flaminio si fa pagare per le interviste (ma non da Repubblica, come dice lo stesso Flaminio a Il Giornale, quindi altro trappolone smontato e pubblicato lo stesso con tono di scoop), il fratello di Travaglio fa il regista (embé?) e la moglie di Travaglio é amica di Genchi (e allora? ma tanto bastano tono generale e titolo, sto citando sempre un articolo ridicolo pubblicato su Il Giornale mesi fa), un sito ruba il nome di Grillo e imbroglia i lettori (e Grillo che c’entra? non importa, importante é dare l’impressione…). Siamo al dossieraggio sistematico, e anche se non si trova nulla si manda lo stesso tutto alla gogna, tanto le persone sono distratte e si lasciano convincere dai commenti, anche se i fatti alla base sono inesistenti o irrilevanti.
    In più probabilmente contavano sulla reazione sdegnata, per poter dire: avete visto cosa si prova ad essere spiati come quel povero sant’uomo del nostro signore e padrone?
    Mi chiedo peraltro dove siano finiti i vari dossier e le intercettazioni rastrellati da Tavaroli…
    Pare che Berlusconi abbia dichiarato che le immagini di Mesiano siano state prese da un vicino, col telefonino, e mandate a Mediaset. Peggio ancora, siamo al livello dei regimi comunisti, tipo DDR, in cui ogni tuo vicino di casa, collega di lavoro, presunto amico, può diventare la spia che ti rovina la vita…

    Aiutoooo

    enrigo

  6. Gioacchino ha detto:

    Brachino, ciucciati il calzino!

  7. lorenzo ha detto:

    Centralino Mediaset 02 – 21021
    mattinocinque@mediaset.it

  8. Giovanni ha detto:

    Ma avete visto che curriculum ha Sallusti?
    questo é il primo link che mi ha dato Google.
    http://www.odg.mi.it/node/30177
    Ha molto da criticare gli altri…

  9. tamb ha detto:

    Ragazzi,facciamoci sentire!

    mattinocinque@mediaset.it

    Mandate la vostra mail e spiegateglielo come funziona nel mondo libero!!

  10. freeman ha detto:

    é evidente che siamo in un regime di merda, ma gli italioti se ne fregano, come se fossero in un paese normale…il vero problema sono loro…

  11. enrico ha detto:

    Curriculum vitae di Annalisa Spinoso
    (…tra qualche mese giornalista!)

    Finalmente eccomi qua!
    Dopo qualche difficoltà  con l’esame di inglese, sono riuscita a superare la selezione per svolgere il praticantato presso la Scuola Superiore di Giornalismo dell’Università  di Palermo e tra qualche mese potrò definirmi giornalista… CHE MERAVIGLIA!

    Mi dicono che é buona cosa scrivere nel curriculum vitae qualche informazione sulla mia… vita (per l’appunto).
    Bene: sono nata a Palermo il 7 gennaio 1980 da mami Giuseppa e papi Gianfranco. Ho una sorella, Gilda, che ha tre meravigliosi figli (Federico, Sofia e Valerio) e un fratello, Ivan, il mgliore del mondo.
    Tralasciando le scuole elementari, ho frequentato le scuole medie in un istituto femminile (il Maria Adelaide) e da questa esperienza ho imparato che le migliori amicizie sono quelle tra uomo e donna.
    Mi sono diplomata al liceo artistico “Damiani Almeyda” la bellezza di 7 anni fa e per qualche anno ho creduto di potere insegnare Storia dell’arte. Poi, da buona incoerente quale sono, ho cambiato idea.
    Mi stupisco anche io quando penso che da sei anni ho sempre la stessa idea: fare la giornalista. Amo la satira, in tv poi é il massimo. Ecco perché lavorare per Striscia la notizia o Le Iene é un sogno che intendo realizzare. Certo se dovessi indicare una alternativa alla tv dire senza dubbio l’agenzia di stampa.
    Altra cosa che non ho cambiato é il fidanzato. Da 7 anni e mezzo, infatti, ho accanto a me un ragazzo meraviglioso che si chiama Moreno (se mi sopporta evidentemente mi ama da pazzi).

    Le mie prime esperienze nel campo giornalistico risalgono a 4 anni fa:
    Dal 2000 collaboro con Tgs, Telegiornale di Sicilia, per la realizzazione del programma per ragazzi Tgs giovani.
    Nel 2002 ho iniziato a collaborare con il Giornale di Sicilia per Cronaca in classe e cronaca di quartiere.

    Ma ho sempre lavorato… mi piace essere un tipo indipendente!
    Dal 1997 comunque mi sono data da fare in ogni modo: Baby sitter, hostess, segretaria, commessa, praticamente di tutto.

    Oggi sono una giornalista praticante e mi piacerebbe tanto realizzare i miei sogni e inorgoglire i miei genitori che per me hanno fatto, fanno, e faranno, tanti sacrifici. Voglio impegnarmi per laurearmi e correre fuori da Palermo. Non si tratta di manie di grandezze, amo la mia città , GIURO, ma mi rendo conto che non offre molte prospettive.
    Tranne qualche rarissimo caso, qui sotto dovreste trovare tutti gli articoli scritti da me su ateneonline.

    Se volete, potete contattarmi ai seguenti recapiti:
    cell: 3205545628
    e-m@il: annalisaspinoso@libero.it

    Elenco articoli pubblicati in ordine cronologico

    Gennaio 2005:
    050115aspi2 (Fotogiornalismo) – “L’uomo occidentale” Bennato ad Ingegneria
    050114aspi – Madrid, i reponsabili della strage sono integralisti islamici
    050113asp2 – Ucciso un uomo a Tortolì, era il padre di Marco Ferrei
    050113aspi – Bennato, concerto a Ingegneria tra musica e polemica
    050112aspiAP – Elettrosmog in Sicilia? livelli nella norma
    050110aspi – Lampedusa, a marzo il nuovo centro d’accoglienza

    Dicembre 2004:
    051115aspiAP – La sindrome di Williams per 5 anni nel mirino della ricerca/ Telethon ha finanziato un progetto quinquennale
    041213aspi – Sub specie typographica, un libro fatto di domande
    041207aspiAP – Dopo la tv anche la formazione sarà  on demand
    041207aspi2 – In campo per ricordare i militari caduti a Nassiriya
    041207aspi – L’Orto Botanico risplende di nuova luce. Inaugurato il nuovo impianto d’illuminazione
    041206aspi – Emmegi di Termini: la protesta si sposta in autostrada
    041203aspi4 – Catania, sale a bordo di un aereo con armi in borsa
    041203aspi3 – Siracusa, truffavano multinazionali agricole: 5 arresti
    041203aspi2 – Ucciso un uomo a Tortolì, era il padre di Marco Ferrei
    041203aspi – Agrigento, l’ex ospedale sarà  Polo universitario
    041201aspiAP – Aids, gli studenti di Medicina: “Non abbassare la guardia”
    041201aspi – Catania, continua l’emergenza case occupate/Polizia e carabinieri pronti allo sgombero

    Novembre 2004:
    041130aspi – Catania, iniziato lo sgombero delle palazzine occupate
    041129aspiAP – Vincenzo Consolo allo Steri per ricordare l’amico Sciascia
    “Scriveva sui giornali per combattere i malaffari siciliani”
    041126aspi2 – Violenta una turista canadese in via Streva: arrestato
    041126aspi – Babbo bastardo, il nome più adatto per un film irriverente
    041124aspi – Enna, partorisce per strada e abbandona il neonato
    041123aspi – Catania, arrestato capomafia del gruppo dei Ceusi
    041122aspiAP – Maratona: a Palermo il Kenia la fa da padrone
    041119aspi2 – Stragi del ’92, ricominciano gli interrogatori dei boss
    041119aspi – Banco di Sicilia, sit-in dei dipendenti della direzione
    041118aspiAP – A Palermo il più grande museo della radiologia
    041117aspi – Studenti in piazza in 80 città  d’Italia: “Vogliamo più soldi”
    041116aspiAPagr – Ogm o prodotti naturali? il dibattito si sposta ad Agraria
    041116aspi – Il sequestro di un altro italiano in Venezuela/ La Farnesina invia due esperti e attiva l’Unità  di crisi
    041115aspi2 – Uccise un commerciante l’anno scorso: arrestato
    041115aspi – Reperire personale qualificato, confronto aziende-Ateneo
    041112aspi – Addio ad Arafat: presenti delegazioni da tutto il mondo/ Assenti gli esponenti del governo di Israele
    041111aspi2 – Lavori in viale delle Scienze: senso alternato per le auto
    041111aspi – Arco: Michele Cometa é stato rieletto direttore
    041110aspi – Vera Drake, uno zoom sul problema dell’aborto
    041109aspi – Aree forestali protette in Europa: se ne parla sull’Etna
    041108aspi – Rassegna stampa di lunedì 8 novembre 2004
    041107aspi – Rassegna stampa di domenica 7 novembre 2004
    041106aspi – Rassegna stampa di sabato 6 novembre 2004
    041105aspi – Rassegna stampa di venerdì 5 novembre 2004
    041104aspi – Rassegna stampa di giovedì 4 novembre 2004
    041103aspiAPmed – Medicina: il ventunesimo secolo regala nuove patologie
    041103aspiAP – Ritorno al Vecchio ordinamento? Ecco un’altra chance/C’é tempo fino al 18 per chi vuole fare “retromarcia”
    041103aspi – Rassegna stampa di mercoledì 3 novembre 2004

    Ottobre 2004:
    041029aspiAPmed – Ritorno al vecchio ordinamento? Medicina: “No grazie”
    041029aspiAPeco – “Il Senato dà  quest’opportunità  ed Economia l’accoglie”
    041029aspi – Al Metropolitan in scena i Mummenschanz
    041028aspi – L’Inter rallenta, il Milan va a caccia della Juve
    041027aspi – Siracusa, furto in gioielleria con la fiamma ossidrica
    041026aspi – Elezioni Usa: Kerry per la prima volta in testa
    041025aspi – Paura a Caronia: ricominciano gli incendi a sorpresa
    041022aspi – Rapinarono una banca a Ragusa: in cella 2 catanesi
    041021aspiAP – Pantelleria, telemonitoraggio per combattere il diabete
    041020aspi2 – Cina, terremoto distrugge 20mila case: oltre 20 feriti
    041020aspi – Baghdad: bomba esplode sulla strada per l’aeroporto
    041019aspi – Spagna, blitz antiterrorismo: arrestati 7 integralisti
    041018aspiAPeco2 – Turismo sommerso: l’Istat e l’Uic provano a scovarlo
    041018aspiAPeco3 – Economia, una giornalista tra i futuri manager del vino
    041018aspiAPeco – A Economia le aziende investono nella didattica
    041018aspi – Università , al via i lavori di restauro dell’Hotel de France
    041014aspi2 – Dal Miur oltre 6 milioni di euro per le lauree scientifiche
    041014aspi – Economia brinda ai futuri manager del vino
    041013aspi – Mafia a Niscemi: “Il boss é l’ex sindaco Rizzo”
    041012aspi2 – Niscemi, assessori e consiglieri indagati per mafia
    041012aspi – Lo scrittore “migrante”, se ne parla venerdì al Kalhesa
    041009aspi – Immigrazione e prostituzione: 15 arresti tra Catania e Milano
    041008aspi – Iraq: ancora raid aerei americani su Falluja: 10 morti
    041007aspi – Pakistan. Due bombe tra la folla, 45 morti
    041006aspi – Il ministero degli Affari Esteri a caccia di laureati
    041005aspi2-Giurisprudenza, si inaugura l’anno accademico
    041005aspi- La neurosecrezione, un incontro al Policlinico
    041004aspi- Iraq. Ancora raid aerei americani su Falluja, 11 morti
    041001aspi- Blek Macigno, uno splendido cinquantenne alla ribalta

    Settembre 2004:
    040930aspi- Champions: Milan e Inter, serata da incorniciare
    040929aspi- Le due Simone libere: “I rapitori ci hanno chiesto scusa”
    040928aspi- Cremona: la sbarra del passaggio a livello. Non si abbassa e un treno travolge un’auto
    040927aspi2- Colto mentre riciclava moto rubate, arrestato ventunenne
    040927aspi- Maltempo: allerta della protezione civile al sud
    040923aspi (AP)- Leucemia promielocitica: l’80 per cento guarisce
    040923aspi2- Il terrorismo in tv: come spiegarlo ai bambini
    040923aspi- Aggredito a calci e pugni in via Alias
    040923aspi (AP)- “Oltrecanone” esiste un universo di scrittori sconociuti
    040921aspi (AP)- Giornata mondiale dell’Alzheimer, dibattito allo Steri. Il Cea: “Abbiamo la struttura migliore d’Europa”
    040921aspi- Iraq, é giallo sulla sorte del secondo ostaggio americano
    040920aspi- Maggiore attenzione ai disabili nelle università  del sud
    040917aspi- Allarme maltempo: crollata palazzina al centro storico
    040916aspi- Il Cot seleziona neolaureati per stage all’estero
    040914aspi2- Dottorato in Pedologia: ciclo di seminari ad Agraria
    040914aspi – Architettura: corsi formativi di base per le matricole
    040913aspi- Reagisce a uno scippo e si rompe il braccio
    040910aspi (AP)- Come diventare manager del vino. Presentato il terzo master italiano
    040910aspi- Catturato dopo un anno il latitante della “Charlie Brown”
    040909aspi- Giakarta, attentato all’ambasciata d’Australia
    040908aspi (AP)- Auckland e Palermo unite dall’architettura
    040908aspi2- Denise: Il mercatino rionale al cenro delle indagini
    040908aspi- Italiane rapite, Berlusconi: “Non ce ne andremo dall’Iraq”. E arriva l’appello del Papa: “Liberatele subito”
    040906aspi- Rassegna stampa di lunedì 6 settembre
    040905aspi- Rassegna stampa di domenica 5 settembre
    040904aspi- Rassegna stampa di sabato 4 settembre
    040903aspi (AP)- Concorso per Architettura: tra 7 giorni la graduatoria
    040903aspi- Rassegna stampa di venerdì 3 settembre 2004
    040902aspi- Rassegna stampa di giovedì 2 settembre 2004
    040901aspi- Rassegna stampa di mercoledì 1 settembre

    Agosto 2004:
    040831aspi- Rassegna stampa di martedì 31 agosto 2004
    040830aspi- Siracusa: arresti e denunce per spaccio di hashish
    040806aspi2- A Palermo un’estate “ricca” di spettacoli. Finanziati dal comune un milione e mezzo di euro
    040806aspi- Ispezioni in mare: trenta multe rilevate da inizio estate
    040805aspi (Fotogiornalismo)- Ludoteca a villa Garibaldi. Sei animatori ad agosto
    040804aspi- Piogge monsoniche: 30 milioni i senza tetto in Asia
    040803aspi- Dpef: ok di Fazio dopo la bocciatura della Corte dei Conti

    Luglio 2004
    040730aspi (AP)- Probionibacterium: scoperto il batterio che causa l’acne
    040730aspi2- Trovato cadavere su una panchina del Foro Italico
    040730aspi- Bottiglie manomesse: paura ad Aci Castello
    040729aspi (AP)- La Chimica Arenella, due visioni per lo stesso spazio. Per gli inglesi colorata per i siciliani bagnata dal mare
    040728aspi (AP)- Ad Enna il quarto polo universitario siciliano
    040728aspi2 – Enna: il Consorzio universitario diventa il quarto polo
    040728aspi- Traffico di droga, trenta arresti in tutt’Italia
    040723aspi- Deragliamento in Turchia: 36 morti e 43 feriti
    040722aspi2- Auckland e Palermo unite dall’architettura
    040722aspi- Delitto di Cogne: “L’assassino di Samuele non é un folle”
    040721aspi- Calderoli: “Federalismo subito o mi dimetto”
    040720aspi- L’Eni assume i più bravi in Ingegneria chimica
    040719aspi (AP)- LudoBus il girotondo, divertimento su quattro ruote
    040719aspi- Borsellino, sempre vivo nei ricordi della gente
    040713aspi- Trapani, 23 arresti in operazione antimafia
    040712aspi2- Ue: aiuteremo l’Iraq con tutti i mezzi possibili
    040712aspi- Cap Anamur attracca a Porto Empedocle
    040709aspi (AP)- Iscrizioni all’anagrafe canina: aumento del 5000 per cento
    040709aspi2- Al Senato approvata la legge che tutela gli animali. Carcere e multe salatissime per abbandono e sevizie
    040707aspi- Abusivi di via Mozambico: altri 30 giorni allo sgombero
    040708aspi (AP)- Case di via Mozambico: querelle tra Comune e Iacp
    040706aspi2- Sissis, al via concorso per 450 posti
    040706aspi- Alloggi, mercoledì vertice in Prefettura con Comune e Iacp
    040705aspi- A Ingegneria un seminario sui consumi energetici
    040701aspi- Come aiutare le famiglie dei pazienti trapiantati. Venerdì 2 luglio incontro a Psicologia

    Giugno 2004
    040630aspi- Centro storico riempito di volantini anti-racket Gli autori: “Ora aspettiamo la reazione della gente”
    040629aspi (AP)- Due borse-stage per gli imprenditori siciliani Le offre Lino Saputo, magnate del settore caseario
    040628aspi- “Un ministero per il Sud? L’idea non ci affascina” Frenata di Confindustria sulla proposta del governo
    040625aspi (Fotogiornalismo)- Turismo: seguiamo l’itinerario Normanno
    040624aspi (AP)- Conoscere il tempo per migliorare la qualità  delle colture
    040624aspi- Alba di sangue in Iraq: attentati simultanei in quattro città 
    040623aspi (AP)- Una corsa al giorno toglie il medico di torno
    040623aspi- E’ corsa al patentino, 400 esami al giorno
    040622aspi (AP)- Legge sulla privacy: tutti in regola entro il 30 giugno
    040621aspi2- Abusivi, venerdì un tavolo di trattative in prefettura
    040621aspi- Palermo in serie A grazie a “lA cAvAlcAtA rosAnero”
    040618aspi2 – Cammarata agli abusivi: “Vi riceverò lunedì mattina”
    040618aspi- Abusivi: il sindaco non li riceve, protesta a Villa Niscemi
    040617aspi- Spareggio, Fiorentina: un gol da serie A
    040616aspi- Eugenio Montale e Costituzione europea fra le tracce
    040615aspi- L’Ulivo batte il Polo per una poltrona
    040614aspi- Caricouture, le opere di Li Muli tra scarpe e vestiti
    040611aspi- Mucca pazza, presunto contagio di variante umana Dopo Menfi un caso nella provincia di Palermo
    040610aspi- Abbronzatura sì, ma attenzione agli occhi
    040609aspi- I tre italiani atterrati a Roma, gioia a Ciampino Diliberto: una liberazione “politica”. Follini: solo illazioni
    040608aspi- Congo, stupri e saccheggi nella città  di Bukava
    040607aspi2- Colture arboree, ecco i nuovi recapiti telefonici
    040607aspi- Nuovo direttore al dipartimento di Rappresentazione

  12. pagliacci di regime ha detto:

    di vere e proprie perle, in questa fosca epoca, ce ne sono dieci al giorno, ma questa, nel suo piccolo, é incredibile.
    un servizio sulle “stravaganze” del giudice dei 750 milioni, stravaganze che consistono nell’avere un colore di calzini che non piaceva al redattore, e di andarsi a fare i capelli nel weekend.

    francamente non si può sfuggire alla banale conclusione che mediaset consideri i suoi spettatori(-elettori) dei sesquipedali coglioni, e il motivo é che probabilmente lo sono

  13. Diego ha detto:

    Con questo servizio, oltre ad essersi autodichiarati leccaculo del re (nudo), incompetenti, gossippari, cani sbavosi e chi più ne ha 1 ne metta, hanno anche dimostrato di non saper nemmeno creare uno scandalo come si deve. L’avessero beccato comprare droga, andare a puttane o molestare bambini! Macché! Uno che va dal barbiere e si veste casual… Canale5, ma Vaffanculo!

  14. beatrice ha detto:

    Lo hanno pedinato per giorni e al di là  di tutto, cosa ci hanno mostrato? La banalità  del bene.
    Un integerrimo signore di mezza età  simile (altro che stravagante!) a migliaia di italiani onesti che fanno silenziosamente il loro dovere e vivono una vita tranquilla. Non so a voi, ma a me il giudice ha ricordato in modo commovente molti dei miei vicini di casa, il mio prof. di latino e greco, mio zio (mio padre non fuma).
    E quella gentaglia vuole dirgli: attento, sappiamo dove abiti, dove vai dal barbiere, che calzini porti….

  15. Venom ha detto:

    Minacce al Premier dalle brigate di liberazione… zitti, zitti… si fossero svegliati!!

  16. POLDO ha detto:

    Mattino Cinque? E cos’é? Quella sorta di programma demenziale dal vago sapore di maurizio costanzo show scaduto e di terzo ordine,, pura estensione televisiva delle testate della famiglia berlusconi? Quel Mattino Cinque! Già  a vedere chi lo conduce ti fa capire di che pasta é il programma, il Brachino in questione che sembra una sorta di “Jabba the Hutt”(personaggio di Guerre Stellari) seduto sulla sua poltroncina inquisitrice lo associerei più che altro al Brachino bombardiere un coleottero che in caso di pericolo secerne dall’ano un fluido ghiandolare, che a contatto con l’aria si vaporizza, emettendo un suono crepitante. Le sostanze chimiche presenti nel fluido accecano prede e nemici, mentre il suono produce su di essi un effetto confondente.

    La “pregiata” testata di Canale 5, poi, é curata nei servizi con dovizia di particolari indovinate da chi… ma si, da Maurizio Belpietro e da Filippo Facci due tra le carogne maggiormente insignite dal giornalismo Berlusconiano. Quindi un programma spazzatura in piena regola come si addice al target del gruppo Mediaset.

    Oltretutto un programma del genere dovrebbe andare in fascia protetta, Alessandro Sallusti(vicedirettore de Il Giornale) sembra veramente “Nosferatu, principe della notte” in un trucco degno del miglior Klaus Kinski.

    Ma oltre alla bassa qualità  del programma va sottolineato anche la bassa qualità  del servizio mandato in onda. A quale titolo é stato pedinato e filmato il giudice Raimondo Mesiano? La risposta é piuttosto palese nessuna oltre a quella ritorsiva. Jabba-Brachino difende il suo programma dicendo che era un filmato conoscitivo per far capire alla gente chi fosse questo “fantomatico” giudice che aveva multato Mediaset! Hahahahaha, povero Jabba-Brachino così torso e scemo, ci voleva un filmato spionistico e denigratorio per mostrare il giudice in oggetto, una normalissima foto o immagini di repertorio, come é uso di innumerevoli trasmissioni, non era sufficiente?

    Per mostrare l’immagine del giudice certamente si ma per schernirlo no!
    A quando le immagini di Jabba-Brachino sulla tazza del cesso, così ci facciamo 4 sane risate con i suoni in sottofondo? E quello sarebbe un giornalista, ma per carità , ma uno così non é bono neanche per l’ammazzatora.

    Oltre al pestaggio mediatico ritengo che pedinare un giudice oltre che a violare la Privacy ne può procurare problemi di incolumità . Mi aspetto un duro provvedimento contro questo atto.

    Le parole contorte e diviate di Mauro Crippa che accomunano lo stile di operare del gruppo di Berlusconi con le “denunce” fatte da un altro tipo di giornalismo mostrano pienamente la devianza ed il delirio giornalistico di questi randagi dell’informazione.
    I temi trattati da altri giornali e dalla stampa estera sono stati il risultato del comportamento di un uomo che si ritiene egli stesso pubblico a 360° ed ha operato coinvolgendo luoghi pubblici, soldi pubblici e beni pubblici per interessi privati. Cazzo c’entra allora il giudice Raimondo Mesiano da comune cittadino?

    Come fa notare Roberto G. il problema é grave anzi gravissimo, si sta deviando l’operato di un governo sui problemi di un singolo, si stanno sfruttando distrazioni più o meno rilevanti per alzare polveroni ed operare indisturbati, si sta perdendo completamente il feedback politico, non riusciamo più a capire cosa stiano realmente facendo dentro i palazzi e questo clima di confusione generale non fa che agevolare l’operato di Berlusconi. Quest’uomo é un pericolo per l’Italia e il peggior farabutto che la repubblica ricordi nei sui 150 anni.
    Stiamo perdendo tempo, soldi e faccia dietro ad un vecchio coglione mentre il fututro del nostro Paese e del suo ruolo in Europa ci sta sfuggendo di mano, stiamo arrivandoa d un punto di non ritorno, più che emergenza democratica stiamo in nua vera é propria emergenza politica, una politica che non esiste più.

    Faccio notare solo una cosa la riforma della scuola superiore della “prona” Gelmini per il 2010 prevede meno ore di Inglese e questa sarebbe la scuola del futuro? La scuola che segue il modello internazionale? Sparisce anche l’albelghiero, ma come… non era il turismo il nostro fiore all’occhiello!

    http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/meno-ore-di-lezione-meno-inglese-e-piu-italiano-al-via-la-riforma-gelmini-delle-superiori-124742/

    e poi

    http://quintoquarto.simplicissimus.it/2009/10/e-la-scuola-alberghiera-nella-riforma-gelmini-che-fine-fara.html

    P.s. x Helena
    Riguardo all’altro mio post, confermo, quelli da tirare sono di alabastro! 🙂

  17. che_schifo ha detto:

    quote:

    “roberto 17ottobre2009

    chissa’ se questa e’ la stessa giornalista del servizio…da come aggettiva il padre forse si’…
    http://www.ateneonline-aol.it/basecurriculumaspi.html

    … e questo quanto riporta su Linkedin

    Annalisa. Spinoso

    television giornalist at Mediaset

    Milan Area, Italy

    GIORNALIST???? ma chi li fa i colloqui di assunzione a Mediaset????? il mago Gabriel??? Pasquale del Grande Fratello??

  18. freeman ha detto:

    Ma Striscia la notizia l’avrebbe mandato in onda il servizio girato da Mattino 5 sul giudice Raimondo Mesiano? “Quella roba li’? E che cos’era? Sembrava una cosa ridicola, una cosa che nemmeno una mente demenziale puo’ concepire…”. Bocciato senza appello. Antonio Ricci, il creatore del tg satirico in onda da piu’ di vent’anni sulle reti Mediaset, non concede sconti al servizio mandatoin onda da Canale5 sul giudice autore della sentenza sul lodo Mondadori. Tapiri, gabibbi, veline e molto altro.

    Ma pedinamenti no: “E’ una roba ridicola. Demenziale. Ecco tutto”, ribadisce. Intanto, pero’, sul servizio di Mattino 5 piovono polemiche e condanne, a cominciare dall’Anm. E l’ordine dei giornalisti della Lombardia ha fatto sapere che si occupera’ del caso la prossima settimana. “Secondo me dovrebbero autosanzionarsi”, suggerisce Ricci. Il servizio, secondo gli autori, documenta “stravaganze” e “stranezze” del giudice Mesiano. Ma non e’ che si aspettavano di filmare qualcosa di piu’? “E lo chiede a me? Dovrebbe chiederlo a uno psichiatra…”, scherza Ricci. Non basta: c’e’ chi grida a metodi da regime e si chiede quando arriveranno “l’olio di ricino e il manganello”.

    Mesiano si deve sentire minacciato? “Secondo me- chiosa Ricci- l’unico messaggio e’ ‘attenzione, che in giro e’ pieno di cretini con la camera’”. QN

  19. nodwarf ha detto:

    Il significato del servizio é chiarissimo, ricorda molto da vicino quei film in cui il cattivo di turno va dal poliziotto e gli dice ” ho visto tua figlia alla partita di pallavolo, ma come sta crescendo bene”.
    Il messaggio che passa é grosso modo lo stesso: chi si mette contro di noi sarà  dato in pasto al pubblico qualunque cosa faccia, quindi se volete vivere tranquilli voi giudici sapete cosa non dovete fare.

  20. umberto ha detto:

    é possibile chi ha che fare con berlusconi, viene plagiato gli prende anche la dignità ,hanno dichiarato guerra al popolo della rete!!!!!diranno lo sa che non mi può riprendere? mo son cazzi vostri!!!!!

  21. freeman ha detto:

    i servi del corruttore fanno il loro infame lavoro…e il regime di merda continua…

  22. Cesare ha detto:

    Un post perfettamente azzeccato…
    Il taglio del servizio di canale 5 non é minaccioso, ma sembra tanto una caccia all’uomo, del tipo: “Ecco, guardate chi é colui che ce l’ha con mediaset” (cosa non vera per altro…)…

    Daniele, potresti fare un servizio su Brachino o su Annalisa Spinoso (autrice del servizio), magari mentre si accingono a fare la spesa, di prima mattina, senza trucco…
    Si inc***erebbero non poco 😛

  23. giuseppe ha detto:

    non so se brachino sia un giornalista, se lo é bisognerebbe radiarlo dall’ordine e fargli pagare diciamo 100.000 – 150.000 euro di multa.

    anche alla signorina del servizio dal tono di voce vomitevole
    stessa pena

    che vergogna!!!!

    ho iniziato a rivedere emilio fede, prima mi faceva vomitare ora…sono piu maturo… mi fa ridere… é incredibile…ha una faccia che non si puo immaginare…

  24. serpico ha detto:

    pensa che delusine per il nano e i suoi servi! Hanno pedinato il giudice per ore e non hanno scoperto niente di sospetto, é un signore normalissimo e onesto. Ma evidentemente chi ha la coscienza sporca pensa che valga così per tutti

  25. Roberto G. ha detto:

    E’ in atto un titanico scontro tra due entità  mafiose. Quello nostrano di sua maestà  il cavaliere e quello dei soliti poteri finanziari internazionali (ai quali per intendersi é legato il gruppo L’Espresso – Repubblica) che dopo aver favorito l’ascesa di questo incommensurabile statista ora hanno deciso di scalzarlo.

    Il nano l’ha già  detto che non vuole fare la fine di Craxi e si difende con le unghie e con i denti utilizzando le sue televisioni come armi contundenti. Il servizio in questione ne é un esempio eclatante.

    Naturalmente a noi, cittadini comuni, non verrà  nulla di buono dall’esito di questo scontro. Siamo schiacciati tra un delinquente che alla faccia dello stato pietoso in cui versano le infrastrutture di base del sud e dei conti pubblici fuori controllo vuole gettare soldi per un’opera faraonica ed inutile cone il ponte e tra i poteri del liberismo selvaggio internazionale, quelli per intendersi rappresentati da Draghi che se la prendono sempre con i più deboli (ultimo esempio: alzare l’età  pensionabile) per mantenere il loro sporco potere e le loro ricchezze.

    Si salvi chi può.

  26. tamb ha detto:

    Qualcuno riesce ad arrivare al contatto di posta elettronica di Brachino? Penso sia doveroso fargli capire come la pensa la gente nel mondo libero.

  27. giorgio ha detto:

    leggo con molta tristezza la notizia del pedinamento del giudice Mesiano ad opera delle reti Mediaset. Per quanto grottesca possa apparire la vicenda, io la trovo molto preoccupante. Il servizio ovviamente non dimostra niente nonostante gli stupidi riferimenti alle presunte stranezze del giudice, ma a mio avviso si configura come una vera e propria minaccia in perfetto stile mafioso. Il messaggio é chiaro: “oggi ti abbiamo seguito e ridicolizzato anche se non hai fatto niente e lo abbiamo fatto attraverso una delle TV più seguite in Italia. Tu puoi anche querelarci, ma con i nostri avvocati ti trascineremmo in una estenuante causa che durerà  anni e anche se la vinci ti riempiremo di preoccupazioni e di stress. Non solo… da oggi possiamo seguirti quando vogliamo, e prima o poi ti riprenderemo con le dita nel naso a un semaforo, mentre saluti una ragazza che ovviamente noi presenteremo come la tua amante, e tutto questo mentre già  qualcun altro sta indagando sulla tua vita privata per trovare una pecca, che ne so, un video porno sul tuo computer, una multa non pagata o una frequentazione politica comunista. Dovrai vivere ogni giorno della tua vita sapendo che noi ti stiamo addosso…abbiamo i soldi per farlo e tu non potrai impedirlo, tu ti sacrificherai e pagherai affinché nessuno possa ripetere il tuo errore, quello di pestare i piedi al padrone dell’Italia e di tutti noi.”

  28. luigi ha detto:

    Daniele sono d’accordo su tutto, ma non su dare l’indirizzo del giornalista, non mi sembra corretto. Non si sa mai, a parte la violazione della privacy se esiste, ma a me non piacerebbe trovarmi sotto casa magari qualche matto. Nonostante Brachino sia un “giornalista” che non stimo assolutamente, non mi sembra giusto esporlo a un, seppur remoto o ipotetico, rischio.

    Con stima.
    Luigi

  29. fansss ha detto:

    mesiano = solidarietà  piena. onore ai servitori dello stato.
    brachino = servetto di serie infima. ci ricorderemo di te quando quest’incubo sarà  finito, feccia non giornalista.
    sallusti = la sua faccia mi ricorda quella di personaggi oscuri della letteratura russa: un essere demoniaco, non umano.
    ho orrore dei suoi occhi vuoti.

  30. Deep ha detto:

    Sarebbe da fare una manifestazione pro-mesiano dove tutti portano calzini turchesi!!

  31. andrea c. ha detto:

    Un’ottima risposta a queste intimidazioni mafiose,sarebbe che il Giudice d’appello gli aumentasse l’importo del risarcimento fino a un miliardo di euro,così giusto per fargli capire che non si sente minimamente intimidito!

  32. Umberto Pelliccia (capitanoinmare) ha detto:

    visto il pestaggio mediatico fatto dalla trasmissione mattino 5 sul giudice Masiano, vorrei invitarvi tuttio ad armarvi di telecamere e telefonini, con tanto di workshop e tabella di marcia, per restituire a quel cogljone di Claudio Brachino il favore…

  33. roberto ha detto:

    chissa’ se questa e’ la stessa giornalista del servizio…da come aggettiva il padre forse si’…
    http://www.ateneonline-aol.it/basecurriculumaspi.html

  34. Joe ha detto:

    Sono talmente disgustato e alibito da questo servizio che non riesco neanche a commentarlo, hanno cercato in ogni modo e inutilmente di spacciarla per notizia.
    Come sono scesi in basso!!!

  35. Stefano ha detto:

    cioe’, avranno detto 10 volte ‘avanti e indietro avanti e indietro’ na roba mai vista in tv fossi in quei giornalisti mi vergognerei come un ladro a farmi rivedere in giro…
    Che schifo di paese, in un paese normale gli avrebbero gia’ revocato la licenza di trasmettere… altro che mister 1%.

  36. 3my78 ha detto:

    Dopo aver visto quella cosa in tv sono rimasto basito, non credevo si potesse arrivare così in basso. Naturalmente la penso come Daniele, un atto intimidatorio!

  37. CHICCA ha detto:

    hai perfettamente ragione Daniele, rileggendo il servizio con più attenzione trovo che sia molto più pericoloso di quello che ho pensato ad una prima superficiale lettura: non é solo uno stravagante scoop sul look del giudice, piuttosto un avvertimento in stile mafioso che egli é controllato a vista e che la sua vita é ormai sotto il microscopio del delinquente e dei suoi fedelissimi.
    una nota di colore, ieri sera un amico di famiglia, togato romano, ha detto che per solidarietà  con il giudice, andranno ad acquistare, tutti, calzini turchesi e, thié, anche foulards fucsia

  38. cesare ha detto:

    Che dire…. ormai non può éuò dire che si é toccato il fondo ma molto di più.. questi sono servi della peggiore specie, infimi leccaculi la cui massima aspirazione é quella di compiacere il padrone. Brachino.. sei uno stronzo ,invece di pensare ai calzini del giudice pensa alla tua pappagorgia che diventa ogni giorno più abbondante.

  39. Marco B. ha detto:

    Ma Brachino si é visto come veste quando và  in video? NO, così per domandare se ogni tanto si guarda allo specchio e si domanda il perché di quello che fà  … questo servizio é puro gossip per il PADRONE .. nulla a che vedere con il giornalismo(anche quello di inchiesta)! Mediaset, se la conosci la EVITI!

  40. Skytg24 ha detto:

    Madonna…
    Dici che é un servizio macabro?
    Per me é un servizio ridicolo !!!
    Ma questo é giornalismo?

  41. helena f. ha detto:

    Sono sempre più schifata dai metodi infamanti usati dai mezzi di disinformazione al servizio di sua maestà :
    intimidazioni ed esecuzioni stile mafioso, dal “Giornale” a “Libero”, alle sue tv.
    Ma la disinformazione regna sovrana anche in Rai e in vari giornali cosiddetti “indipendenti” tipo il Corsera.
    Solidarietà  al giudice Mesiano per questo vile attacco.

  42. Ella ha detto:

    Daniele, sono proprio daccordo con te.

    Anche a me quel servizio ha dato l’impressione di una vendetta/avvertimento di tipo mafioso.
    Mi sono perfino un po’ vergognata per loro (quei sedicenti giornalisti), che forse nemmeno si avvedono di quanto in basso siano precipitati.
    Questo tipo giornalismo e’ appena appena all’altezza di occuparsi di beghe condominiali, e nient’altro.

    E per solidarieta’ al giudice Mesiano, uomo integro e degno di tutto il mio rispetto, mi vado a comprare un paio di calzini turchesi che indossero’ con orgoglio.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.