Ave o Santa Maria Caput V etere

mastella-in-cella.jpg

Il santuario dell’Udeur messo kaputt prega affranto ed offeso la procura di Santa Maria affinché gli restituisca onorabilità  nell’etere.
La sua cupola é stata scoperchiata, gli angeli di papa Clemente Impastella messi a nudo, il Campanile “colpito al cuore”, campani, campane e Francesco Campanella vestiti a lutto.
Oddio cos’é successo? Per carità  soltanto banali “preghiere” che quei diavoli di magistrati hanno trascritto nero su bianco dalle onde telefoniche che cullavano la soave voce di Sandra Codardo in Mastella (nome di fantasia per la privacy) un’eroina politica devota che mormorava: “Quell’uomo per conto mio é MORTO! Pure per mio marito..” riferendosi al direttore dell’ospedale di Caserta che aveva nominato primari non graditi alla sacrestia di Ceppaloni.
Ma come! Quel tizio nomina chi vuole in parrocchia senza la benedizione dei Mastella? Scavalcare Sandra tanto dolce da farsi chiamare Nutella? (il nome stavolta é vero)
Chissenefrega se poi che ci va di mezzo é la pelle dei pazienti! Mica é la nostra.
Per noi dell’Udeur etica e moralità  sono bestemmie. O imbecilli perché troppo ingenui o criminali dai modi gentili, a noi non importa altro che il nostro sporco gioco.
Anche adesso che la bufera si é abbattuta!
Papa boss Clemente, uomo di giustizia, tuona in aula in nome della sua Nutella: “per lei pronto a rinunciare al potere!”
La frase conferma che nel suo linguaggio il termine politica non fa rima con spirito di servizio, in ciò é più onesto di altri colleghi, non ne ha mai fatto mistero, anzi se ne é sempre vantato tanto che chi lo conosce gliene dà  atto.
Ecco allora pagare di stupida ingenuità  la trentennale occupazione delle istituzioni pubbliche con logiche da clan camorristico, che per Mastella, parenti e compagni di merende sono un divertente e collaudato gioco al ricatto mirato al solo arricchimento alle spalle degli italiani onesti.
Nei suoi feudi sanniti, ancora memori di floride manne di soldi camuffate da pensioni per invalidi immaginari, tutti striscerebbero un voto in cambio di una poltrona, una pensione o una prebenda!
Nessuna remora a stracciare una multa con tanto di scuse se il malcapitato si chiama Carlo Camilleri, consuocero, alter ego, nonché “angelo” del leader LADER Clemente.
Mica si espone lui, uomo di giustizia, a fare ricatti! Clemente fa spianare le vie finite (forse finalmente) del signore ai suoi angeli, poi soltanto se sarà  opportuno interverrà  in dialetto camorrese direttamente con Bassolino per disorientarlo da qualche diessino…
Ed é qui che ci si tuffa nel mare di reati contestati per i quali l’inchiesta della procura di Napoli (dov’é stata trasferita) se riuscirà  a fare giustizia dovrà  seppellire l’Udeur con tutti i suoi santi profani nel libro nero dei disonesti interdetti da tutto ciò che é pubblico.
Intanto tutti si chiedono come andrà  adesso il governo Prodi monco di Clemente Impiastrella?
Andrà  che Romano potrà  fare contemporaneamente il premier e il ministro della giustizia.
Non si permetterà  mai di piazzare su quello scranno Antonio Di Pietro, l”uomo incensurato che ha già  ribaltato una volta una Repubblica intera e sbattuto in galera un certo Bettino Craxi.
Sarebbe la fine sua e di tutta la giostrina romana diamine!
La politica clientelare é la più rappresentata tra gli attuali onorevoli, Di Pietro alla giustizia che funziona sarebbe una nuova ecatombe, forse peggiore di quella del ’92.
E allora? E allora pensiamo che mentre Clemente e Sandra stanno a fregarsi le mani nella villa di Ceppaloni in attesa di qualche cavillo porcata che li riabiliterà  entrambi a pieni voti, il criminale tintore di fontane Graziano Cecchini é rinchiuso in carcere in attesa di essere processato per direttissima, colpevole di aver lasciato cadere dalle scale di Piazza di Spagna 495 mila palline che andranno all’asta per beneficienza.
Questa si che é giustizia! Altro che i malaffari della casta mafiosa.


You can leave a response, or trackback from your own site.

25 Commenti a “Ave o Santa Maria Caput V etere”

  1. VENOM ha detto:

    a Roberto…
    sei un mito…. e sai qual’é il bello che tutti sti signori: Berluskaz, Mastalla, Cuffaro, stanno per andare al governo. ah ahah ahahah ahahahahaha…
    Siamo il popolo più inetto del mondo!!!

  2. Andrea Claudio ha detto:

    Ti quoto!

  3. Mone ha detto:

    x gianni salerno.Non te la prendere ma a pensarla come te, il problema del Sud non si risolverà  mai (specialmente perché di persone giuste come credo sii tu ce ne sono poche)

    Ti riporto un commento sul discorso “Emergenza rifiuti”

    Premesso che la raccolta differenziata non é manna dal cielo, ma bisognerebbe riutilizzare e diminuire la produzione di rifiuti.
    Di seguito vi segnalo le percentuali della raccolta differenziata di alcune regioni:
    PIEMONTE 40%
    VENETO 48%
    LOMBARDIA 42,7%
    EMILIA-ROMAGNA 56%
    LAZIO 10%
    PUGLIA 8%.
    SICILIA 5%
    CAMPANIA Il dato certo é che in Campania attualmente la Raccolta Differenziata si attesta sul percentuali molto basse (Rapporto Osservatorio Nazionale dei rifiuti 2001 intorno al 2%) LEGAMBIENTE

    PS: i dati li ho presi dal sito Reuters.it, tranne quello della Campania, che non si trova agevolmente (forse perché i rifiuti li buttano per strada davanti alle scuole…)

    Non era sicuramente necessario parlare di rifiuti per dire che i TERRONI sono ,in buona percentuale, GENTE DI MERDA!! E abbiate il pudore (terroni campani) di non dire che la colpa é della camorra. Come si fa ad avere il 2% di raccolta differenziata se non per il fatto che siete GENTE DI MERDA che non ha manco voglia di differenziare carta vetro e plastica prima di gettarli via.

    PS Il Piemonte ha le due province con percentuale di raccolta differenziata più alta (66%) ma nel suo complesso arriva solo al 40%…Avete idea di quanti TERRONI ci siano a Torino?

  4. Nick ha detto:

    Certo, anche la gestione economico finanziaria del partito puzza..

    Però alcune situazioni (vedi ponte di messina) le ha gestite da politico decente e sopratutto é tra i pochi che non balbetta frasi sconnesse e senza senso..

    Insomma, gli riservo il beneficio del dubbio in questo caso..

    Qualcuno dovrremmo pur votare..

    Uff..

  5. Marco B. ha detto:

    Daniele,
    al solito mi compiaccio per il post di INFORMAZIONE anche quando viene fatta espriemndo un giudizio. Però sulla “capacità ” politica di Di Pietro(specie nelle vesti di ministro di Giustizia)ho le mie perplessità  e te lo dico da ex estimatore dell’ex pm fin dai tempi di Mani Pulite e dal 1996 quando si fece eleggere la prima volta nelle liste del PDS di Occhetto nel collegio blindato del Mugello. Personalmente da blogger abituale del suo blog ho avuto aspri scontri con il seguito di LECCALECCA SCODINZOLANTI e BRADIPOPENSANTI che si aspettano dal Di Pietro politico il messia, specie se andiamo a vedere la campagna acquisti delle ultime 2 politiche da parte del partito azienda di Di Pietro(partito che nella struttura non differisce molto dall’UDER di Mastella), un occhio attento si accorgerebbe SUBITO che la coptazione adottata di RICICLATI della politica del MALAFFARE é PRASSI e NON CASUALITA’ come più volte Di Pietro ha lasciato a intendere .. informati e fai magari un post se lo riterrai giusto fare.
    Allego un link interessante(in aggiunta al libro di Imposimato “corruzione ad alta velocità “)che potrebbe fare da spunto di riflessione per comprendere meglio il fenomeno Di Pietro anche da coloro che l’hanno imparato a conoscere oltre Mani Pulite. Buona lettura e riflessione.

    http://www.genovaweb.org/comunicati_2/2007/20070320_dipietro2.htm

  6. roberto ha detto:

    Ma dove viviamo? in 2 giorni scoperchiata tutta la cupoletta dell’udeur, berlusconi rinviato a giudizio perché voleva accozzare 5 putt…lle d’alto borgo (tra tutto quello che ha fatto questa é quasi una barzelletta), Cuffaro condannato a 5 anni e solo perché manca l’aggravante mafiosa ringrazia tutti sorridente e pronto a tornare a lavoro che neanche se fosse assolto, De magistris (un vero servitore dello stato) allontanato da catanzaro reo d’aver applicato il principio secondo cui “la legge é uguale per tutti”!!!
    Ma dove viviamo??????io direi che la risposta che danno tutti gli italiani in questo clima di merda la rappresenta alla perfezione rutelli: é orgoglioso di essere italiano ed é contento come una pasqua perché é ritornato in Italia un vaso del cazzo…
    siamo alla frutta

  7. claudio s ha detto:

    Benissimo,e così oggi abbiamo un (ex) ministro della giustizia che ha 2 indagini in corso, un presidente del consiglio indagato, un ministro degli esteri indagato, fassino indagato, berlusconi indagato e il presidente della regione sicilia é appena stato giudicato colpevole, siamo proprio messi bene, e loro si difendono dicendo soltanto che i magistrati ce l’hanno con loro, mi sembra troppo facile…

  8. Emiliano G ha detto:

    Scusate l’off-topic ma in un certo senso c’entra con Mastella:

    http://www.petitiononline.com/386864c0/petition.html

    firmiamo

  9. gianni salerno ha detto:

    x mone!!! prodi, il nano, previti, provera, bossi… non continuo, non sono terroni ma sono cmq mafiosi. Almeno tra noi cittadini onesti lavoratori non facciamoci del male con queste cazzate tra nord e sud. Non mischiamoci con questa feccia che ci governa e che siede cmq in parlamento!

  10. gianni salerno ha detto:

    Il presidente della Regione siciliana colpevole di favoreggiamento e violazione di segreto d’ufficio e interdetto dai pubblici uffici. “Resto al lavoro, mai favorito la mafia” UN ALTRO DA AGGIUNGERE ALLA LISTA DEI 24. SI RITORNA A 25———–INCHIESTA RAI: CHIESTO IL GIUDIZIO PER BERLUSCONI
    L’inchiesta della procura di Napoli e’ quella sulle segnalazioni a favore di cinque attrici fatte dal leader di Forza Italia al presidente di Rai Fiction Agostino Sacca’. Al Cavaliere e’ contestata l’accusa di corruzione. TRATTO DA ANSA.IT. Per favore mi dite in che paese vivo?

  11. Franco P. ha detto:

    Mai visto uno spettacolo indecente come il parlamento italiano che applaude un indagato che si scaglia contro la magistratura senza sapere di cosa é accusato e tutti i sindaci in piazza con il tricolore al collo per appoggiare Mastella, quei fetenti non si scomodano mai quando c’é da aiutare un poveraccio … ma la ciliegina sulla torta é Mastella che dice che così fanno tutti. Finché non li prendiamo tutti a calci in culo ogni volta che si presentano in piazza non cambiarà  nulla.

  12. Mone ha detto:

    Mastella? E’ solo un TERRONE MAFIOSO dei tanti che hanno poteri politici e istituzionali. Mettici un terrone qualsiasi al posto e nell’80% dei casi farà  lo stesso, se non peggio(19%). Lascio un punto percentuale per i terroni che si vergognano dei loro concittadini e che forse sono persone per bene.

  13. VENOM ha detto:

    Dal quotidiano ItaliaOggi, in prima pagina c’é l’intercettazione di una telefonata del consuocero di Mastella a cui sta molto a cuore la costruzione di un villaggio turistico nel mio paese, Sapri (SA). Pare che volessero fare tutto di corsa in barba alle più elementari norme di sicurezza per gli allacci con il gas… I tecnici avrebbero dato perere negativo per pericoli di scoppio ma lui voleva eludere tutto e farlo lo stesso… questa é mediamente la gente che governa al Sud, un pò per colpa nostra e un pò per una legge elettorale fatta a cazzo!!!

  14. silvia ha detto:

    Caro Daniele, complimenti per il post!!
    Peccato che solo chi ha un pc ed una connessione possa leggerlo!!!
    Sai che ti dico io lo stampo e lo do a chi conosco e so che non ha un pc!!!
    SPero proprio che clemente pastella e consorte finiscano in galera!!! e che qualcuno butti la chiave!!! Ma perché non chiediamo aiuto alla comunità  europea? Siamo ormai tutti ostaggi di personaggi come l’impastellato clemente e personaggi come lui non finiscono mai nel posto giusto (cioé in galera). COme facciamo a denunciare il parlamento italiano alla comunità  europea? Qualche proposta???
    ciao
    silvia

  15. enzo ha detto:

    bravo Daniele…ti sto seguendo da oggi per la prima volta avendo visto il tuo video su YouTube…complimenti…devi denunciare tutti travaglio e Grillo compresi i soliti alleati del Signoraggio delle Banche…spari a zero e sarai seguito….altrimenti non avrai seguito…

  16. Giovanni Solinas ha detto:

    Se lo mettono veramente in galera non sbagliano!
    Ma sono vere le cose scritte su questo blog http://infiltrazioni.blogspot.com/ ?
    Sto vedendo sul sito di grillo ma non trovo niente.

  17. Christian B ha detto:

    Bel post!
    Che dire in piu’, forse se le palline le avesse lanciate fred flinstone pastella avrebbe preso un premio…

  18. helena f. ha detto:

    Credo che nessuno pensi che Di Pietro sia perfetto, ma in questo marasma é uno dei pochi politici che almeno ha il coraggio di opporsi, di criticare, di prendere posizioni (e non solo sul caso Mastella di questi giorni) .
    Ci ha fatto indignare, giustamente, l’incredibile e massonica compattezza e la solidarietà  espressa dai nostri politici a Mastella, eh beh … bravo Di Pietro che non si allinea con gli altri. Dovrà  anche lui probabilmente accettare dei compromessi essendo parte della maggioranza, ma almeno ogni tanto, esprime il suo dissenso dissociandosi dal “gruppo”.
    Il mio pensiero non é : meglio di niente, o accontententarsi del meno peggio, ma apprezzo Di Pietro per le sue posizioni contro la casta imperante e di questo gli va dato merito.

  19. marco prato ha detto:

    Mastella, Oronzo Canà  e Bertinotti.

    Dopo la notizia dell’arresto di Sandra Lonardo in Mastella da Ceppaloni abbiamo assistito
    ad un perfetto schieramento difensivistico da parte tutta la classe politica. Prodi assediato dal
    tormentone sulla compattezza del governo si é immediatamente schierato a fianco del Mastellone
    senza neanche conoscere i motivi per i quali un intero partito é sotto indagine. Berlusconi, ovviamente,
    non é stato da meno formando insieme al mortadella l’ossatura centrale. Casini da una parte e Dini
    dall’altra hanno copletato lo schieramento neanche fossero Maldini e Cannavaro. Una difesa perfetta,
    tutto il parlamento unito come non si vedeva da tempo. Si mormora che Oronzo Canà  dopo la b-zona e il
    modulo a farfalla sia orientato ad uscire il terzo atto del L’allenatore nel pallone copiando
    questo isuperabile metodo difesivistico adottato dai nostri politici.
    Ma la cosa piu buffa e forse tragica é stata l’affermazione del presidente della camera Fausto Bertinotti,
    che ammaliato dal sole sud americano, o forse completamente rincoglionito, commenta la vicenda da Caracas
    riportando testuali parole : “Piena solidarieta’ umana a Mastella, ma occorre evitare che si determini un conflitto
    tra la Magistraturta e gli altri poteri dello Stato”. Avete capito bene, per Bertinotti bisogna assolutamente
    evitare che la magistratura dia fastidio ai poteri forti della politica. Mi chiedo chi se non la magistratura possa
    tutelare l’onestà  del lavoro per la quale lui e tanti suoi colleghi sono stati eletti. Oppure Faustino
    pensa che la classe politica non abbia bisogno di untrusioni da organi esterni perché ligia al proprio dovere?
    Nel prossimo viaggio da montecitorio alle ande, caro presidente, si munisca del biglietto di sola andata.
    Paghiamo noi, come sempre.

    Marco Prato

  20. Alessandro ha detto:

    Proposta: perché non facciamo civilmente pressioni al “bel” Prodi per dare a Di Pietro quello che qualsiasi persona con un briciolo di buon senso gli darebbe, cioé il posto da ministro della giustizia. Attraverso la rete si potrebbe provare no? lancio l’idea…
    Alessandro

  21. Biondo ha detto:

    Rettifica d’obbligo: Craxi é morto miliardario, libero in villa con piscina ad Hammamet in Tunisia. In un paese di DIRITTO, sarebbero andati i Marines a prenderlo e a sbatterlo a San Vittore…e se era il caso si sarebbe dichiarata guerra alla Tunisia se non concedevano l’estradizione.

    Purtroppo in galera in Italia non ci va proprio nessuno. Non ci andrà  Mastella, non ci andrà  la moglie, non ci andrà  Bassolino, non ci andrà  Iervolino. Ci vanno solo i poveri Cristi…quelli che fanno reati e non hanno santi in paradiso.

    Ad ogni modo Forza Mastella…canta e mandali nel fango tutti quanti!

  22. Massimo Della Pena ha detto:

    Caro Daniele, occhio a idolatrare Di Pietro…occhio ai cambi di rotta a 180° da prima a dopo le elezioni del 2006, ad esempio su inceneritori e infrastrutture (Tav in primis)…leggi o cerca su Google “Corruzione ad alta velocità ” del giudice Imposimato, vedrai quante volte é nominato il tuo caro Tonino, e non mi risulta abbia mai smentito nulla, ti assicuro che c’é da sbiancare…..

  23. giovanni ha detto:

    Ciao Daniele e complimenti per come fai giornalismo! Fosse per me saresti il direttore del tg1 e del tg2 all’istante.

    La cosa più squallida sono le parole di Prodi, che ha confermato la sua solidarietà  a pieni voti ad un ministro della giustizia come mastella, che é indagato per far parte di una associazione a delinquere (il suo partito) ed ha attaccato la magistratura con toni duri e dittatoriali (salvo poi correggersi specificando che intendeva solo “frange estremiste”, si certo, sono quei giudici che lo indagano, gli altri son buoni finché non lo intercettano).
    Insomma una situazione paradossale. E la cosa più squallida é sempre Prodi che ha assunto l’interim aspettando, come lui stesso ha dichiarato, che le cose si mettano a posto e che Mastella ritorni.
    Ma dico io.. come può fare affermazioni simili?? Io sono stato un suo elettore ma dico MAI, e poi MAI, avrà  più da me neanche un quarto di voto.
    Pensavo fosse una persona onesta, invece si é rivelata peggio degli altri e succube del gioco della casta, cui si presta senza alcun ritegno.
    Doveva fare la cosa giusta per risollevare le sorti della sua credibilità : dare il posto da ministro della giustizia a Di Pietro.

  24. soloparolesparse ha detto:

    Ovviamente… direi!
    Comunque finalmente un pò di colore. Apprezzo sempre di più il sedicente futurista!
    Questo dovrebbe fare l’arte: suscitare scalpore.
    Ne parlo qui:
    http://blog.libero.it/soloparolesparse/commenti.php?msgid=3931229&id=15123#comments

  25. helena f. ha detto:

    E vai Daniele. Aspettavo propio un post così.
    Sei sempre (in)credibilmente realistico.
    Questa realtà  deformata dall’informazione di regime
    di giornali e telegiornali al seguito dei nostri politicanti
    che tutti, eccetto pochi, si stringono solidali attorno
    alla povera vittima, indiscusso capo del clan
    “Mastella & Co”.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.